Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Spostamento parete/termosifone


Salve a tutti,
sono un nuovo utente e sto cercando di farmi una idea giuridicamente parlando di come procedere nel mio intento:
dopo molti sacrifici ho acquistato una casa da 50 mq.
Vorrei spostare una parete di circa 3 metri, dove passa la colonna dei termosifoni del condominio.
La parete, insieme alla "tubatura" dovrebbe essere spostata indietro di circa 1,5 metri.
E' possibile spostare anche questa "tubatura" ?
In pratica non vedo impedimenti... in quanto la tubatura invece di scendere diritta farebbe sorta di "U" girata di 90°... legalmente invece come dovrei comportarmi?
Per questioni di spazzi sarebbe molto importante per me effettuare questa modifica.
Grazie mille a tutti per il cortese aiuto.
  • steff70
    Steff70 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 28 Agosto 2014, alle ore 00:31
    Fatti certificare che tale spostamento non crea danni al condominio e non potranno dirti di no.
    Se lo fai certificare dalla stessa impresa che ha in manutenzione l'impianto e la conduzione della caldaia, sarà senz'altro più efficacie.
    rispondi citando
  • evillano1
    Evillano1 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 22 Ottobre 2014, alle ore 12:43
    Esiste una giurisprudenza a supporto di questa affermazione? Nel mio caso l'amministratore mi ha diffidato dall'operare su ogni parte dell'impianto energetico previa approvaziione dell'assemblea ordinaria. Lo puo fare?
    rispondi citando
  • steff70
    Steff70 Ricerca discussioni per utente Evillano1
    Mercoledì 22 Ottobre 2014, alle ore 23:51
    Esiste una giurisprudenza a supporto di questa affermazione? Nel mio caso l'amministratore mi ha diffidato dall'operare su ogni parte dell'impianto energetico previa approvaziione dell'assemblea ordinaria. Lo puo fare?
    L'impianto di riscaldamento, nel suo insieme, è CONDOMINIALE, non è tuo personale e pertanto non puoi operare in autonomia.
    Se i tubi (condominiali) passano dentro una tua parete, c'è una servitù pregressa che non puoi ignorare.

    Io non ho detto che puoi fare la modifica, diversamente ho detto che se tu ti presenti alla assemblea (fregatene di cosa dice l'amministratore che non ha alcuna voce in capitolo) senza uno straccio di documentazione, nessuno ti darà l'OK a procedere.
    Se invece fai fare una relazione che certifica che tale modifica, fatta a tue spese, non pregiudica il buon funzionamento della cosa comune, allora tutto ti sarà più facile, perchè ti verrà facile dimostrare che ti stanno dicendo di no solo per principio e non per ragioni tecniche.

    Se i condomini non sono troppo "attaccabrighe" potresti fare la modifica di tua iniziativa, ma sempre con una relazione in mano che ti dia ragione.

    Fatti fare la relazione dall'attuale conduttore dell'impianto.
    rispondi citando
  • evillano1
    Evillano1 Ricerca discussioni per utente Steff70
    Giovedì 23 Ottobre 2014, alle ore 09:38
    L'impianto di riscaldamento, nel suo insieme, è CONDOMINIALE, non è tuo personale e pertanto non puoi operare in autonomia.
    Se i tubi (condominiali) passano dentro una tua parete, c'è una servitù pregressa che non puoi ignorare.

    Io non ho detto che puoi fare la modifica, diversamente ho detto che se tu ti presenti alla assemblea (fregatene di cosa dice l'amministratore che non ha alcuna voce in capitolo) senza uno straccio di documentazione, nessuno ti darà l'OK a procedere.
    Se invece fai fare una relazione che certifica che tale modifica, fatta a tue spese, non pregiudica il buon funzionamento della cosa comune, allora tutto ti sarà più facile, perchè ti verrà facile dimostrare che ti stanno dicendo di no solo per principio e non per ragioni tecniche.

    Se i condomini non sono troppo "attaccabrighe" potresti fare la modifica di tua iniziativa, ma sempre con una relazione in mano che ti dia ragione.

    Fatti fare la relazione dall'attuale conduttore dell'impianto.
    Ti ringrazio ma io volevo solo sapere se esiste una legge che mi obbliga ad andare in assemblea. Visto che l'amministratore e gia a conoscenza delle mie intnzioni io non posso agire prima dell'assemblea perche mi ha minacciato un ex 700 cpc (blocco preventivo dei lavori). Dalla lettura della legge io non trovo scritto nulla. Bensi leggo che a condizioni di una relazione termtecnica:
    Chi acquista un appartamento in un condominio diventa proprietario esclusivo della singola unità immobiliare ed allo stesso tempo comproprietario delle parti dell'edificio che servono all'uso ed al godimento comune (suolo su cui sorge l'edificio, fondazioni, muri maestri, tetti, scale, ascensore, corridoi, anditi, portone d'ingresso, cortili, impianti per riscaldamento, per acqua, per energia elettrica, ecc.). 

    È opportuno, allora, conoscere il contenuto del diritto che ciascun comproprietario ha sulle cose comuni e lâuso che di esse può fare.

    L'art. 1102 del codice civile, che disciplina la comunione in generale, ma è applicabile anche al condominio negli edifici, stabilisce che: “Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il migliore godimento della cosa.”

    Il singolo condomino, quindi, può trarre tutte le utilità possibili dalle cose comuni, indipendentemente da qualsiasi delibera assembleare o da una formale manifestazione di consenso da parte degli altri condomini, purché il suo comportamento non modifichi la destinazione della cosa comune, nè  impedisca o limiti l'uguale diritto di uso spettante altri condomini.

    Ciascun condomino può a proprie spese anche modificare le cose comuni per il miglior godimento delle stesse,  sempre però rispettando i limiti sopra indicati e salvo eventuali ulteriori limiti previsti nel regolamento del condominio.

    Il condomino non potrà mai, invece, apportate alla cosa comune modifiche  tali da comportare una trasformazione della sua destinazione perché ciò comporterebbe una innovazione che è vietata al singolo condomino e che, secondo quanto stabilito dall'art. 1120 c.c., può essere decisa solo con il voto favorevole della maggioranza dei partecipanti al condominio che rappresenti almeno i due terzi del valore dell'edificio.

    Sono sempre vietate, poi, le innovazioni che  pregiudichino la stabilità o la sicurezza dell'edificio, che  ne alterino il decoro architettonico o rendano alcune delle parti comuni inservibili all'uso o al godimento anche di un solo condomino.

    Sai dirmi di piu in merito?

    Grazie ettore
    rispondi citando
  • lucag1979
    Lucag1979 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 27 Ottobre 2014, alle ore 16:28
    Dal mio punto di vista, leggendo l'art. 1122 c.c. la situazione è questa:
    a) tu puoi fare in casa tua tutto ciò che credi ma nel farlo non devi creare danno a cose comuni, ecc.;
    b) ben dice setff70 di farti certificare che l'intervento non è lesivo;
    c) se hai questa certificazione e per non litigare vuoi aspettare l'assemblea allora attendi, altrimenti fa eseguire l'intervento a regola d'arte ma per farlo devi comunque avere un accordo per l'interruzione dell'impianto.
    Insomma come ti giri giri la coperta è corta e rischi rallentamenti. Se l'intervento è certificato non lesivo del riscaldamento condominiale cerca un accordo con i condomini senza forzare la mano con lavori preventivi.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img alicemilano
Ciao a tutti, vorrei acquistare una casa ma tutto dipende se posso spostare la cucina in modo da recuperare un'altra stanza. Dato che l'ambiente in cui vorrei spostarla è...
alicemilano 06 Marzo 2017 ore 11:29 3
Img cioto
Salve a tutti, vorrei spostare di circa un metro una parete divisoria in cartongesso (lunga circa 4 metri). È fattibile procedere al suo smontaggio in modo tale da...
cioto 01 Agosto 2017 ore 13:06 6
Img giannim
Buongiorno avrei bisogno cortesemente di qualche consiglio.Nel mio appartamento 110 mq ho un impianto di riscaldamento a termosifoni in allumino e caldaia da 24kw a metano con i...
giannim 30 Dicembre 2015 ore 13:08 1
Notizie che trattano Spostamento parete/termosifone che potrebbero interessarti
Impianto Termico a Radiatori

Impianto Termico a Radiatori

Impianti - I radiatori, o termosifoni, sono la tipologia di terminale di riscaldamento più comune ed antica nei quali la trasmissione del calore avviene per convezione.
Materiali per i caloriferi

Materiali per i caloriferi

Impianti di riscaldamento - L?ultimo elemento che compone l?impianto di riscaldamento, cioè il radiatore, viene scelto non solo in base alle sue caratteristiche tecniche e prestazioni,
Manutenzione e accensione impianto riscaldamento

Manutenzione e accensione impianto riscaldamento

Impianti di riscaldamento - Per un corretto funzionamento dell'impianto, un buon rendimento dello stesso, con il conseguente contenimento della spesa energetica è importante la manutenzione.

Dimensionamento radiatori e caldaia

Impianti di riscaldamento - Raccogliendo informazioni sugli ambienti e sul tipo di radiatori da utilizzare è possibile stimare il numero di elementi necessari e scegliere anche la caldaia.

Radiatori Ecosostenibili

Impianti - Nuove tecnologie al servizio dell'ambiente mettono a disposizione per il riscaldamento delle abitazioni radiatori ecosostenibili, detti anche ecoradiatori.

Riaccensione dei termosifoni

Impianti - Una piccola lista di consigli per mantenere sempre efficiente il proprio impianto di riscaldamento con la semplice manutenzione dei caloriferi.

Radiatori in marmo

Impianti - Alimentati ad acqua o elettricita', diffondono calore in modo uniforme e si trasformano in complementi d'arredo.

Scelte Impianti Riscaldamento

Impianti - Diversi fattori influenzano la scelta di un impianto di riscaldamento al servizio di un edifici, tra questi la localizzazione dei manufatti ed il loro isolamento termico.

Manutenzione del calorifero

Fai da te - Per non arrivare impreparati al ritorno della stagione autunnale e all'uso del riscaldamento, qualche linea guida per la pulizia dei termosifoni domestici.
REGISTRATI COME UTENTE
306.891 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie