Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Termocamino ad aria: pro e contro


login
03 Novembre 2005 ore 19:11 6
Stiamo ristrutturando un appartamento in vista del nostro matrimonio. A causa degli elevati rincari del metano, vorremmo installare un termocamino ad aria nel salone con un impianto di canalizzazione dell'aria calda anche nelle camere. Molte persone sembrano scoraggiarci riguardo a quest'idea, in quanto sostengono che, le bocchette di uscita dell'aria calda, sporcano i muro e che favoriscono la prolificazione dei batteri e quindi anche delle allergie. C'è qualcuno che mi saprebbe dare un consiglio a riguardo, ed eventualmente un'alternativa a quella proposta? Grazie, Emma .
  • Min Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Novembre 2005, alle ore 18:33
    Io l'ho installato 3 ani fa e ne sono pienamente soddisfatta.

    Non vero che macchia il muro, chiaro che ogni 2 anni circa si imbianca.

    Inoltre io accendo il riscaldamento a metano praticamente solo 3 mesi all'anno grazie al camino.

    Bye!
    rispondi citando
  • Nmanif Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Novembre 2005, alle ore 20:21
    Secondo la mia opinione se hai locali adiacenti disposti su un centinaio di mq potresti usare benissimo una normale stufa a pellets avendo un risparmio del 45% sul metano.
    questa, insieme al termocamino che vuoi mettere tu, riscaldano con aria secca quindi dovresti umidificare.

    non hai mai pensato ad un termocamino per riscaldamento ad acqua?
    cioè in parallelo con i termosifoni?
    rispondi citando
  • Min Ricerca discussioni per utente
    Sabato 5 Novembre 2005, alle ore 06:30
    Oppure se decidi per un camino puoi cercarne uno con l'umidificatore.
    rispondi citando
  • Nessuno Ricerca discussioni per utente
    Sabato 5 Novembre 2005, alle ore 12:51
    Stiamo ristrutturando un appartamento in vista del nostro matrimonio. A causa degli elevati rincari del metano, vorremmo installare un termocamino ad aria nel salone con un impianto di canalizzazione dell'aria calda anche nelle camere. Molte persone sembrano scoraggiarci riguardo a quest'idea, in quanto sostengono che, le bocchette di uscita dell'aria calda, sporcano i muro e che favoriscono la prolificazione dei batteri e quindi anche delle allergie. C'è qualcuno che mi saprebbe dare un consiglio a riguardo, ed eventualmente un'alternativa a quella proposta? Grazie, Emma .


    Ciao Emma; la scelta di un impianto canalizzato è sinonimo di "evoluzione della specie" ed è ovvio che quelli che te la sconsigliano sono solo dei neofobici.
    Ma per la realizzazione di un impianto del genere devi tenere presente queste regole.
    Scelta la fonte di calore ( ti consiglio un termocamino a pellet) usa il sistema acqua>> aria. Eviti cosi di surriscaldare l'aria, essiccandola e alterandone la composizione.
    Scegli uno scambiatore di calore acqua>>aria a pacchi lamellari del tipo rame-alluminio con dimensioni adeguate all'impianto.
    Per i condotti utilizza dei canali flangiati zincati con trattamento anti-batterico. È sempre consigliato dotare l'impianto di un filtro per polvere e se ritieni necessario di un filtro al carbone. Altri accorgimenti tipo l'utilizzo di turbine silenziose, tratti silenziatori e boccole multi flusso verranno da se.
    Ricorda che fare il ricircolo dell'aria è inutile (come succede ad esempio in macchina che si appannano i vetri e gli odori rimangono dentro). Per questo ti consiglio l'aspirazione di aria esterna per almeno 30-40%. di conseguenza crea in cucina e nei bagni degli orifizi verso l'esterno con serrande a gravità. Cosi umidità e odori saranno solo un ricordo. l'aria che immetti nelle camere, invece mediante delle griglie poste in basso nelle porte andranno verso il punto che predisporrai la bocca d'aspirazione.
    per ciò che riguarda l'eventualità di formazione di batteri lungo le condotte, ogni 60 gg, con le finestre aperte e a impianto spento, accendi la turbina e nella aspirazione spruzzi dell'air cleaner o altro prodotto a base di cloro, fai arieggiare per almeno mezz'ora. per il fatto che si annerisce il muro è ovvio che le boccole d'uscita non saranno mai rivolte verso il muro, per ciò che il problema non sussiste. semmai attorno alla bocca d'aspirazione si crea un alone di polvere, ma se utilizzi vernici lavabili, ti basterà un panno e la polvere non c'è più.
    io a casa mia ho un impianto auto costruito, perfino le condotte, mentre a casa di mia sorella l'ho sempre fatto Io ma utilizzando i materiali sopra elencati, saranno più di 5 anni che funzionano senza alcun problema e odori.
    l'unico inconvenieste sta nel fatto che capita di avere delle camere super calde e altre meno calde. per evitare questo si dovrebbe mettere ad ogni camera un termostato che a sua volta controlli un meccanismo detto (elettro-serranda modulare) che chiude il passaggio dell'aria calda nella stanza dove non serve mentre si riscaldano le altre stanze. questo ha ovviamente un costo aggiuntivo ma ti assicuro che dopo sarà solo calore e risparmio. ma non solo pensa al fatto che d'estate potrai utilizzare lo stesso impianto come sistema di raffreddamento.
    rispondi citando
  • Emmaferr Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 7 Novembre 2005, alle ore 09:48
    Ti ringrazio per l'esauriente risposta!!!
    Ora ho le idee + chiare su quest'argomento. Ne parlerò col mio ragazzo...e penso proprio che lo installeremo.
    Ciao e grazie di nuovo
    rispondi citando
  • Franfrantic Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 7 Novembre 2005, alle ore 15:11
    Ciao, aggiungo la mia.
    Avete pensato al termocamino anche per 'godervi' il camino?

    Perché in quel caso quello a pellet non sembra proprio il camino 'vero', non so se hai presente, ma più una stufa, anche se ce ne sono di bellissime.
    Se lavorate e/o non avete tempo di accendere il camino tutti i giorni, allora avete ragione a prendere qualcosa con i pellet, visto che si accendono senza fatica, non sporcano per casa come i ciocchi di legna, si accendono a tempo e anche da remoto con uan telefonata (con un dispositivo aggiuntivo) ecc... ec...

    Altrimenti, avete pensato ad un termocamino ad acqua collegato ai termosifoni?
    Io ne ho comprato uno grande della palazzetti. E' veramente il classico camino con i pregi dei consumi di una stufa moderna.
    Non fa fumi visto che ha un bellissimo vetro davanti.


    Buon tutto e complimenti per la nuova casa.

    fran
    rispondi citando
IMMOBILIARE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Uretek
  • Casa.it
  • WaterBarrier
  • Sicurezzapoint
  • Zaccaria Monguzzi
  • Murprotec
  • Velux
  • Novatek
  • Officine Locati
  • Geosec
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI