Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Riparazione facciate a carico proprio, il condominio fa l'indiano


Buongiorno.
Vorrei sottoporvi una situazione che si e verificata nel mio palazzo.
L'edificio è a forma di L.
Il mio appartamento occupa tutta la parte del gambo corto, forse occupa una superficie superiore a quella degli altri condomini, in quanto occupa tre lati.
Di mia proprietà anche la parte sinistra per tutta la larghezza delle stanze interne.
Dopo alcuni anni dall'acquisto si sono verificate sulla parete anteriore, su quella laterale destra e su quella posteriore, delle fessure sull'intonaco in corrispondenza degli attacchi dei mattoni di tamponamento.
Quando pioveva con violenza da queste fessure trafilava acqua all'interno.
La ditta costruttrice è intervenuta riverniciando le pareti con quarzo.
Dopo qualche anno le fessure si sono riaperte, la ditta ha di nuovo passato un quarzo, a loro detta, "particolare".
Anche questo non fermava l'acqua, fatte intervenire diverse ditte al fine di trovare una soluzione definitiva, mi è stato suggerito di rintonacare tutte le facciate, visto che l'intonaco dato all'inizio era di pochi millimetri, rifacendolo si doveva aumentare lo spessore portandolo ad un cm come minimo.
Altra soluzione era quella di ricoprire le facciate con l'applicazione del cappotto.
Visto che i preventivi erano quasi simili ho deciso per il cappotto.
Credendo che le mie facciate fossero da considerarsi condominiali anche perché sono quelle più in vista per chi vede l'edificio, pensavo che la spesa dovesse essere ripartita tra i condomini.
Per non sciupare i buoni rapporti ho inviato loro una lettera dove spiegavo il problema e le soluzioni da adottare e dicevo che mi accollavo interamente l'intervento.
Lasciando a loro carico gli eventuali futuri interventi alle parti condominiali.
Ricevuta la lettera nessuno dei destinatari non si e opposto ne si e dichiarato favorevole, anzi ora dicono di non ricordarsi della comunicazione, e che vi fossero dei lavori da fare.
Mi chiamerebbero a contribuire.
Chiedo ho sbagliato?
Se si dove?
Ho ragione mi devo ritenere tranquillo?
Grazie in attesa di un vostro riscontro.
Distinti saluti.
Paolo
  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Martedì 26 Luglio 2016, alle ore 15:31
    Buongiorno, è vero che le facciate sono da ritenersi condominiali, ma lei ha sbagliato quando ha fatto eseguire i lavori soltanto nelle "sue" facciate anticipando lei la spesa: infatti, i lavori condominiali andrebbero preventivamente discussi e approvati in assemblea, e le spese relative ripartite fra tutti con i millesimi generali.
    rispondi citando
  • vedoviola
    Vedoviola Ricerca discussioni per utente Arch-ily
    Martedì 26 Luglio 2016, alle ore 21:02
    Buongiorno, è vero che le facciate sono da ritenersi condominiali, ma lei ha sbagliato quando ha fatto eseguire i lavori soltanto nelle "sue" facciate anticipando lei la spesa: infatti, i lavori condominiali andrebbero preventivamente discussi e approvati in assemblea, e le spese relative ripartite fra tutti con i millesimi generali.
    Ho fatto eseguire i predetti lavori  perche tali problematiche riguardavano solo i muri perimetrali del mio appartamento.   Nessun altro si è accorto o ha  avuto i miei problemi  Quindi perche dovevo rifare anche le loro facciate  Vi sono proprietari che non ci tengono al decoro e alla salubrità della loro abitazione.   Quindi  dopo i vari interventi con vernice al quarzo che non sono stati risolutivi  Ho provveduto a fare il cappotto  tutti sapevano da tempo e quando ho inviato loro la lettera prima di inziare i lavori nessuno si è fatto vivo in un senso o nell'altro  Tutti hanno visto i lavori nessuno ha domandato nulla.  Trattasi di piccolo condominio di 4 proprietari  quindi , anche per non incidere sulle finanze degli altri che sono dei pensionati  ho eseguito i lavori a nmie spese  Dicendo che eventuali  lavori futuri sarebbero stati a loro carico   Capisco che la legge dice altre cose  pensavo di essere in un mondo di Onesti  se dovessero chiedermi dei soldi vedremo cosa fare.  Potevano almeno rispondere alla mia lettera invitandomi a seguire i dettami della legge  Avranno fatto i FURBI???????
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img stefanocipriani
Salve,il mio condominio (8 condomini) ha deliberato la pittura della facciata esterna solo per il piano terra in quanto nel resto della palazzina c'è la cortina.Una parte...
stefanocipriani 28 Febbraio 2016 ore 11:15 3
Img francee
Buona sera,abito in un condominio di tre piani per un totale di 12 inquilini, attualmente stiamo affrontando l'enorme spesa del rifacimento esterno, comunemente chiamato...
francee 06 Febbraio 2015 ore 22:37 1
Img stellina201
Salve,sono un inquilino di un immobile all'ultimo piano.Da qualche anno il piano terra e stato acquistato da un nuovo proprietario.Qualche mese fa ci ha presentato il conto della...
stellina201 05 Gennaio 2015 ore 22:31 1
Img leonecerv
Chi deve pagare e con quali quote millesimali le riparazioni acque di scolo dei box auto?...
leonecerv 22 Gennaio 2016 ore 12:54 3
Img tortellino
Buongiorno a tutti.Ho bisogno urgentemente di qualche informazione relativamente al riparto delle spese straordinarie nel mio caso.Sono proprietario di un garage in un condominio,...
tortellino 06 Ottobre 2015 ore 13:18 3
Notizie che trattano Riparazione facciate a carico proprio, il condominio fa l'indiano che potrebbero interessarti


Modifica dei criteri di ripartizione delle spese

Condominio - Nel condominio Alfa per lunghi anni, in ragion delle disposizioni contenute nel regolamento contrattuale, le spese per il riscaldamento sono state ripartite

Ripartizione delle spese legali nel caso di transazione

Condominio - Un condominio decide di promuovere una causa o di resistere ad un?avversa richiesta.Si pensi, per restare agli esempi più banali, alla necessità di

Facciata condominiale

Parti comuni - La facciata di un edificio in condominio dev'essere considerata parte comune a tutti i condòmini e di conseguenza tutti devono partecipare alle spese di conservazione.

Edificio e box autonomi, non sempre si può parlare di condominio

Assemblea di condominio - Edificio e boxes in condominio: quando si può parlare di unico complesso condominiale e quando invece sono entità autonome?

Ripartizione delle spese: muri e facciata

Ripartizione spese - I muri maestri e quelli perimetrali devono essere considerati parti comuni ai sensi dell'art. 1117 c.c.Ciò vuol dire che tutti i condomini ne saranno proprietari.

Balconi e terrazzi: manutenzione in condominio

Manutenzione condominiale - Quando balconi e terrazzi richiedono una manutenzione questi sono spesso oggetto di discussione nelle riunioni condominiali, e allora come vanno ripartite le spese a seconda dei casi?

730 precompilato: comunicazione delle spese di ristrutturazione del condominio

Fisco casa - L'Agenzia delle Entrate pubblica le istruzioni per inviare al Fisco i dati relativi alle spese effettuate per lavori di ristrutturazione nell'ambito condominiale

Le spese per la manutenzione del tetto

Ripartizione spese - Quali sono le norme cui fare riferimento ai fini della ripartizione delle spese in condominio nel caso d'interventi al tetto? La risposta nell'articolo 1123 C.C.

Impianto elettrico e ripartizione delle spese

Condominio - Una recente sentenza, resa dal Tribunale di Bari, ci consente di affrontare il tema della messa a norma degli impianti elettrici imposta dalla legge n.
REGISTRATI COME UTENTE
308.095 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Marazzi
  • Wienerberger