Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Discomfort termico


Salve,
ho una strana sensazione a casa di discomfort termico.
È una sensazione molto sgradevole, simile a quella che si prova in automobile quando è molto freddo ma col riscaldamento acceso.
Ho caldaia a condensazione e termosifoni in alluminio.
Pavimento bene isolato.
Cerco di tenere la Temperatura intorno ai 20-21°C.
La umidità è intorno al 40%, la alzo con un umidificatore sennò sarebbe al 30% col riscaldamento acceso.
Le pareti interne sono di intonachino di argilla, fatto in estate.
Posso ipotizzare sia questa la variabile, ma potrei sbagliare.
Quello che vorrei capire prima di tutto è se questa sgradevole e inabilitante sensazione è dovuta al troppo caldo o al troppo freddo, o magari a sbilanciamenti termici, a correnti d'aria.
Giuro che non so capire se è troppo caldo o troppo freddo, so che non si sta bene e la pelle ha una sensazione sgradevole come di arrossamento; è come avere caldo e freddo allo stesso tempo.
Pensavo di applicare 1,2 mani di calce sopra i muri finiti ad argilla.
sospetto che siano stati fatti spessori troppo sottili e che non ci sia più inerzia termica, che notoriamente dà benessere.
Dopo la rimozione della pittura vecchia e 1,2 mm di intonaco con l'argilla ho cercato di pareggiare, ossia farla di 2-3 mm.
È possibile che sia stato commesso un errore dagli artigiani che hanno applicato l'argilla?
Però potrei sbagliarmi, non è il mio mestiere.
Grazie per la collaborazione
Nicola

  • pasquale
    Pasquale Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 8 Marzo 2018, alle ore 10:09
    Per avere un buon confort interno è importante graduare il tasso di umidità dell'aria presente negli ambienti riscaldati artificiosamente. Alla temperatura massima di 21 gradi deve corrispondere una umidità tra i 40 ed il 60° con ricambi d'aria (meccanici o manuali), in media ogni 2 ore. Se ci si trova ad avere una umidità dell'aria superiore all'intervallo indicato, si possono verificare spiacevoli condizioni come la proliferazione di batteri oltre alle spore fungine, che sono spesso causa di allergie asmatiche. Se, invece, è troppo secco si fa fatica a respirare. Prima di dare due mani di calce idrata alle pareti, Le consiglio di termoregolare il tasso di umidità con opportuni ricambi d'aria per una decina di giorni e poi tirare le somme. Cordiali saluti.
    rispondi citando
  • ghifpalvb
    Ghifpalvb Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 14 Marzo 2018, alle ore 18:12
    Buonasera, vorrei fare una premessa, l'argilla ha una caratteristica fondamentale, è un materiale minerale che ha elevate proprietà di regolare il grado di umidità nei micro ambienti (interni di edifici) questo materiale è in grado di assorbire elevate quantità di acqua in sospensione nell'aria e farla migrare nel pacchetto murario, se tale pacchetto risulta traspirante, l'umidità presente all'interno dell'ambiente migra verso l'esterno, in particolar modo se la temperatura esterna risulta più alta di quella interna.
    Quindi va sottolineato che l'utilizzo di tale materiale in spessori minimi come nel vostro caso non puo produrre effetti benefici, sopratutto se la finitura è stata posata su un pacchetto murario realizzato al civile (laterizio, cemeto etc..) Tale materiale porta beneficio con spessori minimi di 30 / 40 mm su pacchetti murari costituiti da mattoni o pietra e calce.
    Distinti saluti
    Daniele.
    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 15 Marzo 2018, alle ore 12:40
    Ciao,
    riguardo ai tuoi dubbi sulla composizione degli intonaci e pitture interne ne parlo con un amico e poi ti faccio sapere.

    Invece quello che penso così di prima botta, sia dovuto parzialmente dal materiale con cui sono fatti i termosifoni in alluminio(nulla da dire sulla tua scelta), ma però scaladano rapidamente ma si raffreddano velocemente.

    Tale problema non avviene con quelli in ghisa x esempio, che una volta riscaldati, emanano calore più a lungo prima di raffreddare.:-))
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img nicolatenente2
Salve, ho applicato intonachino di argilla nel mio appartamento, consigliato da molti come il non plus ultra.A distanza di un mese non trovo nessun incremento di benessere,...
nicolatenente2 02 Ottobre 2017 ore 21:59 4
Notizie che trattano Discomfort termico che potrebbero interessarti


Intonaci in argilla termoregolatori

Facciate e pareti - Sano, traspirante e naturale, l'intonaco in argilla e' alla base delle costruzioni e delle ristrutturazioni che abbracciano la politica della bioedilizia.

Caratteristiche Argilla

Progettazione - L'argilla ha costituito negli anni passati e costituisce ancora oggi un materiale di riferimento per le costruzioni. L'argilla deriva dalle rocce erose.

Come preparare un intonaco in argilla low-cost

Bioedilizia - Gli intonaci in argilla si possono realizzare comprando della terra pronta o riutilizzando quella scavata in cantiere, con le giuste quantità di sabbia e paglia.

Intonaci e rivestimenti ecologici a base di elementi naturali

Facciate e pareti - Rivestire le pareti con intonaci e finiture naturali è come avere un impianto di condizionamento senza corrente elettrica, che garantisce un ambiente sano.

Calce e calce idraulica

Materiali edili - La calce idraulica è uno dei materiali da costruzione più antichi ed al contempo moderni, disponibili per la realizzazione di opere e lavorazioni in edilizia.

Mattoni ecologici

Bioedilizia - Con la riscoperta della terra cruda in bioedilizia è possibile costruire ambienti sani e confortevoli, con le proprietà termoisolanti e regolatrici dell'argilla

Caratteristiche e impiego del termointonaco

Risanamento umidità - Intonaci naturali e termoisolanti rifiniscono al meglio le pareti indoor e outdoor di un edificio, permettendo la regolazione interna di temperatura e umidità.

Pavimenti in argilla cruda

Pavimenti e rivestimenti - L'argilla cruda, utilizzata fin dall'antichità caduta in disuso nei nostri sistemi costruttivi, possiede qualità ecologiche e bioclimatiche, migliora il microclima interno delle abitazioni.

Il cappotto interno in canna palustre

Bioedilizia - La canna palustre è stata utilizzata da sempre come materiale da costruzione per poi essere dimenticata: ora con la bioedilizia si riscopre questo stupendo materiale.
REGISTRATI COME UTENTE
311.067 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE