Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2017-01-02 20:45:22

Consiglio termostufa: thermorossi vs klover 3-0!


Ozzyno
login
12 Marzo 2007 ore 18:37 36
Ciao a tutti vi spiego la situazione...

voglio aiutare gli utenti che intendono installare una termostufa o termocucina disinteressatamente, perché come sapete bene, ho scritto varie volte sull'argomento ho installato nel mio appartamente una termocucina Klover di cui sono soddisfatto a metà.

Mi spiego meglio per far funzionare bene la Klover devo bruciare molta legna ed in poco tempo, quindi aprendo completamente l'aria ed è una sofferenza perché la devo seguire ogni ora senza tregua è come avere un bambino in casa e muovi la brace sennò la fiamma cala e i termosifoni si vanno a far benedire, praticamente diventa un lavoro... ogni poco devi metter legna,

mia sorella due mesi dopo di me, se l'avesse acquinstata prima mannaggia!, ha intallato la Thermorossi bosky f25 che è veramente una bomba! consuma pochissimo ha la caldaia sopra 70° con pochissima fiamma, ragazzi è vero vi giuro, io mi son mangiato le mani quando l'ho vista funzionare non ci volevo credere, lei mette un tronchetto alla volta che gli dura 2 3 ore incredibile amici, io per avere lo stesso risultato devo avere una gran fiamma e mettere minimo 7 8 pezzi alla volta...

secondo me il loro sistema è superiore e di gran lunga, vi assicuro che non mi hanno assunto alla thermorossi è un consiglio che mi sento di darvi perché anch'io prima di acquistare mi sono svenato e poi ora mi sono accorto che c'è decisamente di meglio anche se l'estetica lascia molto a desiderare...
a dimenticavo la casa di mia sorella è dieci metri quadri più grande della mia e sui termosifoni non si tiene la mano da quanto scottano...

anche questa volta non ho indovinato l'aquisto... e vabbè...
Ciao a tutti!!!
  • pablo55
    Pablo55 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 12 Marzo 2007, alle ore 19:27
    Perché non valutare una stufa "caldo alternativo" , và sia a pellet che a nocciolino.
    ciao

  • giorgio1072
    Giorgio1072 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 13 Marzo 2007, alle ore 12:03
    Ciao.. grazie per le informazioni.. io sono in fase di ristrutturazione di un 'abitazione di circa 150 mq ed ero intenzionato a mettere una termocucina o un termocamino.. io sono più per il termocamino mi sembra che abbia rendimenti migliori e più autonomia.. mentre la mia ragazza preferirebbe la termocucina perché ci vuole anche cucinare sopra.. ho girato anche io un pò su internet e avevo valutato le tue stesse termocucine (klover e thermorossi) esteticamente è più bella la prima però non le ho ancora viste dal vero.. se però tu mi dici che c'è molta diversità in resa... mi puoi dare ulteriori dati per capire la validità di queste stufe mi dici quanto è grossa la tua casa dove vivi e se riesci a riscaldare interamente con la termocucina hai abbinato una caldaia che penso funzioni solo la notte..
    ti ringrazio se mi puoi dare ulteriori notizie tecniche sull' utilizo resa e durata carica..
    inoltre se altri hanno ulteriori informazioni anche su quale tipo di riscaldamento abbianare alla termocucina nel moemtno in cui la termocucina sia spenta..

    ciao e grazie a tutti...

  • marcocinalli
    Marcocinalli Ricerca discussioni per utente
    Martedì 13 Marzo 2007, alle ore 16:12
    X ozzyno:

    "qualcuno" ha cercato di dire qualcosa (per quanto si possa dire in queste situazioni...)
    http://www.lavorincasa.it/helpcasa/viewtopic.php?p=12440&highlight=offtopic#12440
    però...
    marcocinalli sei Off-Topic

    si sta parlando di Klover Termocucina o termostufa e non di termocamini le domande poste da boooxer sono altre quindi...

    Tralaltro la Klover ha dei rendimenti superiori ai classici termocamini mercury che proponi....
    la termodinamica è la stessa e le prove di laboratorio sono pressochè le stesse per cui sì, con le dovute differenze...
    e poi

    X marcocinalli

    senti il rendimento della termostufa Klover è ben riscontrabile dai dati tecnici (80-83%), una casa non può certo dichiarare il falso, o sbaglio???
    Poi non si deve confrontare un temocamino ad una termostufa anche in termini di rendimento è chiaro che le termostufe rendano di più, le due cose hanno svantaggi e vantaggi che non stò quì ad elencare, il rendimento più alto delle termostufe o caldaie è dovuto essenzialmente alla camera di conbustione più piccola, compatta e avendo vetri piccoli o non avendoli affatto il rendiment è più alto, naturalmente ha lo svantaggio di avere cariche più piccole, non mi dilungo, tutto quì...

    tante volte è vero si è off-topic però alcune di queste volte non lo si fa per caso (o per pubblicità)
    MC

  • claudik
    Claudik Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 15 Marzo 2007, alle ore 15:30
    Tolto il pericolo di incappare in qualcuno che parla bene solo per fare pubblicità....

    posto che tanti qui hanno mostrato di sapere il fatto loro nel campo termo-idraulico

    considerato interventi di un po' di tempo fa dove c'era una tizia che comperava la termostufa klover (in sardegna) perché ne aveva visto gli effetti nella casa dell'amica (è così che ho conosciuto il marchio klover)

    posto che queste due esperienze vedevano due utenti PIENAMENTE soddisfatti...

    RITENGO

    che ci sia qualcosa che non va in casa da OZZYNO.
    una differenza è lecito che esista.
    ma così smaccata mi sembra strano..

    non lo escludo del tutto solo perché ho visto con i miei occhi quanto poco rende il camino marca PYROS che ha montato il mio vicino. Quindi so che aziende che producono fonti di calore poco efficienti esistono..

    ma che con la termorossi con due stuzzicadenti si abbia un melt-down nucleare e che con la klover per avere una brezza tiepida occorra dare alle fiamme l'intera foresta amazzonica.... mi puzza un poco.

    o hanno mentito coloro che della stufa klover erano soddisfatti

    oppure, OZZYNO, tua cugina, che ha la termorossi, in casa, ha un cappotto da 20 centimetri....

    Questo spiegherebbe la differenza....

    (parlaci di tua cugina, ozzyno, o meglio del suo impianto.) ciao.

  • marcocinalli
    Marcocinalli Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 15 Marzo 2007, alle ore 17:02
    Ci tengo a chiarire due punti:
    il primo, secondo me (è la mia opinione che vale quel che vale) chi fa "tante" cose difficilmente riesce a garantire gli stessi standard di rendimento, funzionamento ecc ecc per tutti i prodotti (vuoi per il know-how, vuoi per la tecnologia impiegata ecc.) e sottolineo che non parlo di nessuno in particolare
    il secondo, non ho intenzione di fare pubblicità positiva o negativa per niente e per nessuno.
    ho dato l'indirizzo del sito in quel 3d perché c'era "il come calcolare" rendimento e consumo legna e "per chi sa leggere tra le righe" come "esportare i risultati" particolari lì ottenuti per applicarli a qualunque apparecchio che brucia qualcosa di solido che riscalda acqua e non per dire "termocamino (mio, tuo, suo o di quell'altro) meglio di termostufa o di termocucina": se uno dice che vuole la termocucina vuol dire che vuole la termocucina.
    La risposta che ho ricevuto non è stata:"perché dici così o cosà?" ma invece quella che si legge sopra...
    Non tutti quelli che scrivono nei forum e parlano bene di un prodotto lo fanno senza secondi fini o con conoscenza e competenza tecnica (se fino a ieri andavo in bici oggi il motorino mi sembra lo shuttle...) e a tal riguardo, l'ho già detto più volte: chi compra qualcosa perché ha letto belle parole sui forum dette da un mister X qualunque (o anche con nome e cognome) poi non si lamenti delle conseguenze.
    Io seguo e scrivo in questo forum perché "mi diverto e passo il tempo" a leggere le piccole disavventure in cui si trovano coinvolte le persone che capitano con tecnici incompetenti o installatori furbetti e quando ho tempo cerco in qualche modo e per quello che so di dare qualche indicazione o dritta anche se certe volte dalla mia posizione possono essere (facilmente) visto di parte...

    MC
    P.S.: lo ripeto di nuovo: non comprate nulla solo perché un mister X ha detto qualcosa in un forum che ne parli bene o che ne parli male, ma leggete tutto e fate "scorta" di conoscenze per saper cosa domandare, quando è il vostro turno, al vostro interlocutore (rivenditore, rappresentante, idraulico. tecnico eccccccc).

  • giorgio1072
    Giorgio1072 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Marzo 2007, alle ore 08:07
    Scusate non volevo alzare un polverone...

    comunque non è che volevo sapere quale termocucina è migliore dell'altra (anche se penso che ognuno è libero di parlare bene o male di un prodotto) anche perché penso che prima cosa bisognerebbe avere più prodotti collegati allo stesso impianto per poter fare un giusto confronto.. poi la cosa è soggettiva, dipende da come è fatto l'impianto.. la casa.. e dal calore che uno vuole avere in base a quanta legna brucia.. e dal tipo di legna che brucia...

    la mia domanda principale era capire se vi è molta differenza tra una termocucina e un termocamino nella resa finale.. penso che oviamente la termocucina avendo una camera di combustine più piccola e meno acqua scalderà prima e avrà bisogno di più cariche mentre il termocamino avrà bisogno di meno cariche ma sarà più lento... a mè però sembra che una termocucina possa essere più vantaggiosa in quanto ha forse meno perdite di calore nel senso che il calore che da alla piastra e alla struttura esterna lo cedo all'ambiente per irraggiamento mentre forse nel termocamino viene disperso più facilmente dalla canna fumaria e poi avendo comunque il termocamino una camera di combustione più grande che però non si riempie completamente da una resa minore al fluido...

    mi piacerebbe sapere se per esperienza o conoscenza qualcuno sa dirmi se esiste magari qualche modello di termocucina che abbia la camera di combustione più grande del solito in modo da garantire (sempe secondo me) forse una maggiore carica e quindi autonomia..

    ciao a tutti...

  • marcocinalli
    Marcocinalli Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Marzo 2007, alle ore 09:02
    Penso che oviamente la termocucina avendo una camera di combustine più piccola e meno acqua scalderà prima e avrà bisogno di più cariche mentre il termocamino avrà bisogno di meno cariche ma sarà più lento... a mè però sembra che una termocucina possa essere più vantaggiosa in quanto ha forse meno perdite di calore nel senso che il calore che da alla piastra e alla struttura esterna lo cedo all'ambiente per irraggiamento mentre forse nel termocamino viene disperso più facilmente dalla canna fumaria e poi avendo comunque il termocamino una camera di combustione più grande che però non si riempie completamente da una resa minore al fluido...
    questa è una generalizzazione che non sempre trova riscontro nella realtà.
    1) non tutti i termocamini tra loro e le termocucine tra loro hanno lo stesso contenuto d'acqua (in alcuni casi è vero il contrario di quello che dici cioè termocamino meno acqua di termocucina) ma è chiaro che meno acqua = minore inerzia e "scaldera prima".
    2)per le dispersioni in ambiente e nei fumi "sono di conforto e sostegno" i test svolti secondo normativa che danno chiare indicazioni su potenza termica ceduta al fluido, potenza termica ceduta all'ambiente in cui è installato il dispositivo, potenza termica dispersa nei fumi (perché ancora più o meno caldi)
    3)non si può generalizzare dicendo che un termocamino (di qualunque marca o modello) dia una "resa al fluido" minore della termocucina (di qualunque marca e modello) mentre quello che si può fare è paragonare i rendimenti di due dispositivi (certificati da un laboratorio), ed in qs caso anche diversi, solo in funzione delle rese all'acqua, all'ambiente ecc per valutare la convenienza, cioè decido di confrontare per esempio una stua a pellet con una a legna solo in base all'effettivo rendimento all'acqua e non considero gli eventuali ed evidenti vantaggi dell'uno o dell'altro sistema.
    4) fare il paragone nell'acquisto tra termocucina e termocamino non è come paragonare due dispositivi uguali ma di marche diverse perché hanno vantaggi, svantaggi uso e funzionamento diversi.

    Una marca di termocucina con camera di combustione più grande?
    guarda piuttosto che abbia i rendimenti certificati altrimenti rischi di scaldarti a forza di portar legna in casa
    MC

  • giorgio1072
    Giorgio1072 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Marzo 2007, alle ore 09:53
    Scusa la mia ignoranza.. quali sono i certificati che devo richiedere.. quali normative devono rispettare... e quali dati devo paragonare per capire qualè "la migliore"..

    volevo farti anche un'altra domanda... secondo tè a quale temperatura è meglio far girarle l'impianto.. nel senso che ho sentito un idraulico che miconsigliava di sovradimensionare i termosifoni in modo da utilizzare una temperatura dell'acqua inferiore e quindi secondo lui si risparmia in combustibile ed un domani si può collegare l'impianto ad una fonte ad enrgia rinnovabile che di solito richiedono temperature d'esercizio più basse e che nel frattempo saranno scese di prezzo..

  • marcocinalli
    Marcocinalli Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Marzo 2007, alle ore 10:29
    Allora...
    per le norme:
    termocucina: UNI EN 12815:2006, UNI 9026:1987
    termocamino: UNI9841 ed UNI EN 13229 (dal 01/07/07 forse)
    stufe: UNI EN 13240
    I dati devono essere di laboratorio e non dichiarati con i nomi della lista sotto dal costruttore:
    devi paragonare tra loro:
    rendimento globale: tutto il calore ceduto all'acqua dell'impianto ed all'aria/ambiente nel locale d'installazione che il dispositivo ha sottratto alla legna
    rendimento diretto all'acqua: quota di quello sopra che quantifica la potenza ceduta all'acqua
    potenza immessa in ambiente: differenza dei due sopra
    perdite per incombusti, sensibile nei fumi ecc: differenza tra 100% e rendimento globale
    questi numeri (o valori) sono importanti però sono anche da considerare anche altri fattori: uso, fruibilità, utilizzo ecc.

    Per la temperatura: qualunque dispositivo che brucia legna è bene che lavori ad una temperatura di partenza circolatore almeno maggiore di 60° (evitare fenomeni di condensa, maggiore temperatura in camera di combustione ecc) temperature più basse di partenza sono da sconsigliare ed usare sistemi (pompa) anticondensa è un gioco che non vale la candela.
    Impianto a bassa temperatura con termosifoni oK solo se hai caldaia a gas a condensazione oppure installi un bollitore in cui convogli tutte le fonti di calore (termocamino, caldaia, pannello solare eccc) da cui poi spilli acqua per l'impianto a bassa temperatura (ma, hai una vaga idea di quanto costa tutto questo apparato?)
    eventualmente quando sarà (5 anni, 10 anni, 2 anni?) che le "energie rinnovabili" caleranno di prezzo le potrai usare come integrazione del sistema ma nel frattempo hai un impianto ben fatto e non solo termosifoni più grandi (e più costosi) anche del 40-45%
    MC

  • claudik
    Claudik Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Marzo 2007, alle ore 14:28
    Chiara e fulgida spiegazione su come due cose differenti sia problematico confrontarle..

    ottima spiegazione, quindi di marco cinalli.

  • ozzyno
    Ozzyno Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Marzo 2007, alle ore 16:35
    CIao a tutti, scusate ma non ho acceso il computer per tre giorni....

    Allora intanto voglio chiarire due aspetti io di cose tecniche di normative ecc ne capisco poco o niente, le mie considerazioni sono fatte solo per esperienza personale quindi scusate se sparo anche qualche cazz...!

    Il mio voleva solo essere un consiglio senza nessun altro fine, anche perché io oramai ho la klover quindi....

    Sinceramente vista la mia esperienza mi fido poco dei dati distribuiti dalla casa tipo rendimento ecc... secondo me fa molto testo la differenza fra i due sistemi che sono completamente diversi.

    Nel caso della Klover il kalore della fiamma deve scaldare una caldaia di 70 litri + o meno, nel caso della termorossi se ne scalda solo 22 alla volta chiaramente... se dico castronerie correggetemi.

    La Temorossi dopo pochi minuti manda questi 22 litri ai termosifoni la Klover impiega molto più tempo.

    E la Klover con poca fiamma non riesce a mantenere 70 litri a 60° e più, invece la termorossi 22 con poca fiamma li mantiene anche a 70° garantisco... forse il problema sta lì?

    VI dico inoltre che i due impianti sono molto simili li ha montati lo stesso idraulico con gli stessi tubi di rame la sola differenza è che mia sorella ha i termo in alluminio ed io in ghisa quindi lei a meno acqua in circolo, giusto?

    la casa di mia sorella ha una stanza di + della mia è leggermente più grande...

    un'ultima cosa vi ho gia detto che mi fido poco dei dati forniti dalle aziende anche perché alcuni mi sono risultati totalmente falsi, per esempio sul depliant c'è scritto che il forno raggiunge agevolmente i 250°, ragazzi è un gran cazz....ta! nemmeno con le bombe a mano ci si arriva, io con la caldaia a palla di cannone temperatura 78° quindi stracarico di legna ho raggiunto 160°! quindi....

    sono a vostra disposizione

    W la Thermorossi!

  • marcocinalli
    Marcocinalli Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Marzo 2007, alle ore 17:17

    Sinceramente vista la mia esperienza mi fido poco dei dati distribuiti dalla casa tipo rendimento ecc... e poi
    un'ultima cosa vi ho gia detto che mi fido poco dei dati forniti dalle aziende anche perché alcuni mi sono risultati totalmente falsi,
    era quello che cercavo di dire, non compreso, fin dall'inizio: un conto è la pubblicità un conto sono i rilievi fatti in laboratorio

    secondo me fa molto testo la differenza fra i due sistemi che sono completamente diversi.

    Nel caso della Klover il kalore della fiamma deve scaldare una caldaia di 70 litri + o meno, nel caso della termorossi se ne scalda solo 22 alla volta chiaramente... se dico castronerie correggetemi.
    Se hanno la stessa superficie esposta a fuoco e fumi e stessa tecnologia per asportare da questi il calore i tempi di messa a regime e di mantenimento si differenziano sì del 300% (non entro nel merito di come sono effettivamente realizzate) però è chiaro che se nella stessa pentola ci metto il triplo o più dell'acqua, gli spaghetti li butto una mezz'oretta più tardi (però sicuramente non si incollano... per cui da qualche parte dovrà aver pure un vantaggio che magari tu non cogli, perché per te non è importante, da giustificare l'acquisto e la spesa, guarda che mica ne vendono una all'anno...)
    questo è quello che si poteva "leggere tra le righe" quando ho detto nel prec. post:

    ho dato l'indirizzo del sito in quel 3d perché c'era "il come calcolare" rendimento e consumo legna e "per chi sa leggere tra le righe" come "esportare i risultati" particolari lì ottenuti per applicarli a qualunque apparecchio che brucia qualcosa di solido che riscalda acqua e non per dire "termocamino (mio, tuo, suo o di quell'altro) meglio di termostufa o di termocucina": se uno dice che vuole la termocucina vuol dire che vuole la termocucina.
    Per i dispositivi a legna (anche nello stesso segmento) ci sono per ciascuno vantaggi e svantaggi differenti (magari anche solo il prezzo d'acquisto) che si dovrebbero conoscere a fondo per sapere se sono quelli (vantaggi e svantaggi) che soddisfano i ns bisogni per non pentirsi dopo della scelta fatta...
    MC

  • ozzyno
    Ozzyno Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Marzo 2007, alle ore 18:12
    Ciao marcocinalli!

    TI dico che hai perfettamente ragione quando affermi che i depliant ingannano mi sbagliavo io nel vecchio post mi fidavo troppo.... te mi avevi aperto gli occhi ma io credovo più a la casa costrutrice che a te ma evidentemente facevo male! quindi scusami.

    Per quanto riguardi i diversi sistemi ed il discorso di trovare vantaggi al sistema Klover sicuro top con 70 litri nella caldaia io ne vedo solo uno ed è quello di non usare vaso aperto ma di sfruttare l'impianto esistente a circuito chiuso quindi con una facilitazione estrema nell'installazione abbinata ad una caldaia a gas come nel mio caso, ma i 70 litri di se per se non sono affatto un vantaggio e questo la mia esperienza lo dimostra.

    Il fatto del prezzo è proprio quello di approffitarsene da parte di Klover di aver inventato questo sistema il sicuro top che risolve i problemi di istallazione abbinata a caldaia a gas ma ti assicuro non è giustificato!

    La Termorossi è tuttaltra macchina credimi e + "rocciosa" consentitimi il termine, assomiglia molto ad una vera e propria caldaia a legna, ha la camera di acciaio spessa il doppio della klover e vetrificata ha un' alzagriglia che non fa una piega mentre quello della klover ho paura anche a toccarlo barcolla tutto... mamma miaaa

    insomma la klover non ha rivali come estetica e come facilità di installazione, la termorossi la batte in tutto anche nel prezzo, unica nota negativa è esteticamante orrenda!

    Comunque non avrei dubbi in caso si possa installare il vaso aperto comprerei 1000 volte la bosky...

    a un'altra cosa mi viene a mente devo aprire il cassetto ceneri per dare molta aria al fuoco se no col cavolo che si passa i 60°, la termorossi ha una manopola molto professionale di regolazione dell'aria

    altra nota dolente la griglia klover si intasa due volte il giorno e se non la smuovi abbassa la fiamma e addio temosifoni, la termorossi non ha alcun problema giri la rotella dell'aria e vedi aumentare e diminuire la fiamma che è un piacere....

    insomma ragazzi chi vuol aquistare la mia klover 3200 eurozzi e gliela porto a casa

    Ciao Marco alla prossima!

  • claudik
    Claudik Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Marzo 2007, alle ore 22:23
    L'esperienza di ozzyno, tragicamente vissuta sulla sua pelle, mi fa venire in mente quello sparuto gruppo di utenti soddisfatti della termocucina klover..


    meno male che il termocamino l'ho scelto VISIONANDO diversi modelli e facendomi un'idea.......

    e l'unico tra virgolette pentimento è che... PARE, ma sottolineo pare, che i modelli ad aria abbiano un rendimento più elevato.... brucino meno legna , insomma.... a parità di caldo....

    (pentimento relativo perché 10 e più metri di tubone d'aria non riuscivo proprio a stenderli... a casa mia...

    detto questo.. tornando alla stufa....

    DOVE SONO FINITI questi utenti soddisfatti? PERCHE' non PARLANO, ora????

  • marcocinalli
    Marcocinalli Ricerca discussioni per utente
    Sabato 17 Marzo 2007, alle ore 06:53
    X claudik
    e l'unico tra virgolette pentimento è che... PARE, ma sottolineo pare, che i modelli ad aria abbiano un rendimento più elevato.... brucino meno legna , insomma.... a parità di caldo....
    questo non è in nessun modo vero e se lo sembra è perché sui cataloghi si gioca con le potenze... (quelli ad aria hanno rendimenti del 70% mediamente con potenze di 12-15-18 kw max)

    dOVE SONO FINITI questi utenti soddisfatti? PERCHE' non PARLANO, ora????
    buona domanda...

    X OZZYNO:
    prova ad aprire un nuovo 3d dal (fantasioso) titolo "sto usando la termocucina klover" descrivi un po' meglio come è fatto il tuo impianto e quali sono le difficoltà che hai trovato così vediamo se con qualche piccola modifica di regolazione all'impianto si riesce ad usare meglio la termocucina (poi semmai cerchi di rivendertela)
    MC

  • ozzyno
    Ozzyno Ricerca discussioni per utente
    Sabato 17 Marzo 2007, alle ore 14:20
    Ciao Ragazzi, rieccomi!

    x claudik
    ciao mitico! quante volte ti avrò rotto le pal..! ti ricordi?
    senti un utente soddisfatto lo conosco personalmente anche se abita lontano da me e ti dirò che la sua soddisfazione è dovuta al fatto che non conosce altre stufe e quindi crede di avere una ferrari e invece ha la panda perché anche lui prima di me mi aveva descritto i problemi che vi ho già esposto e cioè ci deve essere sempre una gran fiamma, cassetto delle ceneri sempre bello aperto, alza griglia ridicolo eccc ecc rischio di ripetermi, però lui è soddisfatto comunque perché anche se deve seguire la stufa minuto per minuto risparmia ma solo perché la legna costa molto meno del gas, quindi ha un buon serviziò ma fatto da una panda non da una ferrari!

    e come nel caso della moglie... ti ritieni soddisfatto finche non trovi di meglio... ecco quà

    X marco
    Ciao anche a te Marcocinalli! ti ringrazio del suggerimento credo proprio di averlo già postato quel tipo di 3d vedo se lo recupero...

  • giorgio1072
    Giorgio1072 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 19 Marzo 2007, alle ore 09:32
    Vi ringrazio per i consigli dati.. molto preziosi per quando andro a vedere dal vero e aprlare con i fornitori della nuova termocucina..

    vorrei farvi un'altra domanda.. che tipo di termosifoni consigliate di usare...

    ciao tutti

  • ozzyno
    Ozzyno Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 19 Marzo 2007, alle ore 17:10
    Decisamente alluminio!

    ogni elemento contiene la metà dell'acqua contenuta in quelli in ghisa, con un impianto a legna avere meno acqua in circolo nell'inpianto è decisamente un grosso vantaggio, hanno una resa 30 40 % più alta sempre rispetto alla ghisa quindi necessitano meno elementi per stanza, costano di meno, pesano di meno quindi son di facile inslallazione, insomma non avrei dubbi!

    Ciao

  • rocco stp
    Rocco stp Ricerca discussioni per utente
    Sabato 24 Marzo 2007, alle ore 16:58
    A ozzyno ... be che i termo in ghisa rendano meno dove l'hai letto ! la ghisa ci mette solo piu tempo a riscaldarsi .. ma una volta fatto mantenerla è uguale e poi sicuramente provato rende di piu dell'aluminio... prova a spegnere i termo in alluminio e vedi in quanto tempo si raffredda la casa.. te lo dico io subito e poi a tornarla a riscaldare? hanno molta escursione termica la ghisa ti tiene caldo circa un'ora dopo spento.. metti anche lo stesso ambiente .... e poi che ce ne voglia meno mi sembra un po azzardato ( vuoi andare alla stessa velocita con meno potenza!) se poi si mette una caldia sottodimensionata è ovvio che non si riesca a scaldare i termo .. un'altra cosa bisogna stare attenti anche al tiraggio della canna fumi .. se non ha abbastanza depressione non tira e si è costretti a dare aria primaria e dando troppa aria la combustione non avviene o se no in parte e la resa è la meta..poi un'altra cosa da guardare è l'impianto come è stato fatto? ecco .. non cntra molto il circolatore anzi piu gira piano e l'acqua nella caldaia si scalda (restando piu a lungo nella caldaia della trm stufa ) l'impianto vuole liberoio di valvole non ritorno non ne ho messe e nn capisco a cosa servono le cose sono tante ma non sto qua a dilungarmi .. e poi la legna ! ma che legna usate ! sapete che c'è legna che rende la meta e sporca in poco tempo tutti il cicuito fumi ? certi .. ma la mia term stufa non va tanto bene dicono e io vengo a sapere che bruiano pioppa frutta ecc. ma la legna buona che usano a fare collaudi è quercia .. non tutti lo sanno e questa rende e... non sporca .. ho detto un po di cose se qualquno ne sa mi faccia sapere .

