Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Distacco da riscaldamento centralizzato


Anonymous
login
12 Dicembre 2006 ore 10:46 3
Salve a tutti
Durante i recenti lavori di ristrutturazione dell'appartamento dei miei genitori, è stato previsto l'impianto di riscaldamento autonomo con caldaia a gas.
Vorrei sapere se è possibile staccarsi dall'impianto di riscaldamento centralizzato condominiale a gasolio, per utilizzare il nuovo impianto.
Nel caso fosse possibile, dovremmo comunque continuare a pagare le spese dell'impianto centralizzato?

Ringrazio anticipatamente chiunque mi fornisca un consiglio.
Paolo
  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 12 Dicembre 2006, alle ore 14:10
    Se ti distacchi unilateralmente dovrai continuare a pagare le spese per l'impianto e produrre una certificazione che il tuo distacco non provocherà sbiancianebti e aggravi di spese per gli altri, è comunque un tuo diritto.

    Qui trovi tutta la documentazione, le norme e le Sentenze che risoveranno ogni qualsiasi tuo dubbio:

    Distacco dal riscaldamento centralizzato
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Martedì 12 Dicembre 2006, alle ore 15:50
    Grazie per il suggerimento.
    Sapresti anche dirmi se nel caso in cui l'assemblea decida di non riparare un danno che pregiudica il corretto funzionamento (es. la chiusura di una colonna di termosifoni) sono comunque costretto a pagare una qualunque quota?
    Ti faccio questa domanda perchè si è verificato realmente un danno su una colonna di termosifoni, e al 99% verrà deciso di non riparare il danno, chiudendo la colonna e quindi privando me e tutti quelli dei piani sopra e sotto del termosifone della cucina.
    Grazie ancora.
    rispondi citando
  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 12 Dicembre 2006, alle ore 16:23
    Il vostro problema sta proprio nelle tubazioni a colonna.

    Questa situazione ti agevola ancor di più nel passaggio all'autonomo.

    Comunque il condominio è obbligato a ripristinare la tubazione rotta se tu desideri che ciò venga fatto.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
REGISTRATI COME UTENTE
306.815 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie