Resa al m^2 di malta bastarda per intonaco


Jug75
login
24 Ottobre 2014 ore 15:21 7
Salve a tutti, 
Devo realizzare e poi intonacare delle pareti (tamponamento) di circa 60 m^2 in blocchi cls vuoti con malta bastarda e dato che devo acquistare la calce ed il cemento (sabbia fine, acqua e betoniera ed altro materiale ce l'ho già) volevo sapere quanta malta si consuma al m^2, così da essere sicuro delle dosi per miscelarla e per fare comunque un buon lavoro.
Inoltre è necessario una sabbia a granulometria differente se si quale misura?
Per fare il cosi detto spruzzo pre intonaco sapete dirmi le dosi? 
In internet per il dosaggio della Malta bastarda ho trovato queste proporzioni: 
Per un m^3 di sabbia: 
300 kg di calce idraulica 
200 kg di cemento 
quantità di acqua fino ad ottenere un medio impasto. 
(Sono attendibili oppure potete voi darmi qualche suggerimento sulle dosi?)
Grazie.
  • stefano.lo
    Stefano.lo Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 24 Ottobre 2014, alle ore 21:34
    Ciao, inizio....dal fondo del tuo messaggio!!
    I dosaggi che ti hanno scritto vanno bene, dipende poi da dove ti trovi, considera che a) è meglio usare un pò più di calce, b) il cemento favorisce una migliore tenuta della malta, in pratica, in luoghi piuttosto umidi potresti utilizzare 250 kg di cemento per mc di sabbia.
    Per quanto riguarda i consumi, dipende molto dallo spessore di malta che verrà applicato, generalmente poserai 2-3 cm di spessore di intonaco, pertanto, il gioco è fatto, ossia, 60 mq x 0,03= 1,80 mc, pertanto avrai bisogno di 2 mc di sabbia (che sono circa 30 q.li, quindi due viaggi di un camioncino da muratore), 600 kg di calce e 400 kg di cemento, facille, no?
    La spruzzatura o intonaco strollato, lo devi applicare prima di eseguire l'intonaco, pertanto devi mischiare sabbia, acqua e cemento, creare un impasto piuttosto liquido e quindi applicarlo sulla superficie che dovrai intonacare, ricordati di bagnare per bene la parete prima di applicarci l'intinaco, il muro, se bagnato favorisce maggiormente l'adesione dell'intonaco.
    A questo punto se farai anche lo strollato è molto probabile che i mc di sabbia diventaranno circa 3 e per quanto riguarda il cemento potresti prendere 200 kg i più di quanto ho scritto prima (400+200).
    rispondi citando
  • jug75
    Jug75 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 24 Ottobre 2014, alle ore 22:40
    Sono rimasto stupefatto della risposta perchè semplice ed esaustiva... Per quanto riguarda la zona è a circa 560 mt s.l.m nella parte jonica settentrionale in Calabria ed è quindi abbastanza umida.
    ti ringrazio molto. Seguirò il tuo consiglio. 
    rispondi citando
  • stefano.lo
    Stefano.lo Ricerca discussioni per utente
    Sabato 25 Ottobre 2014, alle ore 09:44
    Grazie a te!!fammi sapere poi com'è andata!!
    rispondi citando
  • jug75
    Jug75 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 31 Ottobre 2014, alle ore 14:59
    Ciao Stefano.Io
    Si, sicuramente ti terrò aggiornato sui lavori da eseguirsi, ma dato che stiamo andando verso l'inverno, temo che gl'interventi da realizzarsi sono da posticipare in primavera. In ogni modo sto studiando un pò il tutto. Non voglio approfiattare della tua pazienza ma se non ti dispiace volevo chiederti altre info: Sia per lo strollato, rinzaffo e stabilitura (tonachino) posso usare una sabbia fine oppure per i primi due strati occorre una sabbia più grossa? Inoltre quali sono le dosi per realizzare la stabilitura e che tipo di calce mi consigli di usare?
    Grazie nel frattempo.
    rispondi citando
  • stefano.lo
    Stefano.lo Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 31 Ottobre 2014, alle ore 16:55
    Ciao Jug, innanzitutto buon Samonios!!!
    Per ilrinzaffo e per l'intonaco al rustico usa la sabbia vagliata (sabbia grossa), quando stedi lo strato di rinzaffo, come ti ho scritto usa una malta abbastanza liquida, dopo il rinzaffo devi eseguire le fasce, ovvero devi stendere sulla parete delle fascew verticali di larghezza di 20 cm circa insomma, larghe come la lama della cazzuola, queste devono essere ben livellate, una voltsa realizzate le fasce scoprirai quanto cm di spessore in media ti servono per intonacare la parete, è importante realizzare un intonaco rusti ben livellato, dopo l'intonaco rustico procedi con la finitura, cioè con la posa della stabilitura.
    La stabilitura la trovi già pronta nei magazzini edili, fai attenzione perchè è "calce pura", quindi se gli schizzi ti ARRIVANO NEGLI OCCHI....fa male!!!La stabilitura dev'essere posata in uno spessore minimo (0,5 cm circa), se la posi con uno spessore maggiore, si formeranno le cosiddette "crepe" e la stabilitura si staccherà, il segreto per un buon intonaco è quello di creare un intonaco rustico ben livellato e di applicare "un velo" (si dice dalle mie parti) diu stabilitura.Ilo momento migliore è la primavera ma se l'inverno sarà mite come l'anno scorso, beh...puoi fare il lavoro lo stesso, l'importante è non intonacare quando la temperatura va sotto lo zero.Per intonacare al rustico avrai bisogno del frattazzo di legno, per appogiarcinla malta e per pressare la malta posata a parete, per la stabilitura avrai bisogno di un frattazzo di spugna, per pressare e stendere meglio il materiale posato in parete.Due consigli per finire, 1, ricordati di mettere dei celophantes o altro a terra dove intonacherai (altrimenti tua moglie la sentirò anch'io da quassù!!), 2, al termine dela giornata lavorativa, ricordati di lavare e pulire bene tutti gli attrezzi che hai adoperato, altriment il giorno dopo dovrai picchiarli con mazzetta per rimuovere la malta residua.Bene, ora non mi resta che augurarti buon divertimento!!intonacare è un bel lavoro, la sabbia che avanzerai la potranno usare i tuoi figli per giocarci, oppure la potrai utilizzare per creare un massetto (e per quello, ti posso dire la mia)
    rispondi citando
  • jug75
    Jug75 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 1 Novembre 2014, alle ore 10:18
    Ciao,
    Come sempre, rispondi in maniera molto elementare e comprensibile, cosa importante per chi non ha mai fatto questi tipi di interventi. Devo farti una precisazione: Nel post precedente ho parlato di strollatura e di rinzaffo ma da quanto ho capito è la stesso intervento, quindi ho imparato un'altra cosa :))
    Beh, fortunatamente devo fare questi interventi su strutture rurali ed un pò fatiscenti, quindi non ho problemi con moglie e figli, li avrò caso mai quando dovrò fare lavori di manutenzione in casa propria...
    Per ora sto lavorando con Autocad per riportare i rilievi sul foglio e con excel sto facendo il computo dei materiali. Ti confesso che mi son diplomato in Geometra un pochino di anni fa... ma tra i libri e la pratica c'è un'enorme differenza ed è un piacere ora fondere le due cose insieme. 
    Grazie ancora. Ti terrò aggiornato.
    rispondi citando
  • stefano.lo
    Stefano.lo Ricerca discussioni per utente
    Sabato 1 Novembre 2014, alle ore 10:53
    Ciao Jug,
    concordo con te sul piacere di fondere le due attività, io quel poco che so l'ho imparato così, coiè fondendo la pratica alla teoria!
    Faccio una precisazione, ho sbagliato a scrivere che strollato e rinzaffo sono la stessa cosa, in effetti lo strollato è una finitura che si fa per rendere l'intonaco finale "ruvido", solitamente lo si applica con una macchinetta, in ogni caso, il sistema è molto simile a quello del rinzaffo.
    Dopo questa esperienza, sarai pronto per i lavori di casa, bene bene!!
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img ottobre_rosso
Ho la necessità di sostituire il blocchetto di una serratura Dierre doppia mappa (vedi allegato).Ho rimosso quello vecchio, inserito e fissato tramite apposite viti quello...
ottobre_rosso 02 Aprile 2015 ore 16:38 2
Img herzoa
Devo realizzare una base di cemento 250x250Faccio scavo, metto un po' di ghiaia, metto rete elettrosaldata.Poi faccio gettata di 10 cm.In totale sono 0.63 mc di malta, secondo voi...
herzoa 22 Aprile 2015 ore 15:42 5
Img ngaldiolo
Sto rifacendo le pitture e il fondo del muro interno.Ai fini della salubrità e, secondariamente, estetico è meglio fare il fondo a malta o a gesso? Non vorrei avere...
ngaldiolo 20 Febbraio 2014 ore 00:14 3
Img biostorm
Salve,la mia famiglia ha da poco comprato un piccolo immobile, era un rudere si tratta di un immobile di circa 35-38metri quadri.Abbiamo fatto il tetto nuovo e ora vogliamo piano...
biostorm 25 Ottobre 2014 ore 12:29 1
Img ilferrarista
Abbiamo chiesto al muratore di pittare le pareti con una tinta bianca, coprente, lavabile e che risulti alla fine liscia e non bruzzolosa (= a buccia di arancia).Lui vuole...
ilferrarista 30 Gennaio 2008 ore 11:49 3
Notizie che trattano Resa al m^2 di malta bastarda per intonaco che potrebbero interessarti
Malte fai da te

Malte fai da te

Fai da te Muratura - Gli impasti di inerti e leganti (le cosiddette malte) sono di vario tipo in funzione dei componenti e delle loro proporzioni. Ecco come vanno preparate in modo opportuno.
Preparare malte di calce e cemento rapido

Preparare malte di calce e cemento rapido

Fai da te Muratura - Per piccoli interventi di muratura in casa, può essere necessario ricorrere alla preparazione della malta, variando le caratteristiche a seconda dell'uso.
Come usare i trabattelli nei lavori faidate

Come usare i trabattelli nei lavori faidate

Fai da te - L'uso corretto dei trabattelli durante i lavori.

Whiskey personalizzato in kit faidate

Cucina - Ad una prima occhiata ricordano un po' i tempi del Proibizionismo e della Grande Depressione USA, quando gli alcolici venivano prodotti in maniera...

Com'è fatta e come si applica la malta fibrorinforzata

Restauro edile - La malta fibronizzata è una soluzione veloce e resistenti. I suoi utilizzi in edilizia sono molteplici dal risanamento di parti degradate, al semplice rivestimento.

Come si compongono e come miscelare malta e cemento

Materiali edili - Malta e cemento sono i prodotti più utilizzati in edilizia, ne esistono diverse tipologie a seconda della composizione e dell'uso: ecco qualche indicazione in più.

Risparmio energetico faidate

Fai da te - Sistemi di facile ed economica applicazione per ridurre i consumi energetici.

Costruire un muretto col fai da te

Fai da te Muratura - La realizzazione di un muretto, per quanto semplice, può metterci in crisi. Ma, seguendo poche e precise regole, si arriva alla conclusione del lavoro senza incertezze.

Un cornicione faidate

Fai da te - Semplice, efficace ed economico un sistema per creare da soli uno sbalzo utile.
REGISTRATI COME UTENTE
303.756 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • bticino
  • Weber
  • Vimec
  • Claber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.