Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Cappotto ad intonaco


Idraulicam
login
05 Giugno 2012 ore 11:03 6
Ciao, ho sentito che è possibile realizzare un isolamento a cappotto mediante intonaco, senza utilizzare costose e prepronte miscele, ma aggiungendo un "addittivo" al normale impasto per intonaco.
Qualcuno può aiutarmi, indicandomi che cosa acquistare e dove trovarlo? Grazie
P.s. io abito a Torino
Carlo G.
  • cohibaiba
    Cohibaiba Ricerca discussioni per utente
    Martedì 5 Giugno 2012, alle ore 15:37
    Non mi risulta ma ne dubito.
    Nessun produttore potrebbe mai certificare un determinato risultato senza sapere quali siano le ulteriori variabili in gioco, come legante, inerte, ecc....
    Anche solo la granuometria dell'inerte e/o il tipo di posa in un intonaco normale può cambiare il risultato. Pensa cosa avviene per un prodotto complesso di quel tipo.
    Ed una volta posato, nessun termotecnico potrebbe mai stabilire il reale vantaggio ottenuto con un materiale siffatto.
    Ergo, il rischio di buttare via soldi mi pare piuttosto altino.
    rispondi citando
  • raffaele.nappo
    Raffaele.nappo Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 6 Giugno 2012, alle ore 15:44
    è possibilissimo fare un cappotto termico mediante utilizzo del solo intonaco, di tipo termico in questo caso (ne esistono in perlite, sughero ecc.).. l'unico problema è che mentre con un normale pannello in EPS abbiamo una conduttività termica che varia da 0,030 a 0,040 W/mK, con un intonaco termico la media reale invece si attesta intorno a valori compresi tra 0,070 e 0,120 W/mK. Pertanto, per non annoiarla troppo con il mio discorso le dico soltanto che necessiterà del doppio se non addirittura il triplo dello spessore del materiale rispetto ad un semplice pannello in EPS.

    A conti fatti, siccome io ho eseguito e venduto entrambi i tipi di soluzioni, il costo è lo stesso inoltre bisogna aggiungere al costo dell'intonaco termico quello della finitura compatibile con tale sistema e la decorazione finale più il lavoro mentre invece il pacchetto completo del sistema a cappotto solitamente viene a costare quanto il solo lavoro di intonaco termico esclusa finitura e decorazione.

    Per qualsiasi altra informazione sono a sua disposizione.
    rispondi citando
  • cohibaiba
    Cohibaiba Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 6 Giugno 2012, alle ore 17:34
    Nappo, credo che la domanda fosse se sia possibile fare un intonaco termico mettendo in una malta "classica" additivata in opera.
    rispondi citando
  • raffaele.nappo
    Raffaele.nappo Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 6 Giugno 2012, alle ore 18:07
    Con malte additivate al momento mai visto/sentito nessun prodotto.. Comunque spero di aver fornito comunque indicazioni utili sull'utilizzo dell'intonaco termico per ricreare un sistema a cappotto con pregi e difetti.
    rispondi citando
  • idraulicam
    Idraulicam Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 6 Giugno 2012, alle ore 21:22
    Ho posto questa domanda perchè il mio architetto me ne ha parlato, e da profano al momento non li ho dato peso. Per quanto riguarda i benefici rispetto ad un cappotto tradizionale, vi posso dire che la casa ha le pareti spesse 50 cm, e personalmente non avrei fatto nulla, ma trovandomi nella condizione di facciata ammalorata, ho deciso di togliere tutto il vecchio intonaco, e a questo punto approfitterei a dover eseguire l'intonacatura della facciata con qualcosa di performante.
    Grazie
    Carlo
    rispondi citando
  • raffaele.nappo
    Raffaele.nappo Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 6 Giugno 2012, alle ore 23:47
    Con una parete di 50 cm in buono stato in effetti non dovresti subire grossi costi... bisogna vedere però attraverso l'ausilio di un tecnico qualificato che tipologia di materiali sono stati utilizzati per la parete in modo da effettuare un calcolo termico e definire lo spessore dell'isolante per il rientro in normativa.

    Visto che hai gia 50 cm di parete ti consiglio vivamente di utilizzare come isolante dei pannelli in polistirene espanso sinterizzato o meglio ancora dei pannelli in grafite in modo da utilizzare bassi spessori a costi contenuti.. Anzi ti darò una dritta in più.. non c'è bisogno neppure di rifare l'intonaco e andare direttamente con il cappotto in modo da abbattere maggiormente i costi. Basta spicconare solamente le parti ammalorate e fare un lavaggio con idropulitrice ad alta pressione e utilizzare della candeggina per uccidere tutti i batteri e la muffa che vi si è costituita.

    Se alla fine di questo lavoro la parete dovesse presentarsi con dislivelli non superiori ai 2 cm puoi andare direttamente con collante per cappotto e pannelli isolanti, altrimenti bisogna fare una regolarizzazione con intonaco di sottofondo quel tanto che basta per avere una parete a piombo e planare.

    My two cents.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
REGISTRATI COME UTENTE
306.754 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie