Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2008-05-06 16:36:50

Agevolazioni prima casa - 19823


Mapama
login
22 Aprile 2008 ore 21:35 6
Buona sera,

grazie per la risposta alla mia precedente domanda e a questo proposito vorrei alcune delucidazioni in riferimento all'iva al 4% per la prima casa:
io lo scorso novembre ho venduto la mia prima casa (prima dei cinque anni) per la quale avevo usufruito delle agevolazioni "prima casa", adesso ho avuto in donazione (entro un anno dalla vendita della prima casa) appunto questo appartamento che è in corso di costruzione ed è da completare, posso quindi usufruire dell'iva al 4% per completamento prima casa? cosa devo fare per mantenere le agevolazioni? Quale sono le procedure da seguire?

Ancora grazie.
P.F.
  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 23 Aprile 2008, alle ore 00:11
    Non essendo più in possesso della vecchia prima casa, usufruirai dell'agevolazione "prima casa" sulla nuova abitazione che dovrai completare a tue spese.
    Attenzione che non sia gia accatastata, altrimenti non si tratta di "completamento", bensì di ristrutturazione.

    Il fatto che acquisti una nuova "prima casa" entro un anno dalla vendita della precedente, anche se non sono passati cinque anni, ti permette di evitare la plusvalenza; anzi, potrai detrarre le imposte gia pagate per la precedente "prima casa".

    C'è tutto scritto nelle circolari che ti ho indicato.

    (dovevi continuare nella precedente discussione, non iniziarne una nuova)

  • mapama
    Mapama Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 23 Aprile 2008, alle ore 20:53
    Salve,

    quindi non devo fare nessuna comunicazone, fiscalmente parlando, sul fatto che stò completando la mia nuova prima casa (entro un anno dalla vendita della mia vecchia prima casa) per non perdere le agevolazioni? detrarrò semplicemente le imposte già pagate per la prima casa con il 730? E per poter avere l'iva al 4% nel completamento della casa cosa devo fare?

    scusate le mie domande ma con le questioni fiscali vago nel buio più totale.

    mille grazie.

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 23 Aprile 2008, alle ore 23:53
    Non c'entra niente il 730.

    Farà tutto il notaio in sede di compravendita; tu gli fornirai la documentazione relativa al precedente immobile.

    L'impresa dietro tua autocertificazione ti applicherà l'Iva al 4% come "prima casa", il notaio in sede di rogito controllerà anche questo particolare.

  • mapama
    Mapama Ricerca discussioni per utente
    Martedì 6 Maggio 2008, alle ore 09:14
    Grazie,

    ma allora anche se si tratta di una donazione (un rustico in corso di costruzione interamente da completare) non perdo nessuna agevolazione avuta sulla prima casa?????!!!!!!

    Il dubbio mi è sorto leggendo questa risoluzione, che di seguito riporto:

    http://www.fiscooggi.it/reader/?MIval=c ... nale=29498

    "Il bonus per il riacquisto della prima casa spetta solo se l'atto sconta l'imposta di registro o l'Iva. Pertanto, nel caso in cui la riacquisizione avvenga attraverso una donazione che, in seguito alla reintroduzione dell'imposta sulle successioni e donazioni, è soggetta a quest'ultima imposta e non più al Registro, il diritto al credito d'imposta non matura. Per di più, se il primo immobile "agevolato" è venduto quando ancora non sono trascorsi cinque anni e il riacquisto non avviene a titolo oneroso, i benefici goduti all'epoca decadono.

    È il chiarimento contenuto nella risoluzione n. 125/E del 3 aprile, con la quale l'Agenzia ha ribaltato la soluzione prospettata dall'istante.

    In sostanza, il contribuente, proprietario di un'abitazione acquistata usufruendo delle "agevolazioni prima casa", in vista di ricevere in donazione un immobile da ristrutturare, intende vendere, prima dello scadere dei cinque anni, la casa comprata con i benefici. Ritiene di non incorrere nella decadenza dagli stessi per il fatto che entro un anno dall'alienazione adibirà il nuovo immobile ad abitazione principale.

    A sostegno della propria soluzione, ricorda che, nonostante la norma che detta le condizioni per non decadere dalle agevolazioni non specifichi a quale titolo debba avvenire il riacquisto, con la circolare 38/2005 l'Agenzia ha puntualizzato che "il credito d'imposta per il riacquisto della prima casa, attribuito dalla legge 448 del 1998, spetta ai contribuenti che provvedono ad acquisire un'altra casa di abitazione non di lusso "a qualsiasi titolo" entro un anno dalla vendita dell'immobile per il quale si è fruito del regime di favore" e, quindi, anche in caso di trasferimento a titolo gratuito.

    I tecnici delle Entrate rilevano innanzitutto che condizione fondamentale per ottenere il credito d'imposta è il pagamento del Registro (o dell'Iva) nel momento del secondo acquisto e la reintroduzione dell'imposta sulle successioni e donazioni a cui sono soggetti i trasferimenti a titolo gratuito (donazioni) esclude questa possibilità. In pratica, se il contribuente dovesse mettere in atto quanto prospettato, perderebbe tutti i benefici goduti per il primo acquisto, con conseguente recupero da parte delle Entrate delle imposte di registro, ipotecaria e catastale in misura ordinaria e con l'applicazione della sovrattassa del 30 per cento."

    Come stanno le cose nel mio caso??

    Ancora grazie.
    P.F.

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 6 Maggio 2008, alle ore 14:29
    Le indicazioni dell'Agenzia sono chiarissime, non c'è bisogno di interpretarle.

    C'era gia tutto scritto qui:

    http://www.condomini.altervista.org/PrimaCasa.htm

  • mapama
    Mapama Ricerca discussioni per utente
    Martedì 6 Maggio 2008, alle ore 16:36
    Ok,

    e quindi è come mi era stato specificato da voi? cioè che non perdo le agevolazioni della prima casa? essendo una donazione di una casa ancora tutta in corso di costruzione e a spese mie? o cosa? e che ci penserà il notaio in sede di rogito a farmi mantenere queste agevolazioni?
    Nei vari punti si parla di donazione ma di case non di lusso e non in corso di costruzione! o di acquisto di casa in corso di costruzione e non di donazione, il mio caso è un mix dei due casi.

    Grazie.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img veronicapr
Buonasera, pongo un quesito a cui non sono riuscita a trovare risposta sul sito dell'Agenzia delle Entrate: il termine dei 90gg dalla fine lavori è tassativo per i...
veronicapr 20 Aprile 2021 ore 07:12 9
Img fabioanaclerio
Buonasera mi sono ritrovato ahimè in una situazione un po' ingarbugliata: In data 12/11/2020 l'ingegnere mi comunica che ha presentato la CILA al Comune e mi da il via...
fabioanaclerio 19 Aprile 2021 ore 22:39 17
Img cigliano
Salve a tutti.mi presento. mi chiamo Maria e da poco ho comprato casa. avrei bisogno di un vostro aiuto data la mia totale inesperienza.Inoltre, dovrei mettere sanitari, lavandino...
cigliano 16 Aprile 2021 ore 11:33 29
Img cigliano
Salve a tutti,mi chiamo Maria e da poco ho comprato casa pertanto avrei bisogno di un vostro aiuto data la mia totale inesperienza.Di seguito la foto della planimetria con...
cigliano 16 Aprile 2021 ore 10:49 58
Img lucav22
Salve a tutti, ho gia postato una particolare situazione nella sezione ''Tutela Consumatori'' riguardo una vicenda legata a dei lavori di ristrutturazioni con una impresa edile...
lucav22 15 Aprile 2021 ore 17:30 14
REGISTRATI COME UTENTE
328.287 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//