Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Distacco impianto centralizzato - 27050


Sabi72
login
04 Novembre 2009 ore 17:50 5
Buongiorno a tutti, forse qualcuno potrà aiutarmi.
In un condominio, in regione Lombardia, composto da 12 unità, di cui 6 allacciate al riscaldamento centralizzato. Le altre 6, come da rogito notarile non sono allacciati.
Ora, un condomino chiede la possibilità di staccarsi dall'impianto centralizzato..
Serve l'unanimità dell'assemblea? E' ammissibile in regione Lombardia il distacco dall'impianto centralizzato? Non esiste una normativa regionale in materia?
Se anche un solo condomino è dissenziente, gli altri 5 possono staccarsi?
Grazie
  • condomina77
    Condomina77 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 8 Novembre 2009, alle ore 15:39
    Il distacco da impianto centralizzato a quello autonomo è considerato un innovazione ai sensi dell'art. 1120 cc. 2à comma, quindi serve l'unanimità dei consensi, ma l'importante è:
    1) Sia previsto dal regolamento di condominio;
    2) Venga fornita prova ai condomini che il distacco non porti nessun inconveniente ( Cass. 30/11/1984 n. 6269);
    3) Comporti una effettiva e proporzionale riduzione del consumo, con esclusione di aggravi di sorta per gli altri condomini.

    Comunque anche se ci si distacchi dall'impianto centralizzato, bisogna sempre pagare le spese di conservazione dell'impianto.
    rispondi citando
  • consulente
    Consulente Ricerca discussioni per utente
    Domenica 8 Novembre 2009, alle ore 18:14
    Devo, in parte, contraddire: infatti, per legge, per il distacco è sufficiente una relazione tecnica tesa a dimostrare che l'operazione non crei danni o squilibri all'impianto comune (dpr 59/09).
    In tal caso non solo il condominio non può opporsi ma se dovesse farlo solo per ritardare l'operazione potrebbe essere condannato al risarcimento del danno.
    Sul punto legga, questa sentenza che rappresenta l'orientamento più recente e pressoché unanime in materia di distacco dall'impianto centralizzato:
    http://www.civile.it/condominio/visual.php?num=67808
    rispondi citando
  • condomina77
    Condomina77 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 8 Novembre 2009, alle ore 19:59
    Scusi, mi sono letta la sentenza,

    ma ho trovato un'altra sentenza che specifica la non autorizzazione da parte dell'assemblea.

    DISTACCO DAL RISCALDAMENTO CONDOMINIALE

    Il condomino puo' rinunciare all'uso del riscaldamento centralizzato e distaccare le diramazioni della sua unita' immobiliare dall'impianto termico comune, senza necessita' di autorizzazione o approvazione degli altri condomini e, fermo il suo obbligo al pagamento delle spese per la conservazione dell'impianto, e' tenuto a partecipare a quelle di gestione dell'impianto se, e nei limiti in cui, il suo distacco non si risolva in una diminuzione degli oneri del servizio di cui continuano a godere gli altri condomini.
    Inoltre, pur in presenza di tali condizioni, la delibera assembleare che respinga la richiesta di autorizzazione al distacco e' nulla per violazione del diritto individuale del condomino sulla cosa comune.

    (Sentenza Cassazione civile, sezione II, 30 marzo 2006, n. 7518)
    rispondi citando
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 9 Novembre 2009, alle ore 14:39
    Parrebbe emergere un certo disorientamento giurusprudenziale, come noterà il Collega Gallucci. Non mi consta che la Regione Lombardia abbia legiferato in materia.
    rispondi citando
  • fc2
    Fc2 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 18 Novembre 2009, alle ore 11:33
    Bel mio caso, dopo il distacco, è stata applicata l'aliquota del 10% delle spese comunque a carico.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
REGISTRATI COME UTENTE
306.815 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie