Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2018-03-10 12:26:41

Un lato casa attaccato a collina: come togliere umidità?


Epoque
login
14 Novembre 2012 ore 09:02 7
Ciao,
ho un problema di umidità nella casa che sto ristrutturando. Praticamente un lato della casa è attaccato alla collina, e su tutto quel muro c'è sempre molta umidità. In inverno, addirittura è praticamente bagnato.

Ho sentito 2 aziende e mi hanno consigliato alcune soluzioni:

1. scavare al di qua del muro, uno scavo di circa 70-80 cm, mettere il telo sul muro, mettere isolante + qualcos' altro che non ricordo, e poi richiudere.

2. scavare al di qua del muro, mettere plastica e poi fare un secondo muretto di cemento, e poi richiudere.

Il muro della casa è in pietre o mattoni vecchissimi (circa 200 anni) ed è lungo circa 35 metri

Voi che cosa mi consigliate? avete qualche altra soluzione? e sapete mica intorno a che prezzi si aggira? Per la soluzione 1 mi hanno chiesto circa 8000+iva euro, per la soluzione 2 circa 5000+iva.

grazie
  • toplevel
    Toplevel Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 14 Novembre 2012, alle ore 09:19
    Le soluzioni che ti hanno prospettato sono costose, disagevoli, lunghe nella lavorazione e dai risultati incerti.
    qualsiasi intercapedine realizzata, per quanto profonda essa sia, non risolverebbe efficacemente le tue esigenze che sono molte: isolare, deumidificare e risanare.
    il sistema ad intercapedine lascerebbe -in ogni caso- la muratura principale a contatto con della superficie umida; la muratura, soprattutto se datata, suggerebbe acqua dalla base e te la ripresenterebbe sulle superficie interna.
    in questo caso è consigliabile una attenta valutazione tecnica, partendo dalla composizione (sassi? tufi? muratura mista?) stratigrafica (i vari strati che la compongono) tipo di malta di allettamento (calce? cemento? malta bastarda?) e finiture sia interne che esterne;
    spessore delle murature? tale dato è importante per valutare la capacità di adescamento delle acqua: una muratura adesca tanto di più quanto più larga risulta la sezione adescante (lo spessore).
    hai delle foto da postare?
    l'acqua che noti alla base è condensa o sono infiltrazioni?
    che ruolo hanno le piogge di stravento sulla struttura?
    in quali periodo dell'anno noti tali fenomeni liquidi? tutto l'anno o si ripresentano solo in determinate stagioni?

    quante più notizie fornisci, tanto più accurati saranno i consigli che possiamo fornirti.

    saluti

  • epoque
    Epoque Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 14 Novembre 2012, alle ore 09:24
    Ok, ti ringrazio per la risposta.
    oggi vado a fare delle foto e le posto stasera, così spero sia possibile capire meglio la situazione

  • epoque
    Epoque Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 14 Novembre 2012, alle ore 23:20
    Eccomi di ritorno, ma senza foto purtroppo perché la macchina fotografica si è scaricata dopo la prima foto.

    comunque, vi racconto com' è la situazione.

    La casa ha 3 piani. 2 sono fuori terra, il piano più basso è attaccato alla collina da una parte,mentre dall' altra affaccia su un cortile.
    Dalla parte dove è attaccato alla collina, dopo il mio muro c'è un pezzetto di terra, quindi la strada, quindi il restante pezzo di collina più alta (che sta franando sulla strada)

    Il muro attaccato alla collina nel piano più basso, lungo tutta la casa per circa 35 metri, è in pietra nella parte più antica, in mattoni antichi nella parte più recente.
    In inverno, il muro diventa molto umido e fa come della "lanetta" sottilissima che compare tra le pietre dove c'è la malta (o quella pasta che si metteva tra le pietre una volta che io, probabilmente, chiamo malta impropriamente). In alcuni periodi, l' umidità scende fin sotto al pavimento che, essendo in cotto antico, diventa più scuro e bagnato, come se delle grandi chiazze d' acqua giacessero sotto le mattonelle.
    In realtà, nn abbiamo capito da che cosa dipendano queste chiazze, se dalle piogge che scendono giù dalla collina oppure da delle crepe di una vecchia cisterna che *forse* è in parte collocata sotto una stanza in particolare.

    Ad ogni modo, quello che vorremmo fare, è cercare di respingere l' umidità in modo da poter utilizzare le stanze sotto e ristrutturarle prima o poi senza avere problemi di umidità.

    Spero di essere stata abbastanza chiara. In ogni caso, se ci sono dubbi, chiedetemi.

    Voi che cosa mi consigliate?
    Grazie

  • emmegicostruzioni
    Emmegicostruzioni Ricerca discussioni per utente
    Martedì 11 Dicembre 2012, alle ore 17:24
    Salve,
    o già eseguito altri lavori simili.
    io metterei una guaina catramata posata a fiamma e una plastica bugnata(fatta come la scatola delle uova)inoltre matterei un tubo di drenaggio che scarichi l'acqua a valle se si trova in collina o in una cisterna dove con l'aiuto di una pompa la elimina.
    io in linea di massima direi 8000 euro ma sarebbe un lavoro molto più accurato.
    se le interessa io abito a chieri
    saluti

  • taylormaria méri
    Taylormaria méri Ricerca discussioni per utente
    Sabato 10 Marzo 2018, alle ore 06:37
    Ciao!
    Volevo farti una domanda?
    Ho visto che la domanda e di 2012, ma ci provo!
    Sei riuscito risolvere il problema della casetta attaccata alla collina??
    Grazie

  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Taylormaria méri
    Sabato 10 Marzo 2018, alle ore 12:23
    Ciao!
    Volevo farti una domanda?
    Ho visto che la domanda e di 2012, ma ci provo!
    Sei riuscito risolvere il problema della casetta attaccata alla collina??
    Grazie
    Ciao,
    è certo interessante, ma come puoi chiamare casetta... quando dichiari un muro lungo 35 metri:-))

  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente
    Sabato 10 Marzo 2018, alle ore 12:26
    Ciao,
    ? certo interessante, ma come puoi chiamare casetta... quando dichiari un muro lungo 35 metri:-))Ciao,
    è di certo interessante, ma come puoi chiamare casetta... quando dichiari un muro lungo 35 metri:-))

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img fasolonicola
Buonasera a tutti,da circa 7 mesi in seguito ad una ristrutturazione della casa ho fatto eseguire su consiglio dell'impresa edile un cappotto termico in eps 100 lastre da cm...
fasolonicola 09 Aprile 2021 ore 17:41 8
Img cigliano
Salve a tutti,mi chiamo Maria e da poco ho comprato casa pertanto avrei bisogno di un vostro aiuto data la mia totale inesperienza.Di seguito la foto della planimetria con...
cigliano 09 Aprile 2021 ore 11:46 42
Img 64brunica
Buon giorno, il registro della contabilità deve essere presente nel luogo dove viene svolta l'assemblea? Il mandato è obbligato a portarlo? C'è una norma o...
64brunica 06 Aprile 2021 ore 15:48 3
Img lorenzola monica
Salve, desideravo sapere se è incentivabile al 110% (ecobonus) la costruzione di un sottotetto non abitabile. Nella concessione edilizia si legge:si autorizza la...
lorenzola monica 06 Aprile 2021 ore 15:20 5
Img numbor
Ciao a tutti, vi sottopongo una questione che, purtroppo, mi sta rovinando il fegato. Nel 2008 ho acquistato una casetta. Questo immobile: 1) è stato costruito inizio anni...
numbor 04 Aprile 2021 ore 07:46 15
REGISTRATI COME UTENTE
327.786 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//