Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2007-02-13 19:36:22

Casa di 250 mq. cella termica? onnivora? pannelli solari?...


Batoo
login
13 Febbraio 2007 ore 12:00 5
Ciao a tutti,
sono nuova del forum e sono anche una inesperta su argomenti tecnici, per cui scusatemi se diro' delle fesserie.

Dobbiamo ristrutturare una casa ad attico molto grande: 250 mq. Si trova nelle alture di Genova, esposta su quattro lati e sopra c'e il sottotetto che verra' coibentato. Sotto ci sono abitazioni vuote. Stiamo valutando attentamente l'aspetto energetico per cercare di risparmiare il piu' possibile, ma non e' facile scegliere.
In tutta la casa vorremmo fare un riscaldamento a pavimento (con caldaia a condensazione e pannelli solari per il riscaldamento dell'acqua sanitaria) Tranne pero' in due saloni comunicanti (uno di 40 mq e uno di 35 mq. Alti sui 3 metri, con soffitto a volta), nei quali non possiamo smantellare il pavimento (hanno un bellissimo pavimento in graniglia genovese, decorato con stemmi...). Per cui siamo nel dubbio su alcuni aspetti, che provo qui a chiedere a voi:
Per risolvere il problema dei due pavimenti non rompibili dei saloni, avevamo inizialmente pensato di mettere un camino o una stufa legna/pellet nei due saloni (ad aria o ad acqua integrandosi con temosifoni tradizionali per i saloni), ma poi, in un altro forum ci hanno consigliato un sistema a cella termica, alla quale conferirebbero i pannelli solari, la caldaia a condensazione ed eventualmente una caldaia onnivora (abbiamo parecchio terreno, con alberi..., in torno alla casa). La cella termica mediante computer distribuirebbe poi le varie gradazioni di caldo che occorrono ai diversi sistemi radianti (a termosifoni per i saloni e a pavimento per il resto della casa).
1) Voi avete esperienze in merito a celle termiche? Mettendo solo la caldaia a condensazione e la cella termica con i panneli solari, si avrebbe un risparmio energetico effettivo rispetto ai sistemi tradizionali di caldaia con termosifoni?
2) Come vedreste l'integrazione del tutto con una caldaia onnivora?
3) e se mettessimo in alternativa un caminetto ad acqua, tipo Jolly mec, integrato con questo sistema?
4) secondo voi funziona veramente il collegamento dei pannelli solari all'impianto; fa risparmiare qualcosa?

Grazie a tutti!
  • fede geo
    Fede geo Ricerca discussioni per utente
    Martedì 13 Febbraio 2007, alle ore 13:16
    Ciao

    Penso che spendere un pochino di più nell'isolamento del fabbricato sia la cosa migliore e i risultati in materia di risparmio si vedono subito.
    In merito all'isolamento valuterei la possibilità di fare un cappotto esterno in fibra di legno, in lana di roccia o simili ... li trovo parecchio efficaci oltre ad un corposo isolamento del solaio di sottotetto. In alternativa un cappotto interno.

    In merito al riscaldamento ci sono persone più qualificate di me in questo forum, dove non potete toccare il pavimento fare un impianto di pannelli radianti a soffitto o a parete ?

    In merito ai pannelli solari io sono molto favorevole. Oggi a casa mia due pannelli della rotex a svuotamento, sino ad ora hanno prodotto circa 7,5 Kw/h con produzione di acqua sanitaria e un piccolo contributo anche al riscaldamento a pavimento.

    Cordiali saluti

    Federico

  • batoo
    Batoo Ricerca discussioni per utente
    Martedì 13 Febbraio 2007, alle ore 14:06
    La casa in questione e' un palazzo del 700, con mura di pietra spesse un metro, per cui non ci 'e' stato consigliato il cosiddetto "cappotto".

    Ma tu hai fatto solare termico o anche fotovoltaico?

    Ciao e grazie!

  • batoo
    Batoo Ricerca discussioni per utente
    Martedì 13 Febbraio 2007, alle ore 14:25
    La casa in questione e' un palazzo del 700, con mura di pietra spesse un metro, per cui non ci 'e' stato consigliato il cosiddetto "cappotto".

    Ma tu hai fatto solare termico o anche fotovoltaico?

    Ciao e grazie!

  • fede geo
    Fede geo Ricerca discussioni per utente
    Martedì 13 Febbraio 2007, alle ore 15:09
    Per adesso ho fatto solo il solare termico anche grazie ad un contributo della Provincia di Torino e per il restante importo intendo usufruire della detrazione del 55% previsto in finanziaria.

    Quando uscirà il conto energia 2007 valuterò anche l'impianto fotovoltaico.

    Cordiali Saluti

    Federico

  • ecocomp
    Ecocomp Ricerca discussioni per utente
    Martedì 13 Febbraio 2007, alle ore 19:36
    Per batoo, trattandosi di un edificio storico con muri in pietra e non potendo installare a pavimento i pannelli ti consiglio un sistema a parete radiante con tubi in rame posti sotto intonaco ad una altezza che non supera i davanzali ( h = 90-100 cm). I tubi in rame sono posizionati in genere solo sui muri perimetrali in modo da controbilanciare le dispersioni verso l'esterno. Questo sistema è anche ottimo per risolvere eventualmente il problema della umidità di risalita dal terreno nelle murature.
    La temperatura dell'acqua in genere non supera i 35-40 °C e quindi è ideale per produrla con caldaie a metano a condensazione, con pompe di calore collegate a sonde geotermiche, ed integrati anche con pannelli solari termici che se opportunamente dimensionati possono fornire acqua calda sanitaria e dare un buon contributo anche al riscaldamento specie in una zona climatica come Genova, o con un inverno particolarmente tiepido come quest'anno.
    Inoltre. la Finanziaria 2007 da la possibilità per le caldaie a condensazione, il solare termico, i serramenti a doppio vetro, l'isolamento del tetto, di usufruire della detrazione dall'imposta di un importo pari al 55% dei costi sostenuti (dimostrabili con fattura) da distribuire nei prossimi 3 anni,.......mi sembra una opportunità molto buona...saluti.
    La coibentazione della casa è naturalmente importantissima, focalizzando gli interventi che non siano invasi per un edificio antico come il tuo, per es.: applicare serramenti con vetri doppi, isolare la copertura, eseguire l'intonaco esterno con malte e prodotti traspiranti ed isolanti...

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img skar
Buonasera a tutti,sto valutando di acquistare una villetta di 160mq su 2 livelli, costruita nei primi anni 90.La casa é abitabile e tenuta molto bene, richiede solo...
skar 07 Maggio 2021 ore 21:33 14
Img sscoccimarro
Buongiorno,ho acquistato un appartamento che non aveva il certificato di agibilità in quanto ante 1930.Ho effettuato poi dei lavori di manutenzione straordinaria mediante...
sscoccimarro 07 Maggio 2021 ore 21:29 2
Img spizzo
Salve a tutti,vorrei rifare la cucina, sono in affitto e quindi non vorrei spendere troppo, quindi ho visto che se vado su di una cucina di quelle chiamate "fisse", cioè...
spizzo 07 Maggio 2021 ore 12:41 4
Img nhio
Buongiorno a tutti,ho una piastrella del parquet che si è "scollata".Vi lascio guardare l'immagine, è sollevata di qualche mm, anche se avendo la luce trasversale,...
nhio 07 Maggio 2021 ore 12:39 6
Img pippilotta
Buongiorno,il condominio in cui vivo (9 unità abitataive) sta avanzando la pratica per accedere al 110% per cappotto termico e sostituzione caldaia (abbiamo il...
pippilotta 07 Maggio 2021 ore 06:30 2
REGISTRATI COME UTENTE
328.953 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//