Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Comodato d'uso, detrazioni e agenzia delle entrate... alcuni dubbi


Salve a tutti,
è la prima volta che scrivo su questo forum e sono sicuro saprete darci qualche consiglio utile per la nostra situazione.
Dunque, io e la mia compagna ci sposeremo entro luglio e andremo ad abitare in un appartamento condominiale intestato alla madre della mia compagna che fino a poco tempo fa era occupato da affittuari.
Dovremo sicuramente ristrutturarlo completamente e già abbiamo preso accordi con una ditta per i lavori.
Abbiamo innanzitutto deciso di non fare il passaggio di proprietà, ma solo un contratto di comodato d’uso (che andremo a registrare direttamente allo sportello e dopo aver pagato il noto F23).
Questo perché vorremmo beneficiare delle detrazioni fiscali previste per i lavori di ristrutturazione e abbiamo controllato, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, che anche il comodatario può farne richiesta.
Ecco ora i nostri dubbi:
- Oltre a lei (che andrà a fare richiesta di detrazioni, essendo l’intestataria del contratto), posso essere anche io tra gli intestatari del contratto di comodato?
-  E’ prevista la certificazione APE per il contratto di comodato d’uso? (qualcuno ci accennava che prima era solo per compravendita, ora invece anche il comodato prevede questo documento) Se sì va redatto sia prima che dopo?
- I materiali per la ristrutturazione (pavimenti, sanitari, infissi) rientrano nelle detrazioni come fattura a parte dai lavori veri e propri (demolizione, ritiro materiali, ecc) ? Nel senso, possiamo pagare con diverse fatture (magari una per i lavori e una per i materiali) e usufruire delle detrazioni?
-  Una volta registrato il contratto di comodato, dovremmo anche effettuare il cambio di residenza o potremmo farlo una volta fatto il matrimonio o a fine lavori? Questo perché ovviamente non abitiamo ancora lì, ma ce lo chiediamo per la questione detrazione
-  Per gli attacchi di acqua e luce, dopo aver registrato il contratto, dobbiamo fare una voltura (dalla madre alla figlia) oppure dobbiamo fare un semplice riallaccio? Le persone che erano affittuarie ricevevano la bolletta intestata a loro. Noi come dobbiamo comportarci se non abbiamo residenza lì? Basta il comodato d’uso?
- Chi si occupa di presentare le carte per le detrazioni? Il nostro direttore dei lavori prima dell’inizio dei lavori stessi? 
Scusate se mi sono dilungato molto, ma questi dubbi di documenti e fogli da far riempire ci stanno rendendo la vita impossibile.
Spero potrete darci un consiglio.
Grazie in anticipo
  • minerva.
    Minerva. Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 7 Gennaio 2015, alle ore 22:11
    1) Sì, puoi stipulare anche tu il contratto di comodato e ti conviene se i lavori vengono pagati prima del matrimonio. Se invece i lavori saranno pagati dopo il matrimonio, non è necessario che stipuli anche tu un contratto di comodato perchè puoi beneficiare della detrazione in quanto familiare convivente del proprietario.
    2) Per il comodato non è richiesto l'APE.
    3) E' indifferente ai fini delle detrazioni pagare materiali e lavorazioni separati o insieme. Valuta però se invece ti conviene per l'iva.
    4) Non è necessario trasferire la residenza prima dei lavori, è sufficiente il contratto di comodato.
    5) Per la voltura delle utenze di solito è richiesto di trasferire la residenza entro 3 mesi per beneficiare di alcune agevolazioni economiche.
    6) Per la detrazione sulle ristrutturazioni non è richiesta alcuna pratica in particolare, se non l'inserimento degli importi nella dichiarazione dei redditi. Devi comunque predisporre dei documenti, quindi se non sei esperto di detrazione ti consiglio di rivolgerti ad un tecnico esperto nel campo. Per la detrazione sul risparmio energetico, invece, devi rivolgerti ad un tecnico che segue queste pratiche.
    rispondi citando
  • pietroa.
    Pietroa. Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 8 Gennaio 2015, alle ore 10:56
    Grazie mille Minerva per le risposte precise ed esaustivissime, ma pensavo:

    1. Sì i lavori verranno pagati prima del matrimonio, ma penso stipulerà da sola il contratto
    3. Se conviene per il distacco dell'IVA intendi? Vorremmo comprare noi i materiali e non farli comprare alla ditta ristrutturatrice
    5.Quindi se entro tre mesi non facciamo la residenza potremmo pagare di più?

    Grazie
    rispondi citando
  • marco_l17
    Marco_l17 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 9 Gennaio 2015, alle ore 14:20
    Salve,

    mi aggiungo al topi in quanto anche io e la mia ragazza effettueremo dei lavori di ristrutturazione ma ci sposeremo l'estate prossima.
    Al momento soltanto lei, proprietaria ha preso residenza nell'appartamento.

    quali agevolazioni vi sono se l'intestatario dell'utenza non è ancora residente?
    Infatti alcune utenze sono state intestate a me?

    Ho letto invece che per il comodato non è necessario avere residenza presso l'immobile.

    Grazie per la cortese risposta.


    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img maryquant
Buonasera.Vorrei cortesemente sapere se, in caso di inerzia dell'amministratore nel consentire la visione della documentazione fiscale, sia possibile chiedere direttamente...
maryquant 27 Settembre 2015 ore 23:32 2
Img estermaria
Buona sera,sono a chiedere gentilmente una precisazione, se possibile avere.L'appartamento è intestato al 50% fra me e mio marito.Sono state eseguite spese di...
estermaria 03 Febbraio 2016 ore 21:58 6
Img nonnamary
L'appartamento che dovremo abitare si trova all'11 piano ed è circondato su tre lati da ampie verande in parte coperte da solaio.Per ripararci dal troppo vento, vorremmo in...
nonnamary 31 Gennaio 2015 ore 20:39 1
Img buzz71
Ciao a tutti cerco infromazioni,poiché devo sostituire tutte le tubazioni di acqua calda/fredda e scarico del mio bagno che hanno dato sempre problemi.I metri quadri da...
buzz71 22 Gennaio 2014 ore 18:45 4
Img malotempo
Casa bifamiliare, il rifacimento delle fognature in comune possono usufruire di detrazione?...
malotempo 25 Aprile 2015 ore 18:20 1
Notizie che trattano Comodato d'uso, detrazioni e agenzia delle entrate... alcuni dubbi che potrebbero interessarti


Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quali sono i limiti della spesa detraibile in caso di prosecuzione di interventi di ristrutturazione già iniziati. Ecco cosa sostiene l'Agenzia delle Entrate.

Niente detrazione interessi del mutuo se l'affitto è in corso

Detrazioni e agevolazioni fiscali - È possibile detrarre gli interessi passivi del mutuo contratto per l'acquisto di un immobile non adibito ad abitazione principale? Vediamo cosa dice la legge.

No al bonus ristrutturazione se l'edificio è di nuova costruzione

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La Corte di Cassazione, con una recente ordinanza chiarisce quali sono i requisiti per poter beneficiare del bonus ristrutturazioni. Vediamo i punti salienti.

Detrazioni fiscali in caso di cambio di proprietà

Detrazioni e agevolazioni fiscali - In caso di variazione di proprietà di un immobile, le detrazioni fiscali per ristrutturazione o risparmio energetico restano, ma può cambiare il beneficiario.

Tinteggiatura e detrazioni fiscali

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La tinteggiatura di pareti interne od esterne di un'abitazione esistente può beneficiare delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni e sul risparmio energetico?

Detrazione 50% o 65%: quale scegliere quando un lavoro può beneficiare di entrambe?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Optare per la detrazione più idonea verificando i requisiti tecnici, calcolando i vantaggi economici nel lungo termine e rispettando i limiti massimi di spesa.

È possibile detrarre gli interessi del mutuo per acquisto pertinenza?

Mutui e assicurazioni casa - Che succede se si stipula un mutuo per acquistare una pertinenza all'abitazione principale? Si potrà beneficiare della detrazione del 19% sugli interessi passivi?

Bonus ristrutturazioni: quando spetta al familiare convivente

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quando il familiare convivente può fruire del bonus ristrutturazione per i lavori eseguiti sull'immobile di proprietà del familiare. Ecco i chiarimenti del Fisco

Bonus casa 2019: le novità in arrivo con la Legge di Bilancio

Leggi e Normative Tecniche - Approvata la manovra fiscale del governo con proroga per tutto il 2019 delle detrazioni fiscali relative a spese sulla casa. Ecco quali sono gli sconti previsti
REGISTRATI COME UTENTE
308.095 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Saint-Gobain ISOVER