Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Regolazione impianto - aggiornamento


Dbev
login
12 Dicembre 2006 ore 23:14 4
Devo aggiornarvi compiutamente, altrimenti non capite più niente

------------------------------------------------------------

Quest'anno, dopo ben 26 anni di onorato ed onerisissimo servizio (solo quest'anno abbiamo pagato due bollette consecutive da ?550 cadauna, per i trimestri ott-dic 2005 e gen-mar 2006, per una casa di 165 mq a Civitanova Marche - MC), ho pensionato la vecchia caldaia in ghisa, a camera aperta, da pavimento, alimentata a metano (marca DG Cuenod), ed ho fatto installare una bellissima, costosissima ed elettronica Saunier-Duval Isofast F32E H Mod.

Purtroppo, non ho avuto soldi a sufficienza e, quindi, l'impianto ed i radiatori sono quelli vecchi. L'impianto è a due colonne montanti, una per facciata, con tubazioni sottotraccia in ferro nero e radiatori in ghisa. Ai radiatori ho fatto sostituire le valvole ed i detentori, ed ho applicato le teste termostatiche Giacomini R470.

Né l'idraulico né due tecnici del CAT, però, sono stati in grado di rispondere ad alcune semplice domande, alle quali ho trovato risposta grazie ad un tecnico conosciuto in rete:

temperatura dell'acqua dei radiatori? L'idraulico l'ha messa a 65°. Il tecnico on-line mi ha detto che va bene;
mi si formava aria, ma l'idraulico dice che è normalissimo, specialmente con la pompa ad alta velocità. Dovremmo essere arrivati in una situazione di equilibrio. Mi hanno sconsigliato le valvole di sfiato automatiche applicate ai radiatori ed ancora più se applicate senza rimozione del tappo in ghisa che ospita la valvolina manuale;
ho una casa a tre piani e due "facciate" ed in una facciata i radiatori si scaldano solo nella parte superiore, dove c'è l'ingresso dell'acqua, e non in quella inferiore, dove c'è l'uscita. Ho l'impressione che sia bassa la portata dell'acqua ed il tecnico, incompetente, del CAT me lo conferma. Nell'altra facciata, tutto va bene. Per essere più preciso, dalla caldaia escono due mandate e due ritorni. Una mandata ed un ritorno servono 6 radiatori (due per piano), mentre l'altra mandata e l'altro ritorno servono i rimanenti 3 (uno per piano). Nella facciata con 3 radiatori devo impostare la temperatura delle valvole termostatiche ad un valore maggiore per avere i radiatori, e le stanze, calde come nell'altra facciata. Se non faccio così, oltre a non sentire il flusso dell'acqua nella valvola, il radiatore si scalda solo nella parte superiore;
nella diagnostica, la caldaia da errore 14 - temperatura riscaldamento superiore a 95°C - ma tutto sembra funzionare regolarmente. Il tecnico del CAT, incompetente, non sa da cosa dipenda;
la pressione dell'acqua dell'impianto di riscaldamento è 1,5 bar;
il vaso di espansione, da 12 litri, sta a 0,5 bar come di fabbrica

Vi dico cosa è stato fatto:

lavaggio dell'impianto e dei radiatori eseguito;
potenza sul riscaldamento tarata a 20KW, grazie al tecnico on-line, perché quello del CAT non sapeva che pesci prendere;
ventilatore tarato per lunghezza totale dei tubi, di ingresso dell'aria ed uscita dei gas, di 25m;
detentori sulla colonna funzionante chiusi di 5 giri su 8 disponibili;
by-pass della caldaia chiuso e velocità del circolatore impostata al massimo, 2500 giri/min, in modo da avere la curva di portata/pressione più alta tra quelle disponibili.

Questi interventi non hanno risolto il problema.

Vi do alcuni dati:

casa a tre piani;
nove radiatori per un totale di 116 litri di acqua;
6 radiatori sulla colonna 1, per 63 litri di acqua;
3 radiatori sulla colonna 2, per 53 litri di acqua;
colonna 1 con tubi da 1", per 127 litri di acqua;
colonna 2 con tubi da 3/4", per 95 litri di acqua;
capacità totale dell'impianto, circa 340 litri di acqua;
cubatura totale delle stanze, circa 260 mc.

Il tecnico on-line suggerisce di gonfiare il vaso di espansione ad 1 bar e, se questo non dovesse funzionare, di aggiungere un compensatore esterno con circolatore.

Nel libretto della caldaia c'è scritto quanto segue.
Il volume d'acqua totale ammissibile per il circuito di riscaldamento dipenderà, fra l'altro, dal carico statico a freddo. Il vaso d'espansione incorporato nella caldaia viene consegnato a pressione 0,5 bar (ovvero con un carico statico pari a 5 mCE) e consente un volume massimo di 275 litri per una temperatura media del circuito radiatori di 75°C e una pressione massima di servizio di 3 bar.
Al momento dell'avviamento dell'impianto, è possibile modificare questa pressione di gonfiaggio in caso di carico statico differente.

Sembra che non sia la caldaia l'unico problema, ma anche l'impianto, a causa di una bolla d'aria o di un'ostruzione.

Ieri, la Saunier Duval mi ha fatto chiudere tutti i radiatori della colonna funzionante, mandando tutta l'acqua verso la colonna che funziona male. Dopo tre ore di questo funzionamento, ho chiuso anche i due radiatori più bassi della colonna non funzionante, lasciando aperto solo quello all'ultimo piano. Non ho trovato aria nell'ultimo radiatore.

Secondo voi, è una bolla d'aria od un'ostruzione? Nel caso fosse un'ostruzione, come deve essere trattata e da chi? L'idraulico dice che non è compito suo.

Riguardo all'errore 14 - temperatura riscaldamento superiore a 95°C, un documento della Vaillant dice:

Le valvole termostatiche restringono il flusso dell'acqua nell'impianto e attraverso la caldaia. La perdita di flusso può essere compensata agendo sul by-pass montato sulla caldaia. Se montate su tutti i radiatori, le valvole termostatiche possono far entrare in ciclo la caldaia causando surriscaldamento.

L'impianto è bi-tubo, quindi, credo che la perdita di flusso sia ininfluente, ma ho installato le valvole termostatiche su tutti i radiatori e tengo il termostato ambientale in un luogo non servito da riscaldamento diretto, il pianerottolo dell'ultimo piano. In questo pianerottolo, di solito, a causa del calore proveniente dai piani inferiori, la temperatura arriva a 19°C prima delle stanze poste al terzo piano.

Ho acceso il riscaldamento e la situazione, dopo il trattamento suggerito da Saunier Duval, è peggiorata.

Poco calore al piano terra, pochissimo al primo piano e niente al secondo.
  • dbev
    Dbev Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 13 Dicembre 2006, all or 18:40
    Oggi è venuto un tecnico esperto del CAT, il quale suggerisce di installare uno scambiatore a piastre esterno con una pompa per circuito, un vaso di espansione ed una valvola di sicurezza.
    rispondi citando
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 13 Dicembre 2006, all or 20:18
    Non circola acqua ti da errore 14 per sovratemperatura il che vuol dire che non riesce a smaltire il calore prodotto,non circola acqua ,controllare circolatore ,controllare che i tappi dentro i raccordi della caldaia siano stati tolti,questo mi è sfuggito di dirtelo nelle mail,avvolte è capitato di lasciarci i tappini di plastica ,ultima prova,smontare le valvole termostati che montare valvole normali
    rispondi citando
  • dbev
    Dbev Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 14 Dicembre 2006, all or 13:17
    Radiante,
    alla fine, l'idraulico farà quello che hai detto tu sin dall'inizio, con un equilibratore/compensatore esterno, una pompa maggiorata per entrambe le colonne, un vaso di espansione, una valvola per spegnere questa pompa esterna quando tutte le valvole termostatiche hanno chiuso, un filtro maggiorato per filtrare l'acqua che circola nei tubi in ferro e nei radiatori in ghisa, ed un relé per spegnere la pompa della caldaia quando la pompa esterna non gira più.
    rispondi citando
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 14 Dicembre 2006, all or 21:30
    Son contento che sono stato capito
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img peppadric
Buonasera a tutti. Seguito risposta negativa vorrei porre a Voi il quesito in quanto ritengo di avere qualchw speranza. Ho una piccola casetta zona mare, 36mq accatastata A4, zona...
peppadric 28 Ottobre 2020 ore 15:31 1
Img massimilianorusso
Salve, sto valutando di sostituire i miei infissi in legno abbastanza anzianotti e dirottare sul PVC (triplo vetro). Mi hanno proposto, ad un prezzo accettabile, un profilo...
massimilianorusso 27 Ottobre 2020 ore 22:27 3
Img mandan
Buongiorno, 10 anni fa ho acquistato casa e ristrutturato il terrazzo sostituendo il pavimento esistente con chianche di corigliano nuove. Ovviamente sotto è stato posato...
mandan 27 Ottobre 2020 ore 18:54 3
Img biosdi
Buongiorno a tutti. Devo ristrutturare una casa appena acquistata. È un attico con terrazza a 360 gradi. Due lati della terrazza sono i più "interessanti": uno...
biosdi 27 Ottobre 2020 ore 15:47 2
Img bociao
Salve, ho trovato questa mattina questo oggetto sul tetto della mia casa e oggi pomeriggio non c'era più.Suppongo sia stato messo con un drone, visto che le chiavi della...
bociao 27 Ottobre 2020 ore 15:18 1
REGISTRATI COME UTENTE
318.485 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//