Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Legge 10 - 9701


Anele1
login
13 Novembre 2006 ore 14:28 36
Buongiorno, mi devo incontrare con il mio geometra e l'impresa edile per definire il tutto...il mio geom mi ha detto che deve fare la legge 10!

in che cosa consiste?
devo pagare altri soldi?
  • dendro
    Dendro Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 16 Novembre 2006, alle ore 16:41
    Buongiorno, mi devo incontrare con il mio geometra e l'impresa edile per definire il tutto...il mio geom mi ha detto che deve fare la legge 10!

    in che cosa consiste?
    devo pagare altri soldi?
    La c.d. "Legge 10" altro non è che una relazione, obbligatoria per legge, dove si valuta un edificio dal punto di vista energetico e si confronta con i minimi stabiliti, sempre dalla legge. Serve per definire quali caratterisiche di isolamento dovrà avere l'edificio per rispettare i limiti di legge.
    Se devi pagare altri soldi, non lo so.
    Però dico che, essendo obbligatoria nonché propedeutica alla realizzazione, è ovvio che è da fare per cui, in assenza di accordi particolari, non vedo perché debba essere esclusa da un preventivo complessivo.
    Tra l'altro, è un onere che sta in capo all'impresa di costruzioni in quanto senza questa valutazione chi ha detto all'impresario che tipo di isolamento fare nella casa ?

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 17 Novembre 2006, alle ore 12:32
    Perché un progetto "passi" in comune ci voglione varie cose, tra le quali c'è anche la verifica del progetto dal punto di vista energetico.
    La legge 10 è stata superata dal decreto legislativo 19 Agosto 2005, n. 192. Questo prevede degli indicatori diversi e dei valori di consumo più restrittivi.
    Il geometra di solito si occupa dell'architettura, per i calcoli delle strutture in ca. serve un ingegnere, per il progetto termotecnico serve un progettista termotecnico.

    Il progetto termotecnico per la mia casa l'ho fatto io e poi me lo sono fatto firmare da un ingegnere abilitato.
    Quello del consumo energetico è un aspetto molto importante, mi sembra ovvio, e vi sono molte considerazioni da fare.
    L'architettura e le modalità realizzative della struttura portante possono rivoluzionare il fabbisogno energetico, in italia non vi è una gran cultura in merito.
    L'ordine degli ingegneri prescive, in zona sismica, di realizzare la struttura a telaio. Questo tipo modo di costruire comporta una gran quantità di ponti termici, che notoriamente disperdono molto.

    Credo che il costo per un progetto termotecnico varia da 500 a 800 per una piccola casa.

    ciao

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 17 Novembre 2006, alle ore 13:11
    La mai casa consumerà ca. 88 kw/mq anno

  • dendro
    Dendro Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 17 Novembre 2006, alle ore 13:39
    Perché un progetto "passi" in comune ci voglione varie cose, tra le quali c'è anche la verifica del progetto dal punto di vista energetico.
    La legge 10 è stata superata dal decreto legislativo 19 Agosto 2005, n. 192. Questo prevede degli indicatori diversi e dei valori di consumo più restrittivi.
    Il geometra di solito si occupa dell'architettura, per i calcoli delle strutture in ca. serve un ingegnere, per il progetto termotecnico serve un progettista termotecnico.
    ...
    Credo che il costo per un progetto termotecnico varia da 500 a 800 per una piccola casa. Resta il fatto, secondo me, che essendo un obbligo appunto legato all'iter approvativo del progetto deve essere compreso nei costi.

  • dendro
    Dendro Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 17 Novembre 2006, alle ore 13:42
    La mai casa consumerà ca. 88 kw/mq annomi sembra tanto. Parliamo di 88 kWh/mq per il solo riscaldamento giusto ?

  • ernesto1979
    Ernesto1979 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 18 Novembre 2006, alle ore 09:30
    Ciao

    io sto ristrutturando una bifamiliare in brianza...

    ho pagato 1.000 euro per la legge 10

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 19 Novembre 2006, alle ore 21:14
    Nelle ns zone i prezzi sono più bassi. Si tratta comunque di cosa nota. Conosco gente che lavora in studi termotecnici che lavora su immobili da costruire in lombardia....

    Si tratta di 88kw/mq anno !
    Cioè l'energia spesa per un intero anno compresa acqua calda per lavarsi.
    Calcolando 60 lt procapite

    Ciao

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 19 Novembre 2006, alle ore 21:16
    Se riesco ad installare il gruppo di recupero di calore con sfruttamento della geotermia arrivo a 40 kw/mq anno.

    ciao

  • dendro
    Dendro Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 20 Novembre 2006, alle ore 08:29
    Si tratta di 88kw/mq anno !
    Cioè l'energia spesa per un intero anno compresa acqua calda per lavarsi.
    Calcolando 60 lt procapiteNello schema di classificazione dell'efficienza energetica degli edifici (da A a G) ti posizioni in classe D (90 kWh/mq anno): che rispetto alla media nazionale è un buon risultato.
    Stai pensando al geotermico ? Di che genere: pozzo verticale, acqua di falda, ... ? Hai già un preventivo dei costi ?

    ciao

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 26 Novembre 2006, alle ore 14:24
    Il geotermico con pompa di calore costa troppo.
    Ho interrato a 3mt ca.18 mt di tubazione da 110 per assorbire un po di calore geotermico e installare uno scambiatore di calore incrociato.

    Per il geotermico stavo pensando... prima di fare la recinzione interrero almeno 50 mt di tubo per un eventuale pompa di calore con scambiatore acqua gas.

    ciao

  • stiezza
    Stiezza Ricerca discussioni per utente
    Domenica 26 Novembre 2006, alle ore 21:17
    Il geotermico con pompa di calore costa troppo.
    Ho interrato a 3mt ca.18 mt di tubazione da 110 per assorbire un po di calore geotermico e installare uno scambiatore di calore incrociato.

    Per il geotermico stavo pensando... prima di fare la recinzione interrero almeno 50 mt di tubo per un eventuale pompa di calore con scambiatore acqua gas.

    ciao
    posso anche dire una scemata ma da quello che so io ci fai ben boco con quella roba li
    anzi spendi dei soldi inutilmente
    se proprio devi invece che mettere 18 mt del 110
    fei due anelli da 18 mt del 50
    sicuramente la sup, di scambio sara' + elevata non credi???

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 26 Novembre 2006, alle ore 22:03
    Le case che ti vendono i tedeschi hanno questo sistema di recupero del calore cioè uno scabiatore di calore a flussi incrociati.
    Stando al programma MC4 l'installazione di un sistema di questo tipo porta il consumo della casa da 90 a 50 KWh/mq anno.

    ciao

  • soft
    Soft Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 27 Dicembre 2006, alle ore 16:51
    Paolo31, mi sembri abbastanza ferrato in materia quindi chiedo delucidazioni a te: mi sono fatta dare il "malloppone" della dichiarazione per la legge 10 e, a parte tutte le cose che non capisco (praticamente tutto) ho capito molto bene che l'impresa non mi sta affatto facendo i muri com'è scritto lì! Sulla dichiarazione ci sta scritto che dall'esterno all'interno i muri dovrebbero essere fatti così:forato da 8cm,due strati di sughero da 2cm l'uno,4,5 cm di aria(!),forato da 12 con malta da entrambe le parti, che non ho idea di come si possa mettere!!!!
    Invece me li stanno facendo così: forato da 25, 2 strati di sughero da 3cm l'uno, minima zona ventilata (direi cha va da zone di 1 cm a zone di 2 cm al max, a occhio), altro forato da 8 cm. Se faccio i conti io, da ignorante in materia, dico che 33cm di forato isolano senz'altro di più di 20 cm come è scritto sul documento, e così pure 6 cm di sughero anzichè 4...l'unica cosa che è inferiore è lo spazio dedicato all'aria, ma magari è la più importante?????
    Cosa ne pensi???? Mi stanno facendo un lavoro migliore o peggiore? E se è migliore devo rifare la certificazione? So che una casa vale di pù se è meglio isolata, soprtattutto oggigiorno.
    Io sono molto esigente in fatto di isolamento e, poichè FORSE faremo un impianto geotermico non vorrei trovarmi con brutte sorprese...
    Grazie

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 27 Dicembre 2006, alle ore 22:10
    La struttura che stanno realizzando è migliore dal punto di vista termico.
    Tecnicamente la struttura della relazione tecnica non mi sembra molto fattibile, infatti un mattore forato da esterni da 8 cm non credo esista.
    La parete esterna che deve resistere alle intemperie e ai cicli termici delle stagioni il cotto normalmente si realizza di uno spessore minimo di 13 cm.

    Il sughero è un prodotto naturale ottimo per la bio edilizia, termicamente ottimo forse leggermente inferiore al polistirene, dipende dal prodotto.

    Nella relazione dai un occhiata al valore di consumo annuo, è espresso in KWh/mq anno

    Nella mia casa, farò un coppotto di polistirene di 8 cm ed ho un consumo di ca.80 KWh/mq anno classe di consumo C.

    Per sapere se la relazione è stata fatta bene verifica, se sono stati calcolati i ponti termici e quali.
    I ponti termici sono i punti di discontinuita di una struttura, ad esempio i davanzali, le soglie, gli stipiti, i solai ecc.
    Da questi ponti termici esce una gran quantità di calore, difficilmente un edificio non risponde ai valori di dispersione richiesti per legge, è quando si inseriscono i ponti termici che va tuto a p....

    Il cappotto riesce a coprire molti più ponti termici del metodo classico dell'itercapedine interna.

    Bene inteso che sono 2 soluzioni valide il cappotto è migliore (termicamente).

  • soft
    Soft Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 28 Dicembre 2006, alle ore 09:50
    Grazie mille! Ho trovato il valore di consumo annuo ma ci sono 2 numeri:121,9 MJ/(m3a) e 33,9KWht/(m3a) se è così è ancora meno della tua casa! Ma come fa ad essere vero se i muri che mi hanno fatto non corrispondono a ciò che sta scritto? Mi fa piacere che siano meglio coibentati, ma ciò significa che devo pretendere una nuova realzione? Mi chiedo anche come abbiano fatto a valutare la dispersione dalle finestre, visto che non sanno che finestre monterò? Si parla di ponti termici, ma non capisco in che termini.... mi spiace
    Ah! ho trovato anche un consumo annuo di acqua sanitaria di 14,6KWht/(m3a) sempre cinese per me...Poi ho anche trovato tipo di edificio: B. Non so a cosa si riferisca.
    Secondo te non è necessario quindi che ci sia un'intercapedine d'aria maggiore tra il sughero e il forato interno? Neanche a nord? Perché quelle pareti non me le hanno ancora fatte, posso anche di aumentarla, tanto non ho problemi di spazio all'interno.
    Ti faccio un'altra domanda: il piano di sotto (che è comunque un primo piano, sotto c'è un'altro appartamento) e una ristrutturazione: lì che tipo di cappotto esterno devo mettere? E poi ci sarà un gradino con il piano superiore? Perché l'architetto non ci ha pensato????? Grazie sei troppo gentile e disponibile, ma dagli "esperti"(non ti dico quanti mila euro do all'architetto ) non riesco ad avere risposte.
    Simona

  • lancell
    Lancell Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 28 Dicembre 2006, alle ore 20:24
    Sono anch'io molto interessato all'argomento ma non riesco a trovare analogie con la mia relazione legge 10...
    Io avrò un muro da 34cm più un termointonaco da 4 cm per non fare il cappotto tradizionale... leggendo il valore della trasmittanza totale arrivo a 0,39 (dovrei essere al limite della classe C?) e ho trovato il valore Fabbisogno energetico per la climatizzazione invernale 50,89 kj/m3 g °C.
    Abito nel Mantovano zona climatica F (credo) il mio timore è di dover sperperare soldi nel riscaldamento...
    Bye bye Giuseppe.

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 31 Dicembre 2006, alle ore 23:42
    X SOFT
    33,9KWht/(m3a) ??? La vedo dura !! Sono poco più di 2 litri di gasolio/mq anno cioè una classe A.
    I tedeschi con una casa in legno e recuperatore di calore geotermico arricano a 3 litri 45kw....

    Per l'intercapedine non mi farei grandi problemi...

    Il consumo di acua calda sanitaria fa parte del consumo globale ed è calcolato in base al numero di persone che devono/possono abitare la casa.
    Sul tipo di cappotto senti chi fa cappotti. Io mettero un cappotto di polistirene ma ci sono anche materiali bio compatibili.
    Se non previsto vedrai uno scalino.

    Visto tutti gli eurozzi fatti rilasciare anche la certificazione energetica dell'edificio compresa nel prezzo. Ti diranno che non è obbligatoria, ma lo diventerà quindi se tu ce l'hai il tuo immobile avrà maggior valore in caso di vendita.

    Se hai altre domande non esitare.

    ciao

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 31 Dicembre 2006, alle ore 23:59
    Sono anch'io molto interessato all'argomento ma non riesco a trovare analogie con la mia relazione legge 10...
    Io avrò un muro da 34cm più un termointonaco da 4 cm per non fare il cappotto tradizionale... leggendo il valore della trasmittanza totale arrivo a 0,39 (dovrei essere al limite della classe C?) e ho trovato il valore Fabbisogno energetico per la climatizzazione invernale 50,89 kj/m3 g °C.
    Abito nel Mantovano zona climatica F (credo) il mio timore è di dover sperperare soldi nel riscaldamento...
    Bye bye Giuseppe.

    Muro da 34 di che materiale ? Stando al valore potrebbe essere un porizzato (Poroton) anche se il valore mi sembra un po troppo basso, infatti con il poroton da 30 e malta isolante si arriva a 0.56.

    Se così fosse guarda bene le verifiche igrometriche e fatti realizzare un bel rivestimento isolante nei pilastri non la solita eraclit.

    Evita la malta e fai un bel cappotto.

    Fammi sapere il valore dei Kw/mq anno.
    Il valore che riporti è il FEN Fabbisogno energetico normalizzato.

    Stando al valore che riporti la tua casa sarà una classe D o E...

    Ciao

  • soft
    Soft Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 1 Gennaio 2007, alle ore 10:18
    Grazie Paolo, penso che domani prenderemo un appuntamento con l'architetto per chiarire...non esiste che sulla carta ci sia scritta una cosa e nella realtà poi se ne faccia un'altra! E non mi importa che il documento sia stato fatto da una terza persona(termotecnico) io i soldoni li do all'architetto! Tra l'altro adesso che ho letto che sulla finanziaria è ammessa la possibilità della detrazione del 55% per spese per risparmio energetico che rientrino in determinati parametri (io ho provato a scoprire quali, ma ci sono tabelle che sono ai profani incomprensibili!!!) se posso vorrei approfittarne.
    Grazie ancora sei stato molto d'aiuto, se avrò bisogno chiederò ancora.
    Auguri di buon anno!

  • dendro
    Dendro Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Gennaio 2007, alle ore 13:36
    Per Paolo31:
    il tuo valore di consumo è riferito a metri-quadri (80 kWh), Soft invece si riferisce a metri-cubi (39 kWh che diventano 117 kWh/metro-quadro con locali altri 3 m).

    Per Soft:
    la stratigrafia sulla relazione Legge 10 potrebbe essere invertita: quindi 8 cm dentro e 12 fuori.
    Questo, tuttavia, dal punto di vista termico non è l'ottimo: è meglio un muro spesso dentro e uno più sottile fuori (rispetto all'isolante) in modo da smorzare le variazioni di temperatura esterne.
    Poi un suggerimento: piuttosto che insistere con l'architetto per farti rifare la Legge 10 in modo che sia conforme alla realtà, prova a insistere per farti fare la Certificazione Energetica di cui parla Paolo31.

  • soft
    Soft Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Gennaio 2007, alle ore 13:53
    Sono stata oggi dall'architetto che mi ha detto che la dichiarazione che è stata fatta era il minimo per stare nei parametri, quello che poi sono andati a fare è sicuramente meglio (forato portante da 25, 6 di sughero, camera d'aria, forato da 8 )...quindi alla fine dovremo far rifare tutto! Io non capisco, ma se non mi fossi accorta...sarebbe rimasto così, presumo.
    In ogni caso pretenderò che il termotecnico mi dica con precisione tutti i valori REALI soprattutto perché vorrei poter accedere alle detrazione del 55% previste dalla nuova finanziaria. (secondo voi ci sto dentro o è un isolamento insufficiente?)
    Qualcuno mi sa dire come devono essere i serramenti per rientrare in questi famosi parametri per poter detrarre il 55% della spesa?Io ho controllato le tabelle della legge relativa, ma è assolutamente illeggibile ai profani
    Giovedì verrà il tecnico dei serramenti e per i falsi telai e vorrei chiedergli di montarmi dei vetri adeguati...ma lui lo saprà quali sono?
    Grazie mille per i vostri preziosi consigli!

  • soft
    Soft Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Gennaio 2007, alle ore 13:55
    Il tuo valore di consumo è riferito a metri-quadri (80 kWh), Soft invece si riferisce a metri-cubi (39 kWh che diventano 117 kWh/metro-quadro con locali altri 3 m).

    quindi avrò una casa troppo poco isolata????però in realtà non mi hanno fatto i muri così....uffa cosa devo pensare????

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 3 Gennaio 2007, alle ore 10:57
    La struttura che ti stanno realizzando è una buona soluzione, ma nulla di eccelso.
    Presumibilmente il consumo si dovrebbe essere entro i limiti di legge di 124 Kw/mq anno.

    Le finestre disperdono molto, quando un serramento disperde 1,1 kw/mq°K è poco.
    Per avere un serramento così devi prendere un vetrocamera 4-16-4 con vetro basso emissivo. Il telaio è importente ma non come il vetro, puoi scegliere PVC o legno o legno alluminio. In ogni caso chiedi serramenti certificati, anche se oramai lo devono essere tutti.

    L'installazione va curata bene SEMPRE MOLTA ATTENZIONE AI PONTI TERMICI.
    Tra la finestra e il muro ci sarà sempre una piccola fessura che va riempita BENE con schiuma poliuretanica.

    CIAO

  • soft
    Soft Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 3 Gennaio 2007, alle ore 12:29
    Grazie farò tesoro dei tuoi consigli!
    Quindi secondo te se metto il cappotto esterno anche sulla parte nuova sarebbe una buona idea? (sempre verificando prima i costi...)

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 3 Gennaio 2007, alle ore 14:41
    Isolamento esterno a "cappotto" composto da lastre di polistirene estruso della densità di Kg/mc. 25 spessore 8 cm, con bordi sagomati ad incastro sui quattro lati; fissaggio a mezzo di adeguato adesivo murale e di 4/6 chiodi speciali con testa in plastica per mq. di superficie, applicazione superficiale di rete in fibra di vetro rigida, posta in opera con uno strato di apposito adesivo di spessore non inferiore a mm. 4; applicazione di rivestimento murale di finitura a compreso riquadratura dei fori con apposite cornici ed ogni altro onere.

    prz 36 - 38 ?/mq

    Incidenza del materiale ca. 50 %

    ciao

  • soft
    Soft Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 3 Gennaio 2007, alle ore 15:00
    Invece del polistirene non è meglio il sughero? dicono che così i muri traspirano meglio...

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 3 Gennaio 2007, alle ore 15:37
    Esistono svariati materiali per i cappotti. Solitamente si usa il polistirene costa poco e coibenta molto.
    Il sughero costa molto molto di più ma sicuramente garantisce una traspirabilità al top.
    Predo che per cappotti esistano materiali a base di sughero.

    Chissà che nel forum ci sai qualcuno di molto preparato.

    ciao

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 3 Gennaio 2007, alle ore 16:24
    Http://www.roefix.com/index.11470.5.html

  • soft
    Soft Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 3 Gennaio 2007, alle ore 17:28
    Grazie sei mitico...

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 4 Gennaio 2007, alle ore 07:09
    Ho trovato questa scheda tecnica
    http://www.roefix.com/index.14353.5.html
    Davvero interessante, ti vorrei far notare il valore di trasmissione del vapore, veramente alto per un polistirene.

    Normalmente il polistirene più alta è la densità più alto è il valore coibente, in questo caso la densità è bassa trasmissione vapore alto resistenza termica alta.

    ciao

  • soft
    Soft Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 4 Gennaio 2007, alle ore 12:41
    Chiedo venia...ma non ho capito molto cosa significa: sostituisce il sughero perché traspira? Scusa ma non me ne intendo proprio e anche se sto cercando di capirci, qualcosa mi sfugge...

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 5 Gennaio 2007, alle ore 07:07
    Il polistirene non potrà mai essere ai livelli del sughero. Se poi uno vuole fare della bio edilizia....
    Comunque l'utilizzo di questo polistirene sembra dare delle buone performace sulla trasmissione del vapore.

    In termini di costo non ho idea di quale sia la differenza ma penso molto alta. Il sughero sicuramente costa un occhio.

    ciao

  • dendro
    Dendro Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 5 Gennaio 2007, alle ore 09:56
    Il tuo valore di consumo è riferito a metri-quadri (80 kWh), Soft invece si riferisce a metri-cubi (39 kWh che diventano 117 kWh/metro-quadro con locali altri 3 m).

    quindi avrò una casa troppo poco isolata????però in realtà non mi hanno fatto i muri così....uffa cosa devo pensare????

    Beh, 39 kWh/mc è un valore di consumo medio-alto per gli standard italiani; decisamente alto per standard di paesi più evoluti di noi.
    Volendo ottenere buoni risultati in termini energetici occorre un elevato grado di isolamento che si raggiunge solo con:
    - un elevato spessore di isolante per le superfici opache (muri, solette, tetto): 6 cm di isolante è pochissimo (sughero o polistirene che sia);
    - finestre isolanti;
    - una posa dell'isolante fatta a regola d'arte
    - una posa delle finestre fatta a regola d'arte.

    Nota che spesso si buttano letteralmente via enormi somme di denaro per i materiali, isolanti e finestre, posati poi malamente: LA POSA E' FONDAMENTALE.
    ciao

  • dendro
    Dendro Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 5 Gennaio 2007, alle ore 10:00
    Invece del polistirene non è meglio il sughero? dicono che così i muri traspirano meglio...

    Valuta anche la lana di roccia. E' un ottimo isolante termico e abbina anche un buon grado di isolamento acustico.

  • soft
    Soft Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 5 Gennaio 2007, alle ore 12:08
    Scusa Dendro. ma così mi uccidi....adesso tu dici che 6 cm di sughero sono pochissimi anche se interposti tra un mattone forato da 24 una camera d'aria(che a nord è di 4,5cm) e all'interno un altro mattone forato da 8? Secondo te cosa dovrei fare per ottenere un buon isolamento????? Ti prego di darmi dei suggerimenti perché i lavori avanzano velocemente....

  • dendro
    Dendro Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Gennaio 2007, alle ore 08:37
    Scusa Dendro. ma così mi uccidi....adesso tu dici che 6 cm di sughero sono pochissimi anche se interposti tra un mattone forato da 24 una camera d'aria(che a nord è di 4,5cm) e all'interno un altro mattone forato da 8? Secondo te cosa dovrei fare per ottenere un buon isolamento????? Ti prego di darmi dei suggerimenti perché i lavori avanzano velocemente....
    Il mattone ha una scarsa resistenza termica per cui da 8 o da 12 dal punto di vista dell'isolamento cambia poco. E' invece utile uno spessore elevato interno, dal punto di vista dello smorzamento delle escursioni termiche esterne: un muro in mattoni più e spesso più attenua le differenze di temperatura che puoi avere tra giorno e notte all'esterno (quindi aumenta il confort).

    Dal punto di vista dello spessore isolante il suggerimento che posso darti è: mettilo più spesso che puoi (8 o 10 cm o anche più se possibile).
    ciao
    P.S. ricorda: è importantissimo curare l'eliminazione di ponti termici e la posa dei serramenti.
    ciao

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img sissijacobs86
Buona sera a tutti, ragazzi!!!Scusate ma ho bisogno di aiuto immediato!!!Tutti mi prendono in giro è l'ignoranza è una brutta bestia.Devo ristrutturare, ma per...
sissijacobs86 30 Giugno 2014 ore 16:00 2
Notizie che trattano Legge 10 - 9701 che potrebbero interessarti


Normative Regionali sui rifiuti

Normative - Prevenire e ridurre la produzione dei rifiuti, nonche' valorizzarne gli scarti attraverso il recupero, sono azioni regolate dalle legislazioni regionali.

Bonus casa: possibile la proroga con la Legge di Bilancio 2020

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il bonus casa ci sarà: è quanto affermato dal Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Palombelli. Ecco le novità in merito agli incentivi per i lavori in casa

Condono edilizio 2017: i criteri per stabilire demolizione o condono

Leggi e Normative Tecniche - Condono edilizio: il Ddl Falanga in fase di approvazione, consentirebbe di stabilire nuovi criteri per decidere quando condonare e quando demolire un'immobile.

Over 75: nuovo modello per esenzione canone RAI

Fisco casa - Alla luce delle novità degli ultimi anni riguardanti il requisito reddituale, è stato aggiornato il modello di domanda per l'esenzione dal canone RAI per over 75

Tagli Detrazioni sulle spese per gli edifici

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Partono i tagli delle detrazioni ed esenzioni in generale, dalla storica detrazione del 36% a quelle del 55% sulle spese per gli edifici.

Piano Casa Puglia: prorogato per tutto il 2018

Piano casa - Approvata dal Consiglio regionale della Puglia la proposta di legge che proroga le misure del Piano Casa a dicembre 2018. Approvate modifiche alla legge 1472009

La legittima difesa in casa è legge dopo l'approvazione del Senato

Leggi e Normative Tecniche - Via libera definitivo alla legittima difesa che ha avuto l'approvazione anche del Senato. La nuova formulazione dell'articolo 52 del codice penale. Ecco le novità

Pignoramento del conto corrente per chi non paga Imu e Tari

Fisco casa - Se passa un emendamento alla Legge di Bilancio 2020, i contribuenti potrebbero vedersi bloccati conti correnti per IMU e TARI non pagate. Ed è subito polemica.

Dati catastali per le utenze

Normative - In questo periodo molte persone stanno ricevendo dalle società erogatrici di servizi come elettricità, acqua e gas, dei moduli da compilare nei quali
REGISTRATI COME UTENTE
320.696 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//