Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2009-09-22 16:16:50

Isolamento acustico che non isola


Alex_80
login
13 Dicembre 2008 ore 20:33 25
Ho fatto realizzare un isolamento acustico da una ditta del settore, per evitare che facendolo da me il risultato non fosse buono, tuttavia il risultato non è stato purtroppo quello voluto.

L'insonorizzazione doveva essere di 50 dB minimi e riguardava tutte le pareti, il soffitto, la porta, la finestra e il cassonetto dell'avvolgibile di una stanza.
Per sicurezza mi è stato consigliato di farla di 57 dB e ho seguito il consiglio.

Durante il lavoro ero presente e alcune cose mi è sembrato non fossero state fatte nel modo migliore, tuttavia non essendo del settore potrei sbagliarmi, questo è uno schema di come è stato fatto il lavoro:
http://img510.imageshack.us/img510/1457/insonorizzazionepl8.th.jpg

Questo invece come secondo me poteva essere fatto meglio:
http://img510.imageshack.us/img510/8416/insonorizzazionemodsi1.th.jpg

Allo stato attuale non è per me pensabile, anche se ci fossero stati errori di montaggio, di rieseguire il lavoro dall'inizio (soprattutto per un fatto economico), quindi dovrei riuscire a risolvere il problema mettendo qualche toppa.

I problemi maggiori sono la porta, la finestra, il condizionatore e il rumore impattivo del soffitto.

La porta è di legno pieno con 1 guarnizione sui 3 lati e un pezzo di gomma che si abbassa quando la porta è chiusa.
La finestra è di legno con doppia guarnizione e con vetri doppia cam/vis 6/7 Kglas-12-11/12 Optilan Phone (sapete cosa significano queste sigle?) isolamento 45 dB.
Il cassonetto dell'avvolgibile è stato sostituito con uno insonorizzato.

In base a Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Decibel
57 dB sarebbero = 10^(57/20) = 708, cioè dovrei sentire il rumore 708 volte meno il rumore originario, se ho ben capito.
Mi sorge però un dubbio, i dB (cioè il numero di volte che il rumore viene attenuato) che un materiale può abbattere dipendono anche dal volume del rumore (oltre ovviamente dalla frequenza)?
Mi sembra strano che se un materiale, per esempio, riesce a dimezzare il rumore di un aereo in decollo, riesca soltanto a dimezzare il rumore prodotto da una persona che parla a voce bassa: ho il sospetto di non aver capito qualcosa io.
Qual è il ragionamento giusto?

Un'altra finestra esterna in metallo con gli stessi vetri di quella attuale può risolvere almeno il problema della finestra?
Quali interventi mi consigliate di fare per risolvere il problema?
  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 14 Dicembre 2008, alle ore 20:05
    Mi sono dimenticato di fare una precisazione riguardo allo schema che ho riportato nel messaggio precedente: i piccoli spazi tra un materiale e l'altro non sono dovuti a una mia approssimazione del disegno, esistono veramente nel lavoro eseguito.

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 22 Dicembre 2008, alle ore 00:26
    Per riportare il messaggio in prima pagina...

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 27 Dicembre 2008, alle ore 01:47
    Nessuno sa darmi dei consigli riguardo alla finestra, alla porta e al condizionatore?

  • robire
    Robire Ricerca discussioni per utente
    Sabato 27 Dicembre 2008, alle ore 10:41
    Ma la ditta del settore cosa dice?
    non ha dato garanzie?
    hai effettuato dei rilevamenti pre e post opera?

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 27 Dicembre 2008, alle ore 20:10
    La ditta ha detto alla fine dei lavori che meglio di così non era possibile fare.
    Le garanzie per le pareti e il soffitto sono i 57 dB scritti su un foglio, ma non si tratta di una certificazione.
    Per la finestra e il cassonetto mi è stato detto 45 dB a voce.
    Per la porta non si sa quanti dB, comunque mi hanno assicurato che mi hanno montato la migliore.
    Non è stato fatto nessun rilevamento ne pre ne post opera.

    Alla fine, a parte i dB e le parole, mi trovo con il problema della porta, della finestra e del soffitto e non so come risolvere i problemi.

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Dicembre 2008, alle ore 11:42
    Per la finestra avevo pensato di mettere un'altra finestra esterna in alluminio o PVC con vetri con vetrocamera da 45 dB. Potrei in questo modo risolvere definitivamente il problema?
    Ci sono soluzioni migliori?

    Per quanto riguarda la porta, il condizionatore e il soffitto cosa posso fare?

  • mik1976
    Mik1976 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 2 Gennaio 2009, alle ore 09:24
    Ma quanto rumore può esserci all'esterno di casa tua per doverlo a tutti i costi ridurlo di 57dB?!

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 2 Gennaio 2009, alle ore 16:05
    A 2 m dalla finestra c'è una strada di grande traffico, in cui transitano anche autotreni a 70 km/h, quindi stimando il rumore in 70 dB, l'insonorizzazione dovrebbe essere di 50 dB, per arrivare a un rumore di 20 dB.
    La ditta che ha eseguito i lavori, mi ha però consigliato di insonorizzare abbattendo 57 dB.

    Da un punto di vista teorico, se un suono a 100 Hz dopo aver attraversato un materiale di 1 cm è dieci volte più basso rispetto a prima, se aggiungo un altro pezzo di 1 cm dello stesso materiale, in modo da ottenere uno spessore totale di 2 cm, il rumore si ridurrà ancora di 10 volte rispetto a quello che ho tra i due pezzi?

  • gigone
    Gigone Ricerca discussioni per utente
    Domenica 4 Gennaio 2009, alle ore 10:53
    Mi dispiace che sia finita così.

    L'isolamento acustico richiede - in fase di progettazione - ed ancor di piu' in fase di esecuzione, un messa in posa a regola d'arte.

    Mi sembra di scorgere negli schemi che hai postato che in moltissimi punti il tutto non sia stato sigillato secondo il principio "una scatola nella scatola".

    Poco "lineare" l'approccio della ditta che non ha fatto delle rilevazioni prima e dopo il trattamento....

    Sono evidentisssimi i "ponti acustici" dai quali passa il rumore. Nella tua proposta - lucidamente - hai evidenziato come fosse opportuno invece procedere ad isolare senza soluzione di continuità tutte le superfici.

    A questo punto laddove possibile tenta di individuare i principali ponti acustici ed agisci in loco.

    In primis devi metterti li' con calma ed identificare quali siano i ponti acustici.

    1) condizionatore: fatti aiutare da un amico (meglio da un'idraulico) . Smonta delicatamente l'unità esterna e nella parte dietro (che se ho capito bene è vuota posizione una lastra di gommapiombo con la stessa sagoma del condizionatore. Riempi poi qualsiasi spazio con la schiuma poliuretanica)

    2) Scatole elettriche. Smontale e rifiniscile con il gommapiombo (così contieni le basse frequenze)
    http://img511.imageshack.us/my.php?image=ucscatolettegommapiombo5fy.jpg
    Valuta - sei sicuro che i corrugati dentro non li sposterai piu' - di spruzzargli dentro la schiuma isolante. Così il rumore di li' non passa piu'.

    Riesci a scattare qualche foto così capisco meglio?

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 5 Gennaio 2009, alle ore 21:39
    Se per ponti acustici ti riferisci al collegamento del cartongesso con il vecchio soffitto non saprei come rimediare.
    Altri ponti acustici non sono riuscito a individuarli.

    Per quanto riguarda il condizionatore, mi sono ricordato soltanto adesso che dietro, tra l'anticalpestio/disaccoppiante e il cartongesso c'è aria, perché è pieno di inutili barre omega.
    Possibile che il rumore che sembra venire da dietro al condizionatore, non passi soltanto dal tubo tra il muro e il condizionatore, ma anche in quei 80X40 cm di aria tra l'anticalpestio/disaccoppiante e cartongesso?
    Questo è lo schema del condizionatore:
    http://img369.imageshack.us/my.php?image=condizionatorepv4.jpg
    Avevo pensato anch'io di risolvere mettendo tra il muro e il condizionatore un materiale isolante morbido, come mi hai consigliato anche te, in modo che con il peso del condizionatore possa deformarsi andando a coprire tutte le fessure e adeguare il suo spessore, visto che in alto deve essere maggiore di quello in basso.
    Per la schiuma però non ci sono problemi a toglierla nel caso di manutenzione del condizionatore?
    Inoltre come faccio a netterla in modo che non sia veda, visto che tra il muro e il condizionatore essendoci pochi mm non riesco ad andare in profondità per non farla vedere?

    Per quanto riguarda le scatole elettriche, nel corrugato non penso debba spostare i cavi, nel caso dovessi toglierli è possibile rimuovere la schiuma?
    La schiuma non danneggia l'isolante dei cavi?
    Tra i corrugati e l'isolante per le basse frequenze ci sono alcuni spazi d'aria, mi conviene mettere la schiuma anche li, cioè schiumare tutto intorno alle scatole elettriche?
    La schiuma è meglio della gommapiombo?
    La schiuma è meglio del cartongesso?

    Per risolvere il problema della porta (senza cambiarla) avevo pensato di aggiungere del materiale isolante attaccandolo dal lato esterno della porta, coprendolo poi con una tavola di legno che poggi su delle cornici in legno posizionate nel perimetro della porta come nello schema:
    http://img369.imageshack.us/my.php?image=portainsonorizzatalm2.jpg
    Ho pensato, partendo dalla porta esistente verso l'esterno, di mettere 2 mm di gommapiombo, 6 mm di isolante per le basse frequenze e 5 mm di anticalpestio/disaccoppiante (cioè più o meno gli stessi materiali usati per le pareti e il soffitto), può bastare per ottenere 55 dB?
    Mi consigli dei materiali diversi?
    Avevo inizialmente pensato anche a mettere una lastra di cartongesso accoppiata a gommapiombo per un totale di 15 mm, però avevo scartato questa possibilità, perché temo che sia troppo pesa e non reggano le cerniere della porta.

    Per il soffitto cosa posso fare?

    PS: per la porta (se non riuscissi a risolvere modificando quella vecchia) e per la finestra conosci dei fornitori affidabili (meglio se hanno anche un sito web)?

  • gigone
    Gigone Ricerca discussioni per utente
    Martedì 6 Gennaio 2009, alle ore 09:51
    Se per ponti acustici ti riferisci al collegamento del cartongesso con il vecchio soffitto non saprei come rimediare.
    Per ponte acustico intendo qualsiasi discontinuità nel materiale che possa permettere al suono di passare. In questo senso se il suono passa agevolemte anche per le scatole elettriche anche queste sono ponti acustici.


    Per quanto riguarda il condizionatore, mi sono ricordato soltanto adesso che dietro, tra l'anticalpestio/disaccoppiante e il cartongesso c'è aria, perché è pieno di inutili barre omega.
    Possibile che il rumore che sembra venire da dietro al condizionatore, non passi soltanto dal tubo tra il muro e il condizionatore, ma anche in quei 80X40 cm di aria tra l'anticalpestio/disaccoppiante e cartongesso?
    Questo è lo schema del condizionatore:
    http://img369.imageshack.us/my.php?image=condizionatorepv4.jpg
    Avevo pensato anch'io di risolvere mettendo tra il muro e il condizionatore un materiale isolante morbido, come mi hai consigliato anche te, in modo che con il peso del condizionatore possa deformarsi andando a coprire tutte le fessure e adeguare il suo spessore, visto che in alto deve essere maggiore di quello in basso.
    Per la schiuma però non ci sono problemi a toglierla nel caso di manutenzione del condizionatore?
    Inoltre come faccio a netterla in modo che non sia veda, visto che tra il muro e il condizionatore essendoci pochi mm non riesco ad andare in profondità per non farla vedere?
    Dovunque c'e' ponte acustico il suono passa.
    Io ti consigliavo di spostare il condizionatore (facendoti aiutare eventualmente da un indraulico affinche non vengano staccati i tubi) per schiumare tutti gli spazi vuoti e poi applicare la gommapiombo (sagomata con la forma del condizionatore) per sigillare tutto.
    La schiuma una volta solidificata la si può tagliare con un cutter o sagomare con carta vetro. Certo una volta messa devi pensare che puoi rimuoverla è un casino.


    Per quanto riguarda le scatole elettriche, nel corrugato non penso debba spostare i cavi, nel caso dovessi toglierli è possibile rimuovere la schiuma?
    La schiuma non danneggia l'isolante dei cavi?
    Tra i corrugati e l'isolante per le basse frequenze ci sono alcuni spazi d'aria, mi conviene mettere la schiuma anche li, cioè schiumare tutto intorno alle scatole elettriche?
    La schiuma è meglio della gommapiombo?
    La schiuma è meglio del cartongesso?


    La schiuma e' diversa dal gommapiombo, attutisce le medie e le alte frequenze ma non le basse (cosa che invece il gommapiombo fa). Prova a rivestire le scatole elettriche per bene con il gommapiombo e poi vediamo.


    Per risolvere il problema della porta (senza cambiarla) avevo pensato di aggiungere del materiale isolante attaccandolo dal lato esterno della porta, coprendolo poi con una tavola di legno che poggi su delle cornici in legno posizionate nel perimetro della porta come nello schema:
    http://img369.imageshack.us/my.php?image=portainsonorizzatalm2.jpg
    Ho pensato, partendo dalla porta esistente verso l'esterno, di mettere 2 mm di gommapiombo, 6 mm di isolante per le basse frequenze e 5 mm di anticalpestio/disaccoppiante (cioè più o meno gli stessi materiali usati per le pareti e il soffitto), può bastare per ottenere 55 dB?
    Mi consigli dei materiali diversi?
    Avevo inizialmente pensato anche a mettere una lastra di cartongesso accoppiata a gommapiombo per un totale di 15 mm, però avevo scartato questa possibilità, perché temo che sia troppo pesa e non reggano le cerniere della porta.


    Prima di mettere mano alla porta sei sicuro che con l'attuale livello di isolamento il suono passi di li'. Quando la chiudi le varie guarnizioni la isolano "ermeticamente"?

    Per le finestre prima di pensare di cambiarle (visti i costi), hai pensato ad apporre (raso muro) un tendaggio pesante. Prova a fare una prova con delle coperte spesse. Mettile raso muro (in modo che il suono non possa sfuggire lateralmente) e vedi se cambia qualcosa. Prova a fare la stessa prova con la porta.

    Vediamo prima di effettuare lavori onerosi da dove passa il suono.

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 7 Gennaio 2009, alle ore 20:11
    Avrei a disposizione anche una lastra di piombo, è meglio o peggio della gommapiombo?

    I portafrutto per l'audio avevo pensato di riempirli con dell'isolanete come mostrato nello schema:
    http://img91.imageshack.us/img91/671/portafruttoinsonorizzatyd8.th.jpg
    Fasciarlo intorno non c'è posto, spero sia sufficiente così per evitare che passi il rumore.
    Nei portafrutto per la corrente purtroppo dentro c'è meno posto per riempirli con l'isolante, comunque devo trovare il momento adatto per staccare la corrente e guardare dentro meglio.

    Per il condizionatore non posso metterci la schiuma se poi non si può togliere, perché sicuramente prima o poi avrò la necessità di fare la manutenzione al condizionatore.

    Tra il muro insonorizzato e l'imbotte della porta e della finestra ci sono circa 3 cm riempiti soltanto di schiuma (non c'è nemmeno il muro di mattoni) con uno spessore di circa 16 cm, è possibile che il rumore possa passare anche da qui?

    Per quanto riguarda la porta avevo già fatto dele prove, appoggiando un pannello 50X50 cm isolante, dalla porta passa tanto rumore (la cosa è molto evidente, infatti questa porta insonorizza poco più di una porta non di legno pieno), dalle guarnizioni ancora di più, per questo avevo pensato di mettere una seconda guarnizione e aggiungere dei pannelli isolanti, come ho indicato nello schema.
    Pensi si possa migliorare le guarnizioni esistenti?

    La finestra non la volevo cambiare, pensavo di aggiungere una seconda finestra esterna, per risolvere oltre al problema della finestra esistente anche quello del cassonetto.
    Guardo se riesco a trovare delle coperte spesse per fare la prova che mi hai suggerito, comunque sono abbastanza sicuro che il rumore passi dalla finestra, dal cassonetto e dal condizionatore.

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 8 Gennaio 2009, alle ore 16:33
    Ho provato a mettere sulla finestra la coperta più spessa che avevo disponibile, però non ho notato differenze, non so se era abbastanza spessa; comunque mettendo l'orecchio vicino al vetro della finestra si sente più rumore di quello che si siente mettendolo vicino al muro.
    Visto il costo, se rischio di non risolvere il problema, non so se mi conviene aggiungere questa seconda finestra, però il rumore sembra venire proprio da li: cosa mi consigli di fare?

    Ho altri dubbi.
    Le basse frequenze riescono a passare anche dagli spazi molto sottili se lo spazio è molto lungo (1 millimetro X 1 metro)?

    Il buco della serratura (1X2 cm) della porta mi conviene tapparlo per evitare il passaggio d'aria (=rumore) oppure è trascurabile?

    Per il muro ho notato una cosa, non so se sia normale o se possa essere utile; stando a una distanza normale dal muro il rumore passa molto meno rispetto a prima dell'insonorizzazione, però se ci appoggio l'orecchio la differenza si nota molto meno.

    Tra il tubo del condizionatore interno al muro e il muro ci sono alcuni mm che sono stati riempiti con stucco e/o calcina: mi conviene rimuove stucco e/o calcina e metterci la schiuma? C'è la speranza in questo modo di ottenere qualche miglioramento?

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 11 Gennaio 2009, alle ore 20:20
    In particolare per la porta cosa mi consigliate, è valida la mia idea come l'ho spiegata nel disegno?

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 14 Gennaio 2009, alle ore 17:27
    A parità di spessore la lana di roccia e il cartongesso attenuano il rumore in modo simile alle varie frequenze?
    Per la porta dopo aver applicato la mia idea, c'è il rischio che il rumore passi tra la porta e il muro, attraverso l'imbotte e la schiuma?
    Se l'insonorizzazione della porta la facessi dalla parte interna, anziché da quella esterna come ho indicato nel disegno, otterrei di più o di meno?

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 19 Gennaio 2009, alle ore 19:53
    Per riportare la discussione in prima pagina...

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 23 Luglio 2009, alle ore 16:07
    Riporto maggiori dettagli sulla composizione dell'isolamento delle pareti e del soffitto, partendo dalla muratura esistente:

    * 5 mm pannello realizzato con agglomerazione di microgranuli di gomma vulcanizzata ad alta densità

    * 20 mm spugna poliuretano con nel mezzo lastra di piombo 0,3 mm

    * 13 mm lastra di cartongesso

    * 2 mm gommapiombo

    * 13 mm lastra di cartongesso

    Sperando di risolvere il problema ho fatto alcune modifiche, però purtroppo non ho notato miglioramenti.
    I problemi rimangono per quanta riguarda il condizionatore e il soffitto (calpestio).

    Nel foro del lampadario ho messo della schiuma di poliuratano e ho infine ulteriormente tappato con gommapiombo di 2 mm.

    Le scatole delle prese di corrente come mi hai consigliato le ho fasciate esternamente con gommapiombo 2 mm (sui lati) e piombo 0,3 mm (dietro), in entrambi i casi ho aggiunto spugna di poliuretano come guarnizione per evitare fughe di rumore tra i vari pezzi aggiunti di piombo/gommapiombo (come mostrato nella schema che ho riportato più avanti).

    Nel condizionatore ho riempito con schiuma di poliuretano lo spazio vuoto tra il muro e il tubo nel muro.
    Infine tra il muro e il retro del condizionatore come mi hai consigliato ho aggiunto un pannello di gommapiombo 2 mm con spugna di poliuretano sul lato muro e sul lato condizionatore (max 9 mm per lato) come guarnizione per evitare fughe di rumore; purtroppo il condizionatore con il suo peso non è riuscito a schiacciare sufficientemente la spugna di poliuretano come avrei voluto, avevo previsto 1 mm per lato, invece ho ottenuto nel punto peggiore 9 mm per lato.
    Sigillare con la schiuma poliuretanica invece che con il pannello non è stato possibile.

    Riporto 2 schemi per spiegare meglio le modifiche fatte:
    http://img38.imageshack.us/img38/3765/insonorizzazionecorr.th.jpg

    http://img29.imageshack.us/img29/4172/insonorizzazionecondizi.th.jpg

    Il rumore di calpestio del soffitto potrebbe passare attraverso i sostegni vuoti di 5 cm che collegano il vecchio soffitto con il pavimento e poi passare nella fessura di 1-2 mm tra il cartongesso e il pavimento come mostrato nel primo schema?

    L'impressione è che il rumore del calpestio venga direttamente dal soffitto e non dove ho indicato sopra, però ho notato che riesco a individuare più facilmente se un suono viene da sinistra o da destra, mentre riesco più difficilmente a individuare se viene dall'alto o dal basso, perciò potrei anche sbagliarmi, anche per il preconcetto che mi aspetto che venga dall'alto.

    Eventualmente cosa mi consigliate di mettere tra la parete di cartongesso e il pavimento?

    Con questo schema cerco di chiarire meglio la fessura tra la parete di cartongesso e il pavimento:
    http://img199.imageshack.us/img199/6844/insonorizzazioneparetep.th.jpg

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Giovedì 23 Luglio 2009, alle ore 17:17
    Io farei una prova con fonometro e macchina per calpestio in modo da individuare provenienza e frequenza dei rumori così si potrà scegliere il materiale più idoneo e fonoimpedente per questo tipo di rumori

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 24 Luglio 2009, alle ore 13:58
    Purtroppo non posso far eseguire una misura, perché il calpestio che crea il problema non è sempre presente, cioè non si tratta del normale calpestio, ma di quello prodotto da bambini che corrono, spostano mobili e battono oggetti sul mio soffitto, bisognerebbe che facessi io la misura, ma purtroppo non ho gli strumenti adatti.
    Chiedere al vicino del piano di sopra di collaborare per la misura non è possibile.

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 8 Agosto 2009, alle ore 21:31
    Non avete nessun altro consiglio da darmi?

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 2 Settembre 2009, alle ore 16:29
    Per riportare la discussione in prima pagina...

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 2 Settembre 2009, alle ore 19:45
    Ciao Alex, ti avevo gia' detto, , che il problema non lo risolvi solo intervenendo a casa tua, è come ti hanno detto anche gli altri, bisogna operare in fase di progettazzione, ma una domanda hai fatto fare una rivelazione in db (decibel) da un tecnico, ho hai fatto così giusto per fare?

    LA PREGHIAMO DI ELIMINARE IMMEDIATAMENTE IL LINK DALLA SUA FIRMA, IN QUANTO IL REGOLAMENTO DEL FORUM VIETA QUALSIASI PUBBLICITA' SE NON AUTORIZZATA DALLA REDAZIONE.

    LO STAFF

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 18 Settembre 2009, alle ore 19:42
    Lo so che sarebbe stato meglio, purtroppo non posso andare dall'inquilino del piano di sopra a chiedergli di insonorizzare il pavimento, perciò anche se so che non è la soluzione ideale, devo per forza cercare di risolvere il problema intervenendo nella mia stanza.

    La misurazione dei dB del rumore non è stata fatta, anche a causa della discontinuità dei rumore come ho detto in modo più dettagliato in un messaggio precedente.

  • stefan
    Stefan Ricerca discussioni per utente
    Sabato 19 Settembre 2009, alle ore 19:39
    Io cambierei casa...zona silenziosa, monofamiliare...secondo me qua non ci cavi i piedi !!

  • alex_80
    Alex_80 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 22 Settembre 2009, alle ore 16:16
    Cambiare casa in un luogo migliore sarebbe l'ideale, anche se è una soluzione drastica, tuttavia purtroppo non è per me praticabile.

    Quindi devo per forza risolvere i problemi che ho con il condizionatore e il soffitto.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img tipt
Ciao a tutti! Abito in un blocco di 6 appartamenti con ognuno il proprio ingresso e giardino. Questo blocco di case ha più o meno 10 anni e vorremmo approffittare dei bonus...
tipt 20 Gennaio 2021 ore 21:50 9
Img lucarenoffio
Salve a tutti! Al momento nella cucina di casa (di 28 metri cubi) ho due fori sulla parte alta del muro, uno per lo scarico dei fumi del piano cottura, l'altro per far entrare...
lucarenoffio 26 Ottobre 2020 ore 14:51 2
Img freli
Buongiorno, Abito in un appartamento sito al primo piano. Il problema è che al piano -1 è sita l'autoclave condominiale. Dopo diverse diatribe con il condominio sono...
freli 22 Gennaio 2020 ore 10:34 2
Img njnye
Ciao,vivo all'ultimo piano e la mia camera da letto confina con l'appartamento del vicino per due pareti: corridoio e bagno.Lui lavora di notte e periodicamente quando rientra...
njnye 15 Dicembre 2019 ore 12:40 3
Img ergesguaris
Buongiorno, volevo sapere se qualcuno sa come isolare i rumori provenienti dalla cappa della cucina visto che questo dà sulla strada. Pensavo di mettere qualche filtro ma...
ergesguaris 12 Dicembre 2019 ore 08:58 4
Notizie che trattano Isolamento acustico che non isola che potrebbero interessarti


Isolamento acustico con gli infissi afonici

Isolamento Acustico - Un buon isolamento parte dai serramenti giusti.

Lana Vetro e Materiali Isolanti

Progettazione - Ancora oggi, molto utilizzata nell'ambito degli impianti civili la lana vetro è caratterizzata da fibre regolari e si ottiene attraverso la filatura del vetro.

Sistemi di isolamento acustico e detrazioni fiscali

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'applicazione di sistemi di isolamento acustico rientra tra gli interventi detraibili al 50% o al 65%, qualora vi sia isolamento anche dal punto di vista termico.

Comfort acustico

Isolamento Acustico - Consigli progettuali per ottenere l'adeguato comfort acustico in un edificio.

Isolamento acustico degli edifici

Isolamento Acustico - Nelle costruzioni esistenti si possono mettere in atto diversi sistemi per ridurre i rumori; nelle nuove costruzioni invece occorre adeguarsi alle norme vigenti.

Certificato acustico obbligatorio dal 2011

Isolamento Acustico - Pubblicata il 22 luglio la norma UNI 11367 che detta i requisiti per la classificazione acustica degli edifici.

Caratteristiche dei materiali isolanti

Isolamento termico - L'isolamento termico ed acustico di un edificio è ormai un valore fondamentale nella definizione del comfort abitativo e del valore commerciale di un immobile.

Isolamento acustico pavimento

Isolamento Acustico - La scelta di disporre di ambienti isolati acusticamente nella casa, necessita di interventi e scelte tecniche adeguati agli obbiettivi che ci si propone di raggiungere.

Serramenti per edifici passivi

Infissi Esterni - A taglio termico, a giunto aperto, con isolanti interposti, in legno, alluminio e pvc: le diverse tipologie di serramenti garantiscono una varieta' di scelta, abbinata ad alte prestazioni.
REGISTRATI COME UTENTE
328.274 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//