Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2020-10-15 14:08:28

Doccia in cartongesso e vecchie piastrelle


Cristiantayar@yahoo.it
login
01 Aprile 2018 ore 19:59 8
Buongiorno a tutti scrivo questo post per chiedere consiglio per una questione dibattuta un po' ovunque ma a cui non sono riuscito a trovare la soluzione ottimale per il mio caso.
Sto ristrutturando (in modo soft) il mio bagno e nella doccia vorrei rasare le fughe delle piastrelle e pitturare in modo da avere una superficie liscia.
Come rasante ho trovato questo prodotto:
Fondo rasante per piastrelle murali della ID PARIS
Sostanzialmente è una pittura/primer molto densa che copre e rasa le fughe.
Sopra applicherei uno smalto epossidico bicomponente all'acqua.
Credo che così possa avere un buon risultato o sbaglio?
Il problema sarebbe poi nella terza parete doccia delle due (a formare una nicchia) che costruirò in cartongesso per questioni di spazi, lavorazione (ci saranno nicchie i faretti) e semplicità.
Il venditore del colorificio mi è stato poco di aiuto ma soprattutto mi ha messo in confusione dicendomi che comunque il cartongesso in doccia, prima o poi marcisce anche con smalto epossidico bicomponente.
Come posso evitare questo problema?
Inoltre come posso fare a dare la stessa finitura alle piastrelle rasate e al cartongesso?
Applico il fondo per piastrelle anche al cartongesso?
Grazie a tutti

  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 2 Aprile 2018, alle ore 13:21 - ultima modifica: Martedì 3 Aprile 2018, all or 00:06
    Ciao!
    io prenderei a campione una lastra di gres porcellanato della grandezza adeguata.

    Primo una volta preparato il fondo con una guaina o fondo impermeabilizzante, aplicherei questa grande lastra "vedi che in commercio ormai sono di serie svariate misure extra large" ottenendo un effetto originale e di sicuro a zero manutenzione nel tempo.:-)))

  • zuzzurelonearistide
    Zuzzurelonearistide Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 2 Aprile 2018, alle ore 23:50 - ultima modifica: Lunedì 2 Aprile 2018, all or 23:57
    Ciao.
    Il cartongesso in una doccia assolutamente no!!!
    Devi usare lastre tipo aquapanel o pannelli wedi con i kit isolanti da loro forniti.
    Sicuramente i prodotti che vuoi usare saranno belli validi e garantiti tanto quanto quelli che in 30 anni di lavoro ho visto, dalle pitture agli intonaci al microcemento e resine con il solo risultato: Soldi buttati nel Wc e risultati pessimi considerando il rapporto spesa/risultato.
    Un bagno deve durare almeno 20 anni, piastrella almeno nella doccia, dietro i sanitari e lavabo.
    Una domanda: queste soluzioni le adotti per risparmiare?

    P.s. se il posatore che interpelli non conosce i prodotti che deve usare e meglio che consulti qualcun'altro

  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente
    Martedì 3 Aprile 2018, alle ore 00:12
    Ciao ragazzi,
    una alternativa bellissima al rivestimento del box doccia (di cui scarterei pure io l'ipotesi del cartongesso) immaginate una alternativa con marmo-travertino?


  • cristiantayar@yahoo.it
    Cristiantayar@yahoo.it Ricerca discussioni per utente Zuzzurelonearistide
    Giovedì 5 Aprile 2018, alle ore 13:37
    Ciao.
    Il cartongesso in una doccia assolutamente no!!!
    Devi usare lastre tipo aquapanel o pannelli wedi con i kit isolanti da loro forniti.
    Sicuramente i prodotti che vuoi usare saranno belli validi e garantiti tanto quanto quelli che in 30 anni di lavoro ho visto, dalle pitture agli intonaci al microcemento e resine con il solo risultato: Soldi buttati nel Wc e risultati pessimi considerando il rapporto spesa/risultato.
    Un bagno deve durare almeno 20 anni, piastrella almeno nella doccia, dietro i sanitari e lavabo.
    Una domanda: queste soluzioni le adotti per risparmiare?

    P.s. se il posatore che interpelli non conosce i prodotti che deve usare e meglio che consulti qualcun'altro
    Ciao e grazie per il riscontro! Si con cartongesso davo per scontato quello verde per ambienti umidi, i pannelli wedi purtroppo non sono riuscito a trovarli in zona e online, vista l'esigua quantità necessaria non sò neanche quanto possa essere facile e conveniente trovarli (devo fare una spalletta da 70cm x 200cm di altezza)

    Faccio presente che le mattonelle sotto ci sono già attualmente, il mio intento è solamente quello di ricoprirne una parte (in doccia e dietro il lavandino per cambiarne la finitura) e contemporanetamente dare la stessa finitura nella spalletteche verranno costruite in cartongesso, una nella doccia per formare una nicchia, e l'altra spalletta sarà quella che conterrà le staffe e cassetta per sanitari sospesi.

    Volevo evitare di demolire e o ricoprire con nuove piastrelle per questione di detriti e spessori, è un bagno in mansarda a cui si accede da una scala a chiocciola e ogni cm in più di spessore è compromettente. Inoltre per la stessa metratura (non pià di 15mq) usando un gres basso spessore (3mm) andrei a spendere almeno 500 euro (senza poi considerare eventuale manodopera e il problema di portare in mansarda le lastre), resinando/smaltando in fai da te intorno ai 100/200 euro.

    Quindi volevo capire se c'era un modo semplice e non troppo dispendioso per fare il lavoro. Sul forum leggevo di usare lo smalto bicomponente all'acqua, in giro di realizzazioni ne vedo tante. Mi chiedevo se qualcuno per esperienza sapeva suggerirmi il modo migliore per fare questo lavoro

    Grazie!

  • gio1993
    Gio1993 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 15 Ottobre 2020, alle ore 10:46
    Ciao Cristian, devo fare esattamente i tuoi stessi lavori (incredibileyell).Ti volevo chiedere, alla fine per cosa hai optato? Cartongesso o altro? Con le piastrelle come hai fatto, le hai tolte? Ci hai messo altre piastrelle sopra? Le hai rasate?Grazie in anticipo per l'aiuto.

  • cristiantayar@yahoo.it
    Cristiantayar@yahoo.it Ricerca discussioni per utente Gio1993
    Giovedì 15 Ottobre 2020, alle ore 11:55
    Ciao Cristian, devo fare esattamente i tuoi stessi lavori (incredibileyell).Ti volevo chiedere, alla fine per cosa hai optato? Cartongesso o altro? Con le piastrelle come hai fatto, le hai tolte? Ci hai messo altre piastrelle sopra? Le hai rasate?Grazie in anticipo per l'aiuto.
    Ciao! Alla fine ho rasato le piastrelle con uno stucco rasante apposito (per piastrelle) che ho trovato in colorificio (roba da brico niente di particolare) previa una leggera carteggiata a mano per dare più grip.
    La parete che dovevo aggiungere l'ho fatta in cartongesso verde (costruendo dentro due nicchie porta saponi).
    Poi ho pitturato tutto a smalto.
    Su consiglio del colorficio avevo inizialmente usato uno smalto poliuretanico monocomponente (che a suo dire era più che sufficiente), ma dopo alcuni mesi si era screpolato per via dell'umidità e stava dando problemi al cartongesso.

    Allora mi sono impuntanto e mi sono fatto dare lo smalto bicomponente all'acqua, e con quello è un anno e mezzo che non abbiamo un problema di sorta. Sono molto contento.

    L'unica cosa è che quando ho fatto la prima pulizia con qualche prodotto ho macchiato lo smalto dove è colato il prodotto che stavo usando per pulire, probabilmente perchè lo smalto doveva ancora indurire bene.
    Fatto stà è che adesso ho ancora un pò di paura a passare l'anticalcare sullo smalto, ci vado molto piano ahah
    Ma lo stesso problema ce l'ho con il piatto doccia in resina.
    In teoria i produttori dicono di non usare l'anticalcare nemmeno sui rubinetti...

    Per fortuna abbiamo scelto colori e finiture che non comportano la necessità di cure maniacali.

    P.S. Con lo smalto se non è rasato/stuccato bene si nota di più l'imperfezione



  • gio1993
    Gio1993 Ricerca discussioni per utente Cristiantayar@yahoo.it
    Giovedì 15 Ottobre 2020, alle ore 12:03
    Ciao! Alla fine ho rasato le piastrelle con uno stucco rasante apposito (per piastrelle) che ho trovato in colorificio (roba da brico niente di particolare) previa una leggera carteggiata a mano per dare più grip.
    La parete che dovevo aggiungere l'ho fatta in cartongesso verde (costruendo dentro due nicchie porta saponi).
    Poi ho pitturato tutto a smalto.
    Su consiglio del colorficio avevo inizialmente usato uno smalto poliuretanico monocomponente (che a suo dire era più che sufficiente), ma dopo alcuni mesi si era screpolato per via dell'umidità e stava dando problemi al cartongesso.

    Allora mi sono impuntanto e mi sono fatto dare lo smalto bicomponente all'acqua, e con quello è un anno e mezzo che non abbiamo un problema di sorta. Sono molto contento.

    L'unica cosa è che quando ho fatto la prima pulizia con qualche prodotto ho macchiato lo smalto dove è colato il prodotto che stavo usando per pulire, probabilmente perchè lo smalto doveva ancora indurire bene.
    Fatto stà è che adesso ho ancora un pò di paura a passare l'anticalcare sullo smalto, ci vado molto piano ahah
    Ma lo stesso problema ce l'ho con il piatto doccia in resina.
    In teoria i produttori dicono di non usare l'anticalcare nemmeno sui rubinetti...

    Per fortuna abbiamo scelto colori e finiture che non comportano la necessità di cure maniacali.

    P.S. Con lo smalto se non è rasato/stuccato bene si nota di più l'imperfezione


    Grazie mille per la celerissima risposta!Io in ogni caso metterei le piastrelle nella doccia quindi non avrei il problema dello smalto. Molto bella l'idea delle nicchie!Invece, se posso chiederti, ti ricordi la marca dello stucco rasante per le piastrelle? Come si sta comportando nel tempo? Lo consigli?Grazie anora e buona giornata, Giovanni

  • cristiantayar@yahoo.it
    Cristiantayar@yahoo.it Ricerca discussioni per utente Gio1993
    Giovedì 15 Ottobre 2020, alle ore 14:08
    Grazie mille per la celerissima risposta!Io in ogni caso metterei le piastrelle nella doccia quindi non avrei il problema dello smalto. Molto bella l'idea delle nicchie!Invece, se posso chiederti, ti ricordi la marca dello stucco rasante per le piastrelle? Come si sta comportando nel tempo? Lo consigli?Grazie anora e buona giornata, Giovanni
    Ma se in doccia piastrelli hai meno problemi in generale, io lo smalto bicomponente l'ho messo solo in doccia perchè il bagno lo avevo tutto smaltato in origine con il monocomponente e solo dopo ho ripassato la doccia con il bicomponente.
    Dietro al lavandino, water e bidet mi trovo bene anche con lo smalto monocomponente e piastrelle rasate (dietro water e bidet invece è cartongesso).

    Lo stucco era Decoplast R40, è ancora li come in orgine non ha fatto una piega. Mi trovo bene anche se è un pò suscettibile agli urti (come una qualsiasi parete intonacata)

    Lo consiglio se si vuole fare un restyling del bagno facile e veloce con una finitura più pulita e lineare come è nello stile moderno, senza però avere l'impiccio della gestione di piastrelle grosse e pesanti (mantenendo la stessa praticità), che nel mio caso essendoci di mezzo una scala a chiocciola risultava difficoltoso.

    In realtà non mi sono inventato nulla, lo avevo visto in un negozio di piastrelle visto che lo proponevano in alternativa alle piastrelle anche nei nuovi cantieri ahah

    La piastrella è eterna, lo smalto magari ogni 10 anni lo devi ripassare, ma è possibile anche che in 10 anni ti sei stufato di quello che avevi e con una pitturata cambi completamente il bagno :)


Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img mastrovip
Buongiorno a tutti, volevo se possibile vostra consulenza, opinone su la tipologia di controsiffitto più idonea alla mia nuova cucina.Allego piantina e immagine della...
mastrovip 01 Febbraio 2021 ore 12:18 23
Img davidevr
Buongiorno, non riesco a trovare risposte certe ad un quesito che mi sta attanagliando.Ho recentemente effettuato dei lavoretti in fai da te in cartongesso, un controsoffitto di...
davidevr 22 Gennaio 2021 ore 14:02 4
Img stoppino
Salve. L'appartamento che abitiamo è stretto e lungo, il tetto è con le travi in legno e alto intorno ai 5mt. Tutto il soffitto è coperto da...
stoppino 22 Gennaio 2021 ore 10:20 2
Img alessandro9293
Buongiorno a tutti! Vi spiego il mio problema: acquistando casa mi sono ritrovato in uno dei due bagni una doccia a nicchia, con un piatto doccia da 90cm, tuttavia per compensare...
alessandro9293 21 Gennaio 2021 ore 09:00 1
Img ilpino
Salve a tutti,avrei bisogno di un consiglio per quanto riguarda il cappotto interno.Dovrei sistemare una vecchia struttura degli anni 70, non dotata di intercapedine.Per fare...
ilpino 19 Gennaio 2021 ore 19:05 21
Notizie che trattano Doccia in cartongesso e vecchie piastrelle che potrebbero interessarti


Posa delle piastrelle di grande formato

Pavimenti e rivestimenti - Le aziende produttrici di pavimenti offrono sempre più spesso pavimentazioni di grandi formati: vediamo alcuni consigli da seguire per posarle correttamente.

Piatti doccia ultraflat

Bagno - Escono sul mercato piatti doccia ultraflat, ultrapiatti e minimali che trasmettono eleganza e maggiore liberta' visiva

Pulire le fughe tra le piastrelle

Pulizia casa - Pulire le giunzioni tra le piastrelle è un lavoro faticoso che va svolto con una certa frequenza per evitare eccessivi depositi di sporco o muffa tra mattonelle

Calcare e danni ai rivestimenti

Ristrutturazione - Come rimediare ai danni provocati nel tempo dal contatto di acque ricche di calcare con i rivestimenti in ceramica degli ambienti domestici come bagni e cucine.

Piatti doccia sottilissimi

Bagno - Oggi sono disponibili in commercio piatti doccia, in vari materiali, estremamente sottili che spesso possono essere montati direttamente a filo pavimento.

Caratteristiche e utilizzi dello stucco epossidico

Pavimenti e rivestimenti - Lo stucco epossidico utilizzato come collante e riempitivo tra le piastrelle di rivestimento, vanta ottime caratteristiche tra cui elevata igienicità e resistenza.

Superfici e illuminazione di bagni ciechi

Bagno - Muri e pavimenti chiari, box doccia in cristallo, specchi e luci naturali per ampliare mini ambienti privi di finestre.

Rivestimenti uniformi

Arredamento - Come rivestire e pavimentare senza la presenza di fughe indesiderate.

Come colorare le fughe dei pavimenti: i dettagli che fanno la differenza

Pavimenti e rivestimenti - La fuga è un elemento necessario per l'assestamento dei pavimenti, non tutti amano il contrasto cromatico, dunque oggi è possibile scegliere il colore più adatto
REGISTRATI COME UTENTE
325.600 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//