Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2007-05-04 16:13:12

Ma il cappotto è obbligatorio?


Mik1976
login
03 Maggio 2007 ore 10:46 5
Salve a tutti,
da un po' vi leggo e cerco di carpire info utili alla ristrutturazione della mia futura prima casa, una villetta ad un solo piano di circa 120mq costruita nel 1960 circa.

Veniamo al titolo. "Obbligatorio": in che senso?
In 2 sensi:

1) Dovrò ristrutturare suddetta villetta (se ne occuperà un "addetto ai lavori") pesantemente, cioè infissi, impianti, pavimenti, intonaco esterno, tetto....Cercherò sicuramente di utilizzare infissi ben isolanti, ma non vorrei che essi risultassero come un sassolino messo a toppare la crepa di una diga.
Ovvero: il freddo/caldo non passa dalle finestre ma dai muri. Per ora non so come sono fatti i muri della casa, so solo che sono spessi circa 40cm (soffitti alti 320cm circa), la casa d'estate è abbastanza fresca e non presenta muffe o umidità varie. Anche se le info sono poche chiedo: è utile in questa situazione un cappotto (zona climatica: Milano)?
Visto che in zona i prezzi (mi pare di aver capito) si aggirano sui 60 euro/mq rischio di non andare più a recuperare i circa 12.000 euro necessari per tale lavoro. E' vero che ci sono gli incentivi alla ristrutturazione, ma non ho un'IRPEF molto "capiente" e da calcoli approssimativi il massimo che potrei recuperare sono circa 17.000 euro per la quota del 36% e 28.000 per quella del 55%...in pratica mi sa che me li fumo tutti già con le altre opere

2) E' obbligatorio il cappotto per accedere agli incentivi del 55%?
Cioè, se metto infissi basso emissivi recupero il 55% della spesa degli infissi oppure non posso perché magari, causa assenza del cappotto, l'intero edificio non rispetta i valori di trasmittanza previsti per legge?
Stessa domanda per l'impianto di riscaldamento: ci sono detrazioni anche per chi non installa una caldaia a condensazione ma cambia semplicemente quella vecchia con una più efficiente e cambia tutte le tubature ed i termosifoni?
Mi sembra di aver capito che con i termosifoni la caldaia a condensazione sia inutile (efficienza come le altre, con in più problemi di scarichi acidi)

P.S.: Ho provato a districarmi tra decreti, leggi e leggine, però abbiate comprensione di chi da un giorno all'altro entra nel magico mondo dell'edilizia senza sapere nulla:
i termini tecnico-legislativi gli risulteranno ostici e quindi si rivolge a chi è più esperto, sperando che costoro non rispondano "Se ne è già parlato tanto sul forum, cerca le discussioni", altrimenti mi verrebbe da ribattere "Sul forum si è già parlato praticamente di tutto, quindi non ci sarebbe motivo per tenerlo aperto".
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 3 Maggio 2007, alle ore 13:02
    Provo a dirti qualcosa io,
    avendo anche io a che fare con la ristrutturazione della mia casa,
    sperando che qualcuno più esperto mi confermi o smentisca.


    Le detrazioni possono essere chiesti
    invocando il comma 344 dellla legge sulle detrazioni,
    a condizione che si raggiungano certe prestazioni
    globali della casa;

    oppure anche per singoli interventi,
    quindi ad esempio anche solo per gli infissi,
    applicando i commi successivi;
    in quest'ultimo caso è ancora necessario
    farsi fare l'attestato di qualificazione energetica
    (una sorta di pagella dell'edificio)
    ma non si è vincolati ar raggiungimento di prestazioni
    energetiche stabilite bensì solo che rientrino
    nei limiti quelle degli infissi.

    Per quanto riguarda l'impianto di riscaldamanto,
    varrebbe lo stesso discorso ma si è obbligati ad installare
    una caldaia a condensazione
    e valvole termostatiche sui radiatori
    per usufruire delle detrazioni.
    A me hanno detto che se l'impianto a radiatori tradizionali
    è comunque dimensionato opportunamente
    in modo da avere un ritorno al ma a 50°
    si ottiene comunque un buon (non otiimo) funzionamento della caldaia.

    Anche il termocappotto è detraibile se rientra in appositi limiti.
    Tra la'altro se ho capito bene dal prossimo anno,
    scatta comunque un obbligo più stringente sulle prestazioni
    che deve raggiungere, indipendentemente dalle detrazioni
    che si vogliano richiedere.

    Poi mi hanno detto che sarebbe obbligatorio
    anche installare pannelli solari
    per acqua calda sanitaria
    nel caso di ristrutturazione di impanto termico,
    ma mi sembra fuori di zucca....

    NB: condivido tutte le tue difficoltà
    sul reperire informazioni, anche su questi forum!

    Io ho consultato anche:
    www.ingforum.it (forum impianti)
    www.edilclima.it (forum termotecnica e impianti)
    http://efficienzaenergetica.blogspot.com (blog).

    Se qualcuno ha altri link saranno molto graditi.

    Ciao

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 3 Maggio 2007, alle ore 15:13
    Il cappotto non è obbligatorio per accedere agli incentivi.
    Intervieni sugli infissi, sopratutto se non hai doppi vetri, molto del calore si disperde da lì, anche perché non hai una parete sottile, parli di 40 cm; la casa è fresca d'estate perché hai un'altezza di 320 cm, d'inverno è però un danno.
    Per Lodi devi installare infissi con trasmittanza termica U non inferiore a 2,5, se vuoi beneficiare della detrazione del 55%.
    Visto che devi rifare gli intonaci esterni, pur senza spendere 60 euro/mq, usa almeno un intonaco termoisolante, detrazione del 36%.
    Sostituisci caldaia con una più efficiente con sonda esterna e temperatura scorrevole e metti termosifoni in alluminio, eccedendo leggermente di un 10-20% rispetto alla superficie frontale degli attuali, sempre detrazione del 36%.
    Ricordati che per quasi tutte le ristrutturazioni puoi accedere alla detrazione IRPEF del 36%.

  • rac
    Rac Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 3 Maggio 2007, alle ore 16:58
    Visto che anche la tua casa ha stanze grandi e soffitti alti (tipico anni 60/70) non sarebbe conveniente che tu installassi i ventilconvettori anzichè i termosifoni, almeno nelle stanze più grandi.
    Ciao

  • mik1976
    Mik1976 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Maggio 2007, alle ore 07:37
    Il cappotto non è obbligatorio per accedere agli incentivi.
    Intervieni sugli infissi, sopratutto se non hai doppi vetri, molto del calore si disperde da lì, anche perché non hai una parete sottile, parli di 40 cm; la casa è fresca d'estate perché hai un'altezza di 320 cm, d'inverno è però un danno.
    Per Lodi devi installare infissi con trasmittanza termica U non inferiore a 2,5, se vuoi beneficiare della detrazione del 55%.
    Visto che devi rifare gli intonaci esterni, pur senza spendere 60 euro/mq, usa almeno un intonaco termoisolante, detrazione del 36%.
    Sostituisci caldaia con una più efficiente con sonda esterna e temperatura scorrevole e metti termosifoni in alluminio, eccedendo leggermente di un 10-20% rispetto alla superficie frontale degli attuali, sempre detrazione del 36%.
    Ricordati che per quasi tutte le ristrutturazioni puoi accedere alla detrazione IRPEF del 36%.

    Grazie mille per la risposta dettagliata.
    Per quanto riguarda le detrazioni del 36% credo che il rifacimento del tetto, le opere murarie ed altre cavolatine (per esempio sto pensando di installare anche una stufa tipo Tirolese in salotto, anch'essa detraibile visto il rendimento vicino al 90%...) vadano già a papparsi tutti i 48.000euro di tetto di spesa...
    Solo un chiarimento: per l'impianto di riscaldamento ti chiedo il perché della scelta di termosifoni in alluminio anzichè in ghisa e se è bene che essi siano dotati di valvole termostatiche. Inoltre ignoro il concetto di "temperatura scorrevole" .

    EDIT: google mi ha aiutato per quanto riguarda la temperatura scorrevole Rimangono validi gli altri quesiti

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Maggio 2007, alle ore 16:13
    Ti ho consigliato termosifoni in alluminio in quanto solitamente hanno una quantità d'acqua per elemento inferiore a quella dei radiatori in ghisa, vanno a regime più rapidamente e si trovano anche di altezza superiore a quelli in ghisa, proprio nell'ottica di una maggiore superficie frontale che permetterebbe una leggera diminuzione della temperatura di esercizio.
    Per quanto riguarda le valvole termostatiche, ho notato che poichè sono obbligatorie per la detrazione del 55%, sono aumentate di prezzo e non poco.

    Tieni conto anche del consiglio di rac sui ventilconvettori, anche se dici che la casa è abbastanza fresca d'estate, talvolta è sufficiente la sola ventilazione prodotta dai ventilconvettori per accrescere la sensazione di benessere.

    Ti conviene informarti sui prezzi nella tua zona dei due sistemi e poi decidi.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img pietro1986
Salve, vorrei sapere se è possibile installare dei pensili su una parete che presenta un cappotto termico in polistirene?Da alcuni mi è stato sconsigliato, in quanto...
pietro1986 31 Luglio 2022 ore 00:35 2
Img kleinpest
Domanda molto semplice e veloce.Spero che qualcuno possa aiutarmi non sapendone proprio come venirne capo.Praticamente dovrei conoscere lo spessore dell'isolante del cappotto...
kleinpest 23 Luglio 2022 ore 16:05 1
Img idra93
Ciao ragazzi, a giorni dovrebbe venire una ditta a vedere per fare il cappotto esterno su una parete(nord) di 60mq secondo voi quanto si aggira il prezzo del cappotto?Poi altra...
idra93 11 Giugno 2022 ore 12:50 2
Img frandixon85
Salve a tutti, ieri hanno deliberato i lavori del cappotto termico nel mio condominio, io ero fortemente contraria, ma ha vinto la maggioranza. Il motivo per cui ero contraria...
frandixon85 31 Maggio 2022 ore 09:20 3
Img nicolatenente2
Vorrei rifare pitture e ultimi strati di intonaco.Appartamento con muri da 30 cm in porotontra parentesi stiamo valutando il 110 e probabilmente faremo cappotto esterno, non...
nicolatenente2 09 Maggio 2022 ore 00:49 3
Notizie che trattano Ma il cappotto è obbligatorio? che potrebbero interessarti


Superbonus 110 per cappotto termico interno: sì ma ad alcune condizioni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Via libera al Superbonus 110 per il cappotto termico interno, se l'edificio è sottoposto a vincoli o a divieti. Ecco i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate.

Cappotto termico in condominio: è possibile la riduzione del balcone

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Tribunale di Milano stabilisce che non vi è lesione del diritto di proprietà in caso di restringimento del balcone dovuto dal cappotto termico in condominio.

ETICS: tutto ciò che c'è da sapere sul sistema a cappotto

Isolamento termico - L'ETICS, il sistema di isolamento a cappotto con materiali certificati, sta avendo ampia diffusione in Italia, soprattutto con l'introduzione del Superbonus 110

Novità per l'isolamento a cappotto termico

Isolamento termico - Le aziende sono alla continua ricerca di nuove soluzioni per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici, oggi di primaria importanza.

Il cappotto termico di un edificio

Isolamento termico - Il cappotto termico, esterno o interno, è uno dei sistemi di isolamento termico ed acustico della parte di involucro opaco di un edificio rappresentato dalle pareti.

Isoclip, la piastrella in gres per l'isolamento termoacustico

Isolamento termico - Brevettata da PFM, azienda di Palagano (MO), il prodotto ha vinto il Premio Oscar per l'edilizia 2021 al Made Expo di Milano, come innovazione ecosostenibile.

Caratteristiche del cappotto in sughero faccia a vista

Bioedilizia - Il sughero viene impiegato in edilizia sotto forma di pannelli che possono nascondersi sotto uno strato di intonaco o manifestarsi con un cappotto faccia a vista

Case passive: isolamento con cappotto termico

Isolamento termico - La progettazione volta al risparmio energetico, l'isolamento a cappotto, uno dei sistemi più utilizzati per la sua efficienza, economicità e semplicità di posa.

Superbonus 110% e nanocappotto: funziona davvero?

Isolamento termico - È stata svolta una inchiesta su un'azienda che produce nanoparticelle brevettate che sarebbero in grado di sostituire il voluminoso cappotto termico energetico.
REGISTRATI COME UTENTE
339.462 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//