Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Detrazione 36% - comunicazione asl,impossibile venire a capo - 36684


Inocs
login
11 Luglio 2013 ore 14:30 1
Salve, so che l'argomento sarà stato trattato tante volte, ma credetemi, per quanto in lungo e in largo
abbia cercato, ovunque sul web, non ho trovato niente che risolvesse in modo netto il mio dilemma.

Vi spiego:

l'anno scorso ho avviato una ristrutturazione edilizia per 30000 euro di lavori circa: con permesso di costruire al comune,
per abbattimento muri, redistribuzione spazi, rifacimento bagni e impianti idraulici ed elettrici, cappotto, sistemazione muretto del giardino ecc..
L'impresa esecutrice, con lavoratori dipendenti,
è una sola, ditta individuale artigiana edile. Sul cantiere sono intervenuti due lavoratori autonomi, di cui
uno, l'idraulico, totalmente a carico e responsabilità, con contratto d'opera, dell'impresa esecutrice. L'altro autonomo,
l'elettricista, per conto suo. Da quello che avevo capito della 81/2008, una sola impresa esecutrice
con più lavoratori autonomi non comporta obbligo di comunicazione preventiva alla ASL (e in realtà,
io l'autonomo idraulico non lo consideravo neanche, essendomi rivolto direttamente all'impresa esecutrice).

Per un anno sono stato tranquillo e ho compilato già il mio 730 del 2013. Oggi mi assale un dubbio, all'improvviso,
dopo una chiacchierata con un'altra persona che ha inviato la comunicazione all'ASL a prescindere, perché, a suo
dire, è sempre meglio fare in più che in meno (cosa che odio, anche se in Italia, vista l'impossibilità di trovare interpretazioni
univoche, finisce per valere).

Il dubbio, dicevo, mi è venuto quando, leggendo la guida Agenzia Entrate sulle ristrutturazioni, leggo che è necessario che
un impianto termico sia a norma della 37/2008. Ora, nell'ambito della stessa ristrutturazione, io ho "caricato" anche la fattura
per l'acquisto di un termocamino, oltre che di termosifoni e altro, il quale ovviamente è stato installato dall'idraulico chiamato dall'impresa esecutrice. Devo quindi,
se ho capito, farmi rilasciare la relativa certificazione, giusto? E comunque non servirebbe sempre e comunque la dichiarazione di conformità per
gli impianti idraulici? Il dubbio è nato quando, parlando con l'idraulico, ho scoperto che
ha anche un figlio coadiuvante.

Apriti cielo. Il web, con i suoi mille link, ha iniziato a confondermi e preoccuparmi. Mille le domande nate nella mia testa:
1. per caso un coadiuvante familiare e' assimilato a un dipendente e dovevo fare comunicazione all'ASL? (senza la quale perdo la detrazione?)
2. ma poi io che ne sapevo? Io ho affidato il lavoro all'impresa esecutrice!
2. oppure si applica l'art. 21 della 81/2008, sull'impresa familiare?
3. visto che l'idraulico è disposto (l'ho chiamato subito...)a firmarmi una dichiarazione in cui attesta di essere appunto lavoro autonomo (ma poi, l'Agenzia delle Entrate come potrebbe sapere della cosa, visto che io ho fatture solo dell'impresa esecutrice?)
4. già, ma devo o no presentare le dichiarazioni di conformità ex 37/2008 quando l'Agenzia delle Entrate mi chiederà i documenti?
5. la certificazione deve rilasciarla per forza l'idraulico che ha fatto l'impianto o può rilasciarla un altro?
6. non è che....

Ecc.ecc. Onestamente trovo scritto di tutto e di più, e a questo punto mi fermo nel mio cercare, poiché confonde solo le idee e genera apprensione. Chiedo cortesemente a qualcuno di Voi, come si comporterebbe in un caso simile e se ho ragione ad aver fatto le mie riflessioni o esse sono superflue.

Grazie e scusate per la prolissità
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img luma18
Buon giorno, chiedo consulenza a questo proposito. Abitavo (perché ora la mia casa è in vendita) in un appartamento composto da 4 unità abitative...
luma18 17 Marzo 2020 ore 13:33 8
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 9
Img nastia2020
Buonasera! Ho due vicini, una al primo piano uno al piano terra.la vicina del primo piano non vuole ripiastrellare e isolare la terrazza in comune fuori dalla casa, circa 60mq...
nastia2020 02 Marzo 2020 ore 18:18 5
Img marchetto93
Buongiorno, ho comprato casa da poco più di 3 mesi (una casa con poco più di 10 anni già precedentemente abitata) e la scorsa settimana alle prime pioggia...
marchetto93 11 Marzo 2020 ore 21:53 14
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
REGISTRATI COME UTENTE
318.754 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//