Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

L'impresa edile inadempiente non sgombera cantiere dopo la chiusura lavori


Salve,
sono nuova in questo forum, ma ho avuto modo di notare come tempestivamente vengano fornite ottimi consigli così vi scrivo ciò che mi sta succedendo sperando in un vostro confronto e aiuto.
Sono Architetto e Direttore dei Lavori in un cantiere che ha previsto una ristrutturazione totale di un rudere da RuraCivile Abitazione.
Con l'impresa edile dopo scrittura privata di contratto congiuntamente a preventivo computo metrico redatto nei minimi dettagli abbiamo iniziato i lavori nel Maggio 2016, questi si sono svolti tranquillamente, senza controversie e ad effettiva regola d'arte, la committenza ha pagato sempre i SAL previsti e SAL straordinari sempre in accordo tra Impresa DL, sottoscritta, e Committenza appunto.
I lavori di ristrutturazione sono stati documentati passo passo vista la richiesta di un mutuo a SAL bancario, interagendo con Il tecnico della banca che puntualmente veniva a fare il sopralluogo e controllava il riscontro contabile dei lavori effettuati.
Il 27/11/2016 in previsione della successiva chiusura lavori avvenuta il 29/11/2016, ho fatto il punto della situazione con Ing. committenza e Impresa, elencando i lavori eseguiti e contabilizzando l' ultimo SAL a saldo dell'impresa Edile.
Stabilendo di pagare il tutto entro il 16 dicembre e comunque dopo il sopralluogo del tecnico bancario, mentre accettando in fiducia che la pulizia del cantiere con gli ultimi ritocchi e lo sgombero dello stesso venissero fatti entro il 22/12/2016.
Tutti sono stati saldati, idraulico elettricista, ingegnere, impresa edile, insomma una committenza che averne al giorno d'oggi.
L' impresa edile però dopo aver sottoscritto la contabilità e i termini non si è più fatta viva......
i Lavori sono stati chiusi il 29/11/2016 con successivamente ne medesimo giorno il modulo di abitabilità (che per altro ha firmato e timbrato la ditta il 27/11 visto l'ultimazione delle opere).
La banca ha erogato i soldi il 16/12/2016 che era un venerdì...il bonifico la committenza lo ha potuto fare in banca (per la detrazione) solamente il 21 (4 gg dopo) premesso che era a saldo ed erano circa 17'000 mila euro su 178'000 gia pagati......
Ora la ditta dopo il 27/11 non ha mai più risposto, non si è più presentata e non ha sgomberato il cantiere. Dice che si è arrabbiata per 4 gg di ritardo nel pagamento...ma sia io che l'ingegnere che la committenza stessa avevamo provato a chiamare senza risposta alcuna per avvertire di questo disguido di due giorni, ma nessuna risposta.
L'impresa se ne è uscita che voleva fare il blocco cantiere con una mail, mandata alle una di notte.....ma dal 29/11 i lavori sono finiti e appunto il 21/11 l' impresa saldata...l'unica inadempienza che c'è è appunto da parte dell'impresa che non ha sgomberato nei termini e neanche ad oggi.
Sono state inviate svariate mail, anche perché tutti gli attrezzi sono nella proprietà privata e abbiamo scritto unitamente all'ingegnere e alla committenza che non ci prendevamo la responsabilità.... come possiamo fare a farla sgomberare?????
inoltre in una ultima mail l impresa ha scritto che vuole il contraddittorio della contabilità perché dopo il 29/11/2016 (chiusura lavori) sostiene di aver fatto altri lavori, fatto non veritiero perché non si sono più ripresentati e comunque da contratto andrebbe(come sempre fatto) stabilito prima i lavori extra capitolato...
che contraddittorio vuole se al 27/11 abbiamo tutti insieme firmato i lavori mancanti da saldare?
Sono disperata.... tra l'altro ho sempre lavorato con questa impresa e non riesco a capire cosa c'è sotto.... perché sembra che il titolare dell'impresa (formata soltanto da due fratelli) non ha mai creato beghe........
Ringraziandovi attendo vostri confronti in merito,
vi auguro buona giornata
Noemi

  • lucag1979
    Lucag1979 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 17 Gennaio 2017, all or 17:07
    Per quanto scrivi mi pare che quelli dell'impresa abbiano bisogno di essere affrontati a brutto muso per capire che accampano pretese a dir poco assurde!
    Io ti consiglio, di dare ai proprietari l'indicazione di far scirvere all'impresa ad un legale, per quanto mi dici secondo me ci sono gli estremi per un'azione risarcitoria connessa al disagio arrecato dalla presenza di materiale. 4GG di ritardo non possono in alcun modo giustificare un'azione del genere, nè tanto meno ipotetici lavori mai eseguiti.
    rispondi citando
  • pasquale
    Pasquale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 17 Gennaio 2017, all or 18:49
    Da quanto letto l'impresa ha in ostaggio il Committente e l'opera eseguita per estorcere somme extracontrattuali, mai richieste prima e mai documentate, accettando i Sal senza apporre riserva alcuna. La detenzione del cantiere non ha motivo di esistere quand'anche le ritenute a garanzia Le sono state ristorate. Non ci sono gli estremi dettati dalla sentenza 7700 del 21 agosto 1996 quando la Corte di Cassazione ha affermato che l'appaltatore, fino alla consegna dell'opera al committente, ha il possesso dell’opera e come tale deve considerarsi detentore qualificato del cantiere.
    E comunque, nelle more della citata sentenza, "la ragione alla detenzione del cantiere viene meno quando l'impresa esecutrice "abbandona" il cantiere stesso in quanto l’opera è stata ultimata". In questo specifico caso la detenzione non ha piu’ diritto di sussistere visto che in quel momento l'impresa esecutrice ha già maturato il diritto a riscuotere il corrispettivo, diritto che potrà far valere in idonea sede.
    Va intimata a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, con tempi certi, lo sgombero dell'ex area di cantiere di materiali ed attrezzature, diversamente sarà un onere del Committente farlo con l'addebito delle spese oltre ai danni subìti e subendi.
    rispondi citando
  • noemisecci
    Noemisecci Ricerca discussioni per utente
    Martedì 17 Gennaio 2017, all or 20:53
    Ringrazio per le risposte, intimeremo lo sgombero ahimè a carico della committenza che si rivarrà in secondo momento, oltre a una preventiva perizia sullo stato attuale di mezzi, ponteggi e baracca, documentata nei dettagli da foto, vorrei però sapere essendo in proprietà privata se devono essere avvertiti anche i vigili e quali sono in caso i depositi dove far trasportare tali materiali. La ditta ovviamente vuole estorcere denaro sulla base di niente in quanto dalla ultima sua mail ha inviato la contabilità dei lavori effettuati ed emesso fattura a sal fine lavori pagata già dalla committenza, ora si inventa che ha effettuato lavori in più mai richiesto ma sopratutto inerenti al periodo iniziale della ristrutturazione !!!!! Aiutatemi vi prego sono alle prime armi con i contenziosi in cantiere!!!! Ringraziandovi anticipatamente noemi
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img stefifly
Buonasera a tutti,sono incappata in una situazione alquanto spiacevole.Ho aperto una CIAL con direttore lavori e ingegnere sicurezza.I lavori di muratura, idraulica ed elettrici...
stefifly 13 Maggio 2014 ore 22:08 1
Img lamarck
Buonasera a tutti. Vorrei un consiglio su uno tra i vari problemi che affliggono i lavori nel mio nuovo appartamento. Il muratore e il geometra sono due settimane che ragionano...
lamarck 31 Gennaio 2019 ore 00:12 2
Img s117982
Buongiorno a tutti, riepilogo brevemente il punto: ho affidato la ristrutturazione completa del mio appartamento ad un'impresa che si sta rivelando giorno dopo giorno poco precisa...
s117982 22 Luglio 2017 ore 15:43 3
Img francescoamb
Mi interessa sapere se il direttore dei lavori - ch'è pure collaudatore - è obbligato per legge a rilasciare relazione finale.Vi sarò grato se...
francescoamb 23 Giugno 2015 ore 22:15 2
Img ireneabeni
Buongiorno, ho bisogno di voi perché totalmente inesperta!!La situazione è questa: io e il mio compagno stiamo ristrutturando la casa di mio suocero che in...
ireneabeni 06 Dicembre 2016 ore 21:14 1
Notizie che trattano L'impresa edile inadempiente non sgombera cantiere dopo la chiusura lavori che potrebbero interessarti


Contabilità lavori

Restauro edile - La contabilità di cantiere comprende varie operazioni tecniche e contabili per il regolare pagamento all'impresa degli importi pattuiti per l'esecuzione dei lavori

SAL: Stato Avanzamento Lavori

Restauro edile - Gli Stati di Avanzamento dei Lavori, emessi periodicamente dal Direttore dei Lavori, sono fondamentali per liquidare gli importi pattuiti all?impresa esecutrice.

Direttore dei lavori

Restauro edile - Il Direttore dei Lavori è incaricato dal committente di verificare l'esecuzione delle opere a regola d'arte e la loro effettiva conformità al progetto autorizzato.

Registro di contabilità

Restauro edile - Il registro di contabilità è uno strumento fondamentale per riassumere l'intera contabilizzazione del cantiere ed emettere gli stati di avanzamento dei lavori.

Libretto delle misure

Restauro edile - Il libretto delle misure si usa negli appalti per le opere pubbliche, per tenere traccia di tutti lavori effettivamente svolti, con relativi prezzi e quantità.

Diagramma di Gantt per opere private

Progettazione - La gestione di un cantiere edile, si sviluppa a seguito di numerosi fattori e variabili che possono essere analizzati mediante un adeguato sistema di controllo.

Pubblicato il regolamento attuativo del Codice Appalti su direttore dei lavori ed esecuzione

Leggi e Normative Tecniche - Approvato il decreto di attuazione del Codice degli Appalti che disciplina le funzioni di direttore dei lavori e direttore dell'esecuzione. Vediamo cosa prevede

Il direttore lavori è responsabile degli abusi edilizi

Leggi e Normative Tecniche - Una sentenza della Corte di Cassazione ha ribadito le responsabilità del direttore dei lavori in caso di opere eseguite in difformità dal permesso di costruire.

Vigilanza sui cantieri edili per prevenire fenomeni di furto

Normative - La sorveglianza di un cantiere edile, necessaria per prevenire incidenti o altri effetti indesiderati, coinvolge e responsabilizza tutti i soggetti coinvolti.
REGISTRATI COME UTENTE
318.370 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//