Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Scala in cemento armato


Salve a tutti.
A breve dovrei costruire una scala in cemento armato nella mia casetta di campagna.
Sono ben informato sulla burocrazia varia, ma non sono informato molto dal punto di vista tecnico, per cui vi scrivo senza alcun indugio e colgo così occasione per informarmi su come si traccia.
Mi farò aiutare da qualche carpentiere esperto, ma intanto vorrei comprendere la faccenda, almeno dal punto di vista teorico.
Fatta questa premessa, comincio col dirvi che nel web ho un pochino spulciato e ho letto pareri un pochino discordanti:
c'è chi dice che se prima non hai le quote finite dei due piani che intendi collegare mediante scala, la medesima non la puoi tracciare, o meglio la si può tracciare ma è più probabile che si commettano errori madornali i quali saranno evidenti al momento di rivestire sia i piani sia la scala; c'è invece chi dice che nonostante siano presenti solamente le quote grezze, i solai, la scala la si può tracciare lo stesso e non parla di alcun errore.
Scusate se mi sono dilungato, ma il nocciolo della questione è:
Una scala in cemento armato la si può tracciare anche se le due quote finite dei due piani non esistono ancora?
Se non abbiamo le quote finite dei due piani, si può tracciare la scala considerando come dislivello i due solai?
Se la risposta è si, vi chiedo cortesemente di spiegarmi eventualemente, magari con qualche esempio, come si fa affinché non emergano errori al momento di rivestire i piani e la scala.
Ringrazio già a priori per un eventuale chiarimento...


Modificato il 31 Gennaio 2015 ore 19:18
  • gil86
    Gil86 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 31 Gennaio 2015, alle ore 19:55
    Ciao,  innanzitutto la scala dovrebbe essere già stata calcolata nel progetto, nel quale dovrebbe essere stata rappresentata sia in pianta che in sezione, in modo da sapere con esattezza le dimensioni di alzata e pedata dei vari gradini ed il numero degli stessi e lo sfalsamento nel caso in cui si tratti di una scala a due rampe.

    questi articoli potrebbero esserti d'aiuto 

    https://www.lavorincasa.it/progettare-una-scala-interna/

    https://www.lavorincasa.it/ingombro-scala/

    https://www.lavorincasa.it/sfalsamento-nelle-scale/


    i
    n ogni caso io ti consiglio di definire prima il dislivello da superare e poi iniziare con la scala perché in corso d'opera potrebbe sempre esserci qualche errore che potrebbe farti cambiare il dislivello.

    ciao a presto
    rispondi citando
  • fertyn
    Fertyn Ricerca discussioni per utente Gil86
    Domenica 1 Febbraio 2015, alle ore 12:03 - ultima modifica: Domenica 1 Febbraio 2015, alle ore 12:08
    ciao,  innanzitutto la scala dovrebbe essere già stata calcolata nel progetto, nel quale dovrebbe essere stata rappresentata sia in pianta che in sezione, in modo da sapere con esattezza le dimensioni di alzata e pedata dei vari gradini ed il numero degli stessi e lo sfalsamento nel caso in cui si tratti di una scala a due rampe.

    questi articoli potrebbero esserti d'aiuto 

    https://www.lavorincasa.it/progettare-una-scala-interna/

    https://www.lavorincasa.it/ingombro-scala/

    https://www.lavorincasa.it/sfalsamento-nelle-scale/


    i
    n ogni caso io ti consiglio di definire prima il dislivello da superare e poi iniziare con la scala perché in corso d'opera potrebbe sempre esserci qualche errore che potrebbe farti cambiare il dislivello.

    ciao a presto
    Grazie che sei intervenuto, ma continuo a non capire, non mi dici nulla di nuovo, cosi non mi dice nulla di nuovo i documenti che tu mi hai allegato.
    Io non mi permetterei di offendere la tua intelligenza, ma è chiaro che a volte nel virtuale si può un pochino comprendere male il problema che un utente cerca di esporre, nessun problema perché siamo qui per chiarire ogni sorta di problemi.
    Tu parli di definire prima il dislivello, e qui io sono d'accordo, ma non mi dici nulla di nuovo perché questo già lo so, quello che non so è tra cosa ? Tra i solai grezzi o tra le quote dei pavimenti finiti dei due piani ? è questo il dilemma.

    Per aiutarti a capire, cerco di farmi capire un pochino meglio, con qualche esempio.
    Allora abbiamo 2 piani, inferiore che chiameremo A e superiore  che chiameremo B, e li dobbiamo collegare mediante una scala di cemento armato. Bene.
    Nei due piani ci sono le due solette grezze e ancora non sono state definite le quote dei pavimenti al finito, quote che delimitano lo spessore del massetto, del collante e del rivestimento futuro.
    Bene, siamo sempre al punto di partenza, mi dispiace ma quello che cortesemente vorrei capire è:

    La scala in cemento armato la si può tracciare considerando i 2 solai come dislivello oppure no ?
    Oppure deve essere tracciata a tutti i costi( dico a tutti i costi per non sbagliare  immagino) considerando come dislivello le due quote dei pavimenti finiti ?....quote dei pavimenti finiti che si delimitano e si realizzano con il famoso +100 e comprendono lo spessore del massetto, del collante e del rivestimento.

