Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2021-03-15 11:39:05

Cappotto termico su palazzo in cortina: ecobonus 110%


Francesca r.
login
16 Ottobre 2020 ore 17:31 16
Buonasera,
nel mio condominio, un palazzo di sei piani, il rivestimento è in cortina.
La costruzione risale agli anni 50 e la cortina esterna finora ha retto egregiamente il passare del tempo.
Oggi, con questa legge del superbonus al 110%, alcuni inquilini hanno intenzione di rivestire l’intero edificio con un cappotto termico che andrebbe applicato sull'esterno della cortina.
Io, dato che vorrei preservare la finitura in cortina originale, anche per non svalutare la proprietà, mi chiedevo:
esistono sul mercato altre opzioni al cappotto termico?
Quali sono i rischi se un lavoro non è fatto a regola d'arte?
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente
    Sabato 17 Ottobre 2020, alle ore 13:11 - ultima modifica: Sabato 17 Ottobre 2020, all or 13:22
    Ciao Francesca,secondo me ricoprire la cortina di mattoncini sarebbe un "grave errore", come puoi ben constatare se ha resistito per una 70' di anni, non ti assicuro un altrettanto risultato con un intonaco a cappotto o meno.Ma attenzione perderebbe di valore, ovviamente senza nulla togliere alla positività e riqualificazione energetica che risulterebbe da un palazzo costruito di sana pianta con l'intonaco interno esterno a cappotto.
    Puoi proporre di rivestire la facciata con resine fibroriforzate trasparenti ovviamente parlandone con l'Amministratore e tecnici specializzati nel risanamento e riqualificazione di interi palazzi o di sole facciate.
    Clcola poi che da quanto ho sentito dire in giro per accedere all'Ecobonus 110 %, di cui parli si devono sostituire anche gli infissi in maniera tale(almeno credo) di non creare ponti termici compromettenti per un risultato positivo.:-))

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Sabato 17 Ottobre 2020, alle ore 17:43
    Non puoi lo devono fare tutti, se mai il cappotto aumenta il valore dell' immobile rispetto al rivestimento in cortina in quanto è indice di una costruzione più moderna e più efficente a livello energetico

  • alessandromartini
    Alessandromartini Ricerca discussioni per utente
    Sabato 17 Ottobre 2020, alle ore 18:26
    Il rivestimento in cortina ha un altro valore sul mercato rispetto all’intonacato, oltre al fatto estetico si conserva molto più a lungo e non necessita di interventi particolari (tinteggiature ecc..).Comunque mi sembra che Francesca chiedeva di eventuali alternative.Le alternative al cappotto termico esterno, oltre a quella suggerita da Jovis, sono: insufflaggio e cappotto interno.Se nel muro è presente una intercapedine allora si può iniettare materiale isolante al suo interno (insufflaggio) altrimenti, se non c’è l’intercapedine, si possono coibentare gli interni con contropareti provviste di pannello isolante.Ovviamente si tratta di valutazioni tecniche che andrebbero ponderate con estrema attenzione.

  • francesca r.
    Francesca r. Ricerca discussioni per utente
    Sabato 17 Ottobre 2020, alle ore 18:29
    Ok grazie a tutti, il mio problema infatti è che non voglio assolutamente rinunciare alla cortina anche perché, come è stato scritto sopra, l’immobile perderebbe di valore (di questo ne sono certa anch’io, ho lavorato per sette anni in una agenzia immobiliare). Quindi se ho ben capito non c’è modo di fare questo cappotto esterno senza ricoprire la cortina con qualcosa?

  • alessandromartini
    Alessandromartini Ricerca discussioni per utente
    Sabato 17 Ottobre 2020, alle ore 18:32
    Se optate per un cappotto esterno classico la cortina andrà inevitabilmente rimossa in modo da rasare la superficie e dare continuità - planarità uniforme a tutta la facciata nella quale si va apporre il cappotto.Probabilmente troverete in questo periodo di assalto alla diligenza anche aziende del tipo “si può fare tutto”, pronte quindi a montare i pannelli senza rimuovere la cortina. Ma io me ne guarderei bene.Ripeto, un cappotto esterno non è indicato su una cortina esistente, del resto il montaggio di un cappotto termico non è cosa banale, se la messa in opera non è ideale si può andare incontro a problematiche anche serie.

  • francesca r.
    Francesca r. Ricerca discussioni per utente
    Sabato 17 Ottobre 2020, alle ore 18:34
    Ok, o meglio mica tanto, che problematiche?

  • alessandromartini
    Alessandromartini Ricerca discussioni per utente
    Sabato 17 Ottobre 2020, alle ore 18:36
    Distacco e/o deformazione del pannello, rottura dell’intonaco con rischi sicurezza annessi, crepe, infiltrazione ecc.. Credimi sono cose che, se il lavoro non viene fatte come si deve, è probabile che prima o poi si verifichino. A quel punto finisce che sarà onere del condominio porvi rimedio.

  • francesca r.
    Francesca r. Ricerca discussioni per utente
    Sabato 17 Ottobre 2020, alle ore 18:38
    Grazie per le delucidazioni, ma ci sono cose nello specifico al quale prestare attenzione (in modo che le giro all’amministratore) :)

  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Francesca r.
    Sabato 17 Ottobre 2020, alle ore 18:39
    Ok, o meglio mica tanto, che problematiche?
    Ma lo sai che per avere un risparmio completo devi intervenire anche all'interno, vedi non basterebbe come giustamente ti è stato suggerito l'insuflaggio non dimentichiamo le pareti interne, le pavimentazioni, gli infissi...

  • alessandromartini
    Alessandromartini Ricerca discussioni per utente
    Sabato 17 Ottobre 2020, alle ore 18:44
    E' vero che bisognerebbe intervenire in modo completo e integrato. Ma per ora limitiamoci agli esterni che rimangono comunque il nocciolo del problema.Ripeto dipende tutto dalla qualità della manodopera e ovviamente dei materiali utilizzati (per questo bisognerebbe fare massima attenzione ai preventivi).Si tratta di lavori comunque delicati, più è grande l’immobile maggiori sono i rischi.Gli errori più comuni sono: l’assenza di rete armata, la posa del cappotto su pareti non perfettamente asciutte o con problemi di umidità, lo schema di posa a file parallele anziché a pannelli sfalsati, la mancanza di rinforzi nei spigoli.Anche una sola di queste problematiche può causare danni.

  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Alessandromartini
    Sabato 17 Ottobre 2020, alle ore 18:49
    E' vero che bisognerebbe intervenire in modo completo e integrato. Ma per ora limitiamoci agli esterni che rimangono comunque il nocciolo del problema.Ripeto dipende tutto dalla qualità della manodopera e ovviamente dei materiali utilizzati (per questo bisognerebbe fare massima attenzione ai preventivi).Si tratta di lavori comunque delicati, più è grande l’immobile maggiori sono i rischi.Gli errori più comuni sono: l’assenza di rete armata, la posa del cappotto su pareti non perfettamente asciutte o con problemi di umidità, lo schema di posa a file parallele anziché a pannelli sfalsati, la mancanza di rinforzi nei spigoli.Anche una sola di queste problematiche può causare danni.
    Condivido certamente ma attenzione come dici tu la manovalanza deve essere eguita nella posa in opera a regola d'arte, ltrimenti cadono castello e investimenti a farsi friggerefrown

  • alessandromartini
    Alessandromartini Ricerca discussioni per utente
    Sabato 17 Ottobre 2020, alle ore 18:58
    Vero anche questo. Sono interventi che andrebbero fatti senza farsi prendere dall'ansia. Purtroppo quando la gente sente "tutto gratis" si butta alla kamikaze senza valutare con attenzione tutti gli aspetti della questione, e questo, nel caso di un cappotto termico su di un palazzo di sei piani, comporta indubbiamente dei rischi.

  • lucaferro81
    Lucaferro81 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 17 Ottobre 2020, alle ore 19:21
    Intanto il “tutto gratis” è tutto da dimostrare! Anch’io sto cercando di capire meglio questa questione dell’eco bonus. Dico a Francesca che, se il lavoro che intendono fare nel palazzo non ti garba, tu, almeno per quanto riguarda la tua proprietà puoi tirartene fuori appellandoti all’art. 1121 Codice Civile.Copio da un sito di diritto:“Non esiste alcuna normativa avente forza di legge che riesca ad obbligare il singolo proprietario a far svolgere lavori nel suo appartamentoche non siano strettamente necessari alla sicurezza dello stabile o al contenimento di danni imminenti o già esistenti, sebbene i lavori fossero stati approvati in assemblea con qualunque maggioranza.” ;)

  • ecostili
    Ecostili Ricerca discussioni per utenteEcostili
    Sabato 28 Novembre 2020, alle ore 11:32 - ultima modifica: Sabato 28 Novembre 2020, all or 11:33
    Salve, puoi valutare la posa di un sistema di isolamento termico che prevede l'unione del materiale di isolamento con i listelli facciavista. Per avere informazioni su questi prodotti basta cercare su Google "isovista"

  • romeopiazza
    Romeopiazza Ricerca discussioni per utente
    Domenica 7 Marzo 2021, alle ore 10:41
    Il mio problema è che la cortina si poggia su solai e colonne a vista pertanto l'insufflagio o i mattoncini faccia vista già coibentati lascerebbero comunque dei ponti termici. Ci sono soluzioni per evitare tali ponti senza coprire la cortina? Tipo rivestimento isolante dei solai e delle colonne a vista?grazie

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente Romeopiazza
    Lunedì 15 Marzo 2021, alle ore 11:39
    Il mio problema è che la cortina si poggia su solai e colonne a vista pertanto l'insufflagio o i mattoncini faccia vista già coibentati lascerebbero comunque dei ponti termici. Ci sono soluzioni per evitare tali ponti senza coprire la cortina? Tipo rivestimento isolante dei solai e delle colonne a vista?grazie
    Buongiorno Sig. Piazza. Ha già commissionato una diagnosi energetica?

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img fasolonicola
Buonasera a tutti,da circa 7 mesi in seguito ad una ristrutturazione della casa ho fatto eseguire su consiglio dell'impresa edile un cappotto termico in eps 100 lastre da cm...
fasolonicola 09 Aprile 2021 ore 17:41 8
Img massimogiannini
Leggendo il Decreto Rilancio deduco che un intervento di rifacimento e isolamento termico delle superfici orizzontali come un tetto e dei balconi sono fattibili con detrazione...
massimogiannini 28 Marzo 2021 ore 10:23 44
Img matteomazza
Buongiorno, categoria F4 posso accere al superbonus 110%, oppure alla ristrutturazione 50%?Grazie...
matteomazza 22 Marzo 2021 ore 19:20 3
Img geneshys
Gentillissimi, Vi scrivo per avere delucidazioni in merito a una questione che per me non risulta pienamente chiara. Magari è solo un mio limite d'interpretazione. Sto per...
geneshys 02 Marzo 2021 ore 23:27 7
Img robertabongiovanni
Ciao a tutti, sto procedendo con la pratica superbonus per la mia villetta. L'intonaco esterno è rifinito a buccia d'arancia.Dovendo posare il cappotto termico, chiedo se,...
robertabongiovanni 01 Marzo 2021 ore 09:14 1
Notizie che trattano Cappotto termico su palazzo in cortina: ecobonus 110% che potrebbero interessarti


Superbonus 110 per cappotto termico interno: sì ma ad alcune condizioni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Via libera al Superbonus 110 per il cappotto termico interno, se l'edificio è sottoposto a vincoli o a divieti. Ecco i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate.

Superbonus: nella bozza del Recovery Plan si parla di proroga

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Superbonus potrebbe essere prorogato fino al 2023. La novità tanto attesa è contenuta nel Recovery Plan, che dovrà essere approvato dalla Commissione Europea

Superbonus 110: ecco i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Con la circolare n.30/E dell’Agenzia delle Entrate arrivano nuovi chiarimenti per quanto concerne il Superbonus 110%. Vediamo le principali novità sull'argomento

Niente Superbonus 110% per la sostituzione delle vetrate

Fisco casa - Gli interventi sulle vetrate degli immobili non rientrano nel superbonus 110%. L'Agenzia delle Entrate non ammette deroghe poiché non costituiscono superfici opache.

Superbonus 110%: ci si avvia all'estensione alle seconde case e proroga al 2022

Fisco casa - Novità in tema di superbonus 110% a fronte di alcuni emendamenti al Decreto Rilancio: si preannuncia estensione al 31 dicembre 2022, alle seconde case e alle imprese

Superbonus 110%: nessuna detrazione in caso di unico proprietario di edificio

Affittare casa - Non potrà beneficiare del Superbonus 110, introdotto con il Decreto Rilancio, il proprietario di un edificio costituito da più unità immobiliari. Vediamo perché

Maggioranza assembleare per l'Ecobonus 110 condominiale

Parti comuni - Saranno più semplici le procedure da adottare durante le assemblee di condominio per prendere decisioni in merito a lavori rientranti nel Superbonus. Le novità.

Superbonus 110%: possibile proroga fino al 2024

Fisco casa - Secondo il Ministro per lo Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, in audizione sul Recovery Fund, potrebbe esserci una revisione della durata del Superbonus 110%.

Superbonus 110%: al via i decreti attuativi del Mise

Leggi e Normative Tecniche - Definiti requisiti tecnici minimi e asseverazioni del professionista per poter beneficiare della super detrazione 110%. Le novità dei decreti attuativi del Mise
REGISTRATI COME UTENTE
327.939 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//