Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Problema finitura cappotto termico


Fasolonicola
login
25 Giugno 2016 ore 22:43 7
Buonasera a tutti,
da circa 7 mesi in seguito ad una ristrutturazione della casa ho fatto eseguire su consiglio dell'impresa edile un cappotto termico in eps 100 lastre da cm 5 di  circa su circa 80mq il tutto con rasatura armata più tasselli, poi come ultima mano di finitura malta ip10 Fassa Bortolo bianca, ora a distanza di 7 mesi sono comparse delle microcavillature non sulle giunzioni fra i pannelli ma sparse un po per la facciata, dopo aver contattato l'impresa che ha eseguito i lavori e qualche imbianchino, sono venuto a conoscenza che il cappotto non doveva essere finito con ip 10 Fassa perché è troppo rigida e non sopporta le dilatazioni del cappotto, bisognava aver finito il tutto con intonachino.
Adesso l'impresa costruttrice si offre di accollarsi la spesa del 50% su una mano di intonachino sopra all'ip10 sostenendo che con una mano di intonachino vado a nacondere le microcavillature essendo più elastico.
Voi che ne pensate è una buona soluzione o tra qualche anno usciranno le microcavillature anche sull'intonachino essendo già comparse sulla mano di ip 10?
Sono disperato abbiamo fatto un sacrificio enorme per ristrutturare questa casa e questi i risultati, tutta gente incompetente che poi pretende di essere pagata.
  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Domenica 26 Giugno 2016, alle ore 19:49
    Per come la vedo io il lavoro è sbagliato e dovrebbe essere rifatto interamente a carico totale dell' impresa, la quale dubito abbia seguito il manuale di posa cortexa o le abbia dato la possibilità di scegliere tra un sistema a cappotto certificato ed una cosa artigianale.

    Non cè alcuna garanzia che l'intervento proposto possa funzionare nel tempo, si potrebbe in oltre aggiungere una pittura elastometrica di colore molto chiaro come il bianco, o il grigio ghiaccio per limitare l'assorbimento dei raggi solari e limitare il surriscaldamento, ma putroppo non è detto che attuando anche questa strategia il cappotto non ripresenti cavillature nel giro di pochi anni
    rispondi citando
  • fasolonicola
    Fasolonicola Ricerca discussioni per utente
    Domenica 26 Giugno 2016, alle ore 21:19
    Purtroppo è una cosa artigianale, sono venuto a conscenza dopo che ci son cappotti certificati, avevo proposto anche io la demolizione e il rifacimento, oppure come suggerito da un imbianchino, rasatura armata sopra l'ip10 e finitura ad intonachino, ma l'impresa non vuole sentire storie per lei si risolve ora con una mano sopra l'ip10  di intonachino venendomi incontro con il 50% della spesa, ma con un imbianchino che sceglie lei quindi anche qua sorgono pareccho dubbi.
    rispondi citando
  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Domenica 26 Giugno 2016, alle ore 21:31
    La situazione non è buona, visto l'investimento io interpellerei un legale ed un tecnico che possa valutare una soluzione tecnica di parte, se avete già pagato tutto la vedo dura, se dovete ancora pagare avete più possibilità.
    rispondi citando
  • fasolonicola
    Fasolonicola Ricerca discussioni per utente
    Martedì 28 Giugno 2016, alle ore 22:40
    Cantiere sospeso al momento e fermo, l'impresa edile si sta informando e insiste che con una mano di intonachino sopra all'ip10 si risolve il problema. intanto cantiere fermo in attesa che l'impresa mi firmi una carta con garanzia sulla facciata per 10 anni al momento pare che sia d'accordo. Che ne pensa?
    rispondi citando
  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Mercoledì 29 Giugno 2016, alle ore 14:07
    Iterpellerei un tecnico di terza parte per una consulenza, dal mio punto di vista è un lavoro sbagliato dall' inizio e per tanto ll'imprese lo deve rifare completamente a sue spese, non mi fiderei ad una garanzia scritta su un foglio o un accordo.
    rispondi citando
  • dallanzi
    Dallanzi Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 9 Febbraio 2017, alle ore 14:44
    Buonasera, concordo pienamente con quanto detto da Claudiotermografia. E' un lavoro sbagliato dall'inizio, esistono prodotti specifici per eseguire la rasatura armata sui cappotti e a seguire la finitura, sempre con materiali certificati per l'utilizzo richiesto. Qualsiasi perito non può dare ragione all'impresa. Impossibile. In caso di contenzioso, si guardano dapprima le schede tecniche dei materiali utilizzati, poi si analizza la posa, che deve sempre seguire quanto riportato sulle schede tecniche. La soluzione proposta dall'impresa: può tenere, oppure no, se a lei va bene, se ne assume anche il rischio. Sicuramente l'impresa le farà firmare qualcosa...una domanda: non erano presenti un Direttore Lavori, un Progettista o altre figure tecniche?
    rispondi citando
  • fasolonicola
    Fasolonicola Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 9 Febbraio 2017, alle ore 21:39
    Avevo solo il geometra che ha seguito la parte burocratica, mai visto in cantiere, comunque no sembrava tanto competente neanche lui.
    Alla fine si èoptato con intonachino acril silossanico della max meyer sopra l'ip10 eseguito da un veroi professionista e carta scritta con garanzia di rifacimento facciate in caso di problemi per 10 anni.
    anche i tecnici della fassa bortolo hanno detto che in questa maniera dovrei risolvere
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img mauro85
Salve a tutti, abito in un condominio di 15 famiglie dove il mio appartamento e situato al primo piano. Di questo appartamento solo la camera da letto e la stanzetta sono soggette...
mauro85 20 Novembre 2016 ore 14:20 3
Img davide.lusana
Salve!Sono nuovissimo di questo Forum, stavo cercando di qualcuno che mi spiegasse le differenze che ci sono tra un isolamento termico esterno fatto con intonaci rispetto ad un...
davide.lusana 03 Aprile 2014 ore 15:57 3
Img antonella29
Salve a tutti!Dovrei coibentare la mia abitazione di circa 200 mq disposta su due piani 140 + 60 ca. Per non togliere spazio alle stanze con un'intercapedine interna che ne...
antonella29 05 Aprile 2005 ore 16:02 97
Img nico29
Buonasera, vi espongo questo quesito:in base alla nuova legge finanziaria 2015 nella ristrutturazione del mio immobile condominiale è possibile creare un cappotto...
nico29 02 Febbraio 2016 ore 17:36 3
Img carolavet
Salve a tutti.Vorrei realizzare un cappotto termico sulle pareti esterne del mio appartamento al sesto piano di un condominio durante i lavori di ristrutturazione dello stesso;...
carolavet 21 Febbraio 2017 ore 11:07 1
Notizie che trattano Problema finitura cappotto termico che potrebbero interessarti
Novità per l'isolamento a cappotto termico

Novità per l'isolamento a cappotto termico

Isolamento termico - Le aziende sono alla continua ricerca di nuove soluzioni per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici, oggi di primaria importanza.
Il cappotto termico di un edificio

Il cappotto termico di un edificio

Isolamento termico - Il cappotto termico, esterno o interno, è uno dei sistemi di isolamento termico ed acustico della parte di involucro opaco di un edificio rappresentato dalle pareti.
Dal cappotto termico tradizionale ai pannelli in calcestruzzo cellulare

Dal cappotto termico tradizionale ai pannelli in calcestruzzo cellulare

Isolamento termico - Intervenire sull'involucro edilizio è tra i modi più efficaci per ottenere un buon risultato di isolamento termico e il rivestimento a cappotto è tra le soluzioni maggiormente auspicabili.

Come isolare termicamente un balcone

Isolamento termico - Gli aggetti dei balconi costituiscono un potenziale ponte termico per l'edificio: vediamo quali sistemi utilizzare per isolarli al meglio, risparmiando energia.

Case passive: isolamento con cappotto termico

Isolamento termico - La progettazione volta al risparmio energetico, l'isolamento a cappotto, uno dei sistemi più utilizzati per la sua efficienza, economicità e semplicità di posa.

Deliberazioni per la posa di un cappotto termico in condominio

Manutenzione condominiale - In tema d'installazione di un cappotto termico in un condominio, la decisione assembleare dev'essere considerata un'innovazione e come tale deve essere adottata.

Isolamento a cappotto in murature di edifici storici

Isolamento termico - La valutazione della stratigrafia di una muratura esterna di un edificio storico è di fondamentale importanza per un corretto progetto di riqualificazione energetica.

Il cappotto interno in canna palustre

Bioedilizia - La canna palustre è stata utilizzata da sempre come materiale da costruzione per poi essere dimenticata: ora con la bioedilizia si riscopre questo stupendo materiale.

Caratteristiche del cappotto in sughero faccia a vista

Bioedilizia - Il sughero viene impiegato in edilizia sotto forma di pannelli che possono nascondersi sotto uno strato di intonaco o manifestarsi con un cappotto faccia a vista
REGISTRATI COME UTENTE
305.801 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Marazzi
  • Kone
  • Faidatebook
  • Internorm
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI