Manutenzione straordinaria con CILA e detrazioni su materiale acquistato


Jack burton
login
04 Febbraio 2019 ore 09:46 4
Buongiorno a tutti,
colgo l'occasione per presentarmi visto che è il primo post, ho deciso di iscrivermi dopo aver letto per diverso tempo questo forum, penso sia un'ottima risorsa per chi come me si trova ad affrontare per la prima volta lavori di ristrutturazione e per questo volevo anche congratularmi con tutti gli iscritti e gli amministratori.
Ho aperto una pratica di manutenzione straordinaria in comune (CILA) tramite il mio geometra per poter accedere alle detrazioni e sistemare alcune irregolarità su alcune misure interne nella planimetria della casa.
L'immobile è stato acquistato lo scorso anno e la CILA è stata aperta a novembre 2018.
Ho levato qualsiasi impianto presente perchè internamente la casa era completamente da riammodernare.
Di conseguenza ora mi trovo a dover rifare impianto elettrico, impianto idraulico (sanitari e riscaldamento), bagno, impianto gas (la csa non era dotata di impianto metano, i precedenti proprietari usavano una bombola), pavimentazione e cucina.
Per quanto riguarda l'impianto elettrico mi sono affidato a un professionista che mi fornisce materiale e manodopera con certificazione.
Per quanto riguarda l'impianto idraulico, il mio idraulico di fiducia mi fornisce manodopera, materiale per realizzazione impianto di riscaldamento a pavimento, con successiva certificazione, e pagando con bonifico posso portarlo in detrazione.
Il mio dubbio riguarda la possibilità di portare in detrazione il materiale che io acquisterò come privato cittadino e farò installare all'idraulico, ovvero caldaia e tutto il bagno comprese ceramiche, raccordi, doccia, lavabi, ecc..
Qualcuno mi ha detto che bisogna iscriversi al sito enea, e posso accedere alle detrazioni pagando con bonifico per ristrutturazione il rivenditore del materiale, ovviamente non avrei agevolazione iva in quanto non acquisto tramite idraulico.
Altri mi hanno detto che non è possibile.
Ho dato una rapida occhiata al sito enea ma io vedo solo voci che si riferiscono a detrazioni per lavori relativi al risparmio energetico e non mi pare che il rifacimento di un bagno ne faccia parte.
Cosa mi consigliate?
Grazie,
Saluti.

  • beatrice.pi
    Beatrice.pi Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Febbraio 2019, alle ore 16:22
    Se lei ha aperto una pratica per manutenzione straordinaria potrà detrarre tutte le spese relative a materiali e manodopera, nonchè prestazioni professionali; quindi detrarre al 50% le spese dell'idraulico, dell'elettricista nonchè i materiali che anche lei stesso avrà acquistato.
    Se dà un'occhiata alla guida sulle ristrutturazioni presente sul sito dell'Agenzia delle Entrate troverà, infatti, che anche in caso di lavori "in economia" è possibile detrarre il solo acquisto del materiale.

    Per quanto riguarda l'Enea, solo in caso di opere che modifichino il comportamento energetico dell'edificio (cappotti, infissi, etc.) va fatta comunicazione entro 90gg dalla fine dei lavori.

    Saluti.
    rispondi citando
  • jack burton
    Jack burton Ricerca discussioni per utente Beatrice.pi
    Martedì 5 Febbraio 2019, alle ore 08:41
    Se lei ha aperto una pratica per manutenzione straordinaria potrà detrarre tutte le spese relative a materiali e manodopera, nonchè prestazioni professionali; quindi detrarre al 50% le spese dell'idraulico, dell'elettricista nonchè i materiali che anche lei stesso avrà acquistato.
    Se dà un'occhiata alla guida sulle ristrutturazioni presente sul sito dell'Agenzia delle Entrate troverà, infatti, che anche in caso di lavori "in economia" è possibile detrarre il solo acquisto del materiale.

    Per quanto riguarda l'Enea, solo in caso di opere che modifichino il comportamento energetico dell'edificio (cappotti, infissi, etc.) va fatta comunicazione entro 90gg dalla fine dei lavori.

    Saluti.
    Buongiorno Beatrice,
    grazie per la risposta.
    Avevo letto la guida dell'agenzia e sembrava anche a me che confermasse quanto hai scritto, il dubbio mi è venuto quando ho sentito il parere di alcuni professionisti in zona.
    Cmq leggendo la guida sul sito dell'agenzia delle entrate, viene menzionata spesso la comunicazione all'ASL come requisito per accedere alle detrazioni, mi chiedo se è necessaria anche in caso di CILA, oppure l'apertura di una CILA è già condizione sufficiente per accedere alle detrazioni.
    Grazie,
    Saluti.
    rispondi citando
  • beatrice.pi
    Beatrice.pi Ricerca discussioni per utente Jack burton
    Martedì 5 Febbraio 2019, alle ore 17:59
    Buongiorno Beatrice,
    grazie per la risposta.
    Avevo letto la guida dell'agenzia e sembrava anche a me che confermasse quanto hai scritto, il dubbio mi è venuto quando ho sentito il parere di alcuni professionisti in zona.
    Cmq leggendo la guida sul sito dell'agenzia delle entrate, viene menzionata spesso la comunicazione all'ASL come requisito per accedere alle detrazioni, mi chiedo se è necessaria anche in caso di CILA, oppure l'apertura di una CILA è già condizione sufficiente per accedere alle detrazioni.
    Grazie,
    Saluti.
    La comunicazione alla Asl, nonchè all'ispettorato del lavoro, al comune e al prefetto, va data con la notifica preliminare qualora sul cantiere siano presenti due o più imprese (secondo quanto previsto dal D.lgs 81/2008, Testo Unico della Sicurezza).
    Il mio consiglio è di affidarsi ad un tecnico il quale sicuramente saprà avviare tutti gli adempimenti necessari per non incorrere in problemi, multe o revoca delle detrazioni.
    rispondi citando
  • jack burton
    Jack burton Ricerca discussioni per utente Beatrice.pi
    Martedì 5 Febbraio 2019, alle ore 19:14
    La comunicazione alla Asl, nonchè all'ispettorato del lavoro, al comune e al prefetto, va data con la notifica preliminare qualora sul cantiere siano presenti due o più imprese (secondo quanto previsto dal D.lgs 81/2008, Testo Unico della Sicurezza).
    Il mio consiglio è di affidarsi ad un tecnico il quale sicuramente saprà avviare tutti gli adempimenti necessari per non incorrere in problemi, multe o revoca delle detrazioni.
    Grazie Beatrice,
    credo quindi che si tratti della stessa comunicazione all'ASL di cui mi ha già parlato il mio geometra quando mi ha aperto la CILA. Il mio dubbio era se si trattasse o meno di una pratica a parte da fare a prescindere da quelle previste normalmente dalla CILA (in caso ad esempio vi siano più ditte che lavorano contemporaneamente in casa).
    Questo quanto riportato dalla guida alle ristrutturazioni edilizie:


    COMUNICAZIONE ALL’AZIENDA SANITARIA LOCALE

    Deve essere inviata all’Azienda sanitaria locale competente per territorio una comunicazione(con raccomandata A.R. o altre modalità stabilite dalla Regione) con le seguenti informazioni:?generalità del committente dei lavori e ubicazione degli stessi?natura dell’intervento da realizzare?dati identificativi dell’impresa esecutrice dei lavori con esplicita assunzione di responsabilità,da parte della medesima, in ordine al rispetto degli obblighi posti dalla vigentenormativa in materia di sicurezza sul lavoro e contribuzione?data di inizio dell’intervento di recupero.La comunicazione preliminare all’Asl non vafattain tutti i casi in cui i decreti legislativi relativi allecondizioni di sicurezza nei cantieri non prevedono tale obbligo.


    Leggendo l'ultima parte (non va fatta in tutti i casi in cui i decreti legislativi relativi alle condizioni di sicurezza nei cantieri non prevedono tale obbligo) penso si possa dedurre che rientra nella normale pratica di segnalazione prevista durante le ristrutturazioni, e non di procedura esclusiva da fare solo in caso di richiesta detrazioni.

    Mi sento un pò più tranquillo, ne parlerò cmq col geometra.
    Grazie ancora.
    Saluti.

    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum Lavorincasa
Img pantonio
Dovendo ristrutturare solo l'interno dell'immobile, come: demolizione delle pareti esistenti per crearne delle nuove e quindi ambienti di superficie diversa dall'esistente,...
pantonio 02 Luglio 2014 ore 19:53 2
Img telemaco.gm
Buonasera,volevo farvi delle domande:quando si fanno dei lavori straordinari in un condominio dove c'è un amministratore, di regola le quote vengono versate su un fondo...
telemaco.gm 01 Luglio 2015 ore 18:07 2
Img ella.bo.7
Buongiorno.Necessiterei di un'informazione:come faccio, quindi a chi mi devo rivolgere, per sapere se i lavori di manutenzione straordinaria in corso per la ristrutturazione di un...
ella.bo.7 21 Novembre 2013 ore 09:38 4
Img massimo73j
Abito in un codominio composto da quattro appartamenti con complessivi 7 proprietari;durante le ultime piogge, nel mio appartamento  c'è stata una vistosa...
massimo73j 16 Marzo 2014 ore 16:35 6
Img paolograffeo
Stabilito che la verniciatura delle ringhiere metalliche dei balconi che si affacciano sui prospetti del palazzo  e gli stessi  sono considerati beni di proprietà...
paolograffeo 07 Settembre 2015 ore 12:38 1
REGISTRATI COME UTENTE
299.456 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Kone
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Claber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.