    Cioè come stanno le cose ?
    Scusami se ho dovuto ripetere la domanda, non voglio peccare di prsunzione, se le ho ripetute è per far emergere i miei dubbi i quali forse non sono stati compresi del tutto...può succedere visto che si interagisce nel virtuale.
    Spero che qualcuno non si offendi e che comprenda il motivo di questo ripetere, se i miei dubbi fossero chiariti non ripeterei le domande a rigor di logica, per cui perdonami se puoi.
    Spero che ora tu sappia quali sono le cose che non ho capito
    ...
    Un saluto.
    rispondi citando
  • gil86
    Gil86 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 1 Febbraio 2015, alle ore 15:58
    Ciao,

    nessuna offesa ma mi pare ovvio che quando parlo di dislivello tra A e B intendo al completo del rivestimento mi pare assudo costruire una scala senza sapere la quota alla quale dovrò arrivare.( compresa di spessore solaio+ massetto+ pacimento)
     
    Inoltre devi considerare anche il rivestimento della scala perché una cosa è una scala con pedata in marmo che ha uno spessore, una cosa è un'altro tipo di rivestimento. 

    ti ripeto il disegno di massima per definire il numero di gradini deve tenere conto di tutte queste cose e le quote vanno considerate al finito, altrimenti poi non ti ritrovi con l'attacco scala al piano di smonto.

    Spero di essere stata più chiara

    ciao a presto
    rispondi citando
  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 2 Febbraio 2015, alle ore 10:56
    Vorrei fare una precisazione spero ovvia e del tutto superflua: la scala in C.A. (con i disegni esecutivi dei ferri) va progettata e calcolata da un TECNICO ABILITATO ISCRITTO ALL'ALBO, e che sia ARCHITETTO O INGEGNERE (non geometra).
    rispondi citando
  • fertyn
    Fertyn Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 2 Febbraio 2015, alle ore 11:21
    @Gil86: si, ora mi è tutto chiaro e cristallino.

    @Arch-ily: si, la tua precisazione la condivido, però non ho chiesto delucidazioni a riguardo perché quello che tu dici già lo so, qui volevo sapere qualcosa circa l'aspetto pratico del tracciamento, è ovvio che per la quantità dei ferri ecc. ci vuole un professionista che non sia un carpentiere semlice.


    Grazie per le delucidazioni.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img marieantoniette
Buongiorno a tutti,io e il mio compagno vorremmo demolire la scala a chiocciola nella nostra casa di proprietà, e costruirne una nuova di tipo lineare collocandola in una...
marieantoniette 02 Novembre 2015 ore 11:45 1
Notizie che trattano Scala in cemento armato che potrebbero interessarti


Rivestire una scala

Ristrutturazione - I costi dei materiali e delle maestranze specializzate rendono onerosa la spesa per rivestire una scala: vediamo come operare in economia ed estetica.

Impianti in case con scale

Impianti - Il comfort termico di una casa su più livelli è spesso alterato e modificato dalla presenza della scala di collegamento e del vano in cui essa è sviluppata.

Forma delle scale

Scale - Le scale sono gli elementi architettonici che lasciano ampio spazio alla fantasia del progettista, la scelta della forma però è fondamentale, vediamo perchè.

L'ingombro della scala

Scale - Quando un'unità immobiliare si sviluppa su veri livelli deve essere collegata con delle scale interne, che possono essere di differenti tipologie e materiali.

Termini per le prestazioni degl'impianti termici

Impianti di riscaldamento - La descrizione delle prestazioni dei generatori termici implica l'impiego dei termini "Temperatura" e "Calore", quest'ultimo indicativo dell'energia presente in un corpo.

Scale interne minimaliste

Progettazione - Le scale minimal svolgono una doppia funzione: quella di collegare più ambienti, posti a diverse altezze, e quella di arredare una spazio all'insegna della semplicità.

Manutenzione delle scale prefabbricate

Ristrutturazione - Come ottimizzare l'uso delle scale con una buona manutenzione.

Scale da ampliare

Scale - La descrizione di una idea progettuale per realizzare l'ampliamento di una scala esistente a servizio di una nuova unità abitativa da realizzarsi in sopraelevazione.

Come progettare le scale

Scale - Ecco una descrizione delle principali tipologie di scale, sia da interni che da esterni; alcune regole generali e consigli per una loro corretta progettazione.
REGISTRATI COME UTENTE
311.058 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE