Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Trasmettere all enea i dati della certificazione energetica in ritardo per negligenza professionisti


Per una serie di negligenze e malintesi con il certificatore scopro in questi giorni che egli ha prodotto nel 2013 la certificazione energetica della mia casa ristrutturata in maniera radicale (tra l'altro è stato applicato il cappotto termico, sostituiti i serramenti ed impianto termico/climatizzazione) senza poi aver tramesso i dati all'ENEA entro i 90 giorni.
Prima domanda: va da sé che la certificazione energetica comprenda anche la comunicazione all' ENEA da parte del certificatore?
Perchè me ne sono accorto solo ora?
Mi hanno telefonato dal patronato dove porto a fare il mio modello 730 dicendo che è in corso una verifica sul mio dossier e così si sono accorti di questa mancanza.
Seconda domanda: i patronati accettano le nostre richieste di rimborso dopo una meticolosa analisi dei documenti.
Se fanno partire la pratica, significa che hanno valutato che non mancava niente e che si sono presi la responsabiltà della correttezza della stessa, non è così?
In caso di "grane" io sono in qualche modo tutelato?
Risponde il patronato?
Purtroppo immagino che sarà compito mio sanare gli eventuali problemi e per prima cosa vorrei sapere se e come si possono tramettere i dati all'ENEA dopo oltre un anno.
Ringrazio moltissimo chi mi sa rispondere.
Max
Modificato il 12 Novembre 2014 ore 20:17
  • minerva.
    Minerva. Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 12 Novembre 2014, alle ore 22:16
    Non c'è alcun dubbio che la responsabilità di tutto ricada su di te, anche se ti sei fidato di professionisti.
    Prova a chiedere al patronato se è possibile fare una remissione in bonis.
    rispondi citando
  • maxdestri
    Maxdestri Ricerca discussioni per utente Minerva.
    Giovedì 13 Novembre 2014, alle ore 00:22
    Non c'è alcun dubbio che la responsabilità di tutto ricada su di te, anche se ti sei fidato di professionisti.
    Prova a chiedere al patronato se è possibile fare una remissione in bonis.
    Grazie, chiederò. Intanto però, cercando su Google, leggo che

    "Analogamente a quanto previsto per il ravvedimento operoso, la cui disciplina è contenuta nell’articolo 13 D.Lgs 472/1997, la possibilità di accedere alla remissione in bonis è preclusa qualora la violazione sia stata constatata o siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di accertamento delle quali l’autore dell’inadempimento abbia avuto formale conoscenza.".

    Temo che la verifica sui miei documenti sia già in atto.
    rispondi citando
  • simonegiuntoli
    Simonegiuntoli Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 13 Novembre 2014, alle ore 00:59 - ultima modifica: Giovedì 13 Novembre 2014, alle ore 01:02
    Se i documenti li hai chiesti al certificatore dovresti avare gli originali, come previsto dalla legge, tra l'altro l'allegato E con il totale delle spese sostenute lo dovresti aver firmato anche te all'epoca.
    In questo caso non dovresti avere grossi problemi.
    I documenti tecnici non vanno allegati al 730, al quale vanno invece allegate le fatture, quindi il patronato non ha colpe, ad ogni modo, se non erro, il 730 lo controlla e lo firma il contribuente prima dell'invio. Giusto?
    Saluti
    rispondi citando
  • maxdestri
    Maxdestri Ricerca discussioni per utente Simonegiuntoli
    Giovedì 13 Novembre 2014, alle ore 15:58
    Se i documenti li hai chiesti al certificatore dovresti avare gli originali, come previsto dalla legge, tra l'altro l'allegato E con il totale delle spese sostenute lo dovresti aver firmato anche te all'epoca.
    In questo caso non dovresti avere grossi problemi.
    I documenti tecnici non vanno allegati al 730, al quale vanno invece allegate le fatture, quindi il patronato non ha colpe, ad ogni modo, se non erro, il 730 lo controlla e lo firma il contribuente prima dell'invio. Giusto?
    Saluti
    Non l'ho detto prima, ma mi ritrovo con certi problemi di salute che mi costringono a passare molto tempo su di una sedia a rotelle ed è questo il motivo per cui delego quasi ogni cosa ad altri e poi non ne vorrei più sapere.

    Tu, per "l'allegato" intendi la comunicazione all' ENEA? Quello non esiste proprio.
    Se il patronato non ha colpe, meglio così. Oggi mi hanno consigliato di aspettare che l'Agezia delle Entrate faccia le sue vrifiche e poi eventualmente chiedere un colloquio per vedere se si trova una soluzione "umana". Per il resto, mi dicono, la documentazione è perfettamente in regola.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img fra1978
Devo spostare un calorifero su una parete adiacente con sostituzione dell'elemento stesso ma garantendo lo stesso apporto calorico quindi senza rilascio di nuova certificazione...
fra1978 13 Ottobre 2014 ore 15:07 1
Img carola54
Buongiorno,devo affittare un negozio di mia proprietà e non ho la certificazione energetica ma solo una dichiarazione di conformità dell'impianto.Sapete dirmi se...
carola54 11 Aprile 2014 ore 16:59 1
Img dr_capins
Volevo chiedere una cortesia a chi è in grado di darmi questo dato:Dal mio A.P.E. risulta un EPi Invol di 102, vivo a Perugia (zona climatica E) ed ho un'abitazione di...
dr_capins 11 Febbraio 2015 ore 16:10 3
Img 64brunica
Buon giorno,in prossimità di lavori straordinari e rientranti nella detrazione del 65%, chiedo in ipotesi se il mandatario non dovesse effettuare pagamenti alla ditta...
64brunica 21 Dicembre 2015 ore 11:41 2
Img estermaria
Buona sera,sono a chiedere gentilmente una precisazione, se possibile avere.L'appartamento è intestato al 50% fra me e mio marito.Sono state eseguite spese di...
estermaria 03 Febbraio 2016 ore 21:58 6
Notizie che trattano Trasmettere all enea i dati della certificazione energetica in ritardo per negligenza professionisti che potrebbero interessarti
Comunicazione Enea: slitta ad aprile il termine per l'invio dati bonus casa

Comunicazione Enea: slitta ad aprile il termine per l'invio dati bonus casa

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Slitta la scadenza per la trasmissione all'Enea dei documenti relativi a lavori di ristrutturazione che comportino un risparmio energetico o energia rinnovabile
Ritardo nella comunicazione Enea: l'Ecobonus resta valido

Ritardo nella comunicazione Enea: l'Ecobonus resta valido

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Che succede se si presentano i documenti all'Enea oltre il termine di 90 dalla fine dei lavori? L'Ecobonus non può essere messo in discussione. Vediamo perché.
Ecobonus 2018: è attivo il portale online di Enea per la trasmissione dati

Ecobonus 2018: è attivo il portale online di Enea per la trasmissione dati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il portale online dell'Enea è attivo. Possibile effettuare la trasmissione dei dati per fruire dei benefici fiscali per interventi di riqualificazione energetica

Enea: pronto il sito per l'invio dei dati su ristrutturazioni con risparmio energetico

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Al via il portale dell'Enea per poter trasmettere la comunicazione relativa ai lavori di ristrutturazione aventi finalità di risparmio energetico. Ecco le novità

La mancata comunicazione ENEA non può essere causa di perdita della detrazione 65%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Una sentenza della Commissione Tributaria Regionale di Milano ha chiarito il caso di un contribuente che aveva dimenticato di inviare la comunicazione ENEA.

Come risolvere errori commessi negli adempimenti per la detrazione 65%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Tra gli adempimenti per la detrazione sul risparmio energetico, gli errori più comuni riguardano le fatture, i pagamenti e l'invio della comunicazione all'Enea.

La scheda informativa per la detrazione per riqualificazione energetica

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'invio della scheda informativa è uno degli adempimenti previsti dalla legge per ottenere le detrazioni per le riqualificazioni energetiche. Di cosa si tratta?

Detrazioni 55% e fotovoltaico

Normative - La Risoluzione 12/E del 7 febbraio 2011 dell'Agenzia delle Entrate chiarisce l'applicabilita'  delle detrazioni Irpef del 55% agli impianti fotovoltaici termodinamici, per quanto riguarda la produzione di energia termica ed acqua calda.

Comunicazione ENEA per bonus ristrutturazione: quando è obbligatoria?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La comunicazione ENEA è necessaria solamente per alcuni degli interventi edilizi e tecnologici che beneficiano della detrazione per le ristrutturazioni edilizie
REGISTRATI COME UTENTE
305.714 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Weber
  • Faidatebook
  • Internorm
  • Vimec
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI