Certificazione elettrica in proprietà privata per agibilità condomino


Buongiorno
il condominio è del 1973, il costruttore non ha mai avuto l'abitabilità.
Ora l'amministratore si trova a richiedere i certificati gas ed elettrico a tutti i condomini per fare richiesta dell'agibilità.
L'appartamento ha un impianto elettrico originario della casa, ha inserito nel tempo il salvavita e ha gli alveoli delle prese protetti, ma interpellando un perito elettrico per una DIRI (dichiarazione di rispondenza) riferisce che comunque gli impianti anche se antecedenti al 1990 devono fare riferimento alla L. 46/90 dunque avere la messa a terra e per questo motivo non rilascia una DIRI e la soluzione è rifare l'impianto.
1 quesito: personalmente non mi risulta l'obbligo per impianti antecedenti al 1990 di avere la messa a terra, mi confermate?
2 quesito: fino a che punto l'amministratore può obbligare il condomino a fornire una certificazione dell'impianto elettrico della proprietà privata?
Impianto a norma per quando era stato eseguito, ma privo di certificazione.....obbligando dunque a rifare l'impianto elettrico in proprietà privata?
Il condomino che si rifiuta è ritenuto inadempiente?
Quali provvedimenti può prendere l'amministratore?
Grazie in anticipo per le risposte.
Lorenzo
  • steff70
    Steff70 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 28 Agosto 2014, alle ore 00:24
    Se l'impianto è antecedente al 1990 è comunque ritentuto idoneo se dotato di protezione contro sovracorrenti, sezionamento a monte, protezione contro contatti diretti e indiretti oppure protezione con interruttore differenziale da 30 mA.
    Il che significa: basta il "salvavita" subito dopo il contatore. Punto.
    Chiunque chiede un documento che attesti che l'impianto è OK, siccome tale impianto è più vecchio del 1990, è sufficiente l'autocertificazione del proprietario.

    Ciò non toglie che se è messo male, pericoloso... allora il buon senso dice di metterlo a posto, comunque.


    rispondi citando
  • berardinelli
    Berardinelli Ricerca discussioni per utente Steff70
    Giovedì 28 Agosto 2014, alle ore 11:24
    Se l'impianto è antecedente al 1990 è comunque ritentuto idoneo se dotato di protezione contro sovracorrenti, sezionamento a monte, protezione contro contatti diretti e indiretti oppure protezione con interruttore differenziale da 30 mA.
    Il che significa: basta il "salvavita" subito dopo il contatore. Punto.
    Chiunque chiede un documento che attesti che l'impianto è OK, siccome tale impianto è più vecchio del 1990, è sufficiente l'autocertificazione del proprietario.

    Ciò non toglie che se è messo male, pericoloso... allora il buon senso dice di metterlo a posto, comunque.


    Grazie per la risposta, 
    l'impianto è antiquato, ma non è affatto messo male, ha il suo salvavita accanto al contatore e le prese con i fori protetti. Gli manca la messa a terra.
    Al momento, visti i costi non si ha l'intenzione di rifarlo, ed è in regola per le noramtive del tempo. Il problema che non credo proprio che l'amministratore e a sua volta l'ufficio tecnico comunale che rilascia l'agibilità si accontentino di un'autocertificazione.
    Mi pare che la legge al riguardo non dice nulla, per questo motivo che il tecnico interpallato mi dice che lui fa comunque riferimento alla 46/90 anche se l'impianto è del 1973.
    rispondi citando
  • steff70
    Steff70 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 29 Agosto 2014, alle ore 00:17
    Non è così.

    Il proprietario può AUTOCERTIFICARE l'impianto elettrico, ovviamente se e solo se questo è antecedente al 1990.
    Certo che se la casa è stata costruita nel 1995 e manca il certificato di conformità, allora sono guai e fa rifatta la procedura a cura di un tecnico abilitato.

    Prova a cercare con google "autocertificazione impianto elettrico"
    rispondi citando
  • berardinelli
    Berardinelli Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 29 Agosto 2014, alle ore 10:36
    Grazie 1000!!
    l'elettricista e il perito interpellati non non mi hanno detto della possibilità di autocertificazione e che io pensavo non possibile, mentre, come da tuo suggerimento, effettivamente in base art. 5, paragrafo 8, del D.P.R. n. 447/1991, è possibile fare autocertificazione per edifici ante 1990.

    In questo caso posso seguire questa strada essendo un impianto del 1973 e adeguato nel tempo per i minimi di sicurezza.

    grazie ancora
    Lorenzo

    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img franksurax
Ciao,vivo in un condominio terminato di costruire da circa 2 anni da parte del costruttore, che ha fornito quindi garanzia decennale.2 mesi fa, 2 condomini hanno messo delle...
franksurax 05 Dicembre 2016 ore 14:47 2
Img professionelettrico
Troppi infortuni per cause elettriche, ancora oggi, a distanza di 26 anni dalla entrata in vigore della Legge 46/90.Spesso le cause sono da ricercarsi nella approssimazione nella...
professionelettrico 21 Gennaio 2016 ore 22:08 1
Img gemmapo
Ho un piccolo appartamento al mare, in una casa di due piani costruita nel 1963.I contatori dell'elettricità si trovano nell'androne di ingresso.Il mio appartamento si...
gemmapo 16 Ottobre 2014 ore 02:21 1
Img francescomcenroe
Ciao a tutti,scusate la mia ignoranza ma sono a chiedervi aiuto per la seguente questione:vorrei creare una nuova presa antenna TV in una stanza che attualmente non ne ha;mi...
francescomcenroe 31 Dicembre 2007 ore 14:51 3
Img vin76
Buon giorno,ho un grosso problema e da tempo che mi salta il salvavita anche di notte, non riesco a trovare il guasto.Chi mi puo dire cosa fare?Grazie...
vin76 23 Settembre 2014 ore 18:05 2
Notizie che trattano Certificazione elettrica in proprietà privata per agibilità condomino che potrebbero interessarti
Caldaia e impianto elettrico: collegamenti

Caldaia e impianto elettrico: collegamenti

Impianti di riscaldamento - Il corretto funzionamento di una caldaia in casa è strettamente legato alla presenza di un efficiente impianto elettrico al quale la caldaia deve essere collegata.
Impianto elettrico: interruttori, sezionatori e relè

Impianto elettrico: interruttori, sezionatori e relè

Impianti elettrici - Interruttori, sezionatori e relè sono i più comuni dispositivi di manovra e protezione cavi negli impianti elettrici comuni presenti nelle nostre abitazioni.
Numero Circuiti Elettrici in Casa

Numero Circuiti Elettrici in Casa

Impianti - La distribuzione di circuiti elettrici minimi è in funzione dei livelli prestazionali e dei metri quadrati degli appartamenti.

Cercare guasto impianto elelttrico

Impianti - L'intervento delle protezioni automatiche in un impianto elettrico può essere provocata dalla presenza di un guasto all'impianto stesso o ad un'apparecchiatura.

Progetto Elettrico

Progettazione - Un progetto elettrico deve contenere tutta una serie completa di specifici document ed elaborati conformi e rispondendti a norme e dati di riferimento.

CEI 64-8 V3 Impianti Residenziali

Normative - Da Settembre 2011 e' in vigore la variante V3 alla Norma tecnica CEI 64-8: Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1.000 V in corrente alternata e a 1.500 V in corrente continua.

Fasi realizzazione impianto elettrico

Impianti - La realizzazione dell'impianto elettrico in una casa si effettua di regola dopo la realizzazione degli impianti idrici e prima degli impianti di climatizzazione.

Più comfort e meno rischi con un circuito elettrico per bagno a norma di legge

Impianti elettrici - Progettare l'impianto elettrico di un bagno significa confrontarsi con la norma specifica, al fine di disporre correttamente prese e interruttori per la luce.

Protezione Montante Elettrico, V3 CEI 64-8

Impianti - La protezione del montante con un proprio magnetotermico oltre che dalle caratteristiche dell'impianto elettrico, dipende dal valore che l'ente erogatore fornisce circa la corrente di corto circuito nel punto di consegna.
REGISTRATI COME UTENTE
303.648 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Claber
  • Weber
  • Marazzi
  • Vimec
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.