Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2007-02-24 16:42:00

Parquet e pavimento radiante


Ruz
login
20 Febbraio 2007 ore 17:01 12
Buongiorno a tutti.
Nella mia nuova casina ho fatto installare il riscaldamento a pavimento e i vari parquettisti che ho contattato per i preventivi mi hanno creato dei dubbi.
1° dubbio:
Sopra l'impianto radiante è stata effettuata la gettata di cemento per il massetto e tale massetto ha delle interruzioni tra stanza e l'altra.
Un installatore mi ha detto che ai punti di dilatazione del massetto devono corrispondere delle interruzioni nel parquet; altre persone mi hanno detto di no.
È sempre necessario?
Vi chiedo questo perché mi sarebbe piaciuto che tra il corridoio (lungo 4 mt e largo 2) e il salotto non vi fosse questa interruzione anche perché non ci saranno porte.
2° dubbio:
Il pavimento è abbastanza polveroso e ruvido e alcuni installatori mi hanno detto che bisogna mettere un primer, quindi gettare sabbia e solo quando è asciutto si può incollare.
Sono d'accordo, ma alcuni dicono che un prodotto vale l'altro, alcuni che bisogna prendere prodotti specifici per i pavimenti riscaldati, più costosi, ecc.
Chi dice il vero?
Se potete, c'è qualche prodotto che mi consigliate?
Scusate la lunghezza, e grazie per l'aiuto.
Cordiali saluti
  • maggiale
    Maggiale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 20 Febbraio 2007, alle ore 17:11
    Al 1° dubbio non mi sento di risponderti con la certezza assoluta.

    Il 2° dubbio fa sorgere altri dubbi e cioè:
    hai considerato che l'impianto a pavimento con la posa del parquet ci fa un po' a pugni, nel senso che avrebbero dovuto intensificare di parecchio il passo delle serpentine radianti, pena il malfunzionamento di tutto l'insieme?

    Altre sostanze da sovrapporre per l'incollaggio del parquet contribuiranno a vanificare ulteriormente l'effetto radiante dell'impianto.

    Ciao

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Martedì 20 Febbraio 2007, alle ore 18:18
    Per il primo dubbio trovi le risposte a pag. 8 di questa discussione. viewtopic.php?t=10380&postdays=0&postorder=asc&start=40
    Ti conviene dare una letta a tutto il post, ci sono tantissime annotazioni interessanti.
    Per il secondo se il parquet viene posato con la colla, ed è l'unica soluzione perché l'alternativa è la posa flottante su foglio in polietilene che costituisce una barriera termica, la superficie del massetto deve essere perfettamente piana e priva di sabbia.
    Se il massetto è polveroso si deve usare un consolidante, che ha un leggero effetto autolivellante, come il Prosfas della Mapei.
    Naturalmente condivido le perplessità manifestate da Maggiale.
    Il legno è un materiale isolante e soggetto a variazione dimensionale al variare di umidità e temperatura, occorre scegliere uno spessore non superiore a 10 mm. per avere il minore isolamento termico e un formato che assicuri la massima stabilità dimensionale.

  • maggiale
    Maggiale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 20 Febbraio 2007, alle ore 22:36
    Per il primo dubbio trovi le risposte a pag. 8 di questa discussione. viewtopic.php?t=10380&postdays=0&postorder=asc&start=40
    Ti conviene dare una letta a tutto il post, ci sono tantissime annotazioni interessanti.
    Per il secondo se il parquet viene posato con la colla, ed è l'unica soluzione perché l'alternativa è la posa flottante su foglio in polietilene che costituisce una barriera termica, la superficie del massetto deve essere perfettamente piana e priva di sabbia.
    Se il massetto è polveroso si deve usare un consolidante, che ha un leggero effetto autolivellante, come il Prosfas della Mapei.
    Naturalmente condivido le perplessità manifestate da Maggiale.
    Il legno è un materiale isolante e soggetto a variazione dimensionale al variare di umidità e temperatura, occorre scegliere uno spessore non superiore a 10 mm. per avere il minore isolamento termico e un formato che assicuri la massima stabilità dimensionale.

    Ecco giusta precisazione.

  • stefanoduemila
    Stefanoduemila Ricerca discussioni per utente
    Martedì 20 Febbraio 2007, alle ore 23:03
    1) se il giunto è l'unico e il parquet posato non è di dimensioni notevoli (largh. per lungh.) il giunto nn è necessario.

    2) capitolo primer:

    prosfas mapei: questo materiale è in dispersione acquosa, ergo, lo posi il sottofondo prende umidità e il legno nn puoi posarlo su sottofondo umido.

    su pavimenti riscaldati tutte le aziende di collanti e quindi primer vietano l'uso di tali impermeabilizzanti su pavimenti riscaldanti in quanto il film di primer che si crea si può rompere se sottoposto a risalite "in pressione " di umidità residua del sottofondo.

    la posa flottante è possibile o si utiilizza un sottopavimento in fibre naturali tipo geotessuto o si conosco il coefficente lambda del sottopavimento e lo si comunica al termotecnico che tara l'impianto di riscaldamento.

    il consiglio più importasnte è di usare legni molto stabili... teak su tutti

  • ruz
    Ruz Ricerca discussioni per utente
    Martedì 20 Febbraio 2007, alle ore 23:26
    Grazie delle dritte, anche l'altro post che mi avete consigliato era pieno di info.

    dopo aver letto, per non correre rischi, mi sa che alla fine il giunto lo metto: la stanza è 6x4 mt e il corridoio 2x4 e si innesta a metà del lato corto della stanza.
    ho solo la perplessità su come rifinire il giunto: si copre con una lamina di ottone o si riempie con qualche sostanza tipo silicone?

    ho anche fatto una visitina al sito della mapei ed ho visto che esiste un primer (ecoprim pu 1k) che dicono idoneo ai massetti riscaldanti. sarà forse preferibile al prosfas?

    sulle perplessità della scelta pavimento radiante e parquet, devo dire che ci ho meditato parecchio. il legno è il doussiè, dovrebbe essere tra i più stabili. ne ho sentite di tutti i colori (uno si è rifiutato di installarlo perché non voleva avere grane...) ma alla fine ho deciso di rischiare. spero di non scrivere su questo forum fra due anni disperato per il pavimento che salta o per il freddo.

    ruz

  • maggiale
    Maggiale Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 21 Febbraio 2007, alle ore 02:32
    Beh se hai deciso allora fai 1 + 1 e buona fortuna

  • ruz
    Ruz Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 21 Febbraio 2007, alle ore 16:22
    Beh, per completezza, devo dire che ho visto da un amico un pavimento radiante anni 70 (di quelli che andavano a temperature molto alte) con un parquet a doga lunga che non si muove da 30 anni.

    anche altre case recenti che ho visto hanno il parquet e nessuno mi ha detto di aver avuto problemi.

    ho anche trovato informazioni sull'accoppiata parquet e pavimento radiante anche su dei testi tecnici e non è sconsigliata, con i dovuti accorgimenti.

    non so quanto attendibile, ma ho letto da qualche parte che il fatto che ci sia legno fa si che ci impieghi un po' di più ad andare in temperatura, ma alla fine anche il parquet è un materiale che si scalda e cede calore.

    insomma, dalle informazioni raccolte mi sono persuaso a fare questa scelta.

    ciao a tutti.

    valerio.

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 21 Febbraio 2007, alle ore 17:13

    non so quanto attendibile, ma ho letto da qualche parte che il fatto che ci sia legno fa si che ci impieghi un po' di più ad andare in temperatura, ma alla fine anche il parquet è un materiale che si scalda e cede calore.

    esatto, impiega di più avendo una capacità isolante superiore ad un gres ad esempio, però ha una capacità radiante leggermente inferiore al lapideo.
    L'emissività che è il parametro che caratterizza un materiale riguardo all'irraggiamento viene espressa in relazione ad un corpo nero teorico, che si presuppone abbia un perfetto profilo di assorbimento e di emissione.
    Senza andare a scomodare le leggi di Stefan-Boltzmann si è dimostrato che un materiale ha una buona emissività quando lo stesso irraggiato assorbe una grande quantità di calore.
    Ora se tu esponi una piastrella ed una doga di parquet al sole, potrai verificare dopo un pò di tempo che la piastrella è calda, la doga è tiepida.
    Quindi ti confermo che i sistemi di riscaldamento a parquet che ho posato hanno una capacità radiante, a parità di altre condizioni, leggermente inferiore al lapideo, diciamo un 5%.

    Circa il tuo massetto se è polveroso come dici, devi usare un induritore, che non è un primer bada bene, seguendo le modalità di posa indicata in questa scheda tecnica:
    www.catalogoedile.it/SCHEDE/MAPEI/PROSFAS.pdf
    in cui c'è scritto fra l'altro di procedere alla posa dei pavimenti solo ad essicazione avvenuta.
    Un saluto

  • stefanoduemila
    Stefanoduemila Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 21 Febbraio 2007, alle ore 21:04
    Se nn vuoi mettere il giunto di dil. puoi partire con la posa proprio da quel punto e se il materiale che usi è ad incastro maschio e femmina fai "saltare un incastro" in modo che le due porzioni di pavimento siano indipendenti.

    il doussiè è un materiale abbastanza stabile meglio comunque utilizzare per i pavimenti radianti un elemento due strati supportato com multistrato di betulla

    il pavimento che hai visto dal tuo amico tu stesso hai detto che è degli anni 70 e ti assicuro cheallora il legno era un altra cosa rispetto ad ora.

    comunque la posa su massetto riscaldante è ormai sicura e non pericolosa, affidati a posatori competenti e referenziati evita consolidanti se non estremamente necesssari................ e, se comunque avrai problemi................................ io sono un consulente iscritto alla cciiaa per i pavimenti in legno..... hahahahahhaha

  • fede geo
    Fede geo Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 22 Febbraio 2007, alle ore 09:12
    Ciao

    Io sul pavimento radiante ho messo il rovere (che uno dei legni che muove di più!!!) ma con sottostanti strati incrociati di legno meno nobile larghezza 8-9 cm lunghezza 80-100 cm.

    L'impianto è in funzione da 3 inverni e non si è ancora formata nessuna fessura.

    Mia cugina ha posato il rovere massiccio da 14 mm su pavimento radiante è arrivata ad avere fessure anche di 1-1,5 mm !

    Il doussie e teak penso che siano legni che puoi mettere anche massicci

    cordiali saluti

    Federico

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 22 Febbraio 2007, alle ore 09:21
    Avevo scritto appunto:

    Il legno è un materiale isolante e soggetto a variazione dimensionale al variare di umidità e temperatura, occorre scegliere uno spessore non superiore a 10 mm. per avere il minore isolamento termico e un formato che assicuri la massima stabilità dimensionale.

    Magari in teak come suggerito.

  • pongo73
    Pongo73 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 24 Febbraio 2007, alle ore 16:42
    Io ho montato il Teak, prefinito

    E' il secondo inverno e non ho avuto problemi di nessun tipo con il riscaldamento a pavimento.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img nhio
Buongiorno a tutti,ho una piastrella del parquet che si è "scollata".Vi lascio guardare l'immagine, è sollevata di qualche mm, anche se avendo la luce trasversale,...
nhio 08 Maggio 2021 ore 14:35 7
Img gianca1971
Buonasera, dovrei posare il pavimento in parquet. La ditta da me consultata (devo dire, ad onor del vero, molto seria) mi ha prospettato € 35,00 + IVA al mq.Che ne...
gianca1971 19 Marzo 2021 ore 08:49 7
Img arizona19
Salve ho un problema. Si è creata una scoloritura sul parquet di legno dovuto all'utilizzo del ferro da stiro, mia madre ha poggiato un telo da bagno sul parquet e ci ha...
arizona19 19 Febbraio 2021 ore 11:35 1
Img faustof
Buona sera a tutti domando ai più esperti, il parquet massello rovere in listoni 120 cm x 14 cm spessore 17 mm maschiato su tutti i lati, è possibile montarlo in...
faustof 29 Gennaio 2021 ore 19:23 4
Img faustof
Buona sera a tutti, dovrei incollare 50 metri quadri di parquet massello, su massetto termico, sto cercando di scegliere la colla con meno prodotti nocivi per la salute, ero...
faustof 26 Gennaio 2021 ore 18:18 2
Notizie che trattano Parquet e pavimento radiante che potrebbero interessarti


Valutazioni per la scelta del parquet

Fai da te - Il parquet è uno dei materiali più amati per la casa e per le sue caratteristiche di materiale naturale sono disponibili le rifiniture a vernice o ad olio.

Parquet a prova di camino

Ristrutturazione - Come installare correttamente un camino sul parquet.

Parquet moderno e insolito

Pavimenti e rivestimenti - Il parquet è la finitura per eccellenza per le paivmentazioni domestiche, oggi rivisitato nel colore, nella posa e nella finitura superficiale del legno.

La posa dei parquet sui massetti radianti

Pavimenti e rivestimenti - In presenza di riscaldamento a pavimento cosa cambia quando il pavimento è costituito non da materiali convenzionali come ceramiche o marmo ma da parquet in legno?

Parquet intarsiato

Pavimenti e rivestimenti - Per chi ama una ricercata raffinatezza d'altri tempi, il parquet ad intarsio impreziosisce notevolmente il pavimento e porta un tocco chic alla stanza.

Il parquet colorato

Arredamento - Se si ama il parquet ma non la sua classicità si può scegliere colorato, arredando con fantasia la casa in base alle pareti o allo stile dell'arredo.

Parquet in Casa

Ristrutturazione - Il parquet è tra i materiali di rivestimento più apprezzati e con il passare del tempo migliora il suo aspetto e conferisce un senso estetico di naturalezza.

Levigatura del parquet

Ristrutturazione - L'intervento di levigatura del parquet permette di riportare anche il pavimento piu' rovinato e usurato al suo splendore originario.

Parquet dall'animo moderno

Pavimenti e rivestimenti - Tutto il calore del legno, con accenni di modernità, grazie a colori, a forme e a lavorazioni nuove, nelle pavimentazioni a parquet di ultima generazione.
REGISTRATI COME UTENTE
328.967 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//