  • ozzyno
    Ozzyno Ricerca discussioni per utente
    Sabato 24 Marzo 2007, alle ore 20:47
    Ciao Rocco!

    intanto ti voglio dire che la legna che uso è ottima in maggioranza leccio ben stagionata ed è la stessa che usa mia sorella, le canne fumarie sono identiche e tirano che una meraviglia tutte e due.... quindi non troviamo scuse....

    il confronto è palesemente perso dalla klover proprio perché l'impianto è molto simile combia solo i termosifoni la klover scalda la ghisa e la termorossi l'alluminio, i due impianti sono installati dal medesimo installatore la casa è addirittura più grande quella di mia sorella quindi c'è poco da dire...

    per quanto riguarda i termosifoni ti dico che il rendimento non è un dato che decidi tu o io.

    Mi spiego meglio la casa costrutrice fornisce il dato di potenza termica data ad una certa temperatura di esercizio (50°c) per ogni singolo elemento ed è palese che l'alluminio a parità di temperatura dell'acqua emana + potenza termica, ti faccio un esempio:

    elemento in ghisa Argo interasse 60:
    Potenza termica emessa in watt : 87, litri contenuti 0.97

    elemento alluminio global interasse 60:
    Potenza termica emessa in watt: 146 litri per elemento 0.50

    quindi è chiaro che l'alluminio emana più calore della ghisa era questo che intendevo, io ho i radiatori in ghisa e lo so benissimo che mantengono a lungo il calore proprio perché lo trattengono e lo trasmettono più lentamente.

    ribadisco di nuovo che i vantaggi dell'alluminio secondo me sono molteplici rispetto alla vecchia ghisa.

    poi son gusti personali rocco...

  • rocco stp
    Rocco stp Ricerca discussioni per utente
    Sabato 24 Marzo 2007, alle ore 22:23
    Scusa ma non volevo fare il sapientone ... è solo un mio modo di far sapere le cose.. io l'impianto lo gia fatto in serie ma escludo la futura term stufa e la caldaia per mezzo di varie termoregolatori ... ho calcolato che quando la termostufa raggiunge i 40° avviene la conversione .. cioe l'ettrovalvola a 3 vie posta sulla caldaia baipassa il fluido escludendo la caldaia e nello stesso tempo l'altra elettrovalvola posta sulla term st baipassa facendo entrare il fluido nella stessa.. e alluscita vi è un'altra elet che devia l'acqua calda o nell'impianto di riscaldamento o nell'accumulo e cosi puoi mantenere lì'accum ulo ai gradi che desideri perche questa ultima eletr è comandata daun termostato posto sull'accumuloe per questo ho bisogno di una potenza di 30kw cioè 26000kcal/h che poi facendo i conti bene resi all'acqua sono 22000kcal/h e per me sono sufficienti... calcolando che ho una cassa di 180m su un piano. Siccome mi sono innamorato della thermorossi .. la boschi 30 e sapendo che l'ha tua sorella mi piacerebbe sapere un po tutto... tutto qua .. grazzie e scusa per l'aggressivita di prima

  • ozzyno
    Ozzyno Ricerca discussioni per utente
    Domenica 25 Marzo 2007, alle ore 12:58
    Ciao rocco, non ti devi scusare il forum c'è per questo, per discutere quindi

  • claudik
    Claudik Ricerca discussioni per utente
    Domenica 25 Marzo 2007, alle ore 22:56
    ...ancora non mi pare vero che la klover termostufa sia .,... una (grossa?) toppata....

    meno male che almeno il termocamino....

    Ozzyno, hai provato a metter un radiatore in alluminio al posto di quelli in ghisa?

  • ozzyno
    Ozzyno Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 26 Marzo 2007, alle ore 16:34
    In effetti Claudik era una prova che avevo in mente anch'io, credo possa migliorare qualcosina, anche se la differenza e troppo marcata credimi...

    comunque nei prossimi giorni vedo se faccio la prova poi vi dico

  • marcocinalli
    Marcocinalli Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 26 Marzo 2007, alle ore 17:22
    Ozzyno, crea un nuovo topic con un titolo chiaro, descrivi bene come è fatto l'impianto che si provano altre soluzioni (più economiche) al cambiare i termosifoni.

    MC

  • claudik
    Claudik Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 26 Marzo 2007, alle ore 23:34
    Ozzyno... comunque hai visto sul sito della termorossi CHE TIPO di legna è fotografata a fianco alla stufa?..... (che tipo e che dimensioni.. intendo)


    P.S. bella.

    mi dici però come lavora la leva di regolazione griglia (particolre numero 12 sulla foto rappresentata nel sito) e la rosetta per ravvivare il fuoco (particolare 9 nel sito)?

    ciao e grazie

  • ozzyno
    Ozzyno Ricerca discussioni per utente
    Martedì 27 Marzo 2007, alle ore 11:54
    X marcocinalli:

    hai ragione appena ho un po di tempo descivo tutto per bene poi vediamo, comunque vi ripeto che l'impianto se lo carico bene funziona ma non ai livelli della termorossi.

    x claudik:
    non trovo la foto sul sito di cui parli mi puoi dare il link così ti rispondo

  • claudik
    Claudik Ricerca discussioni per utente
    Martedì 27 Marzo 2007, alle ore 13:16
    In pratica è la pagina delle termocucine a cui si accede, come direste voi del luogo, PIGIANDO il tasto in alto denominato "termocucine"

    il link è questo

    http://www.termorossi.it/italiano/01_home.html

    o meglio.... da questa pagina PIGI il tastyo in alto denominato termocucine e poi appaiono foto, disegni e i particolari di cui ti chiedevo lumi.
    ciao.

  • ozzyno
    Ozzyno Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 28 Marzo 2007, alle ore 09:54
    Ciao claudik scusa il ritardo, non trovavo i particolari perché guardavo sul sito klover, sono un pò rinco!

    senti la rosella in fondo viene aperta solo nella fase di accenzione per dare il massimo dell'aria ma dopo pochi minuti va chiusa senno le legna va su per la canna fumaria

    la leva solleva griglia ha un meccanismo perfetto e lineare al contrario della klover e serve per cuocere sulla piastra alzando il piano del fuoco, ti dico che anche con il fuoco alto funzionano molto bene i termosifoni anche se si privilegia in quel modo la cottura.


  • bafbaf
    Bafbaf Ricerca discussioni per utente
    Sabato 11 Febbraio 2012, alle ore 22:43
    Buonasera a tutti,
    sono un nuovo utente di questo forum e ho notato la perizia e la serietà dei partecipanti a questa discussione, avvenuta anni fa, quindi spero stiate tutti bene come le Vs. stufe, caminetti, termostufe, termocaminetti?
    Sono intenzionato ad acquistare una termostufa. Non ho lo spazio per installare un puffer e la Klover KP o la Magikalor Ylenia YP avendo una specie di puffer al loro interno potrebbero andare al caso mio. Mi interessa avere una termocucina che mi permetta di utilizzare anche il forno. Non so se qualcuno che ha partecipato alla discussione è in linea e ha voglia di rispondermi, ma vorrei sapere se queste due marche si equivalgono (mi sembrano uguali e visto che ci sono brevetti d mezzo trovo strano che due ditte usino lo stesso sistema) e se c'è qualcuno che le possiede e se ha informazioni da darmi a loro riguardo. Ringrazio e saluto
    baf

  • nasone75
    Nasone75 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 20 Gennaio 2013, alle ore 16:45
    Ozzo avrei piacere di scambiare due parole con te, anche privatamente. Avrei intenzione di acquistare una tremocucina per riscaldamento + ACS. Per caratteristiche (sistema SICURO TOP) ero interessato alla KLOVER ma volevo confrontarmi con te che avendola, ne consoci bene pregi e difetti. Grazie

  • nasone75
    Nasone75 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 20 Gennaio 2013, alle ore 16:50
    Ozzyno, Claudy avrei piacere di scambiare due parole con voi, anche privatamente. Avrei intenzione di acquistare una tremocucina per riscaldamento + ACS. Per caratteristiche (sistema SICURO TOP) ero interessato alla KLOVER ma volevo confrontarmi con te che avendola, ne consoci bene pregi e difetti. Grazie

  • thor.asgard.5437
    Thor.asgard.5437 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 27 Febbraio 2014, alle ore 12:32
    Mi dispiace, ma io non sono assolutamente daccordo con te, io provengo da una generazione di termoidraulici, che per 30 anni ha montato Thermorossi, con tutto il suo bel complicato e pesante impianto, siamo ormai passati da tempo alla Klover, i risultati sono stati decisamente migliori, impianto con poca acqua e tutta destinata all'utilizzo, senza il grande volano che serve per le termostufe tradizionali.
    In casa mia ho fatto la prima installazione, ho messo per 100 mq la più piccola addiritura la termostufa e ne sono rimasto entusiasta. 
    Attenzione però, installazione vuole dei requisiti ben precisi,:
    Canna fumaria della giusta sezione e giusta depressione (come tutte le stufe)
    La dimensione dei tubi che si allacciano al collettore, mai sotto il 32 mm smaltisce male le calorie
    quando si utilizza dopo arerv acceso il fuoco , e che si è raggiunta una certa temperatura, chiudere assolutamente la valvola fumi e far passare il calore dal forno, di modo che la fiamma lambisca anche il lato destro della caldaia.
    impostare il parametro che fa partire i termosifoni mai sotto i 65 gradi, oppure si avranno termosifoni tiepidi, in quanto smaltisce di continuo le calorie accumulate e non raggiugerà mai la temperatura ottimale ( ricordiamoci che su un buonimpianto, tra l'andata ed il ritordo si deve avere una differenza di max 10 gradi) io addirittura quando è molto freddo la imposto a 70.
    Ora un trucco, qualche volta rientro tardi la sera, ma non voglio privarmi della stufa, quindi accendo per 10 minuti la caldaia, intanto la stufa arde, i termosifoni vanno in temperatura, poi spengo la caldaia e lei deve fare solo mantenimento, ho così evitato il volano d'inerzia che richiede l'impianto.
    spero di esserti stato di aiuto, se vuoi puoi anche contattarmi 348 2869486 Monsignori Giampaolo.
    n.b. far partire la stufa sotto i 65 gradi, può provocare la perforazione da condenze.

  • thor.asgard.5437
    Thor.asgard.5437 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 27 Febbraio 2014, alle ore 14:01
    Tutto questo comunque, che ho commentato, non è affatto per denigrare la Thermorossi, azienda che ancora tratto per altri prodotti, ma solo per dare un consiglio per far funzionare un'ottima termocucina come la Klover.

  • eddybuzzaccaro
    Eddybuzzaccaro Ricerca discussioni per utente Thor.asgard.5437
    Lunedì 2 Gennaio 2017, alle ore 20:35 - ultima modifica: Venerdì 6 Gennaio 2017, all or 14:30
    Mi dispiace, ma io non sono assolutamente daccordo con te, io provengo da una generazione di termoidraulici, che per 30 anni ha montato Thermorossi, con tutto il suo bel complicato e pesante impianto, siamo ormai passati da tempo alla Klover, i risultati sono stati decisamente migliori, impianto con poca acqua e tutta destinata all'utilizzo, senza il grande volano che serve per le termostufe tradizionali.
    In casa mia ho fatto la prima installazione, ho messo per 100 mq la più piccola addiritura la termostufa e ne sono rimasto entusiasta. 
    Attenzione però, installazione vuole dei requisiti ben precisi,:
    Canna fumaria della giusta sezione e giusta depressione (come tutte le stufe)
    La dimensione dei tubi che si allacciano al collettore, mai sotto il 32 mm smaltisce male le calorie
    quando si utilizza dopo arerv acceso il fuoco , e che si è raggiunta una certa temperatura, chiudere assolutamente la valvola fumi e far passare il calore dal forno, di modo che la fiamma lambisca anche il lato destro della caldaia.
    impostare il parametro che fa partire i termosifoni mai sotto i 65 gradi, oppure si avranno termosifoni tiepidi, in quanto smaltisce di continuo le calorie accumulate e non raggiugerà mai la temperatura ottimale ( ricordiamoci che su un buonimpianto, tra l'andata ed il ritordo si deve avere una differenza di max 10 gradi) io addirittura quando è molto freddo la imposto a 70.
    Ora un trucco, qualche volta rientro tardi la sera, ma non voglio privarmi della stufa, quindi accendo per 10 minuti la caldaia, intanto la stufa arde, i termosifoni vanno in temperatura, poi spengo la caldaia e lei deve fare solo mantenimento, ho così evitato il volano d'inerzia che richiede l'impianto.
    spero di esserti stato di aiuto, se vuoi puoi anche contattarmi 348 2869486 Monsignori Giampaolo.
    n.b. far partire la stufa sotto i 65 gradi, può provocare la perforazione da condenze.
    Ma si può scaldare e avere caldo,senza dover tenere la caldaia accesa??Noi l'abbiamo comprata richiedendo un elemento con questo scopo ma siamo sempre al freddo coi termosifoni tiepidini.

  • eddybuzzaccaro
    Eddybuzzaccaro Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 2 Gennaio 2017, alle ore 20:45 - ultima modifica: Venerdì 6 Gennaio 2017, all or 14:34
    Siamo passati da 3vie a manuale perche il galleggiante che era perennemente bucato e faceva pompare acqua all'interno di continuo senza che servisse. Ora hanno cambiato nuovamente sistema eliminando la valvola e così non può più andare ad alte temperature:a 64° ho allagato casa.Siamo freddi e  disperati.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img danielec1968
Buongiorno a tutti, vi scrivo perché ho un grosso dubbio. Ho una casa singola di circa 120 mq attualmente scaldata da una caldaia a metano a camera aperta e sto cercando la...
danielec1968 17 Dicembre 2018 ore 10:16 3
Img lucio8
Salve a tutti. Vivo in un appartamento di circa 140mq e vorrei acquistare una termostufa a pellet per risparmiare sul gas. Al fine di non cadere inun errore grossolano con...
lucio8 13 Dicembre 2016 ore 11:09 3
Img fabbiiius
Ciao a tutti,nella casa appena presa, dovrò fare dei lavoretti.È strutturata così, taverna 100mq, piano abitazione 100mq e mansarda altrettanti 100mq.Il...
fabbiiius 29 Novembre 2016 ore 10:25 1
Img andyp
Ciao a tutti,vorrei installare una termostufa a legna da collegare ai termosifoni, andrebbe ad affiancare quella a gpl e sostituire altre due stufe a legna.Abito in una casa di...
andyp 21 Luglio 2016 ore 09:19 1
Img valeriagarrone
Buongiorno a tutti,stiamo realizzando la nostra prima casa, una villetta prefabbricata su due piani ben coibentata...(i costruttori dicono in classe A..). Chiedo un...
valeriagarrone 10 Ottobre 2015 ore 12:17 3
Notizie che trattano Consiglio termostufa: thermorossi vs klover 3-0! che potrebbero interessarti


Termostufe a legna e a pellet: caratteristiche e vantaggi

Impianti di riscaldamento - Le termostufe sono dispositivi in grado di riscaldare l'ambiente in cui sono installate, ma soprattutto di produrre acqua calda per il riscaldamento domestico.

Stufe a pellet idro: tra innovazione, prestazioni e design

Impianti di riscaldamento - Le stufe a pellet sono efficienti, economiche, ecologiche, utilizzabili per la produzione di acqua calda e integrabili con la gestione domotica dell'abitazione.

Differenze fra stufe, caldaie e termostufe a pellet

Impianti di riscaldamento - Gli impianti a pellet possono essere dotati di vari tipi di generatori, come le stufe, le caldaie e le termostufe, che hanno diverse modalità di funzionamento.

Caratteristiche delle moderne stufe a legna oppure a pellet

Impianti di riscaldamento - Le moderne stufe ad alte prestazioni alimentate a pellet oppure a legna sono la soluzione ideale per riscaldare casa in modo ecologico, efficiente e sostenibile

Riscaldare in modo sostenibile con stufe, termostufe e caldaie a pellet

Impianti di riscaldamento - Ariel Energia, propone diversi tipi di stufe, termostufe e caldaie a pellet, modelli belli e funzionali per riscaldare le proprie case rispettando l'ambiente.

Scelta alimentazione di una stufa: a legna o a pellet?

Impianti di riscaldamento - Acquistare ora una stufa o un termocamino, necessita attenzione su molti aspetti, tra i quali uno dei primi è la scelta dell'alimentazione: a legna o a pellet?

Riscaldamento alternativo, quale soluzione preferire e perché

Impianti di riscaldamento - Riscaldare casa risparmiando e rispettando l'ambiente: le soluzione proposte da Ariel Energia per riscaldare casa ottimizzando i consumi. Scegli quella adatta a te
REGISTRATI COME UTENTE
329.138 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//