Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2011-04-04 12:41:51

Fotovoltaico condominio


Approfitto di questo prezioso spazio popolato da esperti competenti per chiedere qualche indicazione a soggetti competenti e imparziali.
Il condominio che amministro vorrebbe installare gli ormai famosi pannelli solari per la produzione dell'energia elettrica.
Io a riguardo, dal momento che in giro se ne sentono dire tante, vorrei avere le idee un pò più chiare prima di imbarcarmi in quest'avventura. Spero che qualcuno di voi possa quindi a riguardo darmi qualche suggerimento.
1) Installando i pannelli, il condominio e gli appartamenti che lo compongono, si rendono davvero del tutto autonomi? smettono davvero e per sempre di pagare bollette di energia elettrica per gli impianti (autoclave, ascensore, luce scala, riscaldamento appartamenti e corrente elettrica appartamenti)?
2) quali i costi da affrontare per un impianto che realizzi tale autonomia?
3) qual è la procedura e i tempi?
Ringrazio chi riuscirà a chiarirmi le idee su questo impianto.
  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Mercoledì 23 Marzo 2011, alle ore 11:56
    E' un quesito molto interessante e complesso.

    in 7 condomini da me visitati si è puntato sul fotovoltaico solo per assolvere ai servizi comuni, i problemi maggiori riguardano l'impiantistica e la suddivisione della potenza per i rispettivi appartamenti in quanto la potenza da installare è bilanciata in base al consumo singolo.

    Dubito fortemente che possano diventare indipendenti.

    Personalmente ritengo economicamente più vantaggioso individuare la spesa di conduzione più alta ed intervenire per ridurre quella (ad esempio riscaldamento)

    Sinceramente cercherei di capire se i condomini sono spinti da una reale necessità o sono attirati dallo specchietto del guadagno futuro

  • robire
    Robire Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 23 Marzo 2011, alle ore 12:28
    Non credo che ci sia lo spazio sufficiente per rendere autonomi gli appartamenti.
    però le utenze condominiali di sicuro sì e probabilmente nel tempo si riuscirebbe anche a fare cassa.

    la prima cosa è capire quanta falda potete sfruttare.

  • morken
    Morken Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 23 Marzo 2011, alle ore 18:39


    Dubito fortemente che possano diventare indipendenti.
    E' l'idea che mi sono fatto anch'io. Una casa, una villetta singola secondo me ha qualche possibilità di rendersi del tutto autonoma ma un condominio ho i miei dubbi.


    Sinceramente cercherei di capire se i condomini sono spinti da una reale necessità o sono attirati dallo specchietto del guadagno futuro
    secondo me? la seconda che hai detto....


    la prima cosa è capire quanta falda potete sfruttare.
    Tieni conto che la superficie totale del lastrico è sui 200 mq.... ma c'è da considerare l'area del torrino ascensore che è occupata da serbatoi dell'acqua, le condutture che attraversano una parte della superficie per collegarsi ai contatori posti pure lì sopra, e le antenne terrestri e paraboliche che vogliono un certo spazio libero innanzi... quindi punterei sui 100 mq di spazio circa...

  • robire
    Robire Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 23 Marzo 2011, alle ore 18:55
    Diciamo che massimo ci mettete 10/12kWp, in questo caso potreste aspettarvi un 10/150000kWh anno a seconda di dove siete e altre cosette.

    detto terra terra :
    spendete 50.000 (puramente indicativo)
    il contoenergia potrebbe ridarvene 5/6000 anno

    poi va fatto il conto tra la corrente che producete e consumate per vedere come si può sfruttare al meglio la cosa.

    il ritorno c'è, tenete conto che il contoenergia paga per 20anni.

  • morken
    Morken Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 23 Marzo 2011, alle ore 20:35
    Robire mi puoi spiegare come funziona il tutto esattamente: contoenergia, agevolazioni governative ecc...?

  • morken
    Morken Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 30 Marzo 2011, alle ore 15:43
    Riesumo.
    Qualcuno può darmi indicazioni su come funziona questo sistema fotovoltaico?
    grazie.

  • robire
    Robire Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 30 Marzo 2011, alle ore 16:26
    Il "contoenergia" è l'agevolazione.

    in pratica vi danno un tot a kWh prodotto per 20anni, è una cifra attorno allo 0,4? e varia a seconda del tipo di impianto e sta calando piano piano.

    poi dovete valutare quanta energia producete e quanta ne utilizzate, in base a questo si calcola il ritorno economico in bolletta.

  • morken
    Morken Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 30 Marzo 2011, alle ore 18:15
    Seguendo le tue indicazioni, robire, potresti aiutarmi a fare un rapido calcolo di convenienza?
    Tieni conto della possibilità di utilizzo di circa 100 mq di lastrico per la produzione di energia.
    L'immobile è di tre piani con riscaldamento autonomo (ciascuno con la propria caldaia), autoclave per l'acqua, ascensore che viaggia su quei tre piani.
    Come potrebbe praticamente operare il sistema del fotovoltaico in questa situazione?
    e con quali costi e benefici?

  • robire
    Robire Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 30 Marzo 2011, alle ore 18:48
    Ad oggi siamo sui 14000 euro per un impianto da 3kWp,
    voi potreste farcene stare anche 3 o 4 volte tanti però il prezzo non sarebbe 3/4 volte in più.
    in base a quello che mettete viene calcolato il ritorno previsto col contoenergia.

    calcolare la parte di autoconsumo è più difficile, devi sapere quanti kWh/anno consumate per le parti comuni e quanta energia produrrete.
    in base a questo potete decidere se aumentare le parti comuni alimentate elettricamente (magari passando i box da privati a comuni) ad esempio...
    non so dirti quanto invece vi pagherebbero l'energia in sovrappiù perché non è il mio caso.

  • morken
    Morken Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 30 Marzo 2011, alle ore 20:49
    Ti ringrazio robire. Ti chiedo qualche altro approfondimento e distribuisco le domande per punti, così è più agevole il discorso.

    ad oggi siamo sui 14000 euro per un impianto da 3kWp,
    voi potreste farcene stare anche 3 o 4 volte tanti però il prezzo non sarebbe 3/4 volte in più.

    1) cioè come spazio dici che è notevole, ma il costo quale sarebbe occupandolo tutto, grosso modo?

    in base a quello che mettete viene calcolato il ritorno previsto col contoenergia.
    2) per un edificio strutturato come questo, tre piani con 5 appartamenti, ascensore e autoclave (riscaldamento eslcuso perché autonomo e alimentato a metano), cosa si potrebbe rendere, come dire, autosufficiente? tutto o solo qualche impianto?
    e l'impianto elettrico dei 5 appartamenti? sarebbe sufficiente l'impianto che potrebbe realizzarsi sul lastrico?

    devi sapere quanti kWh/anno consumate per le parti comuni e quanta energia produrrete.
    3) ma a quali bollette devo fare riferimento? solo a quelle di corrente elettrica di un anno, giusto?

    non so dirti quanto invece vi pagherebbero l'energia in sovrappiù perché non è il mio caso.
    4) dici che in una struttura com'è quella di questo condominio, si riesce a coprire il fabbisogno energetico totale e ad avere anche dell'eccedenza che ci verrebbe rimborsata con i famosi 0,4 ? a Kwh?

  • robire
    Robire Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 31 Marzo 2011, alle ore 06:48
    1) servono poco più di 20mq per i 3kWp, 10 direi che vi ci stanno.. come prezzo non lo so, sono sicuro dei 14k per 3kWp perché l'ha fatto da poco un mio amico e so che per impianti singoli di taglia maggiore si spende di meno in proporzione.

    2) non ne ho idea dei consumi che avete sul contatore condominiale, dipende tutto da quello.

    3) quella elettrica condominiale.

    4) gli 0,4 euro ve li danno comunque! per 20 anni! è un conteggio a parte e vi viene versato direttamente sul conto condominiale che indicherete.

    nb: se ci state pensando vi conviene far fare subito dei preventivi perché non so quanto durerà ancora il contoenergia e il tutto parte solo quando l'enel attiva il gruppo misura.
    i preventivi fatti bene vi indicheranno già le produzioni previste in base all'ubicazione dell'impianto.

  • morken
    Morken Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 1 Aprile 2011, alle ore 15:51
    1) servono poco più di 20mq per i 3kWp, 10 direi che vi ci stanno.. come prezzo non lo so, sono sicuro dei 14k per 3kWp perché l'ha fatto da poco un mio amico e so che per impianti singoli di taglia maggiore si spende di meno in proporzione.

    2) non ne ho idea dei consumi che avete sul contatore condominiale, dipende tutto da quello.

    3) quella elettrica condominiale.

    4) gli 0,4 euro ve li danno comunque! per 20 anni! è un conteggio a parte e vi viene versato direttamente sul conto condominiale che indicherete.

    nb: se ci state pensando vi conviene far fare subito dei preventivi perché non so quanto durerà ancora il contoenergia e il tutto parte solo quando l'enel attiva il gruppo misura.
    i preventivi fatti bene vi indicheranno già le produzioni previste in base all'ubicazione dell'impianto.
    ti ringrazio della cortesia.
    Mi sono un pò informato in giro con chi sta già stipulando il contratto: praticamente il costo del finanziamento si aggira attorno ai 18/20 mila euro.
    Con riferimento ai consumi posso dirti che in media ogni utenza consuma intorno ai 980 kwh a bimestre e le utenze comdominiali (ascensore, luce e autoclave) intorno ai 925 kwh a bimestre.
    Sulla base di queste indicazioni, tenuto conto della disponibilità sul lastrico di circa 100mq, quando si verrebbe a spendere e quali sarebbero i benefici a tuo giudizio?

  • robire
    Robire Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 1 Aprile 2011, alle ore 15:56
    Cosa sarebbe il costo del finanziamento?

  • morken
    Morken Ricerca discussioni per utente
    Sabato 2 Aprile 2011, alle ore 10:40
    Il costo dell'impianto, va finanziato perché sono migliaia di euro

  • robire
    Robire Ricerca discussioni per utente
    Sabato 2 Aprile 2011, alle ore 10:45
    18/20 sarà un 4/5kwh però.

    e se fate il finanziamento trattatelo come tale, valutate taeg, spese ecc ecc... e non è detto che i finanziamenti specifici sian sempre più convenienti.

  • morken
    Morken Ricerca discussioni per utente
    Domenica 3 Aprile 2011, alle ore 15:28
    Ma secondo te, con quei dati di cui sopra, la convenienza c'è?

  • robire
    Robire Ricerca discussioni per utente
    Domenica 3 Aprile 2011, alle ore 15:44
    La convenienza è relativa.. non capisco cosa chiedi.

    la cosa sicura è che, a grandi linee, dopo un 7/8 anni l'investimento si è ripagato poi è tutto di guadagnato.

  • lollolalla
    Lollolalla Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Aprile 2011, alle ore 12:41
    Ciò che ti ha detto Robire è corretto. La convenienza c'è, ma se lo fate a livello condominiale è condominiale, non copre i consumi privati, a meno che non allacciate gli appartamenti al condominio, ma questa è una cosa direi infattibile per moltissimi problemi (soprattutto per litigi su chi consumerà di più o dimeno). Inoltre continuerete a pagare le bollette e poi vi verrà pagata tutta l'energia fornita alla rete. I conti reali dovreste farli sul vostro caso specifico, non con dati a caso, perché le variabili, purtroppo, sono moltissime, soprattutto oggi che non si sanno ancora le nuove tariffe. Serve sapere dove siete (perché il sud Italia ha una produzione nettamente diversa dal nord Italia), l'orientamento delle falde, l'inclinazione possibile, le ombreggiature reali o portate, ...
    Alla fine, comunque, il risparmio ci sarà sicuramente, con un riento dell'investimento nell'ordine di una decina d'anni. L'unica cosa: se avete deciso di darvi al fotovoltaico, datevi una mossa, perché tra Tica, lavoro e collaudo Enel, i tempi di realizzazione dell'impianto non sono brevissimi, e le tariffe anche se reggessero quest'anno, al max dall'anno prossimo avranno un calo notevole! In più se per fare l'impianto vi serve un finanziamento bancario, i tempi si allungano, non considerando che ad oggi le banche hanno bloccato i finanziamenti relativi al FV, in attesa ddel decreto attuativo che sta tardando...

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img stefano mutti
Buon giorno, ho un caso particolare di ampliamento.Ho intrapreso una pratica unica SCIA alt al Pdc per accedere al superbonus.Sull'edificio principale composto da 2 unità...
stefano mutti 29 Maggio 2021 ore 17:03 2
Img eleniacatozzi
Buongiorno a tutti,mi ritrovo una casa con pannelli fotovoltaici da 1 kw e un inverter già installato da 3 kw.Posso collegarli alla rete oppure non funziona o non ha...
eleniacatozzi 14 Maggio 2021 ore 17:54 2
Img mau.angeletti
Salve a tutti,avrei un quesito da porre agli esperti.Ho da 3 anni costruito la mia attuale abitazione (ecosostenibile, legno e acciaio, classe A+++) e sul tetto ho un impianto...
mau.angeletti 15 Aprile 2021 ore 19:52 3
Img stefanosb
Buongiorno a tutti,sono proprietario di una piccola palazzina composta da 5 piccoli appartamenti.La norma prevede che il superbonus sia applicabile alle palazzine uniproprietario...
stefanosb 15 Aprile 2021 ore 15:17 1
Img mandrake
Buonasera signori,voglio prendere una casa cielo terra da ristrutturare con detrazioni 110% sisma, 90% facciate e forse (stiamo valutando con il termotecnico) 110% ecobouns.Vi...
mandrake 06 Aprile 2021 ore 17:57 2
Notizie che trattano Fotovoltaico condominio che potrebbero interessarti


Generatore fotovoltaico

Impianti - Un interessante caso di studio rappresentato da un impianto fotovoltaico installato su un terreno agricolo a Recanati.

Impianto fotovoltaico: quanto costa e in quanto tempo recupero la spesa sostenuta?

Impianti rinnovabili - Quanto produce l'impianto fotovoltaico? Quanto costa e in quanto tempo recupero la spesa sostenuta? Ecco alcune risposte a chi vuole installare un Impianto FV.

Inverter di un impianto fotovoltaico

Impianti rinnovabili - Le prestazioni dell'inverter influenzano le prestazioni complessive di un impianto fotovoltaico e per questo la sua corretta progettazione è determinante.

Rimozione Eternit e Conto Energia

Impianti - La sostituzione di una vecchia copertura in Eternit o fibra di amianto con un impianto fotovoltaico integrato viene premiata con un aumento delle tariffe incentivanti del Conto Energia.

Fotovoltaico condominiale

Condominio - Con una risoluzione l'Agenzia delle Entrate chiarisce che quando il fotovoltaico è attività commerciale, un condominio si configura come una società di fatto.

Fotovoltaico in kit fai da te

Impianti rinnovabili - Il kit fotovoltaico fai da te è un'alternativa alle aziende che propongono il servizio chiavi in mano a costi che per molte famiglie non sono accessibili.

ICI sul fotovoltaico

Normative - Una circolare dell'Agenzia del Territorio assimila gli impianti fotovoltaici ad opifici industriali.

Evoluzione del fotovoltaico

Impianti - Il fotovoltaico si evolve: collegamento diretto alla rete domestica senza inverter e possibilità di monitoraggio dall'iPhone.

Gallo Fotovoltaico

Impianti - Il Gallo Fotovoltaico e' un dispositivo messo a punto dal Politecnico di Milano per valutare il modulo fotovoltaico piu' adatto ad un luogo.
REGISTRATI COME UTENTE
330.427 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//