Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Problemi con foghet legna-pellet


Acomi75
login
28 Novembre 2008 ore 11:00 21
Ciao a tutti.
ho acquistato di recente un termocamino ad acqua modello foghet legna-pellet della jolly-mec.
ho fatto la prima accensione a fine ottobre.
a legna funziona perfettamente.
a pellet, in 20-30 ore di utilizzo totale, si è già rotto 2 volte!!!.
si rompe il riduttore che dosa il pellet.
ho controllato l'assistenza mentre svolgeva l'intervento, ed ho constatato che , mentre gli organi di trasmissione esterni sono di acciaio e di grosse dimensioni, il riduttore è fatto da piccoli ingranaggi di plastica che dopo poco tempo si spanano e si incastrano!!!
mi è stato detto che è il primo anno che montano questo tipo di componentistica, e che prima tutto era in acciaio!

ho comperato il foghet seguendo le discussioni del forum, convinto dagli elogi e dalla piena soddisfazione delle persone che lo hanno acquistato...
questi inconvenienti sono capitati solo a me, oppure la macchina non è eccezionale come viene descritta?

saluti.
  • the manager
    The manager Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 28 Novembre 2008, alle ore 12:31
    Effettivamente i Jolly Mec sono famosi per la loro affidabilita'.
    Evidentemente anche loro sono in crisi e cercano di risparmiare.........

    Pero' non e' giusto: inoltre e' davvero inconcepibile che un organo cosi' sollecitato e soggetto ad usura sia in plastica.

    La soluzione pero' ci sarebbe....................
    rispondi citando
  • robire
    Robire Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 28 Novembre 2008, alle ore 12:40
    Vedrai che se capita ancora probabilmente faranno qualche modifica più risolutiva.
    il problema è che ormai fanno fare ai clienti i collaudatori!
    ma avviene anche con auto e moto ...
    rispondi citando
  • acomi75
    Acomi75 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 28 Novembre 2008, alle ore 13:04
    C'è da dire che l'assistenza in valsusa è sempre stata molto efficiente, disponibile e preparata...
    con l'approssimarsi dell'inverno però mi spaventa l'idea di avere dei guasti....
    e comunque adesso che è tutto in garanzia per lo meno non devo sostenere delle spese!! ma tra 2 anni?
    spero che in jolly-mec intervengano in fretta.

    a proposito. all'ennesimo guasto ho chiamato la casa madre. erano le 19.30 per cui ho potuto lasciare un messaggio in segreteria lamentandomi e lasciando il mio numero di cellulare chiedendo di richiamarmi. questo mercoledì scorso... fino ad ora non mi ha chiamato nessuno!
    rispondi citando
  • robire
    Robire Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 28 Novembre 2008, alle ore 15:21
    Se continuerà a saltare direi che, non essendo materiale di consumo, dovranno ovviare il problema anche dopo la garanzia perchè si configurerebbe un difetto progettuale.
    se vorranno mantenere il nome secondo me si daranno da fare per non sputt...rsi
    rispondi citando
  • giacuratolo
    Giacuratolo Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 28 Novembre 2008, alle ore 15:55
    Che stronzata.
    vorrei conoscere il progettista per la pura curiosità di domandargli perchè ha sostituito un pezzo di acciaio così altamente sollecitato con un pezzo di plastica che si rompe dopo mezza volta.
    questo è il problema dei costruttori oggi, non sono capaci di fare i conti.
    un pezzo di plastica non costa tanto meno di uno in acciaio, anche se moltiplicato per migliaia di pezzi e sicuramente non copre neanche lontanamente un solo intervento in garanzia. una giornata di u tecnico che lavora a busta paga costa almeno 120- 130 euro tra paga e spese accessorie. più il pezzo di plastica che va sostituito tutte le volte. e, volendo affondare il colpo il cliente chi lo risarcisce dei suoi sbattimenti?

    chiedi se gli fosse rimasto un pezzo di come veniva fatto prima in acciaio. altrimenti digli di andare da un tornitore e fartene fare uno per te.
    rispondi citando
  • the manager
    The manager Ricerca discussioni per utente
    Sabato 29 Novembre 2008, alle ore 22:01
    Io lo so qual'e' il problema.
    E' che ormai per risparmiare le cose le fanno fare in cina.
    Infatti conosco personalmente il titolare di una fabbrica emiliana di riduttori che mi ha detto che i suoi riduttori ( che fornisce anche ai produttori di camini/stufe) costano troppo e che quindi li comprano in Cina.
    Pensate che il rapporto e' d 1 a 5 e cioe' con quello che cosa uno Italiano se ne comprano 5 cinesi !!!
    Anche questo e' la globalizzazione e soprattutto la concorrenza spietata.
    Solo che in Italia la paga il cliente finale.
    rispondi citando
  • bricolage
    Bricolage Ricerca discussioni per utente
    Sabato 29 Novembre 2008, alle ore 22:26
    Incredibile, ho anche io il foghet, (comprato 2 aani fa') e fin'ora non ha mai avuto problemi.
    Ed io lo uso esclusivamente a pellet.
    rispondi citando
  • acomi75
    Acomi75 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 1 Dicembre 2008, alle ore 09:52
    Ciao bricolage,
    mi hanno detto infatti che è solo da quest'anno che hanno questa componentistica. tra l'altro pare che procuri parecchie manutenzioni.
    tu sei soddisfatto del prodotto?

    hai impostato il cronotermostato, e se si, torni a casa ed il caminetto è acceso? (SIC!)
    quanti sacchi consumi al giorno e che pellet utilizzi?
    a presto
    rispondi citando
  • bricolage
    Bricolage Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 1 Dicembre 2008, alle ore 15:34
    Ciao bricolage,
    mi hanno detto infatti che è solo da quest'anno che hanno questa componentistica. tra l'altro pare che procuri parecchie manutenzioni.
    tu sei soddisfatto del prodotto?

    hai impostato il cronotermostato, e se si, torni a casa ed il caminetto è acceso? (SIC!)
    quanti sacchi consumi al giorno e che pellet utilizzi?
    a presto

    Si il mio va bene, sono al secondo anno.
    Il cronotermostato non lo uso moltissimo, ma funziona.
    le prime volte mi ha fatto delle mancate accensioni, ma erano dovute al non corretto dosaggio del pellet. In pratica non arrivava al livello della resistenza. poi ho capito, regolato ed ora a posto.
    la quantita' di consumo dipende un po' dalla stagione, se lo mando al max consuma, ma poi mi va' in econ alla svelta.
    Il tipo di pellet lo sente molto io compro sempre lo stesso, perche altrimenti bisogna sempre ridosare dalla tramoggia, sto' attento al calibro ed alla lunghezza.
    se vuoi posso cercarti il produttore raccomandato da jolly mec.
    rispondi citando
  • fabry58
    Fabry58 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 9 Dicembre 2008, alle ore 09:31
    Salve, ho acquistato il termocamino in oggetto e non mi trovo male, però devo lamentare che è rumoroso nel funzionamento a pellet, a parte un rumore di quando la coclea gira per trasportare il pellet, ogni tanto si sente un rumore come se sforzasse ferro contro ferro (difficile da spiegare a parole), capita anche a voi ?
    Per il resto penso che sia una buona macchina, bisogna solo imparare bene a conoscerla.
    rispondi citando
  • unisyst
    Unisyst Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 7 Gennaio 2009, alle ore 18:34
    Salve, con rammarico devo segnalare che ho avuto lo stesso problema. Tempo 1 mese dall'installazione ualla!, motoriduttore rotto. Apro il motoriduttore e cosa vedo ??? rotella in plastica !!! con denti andati per metà !!
    Ma tu, giacuratolo alla fine ti sei fatto rimontare un accroccio in plastica o sei riuscito a fartene fare uno in acciaio ? se si puoi dirmi da chi ? Certo che da questo la jolly me ne esce altamente ridimensionata ! Per tutti coloro che hanno intenzione di comprare un Foghet pellet / legna chiedete espressamente che il motoriduttore sia fatto tutto in acciaio e fatelo formalizzare !
    rispondi citando
  • acomi75
    Acomi75 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 8 Gennaio 2009, alle ore 13:12
    Ciao unisyst,
    al terzo motoriduttore montato, pare che questo regga! è quasi un mese e mezzo che funziona (ma non vorrei dirlo troppo forte!).
    non so se sia perchè me ne abbiano montato uno con gli ingranaggi in acciaio...
    quello che ti consiglierei è di non prendere iniziative personali per non perdere la garanzia!
    non penso sia una furbata da parte di jolly-mec di fornire motoriduttori in plastica, anche perchè l'assistenza, se la macchina è in garanzia, la devono pagare loro, ed un intervento sono sicuramente qualche centinaio di euro.
    a presto
    rispondi citando
  • simone-77
    Simone-77 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 10 Gennaio 2009, alle ore 10:03
    Ciao a tutti,
    sono nuovo del forum ma con tanti problemi riguardo jolly-mec FOGHET legna/pellet 2004.
    i miei problemi riscontrati sono:
    -fusione del raschiatore per la pulizia bracere
    -deformazione bracere
    (sostituzione 2 raschiatori + 1 bracere in garanzia)
    -centralina principale
    -assistenza (dichiarata 48ore, reale 15-20 giorni lavorativi in base all'intervento)
    -resistenza accensione "200?"
    In conclusione mi ritengo "sfigato" ma deluso da un camino poco efficente e con troppi problemi!
    Volevo poi rispondere al problema MOTORIDUTTORE,
    gli ingranaggi sono in plastica ma non è un problema, il problema è che non deve fare tutto quello sforzo!!!! funfono da "fusibile",se fossero in acciaio probabilmente
    si brucerebbe il motore o si deformerebbe qualche altro
    componente, con conseguenze sicuramente peggiori e piu costose!!!!!
    rispondi citando
  • acomi75
    Acomi75 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 12 Gennaio 2009, alle ore 08:33
    Per quanto riguarda il motoriduttore, sarebbe sensato avere gli ingranaggi di plastica, se questi evitassero di danneggiare il motore, con una diminuzione dei costi di riparazione....
    ma quando sostituiscono il blocco motoriduttore, il blocco comprende anche il motore!!! per cui, essendo più facile rompere gli ingranaggi di plastica che il motore, a parità di costo di manutenzione, è solamente più facile che il caminetto si spacchi!
    rispondi citando
  • simone-77
    Simone-77 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 14 Gennaio 2009, alle ore 17:59
    Ssostituiscono il motoriduttore completo x velocità dell'intervento, ma il motore lo riutilizzano non lo buttano mica!!!
    rispondi citando
  • chiccoale
    Chiccoale Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Gennaio 2009, alle ore 15:39
    Ciao,
    sono nuovo del forum, un saluto a tutti i membri.
    Io ho un foghet legna/pellet comprato un paio di anni fa su consiglio di mio fratello che anche lui ne possiede uno. Fino ad oggi, non mi ha dato nessun tipo di problema, anzi considerando che lo utilizzo solo il per il riscaldamento devo constatare che ne sono pienamente soddisfatto!!!
    Dopo aver letto i vari post, per deformazione professionale, ho sbirciato il "famigerato" motoriduttore; alcune considerazioni: il fatto che alcuni componenti siano in plastica, è una cosa normale, io lavoro in una azienda meccanica e anche noi progettiamo alcuni componenti in plastica senza nessun tipo di problema; per tranquillizzarvi posso dire che conosco la marca del motoriduttore ed è made in Italy al 100%.
    PS: anche il foghet di mio fratello funziona regolarmente. Un saluto a tutti. ciao
    rispondi citando
  • fabry58
    Fabry58 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 16 Marzo 2009, alle ore 18:54
    Ho acquistato il foghet e posso dire di non trovarmi male, peccato che la parte riguradante la gestione software e fatta da un dilettante perchè:
    1) il cronotermostato non gestisce la temperatura
    quindi non è possibile inserire una temperatura nelle varie fascie orarie.
    2) quando raggiunge l'ora prefissata si spegne e non va in economy (modalità brace) conseguentemente alla ripartenza entra in gioco la resistenza per l'accensione con conseguente usura. (sostituzione ?200)
    3) intervallo di funzionamento della coclea nelle varie modalità non gestibile (troppe accensioni il motore viene sollcitato inutilmente)
    4) Potrebbe partire in modalità MAX e poi ridurre la potenza in moda da raggiungere la temperatura più velocemente
    5) Quando è nella fase di riscaldamento, se viene richiesta l'acqua sanitaria continua a far girare la pompa per il riscaldamento con il conseguente raffredamento dell'acqua (non so se sono stato chiaro...)

    Questo è solo gestione software, come macchina penso che sia veramente ottima. Saluti
    rispondi citando
  • bolton
    Bolton Ricerca discussioni per utente
    Martedì 17 Marzo 2009, alle ore 08:58
    Cortesemente potresti spiegare un pò il suo funzionamento, come si comporta con la legna, che tipo di legna riesce a bruciare, che spessore, come si comporta con il pellet, se è possibile utilizzare qualche altro combustibile magari miscelandolo. Che tipo di rivestimento hai utilizzato, magari anche postando qualche foto e qualche filmato.Che prezzo ti hanno fatto sia per il camino che per il rivestimento.
    Grazie
    rispondi citando
  • acomi75
    Acomi75 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 17 Marzo 2009, alle ore 13:04
    Ho acquistato il foghet e posso dire di non trovarmi male, peccato che la parte riguradante la gestione software e fatta da un dilettante perchè:
    1) il cronotermostato non gestisce la temperatura
    quindi non è possibile inserire una temperatura nelle varie fascie orarie.
    2) quando raggiunge l'ora prefissata si spegne e non va in economy (modalità brace) conseguentemente alla ripartenza entra in gioco la resistenza per l'accensione con conseguente usura. (sostituzione ?200)
    3) intervallo di funzionamento della coclea nelle varie modalità non gestibile (troppe accensioni il motore viene sollcitato inutilmente)
    4) Potrebbe partire in modalità MAX e poi ridurre la potenza in moda da raggiungere la temperatura più velocemente
    5) Quando è nella fase di riscaldamento, se viene richiesta l'acqua sanitaria continua a far girare la pompa per il riscaldamento con il conseguente raffredamento dell'acqua (non so se sono stato chiaro...)

    Questo è solo gestione software, come macchina penso che sia veramente ottima. Saluti
    rispondi citando
  • acomi75
    Acomi75 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 17 Marzo 2009, alle ore 13:07
    Ho acquistato il foghet e posso dire di non trovarmi male, peccato che la parte riguradante la gestione software e fatta da un dilettante perchè:
    1) il cronotermostato non gestisce la temperatura
    quindi non è possibile inserire una temperatura nelle varie fascie orarie.
    2) quando raggiunge l'ora prefissata si spegne e non va in economy (modalità brace) conseguentemente alla ripartenza entra in gioco la resistenza per l'accensione con conseguente usura. (sostituzione ?200)
    3) intervallo di funzionamento della coclea nelle varie modalità non gestibile (troppe accensioni il motore viene sollcitato inutilmente)
    4) Potrebbe partire in modalità MAX e poi ridurre la potenza in moda da raggiungere la temperatura più velocemente
    5) Quando è nella fase di riscaldamento, se viene richiesta l'acqua sanitaria continua a far girare la pompa per il riscaldamento con il conseguente raffredamento dell'acqua (non so se sono stato chiaro...)

    Questo è solo gestione software, come macchina penso che sia veramente ottima. Saluti




    TI QUOTO IN PIENO!!!
    ho provato a telefonare a jolly-mec per spiegare le stesse cose.. mi hanno risposto che la centralina è stata impostata così, e che il loro prodotto non poteva fare altrimenti.
    tu hai provato a sentirli???
    ... alla fine penso che non sia così difficile riprogrammare la centralina per migliorarla. così facendo il caminetto farebbe un bel passo avanti! adesso se imposti 20 gradi, te li devi tenere dal mattino che vai al lavoro fino alla sera che rientri a casa, con un notevole spreco! inoltre non sarebbe male poter impostare una temperatura notturna media, dando qualche grado in più al mattino per un felice risveglio!
    rispondi citando
  • fabry58
    Fabry58 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 27 Marzo 2009, alle ore 09:07
    Anche a me hanno risposto all'incirca la stessa cosa....
    Ma dobbiamo insistere affinchè facciano un upgrade del software. Non è possibile che una macchina che costa più di 6000 euro abbia delle pecche così elementari, proprio nell'era del RISPARMIO ENERGETICO e poi non puoi impostare la temperatura. E cosa dire di quando utilizzi l'acqua calda (es. Doccia) se il termostato ambiente decide di mandare in funzione la pompa dei caloriferi, fai la doccia con l'acqua fredda. Questa è solo gestione software !!! Solo che probabilmente l'avranno fatto fare a qualche consulente, ed ora far fare delle modifiche COSTA!!! Tanto sono difetti che uno riscontra solo al momento dell'utilizzo e non si sanno priima dell'acquisto. Quindi chiedo a tutto il forum di segnalare tutte le eventuali malinconie di questa macchina affinchè altri sappiano in che mani vanno a finire. Grazie.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img nunzio1942
Abito in un condominio di 5 piani con caldaia da riscaldamento autonoma esterna,vorrei installare una stufa a pellet.Il rivenditore dice che per i fumi posso utilizzare la canna...
nunzio1942 02 Marzo 2014 ore 14:01 1
Img paolamarzano
Salve,dopo aver accettato la mia richiesta, durante la riunione condominiale, per poter mettere la stufa a pellet con relativa canna fumaria, la mia domanda e', siccome abito in...
paolamarzano 04 Novembre 2014 ore 20:32 2
Img arch.bottaromarco
Buonasera a tutti.Scrivo per avere delucidazioni in merito alle procedure relative allo scarico dei fumi a parete provenienti da caldaie a pellet e metano.Pongo in essere la...
arch.bottaromarco 06 Febbraio 2015 ore 13:29 2
Img cipi86
Buonasera,ho un problema con una stufa a pellet installata dal proprietario del piano terra in quanto hanno montato la stufa facendo andare le scarico dei fumi in una canna...
cipi86 03 Ottobre 2013 ore 15:07 1
Img ispanico.78
Nella palazzina in cui vivo, costituita da 3 piani, c’è un condomino del piano terra che possiede una stufa a pellet, attualmente dotata di scarico a parete (nel suo...
ispanico.78 31 Luglio 2018 ore 09:19 1
Notizie che trattano Problemi con foghet legna-pellet che potrebbero interessarti
Riscaldare la casa con il termocamino a legna o a pellet

Riscaldare la casa con il termocamino a legna o a pellet

Impianti di riscaldamento - Il termocamino è sempre più usato come sistema di riscaldamento in quanto economico, ecologico e con buoni risultati in termini di comfort anche in spazi grandi
Camino polivalente

Camino polivalente

Impianti - Un termocamino con una tecnica di combustione innovativa a doppio circuito (vaso aperto circuito chiuso) alimentato a pellets e legna è l'unico del suo genere.
Scelta alimentazione di una stufa: a legna o a pellet?

Scelta alimentazione di una stufa: a legna o a pellet?

Impianti di riscaldamento - Acquistare ora una stufa o un termocamino, necessita attenzione su molti aspetti, tra i quali uno dei primi è la scelta dell'alimentazione: a legna o a pellet?

Caminetti e stufe ibride

Impianti di riscaldamento - Da anni ormai si è già visto l'ingresso sul mercato di numerosi nuovi modelli di stufe e caminetti ibridi: a legna, a pellet, bioetanolo o anche soluzioni ibride.

Riscaldare in modo sostenibile con stufe, termostufe e caldaie a pellet

Impianti di riscaldamento - Ariel Energia, propone diversi tipi di stufe, termostufe e caldaie a pellet, modelli belli e funzionali per riscaldare le proprie case rispettando l'ambiente.

Barbecue a pellet

Arredo giardino - Il pellet, che di solito viene usato come combustibile soprattutto per stufe e camini, può essere ottimamente impiegato anche per alimentare il barbecue.

Riscaldare la casa con un camino ad acqua

Impianti di riscaldamento - Un moderno termocamino ad acqua alimentato a legna o pellet riscalda l'intera abitazione e produce acqua calda sanitaria in modo economico ed ecosostenibile.

Stufe e termocamini per riscaldare in maniera intelligente

Progettazione - L'inverno è ancora lungo, vediamo qualche idea per risolvere problemi relativi al riscaldare casa o anche solo ad arredarla, se vi piace in ogni caso il tema del fuoco.

Differenze fra stufe, caldaie e termostufe a pellet

Impianti di riscaldamento - Gli impianti a pellet possono essere dotati di vari tipi di generatori, come le stufe, le caldaie e le termostufe, che hanno diverse modalità di funzionamento.
REGISTRATI COME UTENTE
305.776 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie