Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2022-04-21 16:23:04

Impresa edile inadempiente


Buongiorno,
mi rivolgo a voi per avere consigli su cosa fare per liberarmi dell’impresa che sta ristrutturando il mio appartamento, da oltre 6 mesi, nel modo più veloce ed efficace possibile.
Premetto che sono cosciente di aver commesso tutti gli errori possibili: nessun contratto firmato (solamente qualche incontro e un preventivo inviato via mail), nessun direttore lavori, nessun SAL.
Fortunatamente nessun pagamento, ho sempre chiesto di emettere fattura SAL ma, nonostante molteplici promesse, non ne ho ancora vista una!

A luglio ho commissionato la ristrutturazione ad un architetto titolare di un’impresa, il solito amico di amici, che si era impegnato a redigere i progetti (ero indecisa tra due soluzioni) e concludere i lavori entro il 30 settembre.
Il 5/7 ha aperto CILA con il progetto che poi non è stato scelto, affermando che non era un problema poiché la CILA si sarebbe potuta modificare in qualsiasi momento.
Il 19/7 ho scelto la soluzione finale e l’impresa ha demolito i muri e pavimenti in pochissimi giorni.
Poi e’ iniziato il delirio: il titolare ha iniziato a latitare, accampare scuse, chiedermi risposte urgenti altrimenti, per colpa mia, avrebbe dovuto fermare i lavori (scelta sanitari/rubinetti, schema impianto elettrico, piastrelle rivestimenti, persino i battiscopa….tutte cose che ancora non sono nemmeno lontanamente concluse).
Mai visto un progetto o disegno, ha poi affermato di non essersi mai impegnato a produrre progetti ma solamente ad effettuare la ristrutturazione e presentare la CILA.
Io ho sempre risposto puntualmente, entro massimo 24 ore, alle sue urgentissime richieste, sollecitando riscontri su prossimi passi e tempistiche.
Tutto documentato con mail e messaggi.
Il cantiere ha ripreso a settembre a singhiozzo, lui ha scritto che avrebbe terminato i lavori inizialmente entro metà ottobre, poi il 30 Novembre.
Ad oggi l’impianto elettrico ed idraulico non sono finiti, si sono susseguiti 4 idraulici e 3 elettricisti e innumerevoli manovali, tutti hanno abbandonato il lavoro per impossibilità a lavorare con lui.
Per non parlare delle tracce rifatte innumerevoli volte, difformità di esecuzione rispetto alle specifiche date.
A fine dicembre gli ho mandato PEC dove intimavo di finire entro 15gg, non ha risposto alla PEC, non si è visto in cantiere praticamente nessuno, ha solamente inviato mail settimana scorsa con altre nuove “urgentissime” richieste (alla quale ho comunque risposto).
A cosa vado incontro se gli mando un’altra PEC intimando di sgomberare il cantiere entro 7gg, se non lo fa posso rimuovere io le attrezzature e fare subentrare un’altra ditta?
Nel caso dove posso trovare degli esempi di comunicazione?
La troverò mai un’altra ditta disposta a subentrare a cantiere avviato e a certificare gli impianti non fatti da loro oppure l’attuale ditta è tenuta a certificare gli impianti per la parte fino ad oggi ultimata?
Dal momento che per lo meno le opere murarie sono terminate lui e’ tenuto a modificare/chiudere la CILA secondo quanto realizzato o si può rifiutare?
Posso rifiutarmi di pagare i lavori non ultimati (es impianti)?
Quali altri modi può trovare per fregarmi ancora?!

Non mi interessa chiedere penali o soldi, pero’ vorrei evitare di ritrovarmi con il cantiere bloccato in attesa di un’eventuale causa civile o dover sostenere spese extra.
Vi ringrazio anticipatamente per i vostri consigli
Elisabetta
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Gennaio 2022, alle ore 19:51
    Gent.ma Elisabetta, il Suo caso purtroppo è tutt'altro che infrequente, ossia appalti conferiti sulla fiducia, e in mancanza di tutele contrattuali. Potrei consigliare un ricorso per ATP, dopo aver risolto il contratto, ma obiettivamente si va incontro a spese (lo scrivo per esperienza legale). Cosa sa di questa impresa, è solida? è una società di persone?

  • debora mirarchi
    Debora mirarchi Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 21 Febbraio 2022, alle ore 14:32
    La mancata sottoscrizione di accordi contrattuali la espone a contestazioni.Occorre comprendere l'oggetto e la natura di tali richieste.Stante le iniziali "leggerezze" la invito a trovare una soluzione con l'impresa, perchè potrebbero esserci rischi e conseguenze anche nei suoi confronti.Esperito tale ultimo tentativo, qualora non dovesse riuscire a pervenire a una soluzione, occorre una attenta valutazione dei rapporti e dell'eventuale materiale documentale per comprendere la natura delle richieste ed eventuali sue conseguenze

  • manuelamargilio
    Manuelamargilio Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 21 Aprile 2022, alle ore 16:23
    A per la complessità della situazione sembra un caso tipico in cui sarebbe necessario rivolgersi ad un legale per farsi assistere.Certo la mancanza di accordi scritti rende più difficile affrontare la situazione soprattutto da un punto di vista probatorio.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img alex.1983
Ciao a tutti, ho appena comprato casa e vorrei ristrutturarla. L'idea è quella di creare un ambiente unico con salone e cucina, due bagni, una cameretta e una camera...
alex.1983 26 Maggio 2022 ore 13:19 11
Img frank_dru
Ciao a tutti. Sto chiudendo i lavori di ristrutturazione del mio appartamento, nel comune di Roma.Lavori fatti naturalmente in regola, tutto ok con cila, permessi etc.Premesso che...
frank_dru 16 Maggio 2022 ore 14:51 10
Img fdv1988
Buongiorno a tutti il geometra che mi sta facendo la CILA mi ha detto di chiedere la DURC all'azienda che mi fa i lavori; quest'ultima dice di non averla perchè non gli...
fdv1988 10 Maggio 2022 ore 19:59 1
Img baiardo
Buona sera. Vi espongo un problema che sto incontrando con la cessione del credito da superbonus 110.Mia moglie e mia suocera sono rispettivamente nuda proprietario e...
baiardo 09 Maggio 2022 ore 14:02 3
Img alessio pizzetti
Buongiorno, ho un quesito.A gennaio 2020 ho richiesto e ottenuto una CILA per ristruttarare il mio appartamento. A giugno 2021 ho ultimato i lavori e ho comunicato il "fine...
alessio pizzetti 04 Maggio 2022 ore 21:26 2
Notizie che trattano Impresa edile inadempiente che potrebbero interessarti


Niente demolizione per la tettoia abusiva se trasformata in pergolato fotovoltaico

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Consiglio di Stato ribadisce quanto già affermato dal TAR della Lombardia: la tettoia abusiva non va demolita se viene trasformata in pergolato fotovoltaico.

Superbonus 110%: ecco le novità con il Decreto Semplificazioni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Tra le novità introdotte con il Decreto Semplificazioni vi è la modifica alla normativa relativa al Superbonus 110. Per l'avvio dei lavori basterà la Cila.

Sostituzione porta blindata possibile con Bonus 50%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Viene compresa tra le opere agevolabili al 50% la sostituzione della porta blindata optando per la scelta dello sconto in fattura o per la cessione del credito.

IMU e TASI: ravvedimento operoso per chi non ha pagato

Fisco casa - In caso di ritardo nel pagamento di IMU e TASI si potrà fruire del ravvedimento operoso, un beneficio in base al quale si potrà ridurre la sanzione applicata.

Interventi edili: quali sono le responsabilità del committente?

Leggi e Normative Tecniche - In caso di lavori edili, anche di piccola entità, il committente ha delle responsabilità sia per la regolarità urbanistica che per la sicurezza nei cantieri.

Comunicazione Inizio Lavori (CIL)

Leggi e Normative Tecniche - La Comunicazione inizio lavori (CIL) introdotta nel 2010 dalla Legge 73/10 permette di semplificare l'iter per alcuni interventi tra cui la manutenzione straordinaria.

Le risposte del MEF per Superbonus 110% e abusi edilizi

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha risposto ai quesiti formulati dai due Deputati della Camera nell'interrogazione parlamentare della scorsa settimana

CILA: Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata

Leggi e Normative Tecniche - La CILA è lo strumento che consente di iniziare lavori edilizi contestualmente alla presentazione dell'istanza, aggiornata e ampliata oggi con il Decreto Madia-

Come comportarsi con l'impresa in ritardo con i lavori di ristrutturazione

Leggi e Normative Tecniche - L'impresa appaltatrice deve eseguire le opere nei termini convenuti, altrimenti rischia l'applicazione di una penale, se prevista, e una richiesta di risarcimento
REGISTRATI COME UTENTE
338.368 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//