Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Passaggio da condominio minimo a condominio piccolo


Natanjesset
login
24 Febbraio 2018 ore 10:29 1
Buongiorno a tutti.
Possiedo un immobile inserito in un complesso condominiale di 8 unità.
Le altre 7 sono possedute dal medesimo proprietario (due persone fisiche che possiedono tutto al 50%).
Si tratta pertanto di un condominio minimo, essendo due soli proprietari con unanimità per le decisioni.
I due comproprietari hanno venduto un magazzino facente parte delle 8 unità al servizio di una abitazione, di piccole dimensioni ad una delle loro compagne, in questo modo ora siamo 3 proprietari (io, loro e la nuova proprietaria) e quindi il condominio è piccolo, con possibilità di nomina dell'amministratore di condominio e maggioranze non più all'unanimità ma come in un condominio ordinario.
Così facendo hanno nominato un amministratore di condominio che poi mi hanno detto farà la approvazione prima dei millesimi e del regolamento, poi di spese straordinarie per il fabbricato.
Posso appellarmi a qualcosa (ad esempio alla fittizia vendita che è stata fatta) o sono effettivamente fregato?
Le spese che vogliono fare sono effettivamente da fare perché il fabbricato ha problemi strutturali, ma io se possibile vorrei bloccare questa procedura che mi sembra un sopruso architettato ai miei danni.
Se qualcuno ha qualche suggerimento...
  • manuelamargilio
    Manuelamargilio Ricerca discussioni per utente
    Domenica 25 Febbraio 2018, alle ore 09:00
    Gentile Utente, facciamo innanzitutto un po' di chiarezza sui concetti di condominio minimo e condominio piccolo.La costituzione di un condominio minimo avviene di fatto in presenza di due condomini (due proprietari anche se in presenza di più unità immobiliari). Ad esso si applicano, come per tutti gli altri condomini, le norme in materia previste dal codice civile sul Condominio di Edifici, purché siano compatibili con la presenza di soli due proprietari e vi siano parti comuni da gestire. Inevitabilmente le decisioni prese dall’assemblea dovranno essere all’unanimità. I limiti numerici previsti dalla legge (più di 8 condomini), riguardano l’obbligatorietà della nomina dell’amministratore. In presenza dunque di un condominio non più minimo ma semplicemente piccolo, non è obbligatorio l'intervento di un amministratore. L'eventuale nomina avverrà con la costituzione dell’assemblea nel rispetto delle norme di leggi. In tal caso ci si dovrà adeguare alle decisioni prese.
    In ordine alla vendita, non mi pare, ci siano gli elementi per contestarne la validità, almeno in mancanza di ulteriori informazioni.
    I migliori saluti.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img marco.raffa
Buongiorno,ho intenzione di rivestire la mia casa con un "cappotto" isolante.La casa è isolata ed è costituita da due alloggi regolarmente accatastati.Entrambi sono...
marco.raffa 10 Settembre 2015 ore 12:21 3
Img maxz
Salve, l'argomento per il quale chiedo cortesemente aiuto è la normativa dettagliata per usufruire delle agevolazioni fiscali ristrutturazioni edilizie, caso del...
maxz 14 Marzo 2017 ore 18:51 4
Img atty179
Buongiorno,abito in una villetta quadrifamiliare e non abbiamo il condominio, ma dividiamo le spese in parti uguali.Poiché abbiamo un contatore elettrico per le utenze...
atty179 08 Settembre 2016 ore 15:55 1
Img g.angeloni69@gmail.com
Buongiorno a tutti, posso usufruire dei limiti di spesa previsti per i lavori condominiali (136000 eur ad appartamento), e un recupero fiscale dell'85% del totale, per lavori che...
g.angeloni69@gmail.com 25 Luglio 2019 ore 13:36 4
Img realefrancesco80@gmail.com
Buongiorno, vi scrivo per chiedervi una info: vorrei acquistare una villetta composta da due appartamenti e vorrei intestarne uno a mio figlio che è ancora minore ed uno...
realefrancesco80@gmail.com 01 Agosto 2019 ore 08:29 1
Notizie che trattano Passaggio da condominio minimo a condominio piccolo che potrebbero interessarti


Bonus ristrutturazioni per il condominio minimo: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Possibile per i condomini di un condominio minimo portare in detrazione le spese per lavori di ristrutturazione su parti comuni. Cosa dice l'Agenzia delle Entrate

Condominio minimo: spese urgenti e rimborso

Ripartizione spese - Nel condominio minimo, così come in una normale compagine, le spese urgenti possono essere rimborsate solamente nel rispetto dell'art. 1134 cc.

Il condominio minimo è un condominio a tutti gli effetti

Condominio - Esiste un numero minimo di persone superato il quale si applicano le norme sul condominio? Cosa accade per i condomini minimi, cioè con due soli partecipanti?

L'amministratore da chi viene nominato per un piccolo condominio?

Amministratore di condominio - Quando il numero dei condomini, ossia dei proprietari delle unità immobiliari, è pari a cinque, o superiore, l'assemblea deve nominare un amministratore, se l'assemblea non provvede, la nomina è fatta dall'autorità giudiziaria.

Condominio 4.0: un convegno sulle nuove opportunità relative al mondo condominiale

Leggi e Normative Tecniche - Condominio 4.0: un convegno organizzato da Harley&Dikkinson a Roma per fare una analisi su tutte le opportunità lavorative relative alla gestione condominiale.

Condominio minimo, condominio parziale e supercondominio: quali differenze?

Parti comuni - Condominio minimo, condominio parziale e supercondominio sono tre tipologie di condominio che presentano caratteristiche specifiche. Ecco quali sono le differenze

Condominio minimo e spese di manutenzione

Ripartizione spese - In tema di spese di manutenzione nell'ambito del condominio minimo, la riforma del condominio ha confermato quanto già si faceva: si applicano le norme condominiali.

Condominio minimo: come calcolare e approvare le tabelle millesimali

Tabelle millesimali - Tabelle millesimali, strumento necessario per il corretto funzionamento dell'assemblea e la ripartizione delle spese: servono anche nel caso di condominio minimo?

Condòmini sempre più esposti ai creditori del condominio

Parti comuni - Qualora i creditori del condominio siano insoddisfatti sono pignorabili le quote del singolo condomino anche se non moroso. Le novità della Corte di Cassazione.
REGISTRATI COME UTENTE
317.534 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE