Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Confronto termocamno camino ventilato


Paul59
login
08 Gennaio 2007 ore 23:30 10
Innanzi tutto ciao a tutti, dunque ho un camino con inserto, "clam" e funziona alla grande però senza canalizzazioni, ora sto cercando di capire come fare per sfruttare meglio la legna che compro e qui a ferrara non costa poco.. , volevo sostituirlo con qualcosa che mi scaldasse tutta la casa, attualmente 87 m2 fra un po , sistemo la mansarda per mio figlio e diventeranno cica 12o-130. In pratica sto valutando termocamino, montegrappa o monobloccov a ventilazione forzata e sono molto indeciso, dico mntegrappa perchè ho avuto occasione di vedere prodotti in funzione e come consumi orari secondo me sono tra i top. Facendo due conti mi pare che sia il modello ad acqua che quello ventilato(megafire) come potenza possano essere adeguati alla mia volumetria, supponendo di poter canalizzare in fase di ristrutturazione solo parziale della mia casa, ponendo al centro il camino, dovrei scaldare quasi tutto, tenete presente che sono abituato al mio inserto che in una oretta porta la temperatura nella sala di circa 30 m2 a livelli tropicali(anche 29 gradi) in questo inverno non polare, con due kg di trochetti all'ora mi scalda piano piano quasi tutta la casa(ovviamente la zona notte rimane fresca). Migliorando con un monoblocco e una canalizzazione, perchè dovrei passare ad un consumo minimo orario di 6 kg,contro i 3,6 del cmaino ad aria, sbaglio io a fare i conti o cosumerei di piu con il termocamino? lasciamo stare le polveri che le mettiamo in pari con l'ingresso sul montegrappa di aria per la combustione e il riscaldamento di aria prelevata dall'esterno e pulita!! Però... cè sempre un però leggo i vosri post entusiasti per il termocamnino, e mi faccio domande, non sto forse sbagliando qualosa nei miei ragionamenti....In questi anni mi sono informato e o girato un po, Per la marca onestamente non ho dubbi a parte i costi, nel vechio forum di fucoelegna si sono viste discussioni notevoli, nel nuovo aimè molto meno si parla solo di jolly-mec e parametri per stufe a pellets con tutto il rispetto, Però vedo che qui si parla di riscaldamento a legna con vera passione e dovendo fare un intervento sulla casa non vorrei prendere il vento in maniera sbagliata..(sono un velista)! ps. ovviamente ho un impianto tradizionale a termosifoni in ghisa e caldaia a metano, la casa è vissuta non moltissimo, tutti fuori di giorno per lavoro e figlio università a parte il cane e il gatto,e per il futuro, pensiero di installare termico solare a circolazione naturale per acqua sanitaria.
scusate la lungaggine ma da impiegato come sapete i soldi sono pochi e non vorrei sprecarli infatti ci sto pensando pure la notte, fermo restando che sono un amante del fuoco a legna ed ogni tanto due branzini alla brace....
ciao Paolo
  • ferdy68
    Ferdy68 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 9 Gennaio 2007, alle ore 07:41
    Sicuramente il termocamino ti consuma molta più legna del camino che già possiedi, però tale consumo si trasforma in calore ceduto all'acqua dei caloriferi (che ti scaldano tutta la casa).
    Nel tuo caso (visto che la legna la devi comprare e che poi devi sostituire il camino con un altro) non so se ti convenga tantissimo; forse la miglior cosa è NON cambiare il tuo camino visto che funziona bene e invece (in fase di ristrutturazione) installare una termostufa (ad esempio a me piace molto quella della Klover che funziona a bagnomaria; quindi l'installazione è molto semplice perchè è già dotata di tutto e basta avere i tubi di mandata/ritorno sul collettore della caldaia e il gioco è fatto).
    Ciao
    rispondi citando
  • claudik
    Claudik Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Gennaio 2007, alle ore 23:49
    Quoto ferdy sulla idea della termostufa che ti permette di non buttare il camino che già hai..

    aggiungo solo che se usi un camino (o un astufa) ad acqua consumerai più legna ma solo perchè tenderai a fare più calda TUTTA la casa. (anzichè sala a temp tropicale e altre stanze freddine. MA questo è un maggior confort, non trovi?)

    poi considera che un camino ad acuqa senza troppi lavori, soprattutto se tipo klover, per portare il calore dappertutto ti permette di usare i termo che già hai... senza dover fare canalizzazioni (che visto il diametro non sono poi facili da nascondere.

    per contro, se la casa la usi saltuariamente un riscaldamento ad aria forzata come quello del camino ad aria è molto più veloce, rispetto ai termo, a scaldare la casa....

    in tutti, però, fai ottimi branzini...

    (ti penseremo con invidia, anche se, per gusti personali, nel mio camino ho sperimentato finora solo fiorentine.... eh eh eh eh)
    rispondi citando
  • claudik
    Claudik Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Gennaio 2007, alle ore 00:06
    E poi non stare a fare tutti quei conti sul cosnumo orario.

    PRIMO
    perchè dovresti anche sapere il grado di isolamento della casa, per capire quanta legna dovrà bruciare il termocamino.

    SECONDO
    perchè se hai una barca a vela.... vuol dire che almeno guadagni una somma sufficiente a riscaldare 120 metri di casa.
    Scaldare a legna ti assicuro NON sarà mai una spesa di una entità tale da farti pensare che se avessi comperato un camino più efficiente... avresti risarmiato (COSA? il 10% ma su 100 quintali sono 120 euro.... e con 100 quintali scaldi casa mia. che è 150 metri. e non è isolata per niente... A te probabilmente ne basteranno molto meno...
    E il 10% di questo molto meno fa ... che cosa 70 o 80 euro?

    Ma 80 euro sono per un camino più efficiente del BEN 10%...
    in realtà le differenze possono essere tra un camino e l'altro del 3 o 4 %.. quindi...... che vuoi risparmiare?..

    Se trovi camini che consumano meno legna è solo perchè poi sviluppano meno calore....

    in altre parole...la spesa a legna non è mai insostenibile...


    Le differenze puoi iniziare a vederele su 200 metri quadri di casa, in trentino e confrontando termocamino e CALDAIA a legna (a fiamma rovescia..)
    rispondi citando
  • claudik
    Claudik Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Gennaio 2007, alle ore 00:09
    P.s.

    quando parlavo di barca a vela non volevo fare il bacchettone moralista.
    mi riferivo solo ad una passione che così... ad occhio è più dispendiosa del footing...



    io ho passione per l'enduro....
    rispondi citando
  • paul59
    Paul59 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Gennaio 2007, alle ore 16:02
    Dunque, questione barca a vela, magari ne avessi una..., infatti per coltivare sta passionaccia porto quella degli, per insegnare....!!! Se potessi permettermi una barca non starei qui a fare questi ragionamenti, anche se a dir la verità per me il fuoco a legna è in primis una passione, comunque a forza di ragionare ed ascoltare sono quasi convinto per il camino ad acqua per i noti problemi di canalizzazione, ora il pensiero si sposta sul vaso chiuso klover o montegrappa aquaidro.. !!!!
    rispondi citando
  • claudik
    Claudik Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Gennaio 2007, alle ore 22:21
    Buona caccia!

    (anche se buona caccia non si dice)
    rispondi citando
  • paul59
    Paul59 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Gennaio 2007, alle ore 23:48
    Claudik,senti lo so che è un dettaglio ma con il tuo come ti trovi con il vetro, nel senso si sporca molto, e per le grgliate come ti trovi, devi sapere che quando avevo il camino aperto ci facevo di tutto castagne, braciole pesce, cenette ai ferri per 8 amici, mai una puzza adirittura gli amici fumavano e tutto se ne andava su.., anche il calore chiaramente, poi con l'inserto finito tutto, caldo ma al massimo una padellina di castagne.. scusa sono forse un po o.t.
    rispondi citando
  • claudik
    Claudik Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 12 Gennaio 2007, alle ore 18:02
    Il vetro una volta a settimana va pulito...

    per le grigliate... basta bruciare un po' di legna piccola, apsettare che si consumi per fare tanta brace e poi.... via di carne....

    finora non l'ho usato tanto ma almeno un 20 kg tra braciole fiorentine e bistecche .... li ho fatti...

    perchè il tuo va bene solo per le castagne? forse perchè è un inserto..?

    quindi piccolo?

    nel mio ci sta anche una astronave di traverso....
    rispondi citando
  • paul59
    Paul59 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 13 Gennaio 2007, alle ore 00:56
    Esatto purtroppo l'inserto è una gran macchina se non vuoi distruggere il camino che già hai, ma considera che deve stare completamente nella bocca del vecchio camino, poi sopra ha uscita aria e sotto ingresso per cui ficolare ridotto ai minimi termini, considera che il mio dal vetro ha una profondità di circa 30 cm, veramente esigui per cucinae..Per il vetro mi da una buona notizia il mio una pulitina con carta bagnata e cenere un giorno si uno no. Insomma sono direi convino per il termocamino anche perchè mio figlio mi rompe per sistemare una parte di soffitta e cosi potrei permettermi di riscaldare pure quella, passando dai 90 m2 attuali a circa 120! Mi sa che in primavera mi rimbocco le maniche e faccio il lavoro(io e mio padre) con l'aiuto di un idraulico, e visto gli incenivi faccio un botto (piccolo mutuo) e ci schaffo pure due pannelli solari termici a circolazione forzata con bollitore... cosa non si fa per risparmiare ed inquinare meno, anche se qui a fe la legna comprarla la danno a 13 euro quella buona ma spesso bagnata, ne ho 30 q in garage non utilizzabile al momento e mi tocca andare a tronchetti, che sono fantastici ma costano na cifra, invece quella di frutteto si puo trovare sui 9/10 euro, mi sa che questa estate me ne vado sul po con il cane ed intanto riepmio la macchina di legna...
    rispondi citando
  • claudik
    Claudik Ricerca discussioni per utente
    Sabato 13 Gennaio 2007, alle ore 18:35
    Ma si buttati.. chissà cosa ci riserva il gas di sorprese....

    però se la legna la prendi in riva al po-.---.. ne devi fare, di viaggi in auto, per procurartene quanta ti serve ...
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
REGISTRATI COME UTENTE
306.768 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie