Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2022-06-19 17:54:01

Cila - difformità rispetto a progetto


Buongiorno,
recentemente ho dato incarico ad un geometra per una CILA legata ad un intervento di riduzione di un vano porta su parete non portante.
Il geometra, nominato progettista e direttore dei lavori, ha depositato un progetto, che però è stato poi realizzato in maniera diversa rispetto al previsto.
Nella riduzione, infatti, il vano è stato collocato al centro della parete, anzichè spostato su un lato come disegnato dal geometra nel progetto depositato.
Si parla di un vano porta spostato di circa 20 cm lungo la parete rispetto a quanto previsto nel progetto.
La ditta (che peraltro conosce il geometra e me l'ha suggerito) ha ritenuto preferibile realizzarlo così e io non ho avuto obiezioni, dal momento che ritenevo che tutto avvenisse sotto il vigile controllo del geometra direttore dei lavori e che mi venisse proposto in quanto fattibile.

Al che, finito il lavoro, al momento di avviare la chisuura della CILA, mi sono accorta che il geometra ha presentato al catasto una planimetria conforme al suo progetto iniziale, e che quindi non rispecchia ciò che è stato effettivamente realizzato.
Mi sono resa conto che verosimilmente non ha comunicato con la ditta per tutto il corso dei lavori. Non è nemmeno venuto a fare un sopralluogo finale.

Io vorrei che sia la CILA che il catasto rispecchiassero lo stato di fatto, anche perchè la differenza tra la mappa e la realtà è chiaramente visibile e temo che possa crearmi problemi, sia in termini di possibilità di usufruire della detrazione per lavori sia in caso di una futura vendita.
Non vorrei che la CILA mi venisse invalidata in futuro per via di questa variante rispetto al progetto iniziale e che mi trovassi a perdere la detrazione e a dover fare una CILA in sanatoria.

L'ho detto al geometra, che mi ha proposto:
- di lasciare ormai la planimetria al catasto così come l'ha presentata lui
- di aggiungere alla CILA un documento in cui attesta che nel corso dei lavori il vano porta è stato spostato rispetto a quanto indicato nel progetto.

Secondo voi è un approccio ragionevole o mi può creare problemi in futuro? Grazie mille
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente
    Domenica 12 Giugno 2022, alle ore 14:19 - ultima modifica: Domenica 12 Giugno 2022, all or 14:33
    Ciao ma veramente parliamo di un un problema per lo spostamento di un vano porta di 20 cm? direi importante se si stesse parlando di un vano su parete portante, allora condividerei i tuoi dubbi, ma in questo caso su un tramezzo normale direi non sia il caso di asseverare il tutto e lasciare la Cila come sta.

    Piuttosto se da progetto il vano porta più a lato era correlato a un progetto di arredamento ormai esecutivo(mobilio già ordinato precedentemente su misura). Allora sarebbe il caso di riflettere quale sia il percorso più giusto da intraprendere, pensando di chiedere un parere a un esperto utilizzando il servizio di consulenza.
    Almeno io la penso così, tienici aggiornati e aggiornaci su eventuali sviluppi.

  • rosanna4
    Rosanna4 Ricerca discussioni per utente Jovis
    Domenica 12 Giugno 2022, alle ore 15:39
    Ciao ma veramente parliamo di un un problema per lo spostamento di un vano porta di 20 cm? direi importante se si stesse parlando di un vano su parete portante, allora condividerei i tuoi dubbi, ma in questo caso su un tramezzo normale direi non sia il caso di asseverare il tutto e lasciare la Cila come sta.

    Piuttosto se da progetto il vano porta più a lato era correlato a un progetto di arredamento ormai esecutivo(mobilio già ordinato precedentemente su misura). Allora sarebbe il caso di riflettere quale sia il percorso più giusto da intraprendere, pensando di chiedere un parere a un esperto utilizzando il servizio di consulenza.
    Almeno io la penso così, tienici aggiornati e aggiornaci su eventuali sviluppi.
    Grazie per aver condiviso il tuo punto di vista Jovis, mi è molto utile. Fortunatamente non c'è ancora un progetto di arredamento.
    Dici che è impossibile quindi che il comune, un'autorità, un futuro acquirente mi possano muovere delle contestazioni? A breve termine, il mio dubbio origina dal fatto che questo lavoro andrà in detrazione e, soprattutto, mi consentirà di usufruire del bonus mobili.Grazie

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Domenica 19 Giugno 2022, alle ore 17:54
    Buongiorno, i problemi potrebbero sorgere in futuro, per la circolazione dell'immobile, in quanto il Notaio potrebbe rilevare le difformità del caso.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img fabioanaclerio
Buonasera mi sono ritrovato ahimè in una situazione un po' ingarbugliata: In data 12/11/2020 l'ingegnere mi comunica che ha presentato la CILA al Comune e mi da il via...
fabioanaclerio 20 Giugno 2022 ore 16:55 23
Img davide scicolone
Buonasera,in questi giorni sto per aprire una CILA per una ristruttuazione con data di inizio lavori Novembre 2021 ma per problemi di reperimento dei materiali la i lavori...
davide scicolone 31 Maggio 2022 ore 22:39 5
Img braccobaldoshow
Salve,sono il proprietario di una villetta unifamiliare di cui dovrei fare delle opere interne e il mio geometra ha già presentato una CILA al comune il quale...
braccobaldoshow 28 Maggio 2022 ore 11:14 5
Img alessio pizzetti
Buongiorno, ho un quesito.A gennaio 2020 ho richiesto e ottenuto una CILA per ristruttarare il mio appartamento. A giugno 2021 ho ultimato i lavori e ho comunicato il "fine...
alessio pizzetti 28 Maggio 2022 ore 11:13 3
Img fdv1988
Buongiorno a tutti il geometra che mi sta facendo la CILA mi ha detto di chiedere la DURC all'azienda che mi fa i lavori; quest'ultima dice di non averla perchè non gli...
fdv1988 10 Maggio 2022 ore 19:59 1
Notizie che trattano Cila - difformità rispetto a progetto che potrebbero interessarti


Classamento Catastale

Catasto - Che cosa è il classamento catastale per un immobile e a cosa serve? In base a quali parametri di solito viene assegnato ad un immobile il classamento catastale.

I chiarimenti dal Notariato sulla conformità catastale

Catasto - Il notariato e il DL 78/2010 chiariscono gli obblighi in merito all'identificazione e alla conformità catastale degli immobili oggetto di trattativa immobiliare

Proroga sanatoria catastale

Catasto - Con l'approvazione di un emendamento al Decreto Milleproroghe viene posticipato al 30 aprile 2011 il termine ultimo per presentare la sanatoria catastale.

Niente demolizione per la tettoia abusiva se trasformata in pergolato fotovoltaico

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Consiglio di Stato ribadisce quanto già affermato dal TAR della Lombardia: la tettoia abusiva non va demolita se viene trasformata in pergolato fotovoltaico.

Sostituzione porta blindata possibile con Bonus 50%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Viene compresa tra le opere agevolabili al 50% la sostituzione della porta blindata optando per la scelta dello sconto in fattura o per la cessione del credito.

Pergolato fotovoltaico: ecco quali sono i requisiti per la CILA

Impianti rinnovabili - In una recente sentenza, il TAR del Lazio dà ulteriori conferme circa il procedimento edilizio da seguire nel caso di installazione di un pergolato fotovoltaico

Come comprovare la regolarità edilizia e catastale

Leggi e Normative Tecniche - La relazione tecnica integrata, redatta da un tecnico abilitato, attesta la conformità edilizia, urbanistica e catastale di un immobile oggetto di compravendita.

Revisione catastale del Comune: le regole della Cassazione

Catasto - Il Comune deve motivare la revisione catastale che determina un aumento del valore dell'immobile. Lo afferma la Corte di Cassazione con una recente sentenza.

Difformità parziale: demolizione o sanzione pecuniaria?

Leggi e Normative Tecniche - In caso di abusi edilizi con interventi in parziale difformità, è possibile applicare una sanzione pecuniaria? Il Consiglio di Stato risponde con una sentenza.
REGISTRATI COME UTENTE
339.479 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//