Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

E' obbligatorio l'amministratore?


Ciao!
ho comprato un appartamento in un condominio composto da :
6 appartamenti ... i proprietari sono 5.
sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...
è obbligatorio avere un amministratore visto che ne abbiamo "provati" 2 ma ci troviamo malissimo?
... spendiamo e quando abbiamo bisogno non c'è mai!

grazie,
Laura
  • mset
    Mset Ricerca discussioni per utente
    Martedì 4 Luglio 2006, all or 14:06
    Ciao laura,
    è obbligatorio nominare un amministratore quando il numero dei condomini in un edificio è maggiore di quattro. Se il numero è uguale o minore di quattro la nomina di un amministratore è facoltativa.



    Art. 1129 (Nomina e revoca dell'Amministratore)

    Quando i condomini sono più di quattro, l'assemblea nomina un amministratore. Se l'assemblea non provvede, la nomina è fatta dall'autorità giudiziaria, su ricorso di uno o più condomini. L'amministratore dura in carica un anno e può essere revocato in ogni tempo dall'assemblea. Può altresì essere revocato dall'autorità giudiziaria, su ricorso di ciascun condomino, oltre che nel caso previsto dall'ultimo comma dell'art. 1131, se per due anni non ha reso il conto della sua gestione, ovvero se vi sono fondati sospetti di gravi irregolarità. La nomina e la cessazione per qualunque causa dell'amministratore dall'ufficio sono annotate in apposito registro.
    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Mset
    Martedì 26 Maggio 2020, all or 00:44
    Ciao laura,
    è obbligatorio nominare un amministratore quando il numero dei condomini in un edificio è maggiore di quattro. Se il numero è uguale o minore di quattro la nomina di un amministratore è facoltativa.



    Art. 1129 (Nomina e revoca dell'Amministratore)

    Quando i condomini sono più di quattro, l'assemblea nomina un amministratore. Se l'assemblea non provvede, la nomina è fatta dall'autorità giudiziaria, su ricorso di uno o più condomini. L'amministratore dura in carica un anno e può essere revocato in ogni tempo dall'assemblea. Può altresì essere revocato dall'autorità giudiziaria, su ricorso di ciascun condomino, oltre che nel caso previsto dall'ultimo comma dell'art. 1131, se per due anni non ha reso il conto della sua gestione, ovvero se vi sono fondati sospetti di gravi irregolarità. La nomina e la cessazione per qualunque causa dell'amministratore dall'ufficio sono annotate in apposito registro.
    Scusate! ho visto casualmente il post solo ora, ma l'argomento mi attrae forse se non è stato risolto, potrebbe riscontrarsi anche in altre situazioni analoghe ma più recenti, dove qualche lettore del forum ha una situazione simile.

    Ma non potrebbe essere nominato in assemblea uno dei proprietari? senza interpellare un amministratore esterno, chissà i rendiconti potrebbero essere più facili da interpretare ed affrontare.
    rispondi citando
  • svevavolo
    Svevavolo Ricerca discussioni per utente Jovis
    Martedì 26 Maggio 2020, all or 11:23
    Scusate! ho visto casualmente il post solo ora, ma l'argomento mi attrae forse se non è stato risolto, potrebbe riscontrarsi anche in altre situazioni analoghe ma più recenti, dove qualche lettore del forum ha una situazione simile.

    Ma non potrebbe essere nominato in assemblea uno dei proprietari? senza interpellare un amministratore esterno, chissà i rendiconti potrebbero essere più facili da interpretare ed affrontare.
    Ciao Jovis, sì, la legge permette che l’amministratore sia un condòmino, senza dubbio. Anche se anche questa opzione alle volte può avere degli svantaggi, dato il coinvolgimento diretto dell’amministratore nei rapporti tra i condomini. Come le altre cose della vita, molto dipende sempre dalle persone...
    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Svevavolo
    Martedì 26 Maggio 2020, all or 12:53 - ultima modifica: Martedì 26 Maggio 2020, all or 12:56
    Ciao Jovis, sì, la legge permette che l’amministratore sia un condòmino, senza dubbio. Anche se anche questa opzione alle volte può avere degli svantaggi, dato il coinvolgimento diretto dell’amministratore nei rapporti tra i condomini. Come le altre cose della vita, molto dipende sempre dalle persone...
    Si certamente grazie.

    Ho proprio una situazione simile (6 appartamenti) dove risiede mia sorella e a prescindere qualche piccola discrepanza sui turni x la manutenzione del giardino circostante l'edificio, sembra che tutto stia filando liscio.:-))
    rispondi citando
  • svevavolo
    Svevavolo Ricerca discussioni per utente Jovis
    Martedì 26 Maggio 2020, all or 14:59
    Si certamente grazie.

    Ho proprio una situazione simile (6 appartamenti) dove risiede mia sorella e a prescindere qualche piccola discrepanza sui turni x la manutenzione del giardino circostante l'edificio, sembra che tutto stia filando liscio.:-))
    Bene! :)
    rispondi citando
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Martedì 26 Maggio 2020, all or 15:28
    Buongiorno a tutti. E' una situazione diffusa, molto più di quanto non si pensi, l'incarico ad un condòmino quale amministratore: la ''ratio'', di solito, a parte gli oneri economici, è per il rapporto fiduciario intrinseco alla vicinanza,
    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Nabor
    Martedì 26 Maggio 2020, all or 15:54
    Buongiorno a tutti. E' una situazione diffusa, molto più di quanto non si pensi, l'incarico ad un condòmino quale amministratore: la ''ratio'', di solito, a parte gli oneri economici, è per il rapporto fiduciario intrinseco alla vicinanza,
    Grazie mille! Nabor, mi hai chiarito qualche dubbio.
    rispondi citando
  • manuelamargilio
    Manuelamargilio Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 30 Luglio 2020, all or 19:03
    Affinché ci sia obbligo di un amministratore condominiale è necessaria la presenza di almeno 9 condomini.
    rispondi citando
  • svevavolo
    Svevavolo Ricerca discussioni per utente Manuelamargilio
    Venerdì 31 Luglio 2020, all or 10:32
    Affinché ci sia obbligo di un amministratore condominiale è necessaria la presenza di almeno 9 condomini.
    La precisazione di Manuela è utile, visto che dal primo post sono passati ben 14 anni, era il 2006! :D Quattordici anni e una riforma, quella del condominio, con cui il numero dei condomini con cui scatta l’obbligo di nominare l’amministratore è passato da quando sono più di quattro a quando sono più di otto.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img 64brunica
Salve,a seguito di una diffida nei confronti dell'amministratore per una sua inerzia, lo stesso circa 35 gg dopo mi invia R/R da me non esauriente. Tale spesa della R/R e da...
64brunica 14 Luglio 2015 ore 10:38 1
Img sillysally
Buonasera,l'amministratore ha qualche responsabilità nel non aver mai avvisato il proprietario per un intero anno che gli inquilini non pagavano le spese condominiali?In...
sillysally 23 Maggio 2014 ore 21:16 3
Img 64brunica
Buon giorno,l'amministratore ha da poco nominato una s.a.s. a conduzione familiare.All'atto della nomina ha presentato una lettera di benvenuto con alcuni suoi dati (p. IVA,...
64brunica 17 Marzo 2015 ore 11:23 1
Img francesco.pepe
Buongiorno, vorrei sapere se esistono sentenze che esonerano il condomino ad assumere la carica di amministratore del condominio pur in presenza di delibere assembleari che lo...
francesco.pepe 07 Maggio 2020 ore 13:53 2
Img 64brunica
Buon giorno,scrivo in merito alla nuova normativa dei reati depenalizzati tra cui l'appropriazione indebita.L'amministratore condominiale che commette un comportamento di questo...
64brunica 08 Aprile 2015 ore 10:26 5
Notizie che trattano E' obbligatorio l'amministratore? che potrebbero interessarti


Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Amministratore di condominio - Nel caso in cui l'incarico dell'amministratore di condominio venga revocato non è previsto alcun compenso se l'assemblea è contraria alla proroga dei suoi poteri

L'amministratore da chi viene nominato per un piccolo condominio?

Amministratore di condominio - Quando il numero dei condomini, ossia dei proprietari delle unità immobiliari, è pari a cinque, o superiore, l'assemblea deve nominare un amministratore, se l'assemblea non provvede, la nomina è fatta dall'autorità giudiziaria.

Ripartizione compenso dell'amministratore di condominio

Amministratore di condominio - Una volta incaricato l'amministratore, salvo diverso accordo, ha diritto ad una retribuzione, la quale nell'art. 1135 c.c. ha sollevato qualche interrogativo.

Riforma del condominio, molti amministratori rischiano il posto

Condominio - La così detta riforma del condominio, dal 18 giugno 2013 i condomini con meno di dieci partecipanti potranno decidere di revocare l'amministratore, così molti amministratori rischiano di restare disoccupati.

Condòmini sempre più esposti ai creditori del condominio

Parti comuni - Qualora i creditori del condominio siano insoddisfatti sono pignorabili le quote del singolo condomino anche se non moroso. Le novità della Corte di Cassazione.

Amministratore di condominio e servitù

Condominio - L'amministratore di condominio non può agire in giudizio per ottenere il riconoscimento di una servitù perché questa azione non rientra tra i suoi poteri.

Supercondominio

Amministratore di condominio - Il Supercondominio è un'entità che sussiste quando ci sono edifici collegati con parti in comune. Vediamo insieme quali sono le sue caratteristiche, doveri e potenzialità.

La nomina dell'amministratore è obbligatoria

Amministratore di condominio - La nomina dell'amministratore è obbligatoria, se l'assemblea non provvede i comproprietari possono rivolgersi all'Autorità Giudiziaria affinché provveda alla nomina.

Amministratore e passaggio di consegne

Condominio - Una recente sentenza del Tribunale di Bari, la n. 967 del 17 marzo 2010, ci permette di chiarire, allo stato attuale, quali siano gli strumenti a disposizione
REGISTRATI COME UTENTE
318.663 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//