Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Box doccia in cristallo che si autodistrugge


Reporter66
login
24 Giugno 2006 ore 22:50 44
Salve a tutti.
Mi è successo davvero: appena tre mesi fa ho ristrutturato il bagno, ed ho installato un nuovo box doccia in cristallo, dello spessore di 6 mm, a forma semitonda con un'anta scorrevole, e proprio quest'ultima si è letteralmente autodistrutta, improvvisamente.
L'anta ricadendo su se stessa si è frantumata in una moltitudine di frammenti, facile pensare cosa sarebbe accaduto se una persona era a fare la doccia! (ho due bambini).
La doccia è di una marca parecchio nota, pagata 830 €.
Aspetto ora la perizia di un tecnico dell'azienda, ma anche se mi sostituiranno il pezzo mi domando:
è giusto che si rompa da sola?
E soprattutto è giusto che si frammenti in quel modo?
Non dovrebbe essere un cristallo di sicurezza come quello delle auto?
Posso pretendere qualcosa dall'azienda?
Grazie a quanti mi vorranno rispondere.
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Domenica 25 Giugno 2006, alle ore 09:58
    E un cristallo di sicurezza,giustissimo che si frantumi,deve frantumarsi,come quelli delle auto ,in piu quelli delle auto sono a doppio strato con colla fra i due cristalli.
    Quelli delle docce in caso di scivolata dell'utente e conseguente urto sul vetro devono esplodere riducendosi in pezzettini piccoli piccoli in modo da evitare che si formino delle guglie dove puoi sgozzarti,adesso va visto solo il perche esso è esploso ,se un errore di installazione o un errore sulla tempra del vetro,sono molto delicati i cristalli basta scordarsi una piccola guarnizione all'apparenza insignificante durante il montaggio e lui si rompe
    rispondi citando
  • reporter66
    Reporter66 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 25 Giugno 2006, alle ore 13:01
    Ti ringrazio, già comincio ad avere le idee più chiare. In effetti un dubbio mi viene... All'installazione del box l'idraulico mi portò indietro una guarnizione dicendomi che era in più! Vuoi vedere che.....
    rispondi citando
  • giacuratolo
    Giacuratolo Ricerca discussioni per utente
    Sabato 1 Luglio 2006, alle ore 18:39
    Mi sento di tranquillizzarti, per quello che si può dopo quello che ti è capitato.
    possono accadere queste cose per una sorta di errore durante la fabbricazione del cristallo stesso.
    a me una volta è esploso un cristallo di una macchina e mi è stato detto questo.
    confrontando poi l'esperienza con altra gente e manifestando la mia incredulità ho invece scoperto che non è affato inusuale.
    quindi meno male che non è vetro normale che si rompe a scheggie: quelle si che possono essere dei veri e propri pugnali.
    è per caso un novellini?
    rispondi citando
  • reporter66
    Reporter66 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 1 Luglio 2006, alle ore 21:21
    Ti ringrazio molto. nel frattempo ho indagato un pò... Pare che questi cristalli temperati utilizzati per la realizzazione dei box doccia dato il loro trattamento sono soggetti a "rotture spontanee", chiaramente uno su mille. Ma ancora non ho chiarito un punto: perchè non utilizzare vetri stratificati come per i parabrezza delle auto? almeno in caso di rottura non cadono. I tenperati comunque non sono del tutto innoqui: a me cadendo hanno graffiato il termoarredo in acciaio, e se ne sono conficcati una miriade sulla pedana in legno... se c'era dentro un bambino?
    Non si tratta di novellini ma di samo. grazie ancora.
    rispondi citando
  • gabriellabarlassina
    Gabriellabarlassina Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 29 Giugno 2011, alle ore 11:50
    Riguardo a questo argomento vorrei dare anche la mia testimonianza, cosi' chi ha bimbi ci pensa due volte prima di acquistare un box doccia in vetro acidato.
    Ieri sera entro in doccia accendo l'acqua, faccio per chiudere le porte del box doccia scorrevoli e, il vetro è praticamente scoppiato. Si è frantumato in miliardi di pezzi. Mi sono tagliuzzata quà e là (non da pronto soccorso per fortuna) ed avevo polvere e scheggette piccolissime dappertutto. Ho pulito (con l'aiuto di mio marito) e ripulito e ripulito eppure le piccole schegge sono ancora in bagno.
    Se ci fossero stati i miei due piccoli, di 15 mesi e 6 anni, sarei dovuta correre al pronto soccorso di corsa!!!!!!!! Che devo commentare di +????????????
    rispondi citando
  • consulente
    Consulente Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 29 Giugno 2011, alle ore 15:50
    Confermo la questione del vetro.
    Essendo temperato deve sgretolarsi in caso di urto per evitare conseguenze tipo taglio ghigliottina.
    Il problema di come si è rotto diviene da altri fattori, ma vedo che ti stai già dando da fare.
    rispondi citando
  • gindes
    Gindes Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 30 Giugno 2011, alle ore 18:47
    Quello è un cristallo di sicurezza, visto che quando si rompe un cristallo è sempre un disastro (anche per motivi di salute), le case produttrici hanno cercato di studiare un cristallo che causasse il danno minore alle persone, naturalmente c'è il rischi di farsi male ma si è cercato di evitare danni peggiori.
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Luglio 2011, alle ore 08:48
    Perchè non utilizzare vetri stratificati come per i parabrezza delle auto? almeno in caso di rottura non cadono.

    Il problema del cristallo stratificato è il costo elevato, non tutti sono disponibile a sostenere una spesa così elevata.

    Questi cristalli detti di "SICUREZZA", si sbriciolano lasciando pezzi non appuntiti, proprio per permetterne il calpestamento a piedi nudi senza subire danni.

    Lo sbriciolamento del tuo cristallo può essere imputato a tre fattori:

    1) Una molecola libera all'interno del cristallo nel tempo, può portare alla rottura spontanea, (ovviamente parliamo di difetto di fabbricazione).

    2) Non hanno inserito una guarnizione nel fissaggio su una lastra di cristallo, se la vite di fissaggio che sostiene il cristallo entra in contatto con lo stesso prima o poi si rompe, (parliamo di errore di montaggio).

    3) Se la cabina non è montata in bolla, quindi ha parti che gravano eccessivamente su certe strutture, può portare alla rottura della lastra di cristallo, (parliamo di errore di montaggio).
    rispondi citando
  • graziamaria50
    Graziamaria50 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 22 Aprile 2015, alle ore 20:37
    Oggi è capitato anche a me che la parete doccia di cristallo, di una azienda referenziata, installata 1anno e 1/2 fa è scoppiata in migliaia di piccoli pezzi.Non era stata nè usata,nè toccata,il rumore iniziale è stato simile ad un colpo di pistola esploso all'improvviso e ha provocato tanto spavento.Poi è continuato lo sgretolamento che ha interessato l'intera parete fino al pavimento .Il punto di irraggiamento della frantumazione è a metà altezza vicino al profilo d'acciaio che delimita le due pareti doccia in cristallo.Chiaramente è crollata anche la parete piccola adiacente  di cristallo, l'anta apribile e il braccio superiore di acciaio della struttura.Per fortuna nessuno transitava nel bagno in quel momento,sicuramente ci sarebbero state conseguenze fisiche.  Come è possibile che accada ciò a distanza di poco tempo dalla messa in opera? Sarà sicuramente un difetto di costruzione per il punto da cui è partita la rottura e per la modalità di frantumazione, di tutta intera la parete. Chi mi risarcisce? Non dovrebbe essere ancora in garanzia? Ho a disposizione molte foto a testimonianza di quanto scritto, bastano queste o devo aspettare un perito dell'azienda? 
    rispondi citando
  • lollymarcon
    Lollymarcon Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 15 Marzo 2017, alle ore 19:34
    L'altra sera, appena mia figlia è uscita dalla doccia, sono andata in bagno per sistemare. Ho chiuso l'anta della doccia è il vetro è scoppiato in mille pezzi, che sono arrivati fino in corridoio. Per fortuna io ero vestita e ho avuto la prontezza di abbassare il viso. Me la son cavata con due graffi sulle mani. Ho riempito un secchio di pezzi di vetro. Mi chiedo se fosse scoppiato quando mia figlia era dentro la doccia, ovviamente svestita, con la potenza dello scoppio quei quadratini (che comunque hanno i loro spigoli) e i mille frammenti cosa le avrebbero fatto. Ora dovrebbero sostituirmi il vetro, ma sinceramente ho paura che possa succedere nuovamente. Non so se esistono pellicole trasparenti che tengano con l'umidiità del bagno da poter applicare sul vetro per evitare che i pezzi vadano dappertutto. Ho chiesto se era possibile sostituire tutti i vetri del box con vetri con la retina dentro, ma mi hanno detto che non li fanno più (non so se è vero)
    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Maggio 2017, alle ore 09:22
    Ciao! pure io ho comprato un box doccia con le pareti scorrevoli in plexiglass non voglio fare il nome perchè potrebbe sembrare pubblicità gratuita, ma ho speso veramente poco.
    Aiaiai! dopo due tre doccie, il plexiglass si è opacizzato, di sicuro non sarà pericoloso, ma la lucentezza del vetro non la batte nessuno.:-))
    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 4 Maggio 2017, alle ore 13:08 - ultima modifica: Giovedì 4 Maggio 2017, alle ore 13:13
    Hai ragione, penso che per il prossimo box doccia darò uno sguardo ad alcuni prodotti, ho sbirciato in qualche negozio e poi ho visto delle pubblicità su una rivista di mia moglie della Inda, Novellini, oppure della Ideal standard.
    Devo sentire un amico, per chiedere cosa ha montato a casa sua di recente, perchè so che ha ristruttuirato il suo bagno e poi vi farò sapere:-)
    rispondi citando
  • toninogallonne
    Toninogallonne Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 22 Settembre 2017, alle ore 10:58
    Ciao io sono un semplice impegato, ma grazie al fatto che mio padre mi ha lasciato due bilocali mi sono dovuto fare un pò di esperienza sulla gestione delle case, dei bagni e soprattutto dei box doccia. In un anno ne ho cambiati due. prima avevo un box doccia in plexglass ed ho scoperto a mie spese che sono pericolosissimi quando si spaccano, in quanto al contrario del vetro temperato non si riducono in tanti piccoli pezzi ma possono essre molto pericolosi e taglienti, nell'altro bilocale che avevo già il vetro temperato ma dato che l'ho affittato ad una signora anziana amica di famiglia, per paura che si facesse male ho installato un box doccia con il film sicurezza, che evita in caso di rottura che i vetri finiscano a terra, perchè come già accennato da altri il vetro si riduce in mille pezzzi come i vetri della macchina, però li c'è una pellicola che li tiene tutti insieme, ed anche questi box doccia SAFe hanno una pellicola del genere. Io vivendo a Firenze li ho comprati a pochissimo da una società di Firenze (BIVITA), e loro hanno anche il sito web www.bivita.it , comunque la categoria box doccia sicurezza la trovate qui https://www.bivita.it/it/bagno/vetro-sicuro/ in genere non mi piace fare pubblicità ma è difficile trovare buoni prodotti venduti da aziende italiane ad un prezzo molto interessante. Comunque o li comprati li o da un'altra parte il problema non è che le aziedne molto famose che avete accennato facciano prodotti scadenti, e proprio il vetro temperato che per fortuna ha quelle caratteristiche, vi immaginate se un pezzo di vetro vi cadesse addosso? invece i piccoli pezzetti di vetro sono solo pericolosi per i piedi e fanno però anche un casino nella doccia e nel bagno, ed in caso di rottura per caduta accidentale possono essere pericolosi per tutte le parti del corpo che ne entrano a contatto quando si è a terra, Sicuramente questo è traumatico per un bambino o per un anziano solo in casa, che ha anche difficoltà a rigenerare la pelle. Però io l'ho cambiato anche nel box doccia che ho affittato ad una coppia, perchè non si sa mai succedesse qualcosa potrei essere chiamato ai danni come locatore. Per concludere quest'anno ho cambiato anche i box doccia di casa mia , e li ho sostituiti con quelli SAFE, perchè sinceramente dato che non siamo degli spendaccioni con l'uscire spesso a cena, abbiamo preferito fare qualche cena in meno ed avere a casa un box doccia più sicuro. Scusate se ho scritto veloce con qualche errore, ma penso si capisca che sono controrio al plexyglass, non sono contro il vetro temperato ma sono sicuramente anche molto a favore dei box doccia con pellicola sicurezza.
    rispondi citando
  • carlottabessone
    Carlottabessone Ricerca discussioni per utente Lollymarcon
    Lunedì 28 Maggio 2018, alle ore 14:02
    l'altra sera, appena mia figlia è uscita dalla doccia, sono andata in bagno per sistemare. Ho chiuso l'anta della doccia è il vetro è scoppiato in mille pezzi, che sono arrivati fino in corridoio. Per fortuna io ero vestita e ho avuto la prontezza di abbassare il viso. Me la son cavata con due graffi sulle mani. Ho riempito un secchio di pezzi di vetro. Mi chiedo se fosse scoppiato quando mia figlia era dentro la doccia, ovviamente svestita, con la potenza dello scoppio quei quadratini (che comunque hanno i loro spigoli) e i mille frammenti cosa le avrebbero fatto. Ora dovrebbero sostituirmi il vetro, ma sinceramente ho paura che possa succedere nuovamente. Non so se esistono pellicole trasparenti che tengano con l'umidiità del bagno da poter applicare sul vetro per evitare che i pezzi vadano dappertutto. Ho chiesto se era possibile sostituire tutti i vetri del box con vetri con la retina dentro, ma mi hanno detto che non li fanno più (non so se è vero)

    Buongiorno, è successa la stessa cosa anche a me con un'anta del box doccia, acquistato nuovo a ottobre 2017 (quindi 6 mesi di vita!).
    Tralasciando lo spavento e i minuscoli frammenti che ancora trovo ogni tanto, la ditta presso la quale l'idraulico del proprietario del mio appartamento si rifiuta di sostituirlo in garanzia in quanto secondo loro non ci sono le prove che si sia rotta da sola.
    C'è qualcosa che posso fare per far sì che mi venga sostituita in garanzia? 6 mesi mi sembrano davvero.un tempo irrisorio per la durata di un box doccia...E altrimenti chi potrei consultare per avere delucidazioni sulla garanzia legale sull'articolo?
    Grazie!
    rispondi citando
  • simonettacampanelli
    Simonettacampanelli Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 5 Luglio 2018, alle ore 11:30
    La porta del mio nuovissimo box doccia è esplosa proiettando schegge di vetro in tutte le direzioni. Sono stata ferita a un piede e anche le ceramiche del bagno, appena ristrutturato, sono state danneggiate La ditta (TDA Brescia) sostiene che non ho diritto a nessun risarcimento perché non posso dimostrare che si tratti di un difetto di fabbricazione.

    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Simonettacampanelli
    Venerdì 6 Luglio 2018, alle ore 09:27 - ultima modifica: Venerdì 6 Luglio 2018, alle ore 09:33
    La porta del mio nuovissimo box doccia è esplosa proiettando schegge di vetro in tutte le direzioni. Sono stata ferita a un piede e anche le ceramiche del bagno, appena ristrutturato, sono state danneggiate La ditta (TDA Brescia) sostiene che non ho diritto a nessun risarcimento perché non posso dimostrare che si tratti di un difetto di fabbricazione.
    Ciao!
    sono sconcertato per quanto ti è successo, ma possibile che non si riesca a trovare un materiale diverso più sicuro.
    Capisco anche che tutti cerchiamo di risparmiare al momento di inizio lavori, ma anche queste benedette Aziende dovrebbero dare delle garanzie.
    So di box doccia in metacrilato, ma non so garantirti in estetica e manutenzione che risultato diano nel tempo, rispetto al vetro di sicurezza.:-((
    rispondi citando
  • previatoantonio
    Previatoantonio Ricerca discussioni per utente Simonettacampanelli
    Venerdì 6 Luglio 2018, alle ore 14:18 - ultima modifica: Venerdì 6 Luglio 2018, alle ore 14:27
    La porta del mio nuovissimo box doccia è esplosa proiettando schegge di vetro in tutte le direzioni. Sono stata ferita a un piede e anche le ceramiche del bagno, appena ristrutturato, sono state danneggiate La ditta (TDA Brescia) sostiene che non ho diritto a nessun risarcimento perché non posso dimostrare che si tratti di un difetto di fabbricazione.
    Salve Simonetta,

    ci dispiace sentire di problemi e infortuni dovuti o causati da aziende che non garantiscono o almeno non controllano il loro prodotto.

    Le consiglio qualora ne sia in possesso di interpellare la sua assicurazione e portare a conoscenza dell'accaduto con foto e argomentazione dei fatti all'agente di riferimento.

    Non trascuri di contattare anche il ministero x la protezione e difesa del consumatore.
    Il suo è un infortunio domestico " almeno credo" anche perchè non e di mia competenza l'argomento.
    rispondi citando
  • simonettacampanelli
    Simonettacampanelli Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 6 Luglio 2018, alle ore 14:27
    Anche a me il perito dell'azienda ha detto che mancava una guarnizione e che sicuramente era colpa dell'idraulico che non l'aveva messa . Ma io ho trovato la guarnizione in mezzo al mucchio dei frammenti di vetro e gliel'ho fatta vedere. Allora lui ha cambiato le carte in tavola dicendo che la ditta si considera responsabile solo in caso di rottura di una parte metallica. Pessimi!!!Anche a me il perito dell'azienda ha detto che mancava una guarnizione e che sicuramente era colpa dell'idraulico che non l'aveva messa . Ma io ho trovato la guarnizione in mezzo al mucchio dei frammenti di vetro e gliel'ho fatta vedere. Allora lui ha cambiato le carte in tavola dicendo che la ditta si considera responsabile solo in caso di rottura di una parte metallica. Pessimi!!!
    rispondi citando
  • simonettacampanelli
    Simonettacampanelli Ricerca discussioni per utente Jovis
    Venerdì 6 Luglio 2018, alle ore 15:17
    Ciao!
    sono sconcertato per quanto ti è successo, ma possibile che non si riesca a trovare un materiale diverso più sicuro.
    Capisco anche che tutti cerchiamo di risparmiare al momento di inizio lavori, ma anche queste benedette Aziende dovrebbero dare delle garanzie.
    So di box doccia in metacrilato, ma non so garantirti in estetica e manutenzione che risultato diano nel tempo, rispetto al vetro di sicurezza.:-((
    Per l'altro bagno ho visto un box doccia di plastica (credo made in china) da 110€, e penso che lo comprerò. Se le aziende italiane si comportano così scorrettamente è chiaro che poi i consumatori si rivolgono altrove.
    rispondi citando
  • simonettacampanelli
    Simonettacampanelli Ricerca discussioni per utente Carlottabessone
    Venerdì 6 Luglio 2018, alle ore 15:22

    Buongiorno, è successa la stessa cosa anche a me con un'anta del box doccia, acquistato nuovo a ottobre 2017 (quindi 6 mesi di vita!).
    Tralasciando lo spavento e i minuscoli frammenti che ancora trovo ogni tanto, la ditta presso la quale l'idraulico del proprietario del mio appartamento si rifiuta di sostituirlo in garanzia in quanto secondo loro non ci sono le prove che si sia rotta da sola.
    C'è qualcosa che posso fare per far sì che mi venga sostituita in garanzia? 6 mesi mi sembrano davvero.un tempo irrisorio per la durata di un box doccia...E altrimenti chi potrei consultare per avere delucidazioni sulla garanzia legale sull'articolo?
    Grazie!
    Che ti hanno detto, ti rimborseranno? A me hanno risposto che, a meno che non si rompano le cerniere, loro non sono responsabili.
    rispondi citando
  • carlottabessone
    Carlottabessone Ricerca discussioni per utente Simonettacampanelli
    Venerdì 6 Luglio 2018, alle ore 15:27
    Che ti hanno detto, ti rimborseranno? A me hanno risposto che, a meno che non si rompano le cerniere, loro non sono responsabili.
    no, non mi sostituiscono l'anta in garanzia perché non posso dimostrare che si sia rotta da sola. Sono davvero senza parole, vien voglia di togliere anche le altre tre ante e mettere una tenda, sicuramente sarebbe più sicuro....
    rispondi citando
  • simonettacampanelli
    Simonettacampanelli Ricerca discussioni per utente Previatoantonio
    Venerdì 6 Luglio 2018, alle ore 15:29
    Salve Simonetta,

    ci dispiace sentire di problemi e infortuni dovuti o causati da aziende che non garantiscono o almeno non controllano il loro prodotto.

    Le consiglio qualora ne sia in possesso di interpellare la sua assicurazione e portare a conoscenza dell'accaduto con foto e argomentazione dei fatti all'agente di riferimento.

    Non trascuri di contattare anche il ministero x la protezione e difesa del consumatore.
    Il suo è un infortunio domestico " almeno credo" anche perchè non e di mia competenza l'argomento.
    Non dovrebbero essere loro (i produttori) ad avere un'assicurazione, considerando la pericolosità di questi incidenti? Comunque grazie per i consigli, proverò a sentire un'associazione di consumatori.
    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Simonettacampanelli
    Venerdì 6 Luglio 2018, alle ore 17:41
    Non dovrebbero essere loro (i produttori) ad avere un'assicurazione, considerando la pericolosità di questi incidenti? Comunque grazie per i consigli, proverò a sentire un'associazione di consumatori.
    Ahhh! certo che il pericolo è proprio dietro l'angolo, uno ora deve temere di farsi la doccia...non credo che ci prendano per bischeri, bà speriamo che ti risolvano la cosa:-))
    rispondi citando
  • simonettacampanelli
    Simonettacampanelli Ricerca discussioni per utente Carlottabessone
    Venerdì 6 Luglio 2018, alle ore 21:15
    no, non mi sostituiscono l'anta in garanzia perché non posso dimostrare che si sia rotta da sola. Sono davvero senza parole, vien voglia di togliere anche le altre tre ante e mettere una tenda, sicuramente sarebbe più sicuro....
    Carlotta il tuo caso mi sembra molto simile al mio. Chissà se è anche la stessa ditta...
    rispondi citando
  • previatoantonio
    Previatoantonio Ricerca discussioni per utente Simonettacampanelli
    Sabato 7 Luglio 2018, alle ore 10:37
    Carlotta il tuo caso mi sembra molto simile al mio. Chissà se è anche la stessa ditta...
    Salve,
    forse l'interesse dell'azienda è minimo perchè fanno assemblaggio e commercializzazione, ma cmq secondo me sono parte responsabile.
    Speriamo che La risarciscano
    rispondi citando
  • simonettacampanelli
    Simonettacampanelli Ricerca discussioni per utente Jovis
    Sabato 7 Luglio 2018, alle ore 14:38
    Ciao!
    sono sconcertato per quanto ti è successo, ma possibile che non si riesca a trovare un materiale diverso più sicuro.
    Capisco anche che tutti cerchiamo di risparmiare al momento di inizio lavori, ma anche queste benedette Aziende dovrebbero dare delle garanzie.
    So di box doccia in metacrilato, ma non so garantirti in estetica e manutenzione che risultato diano nel tempo, rispetto al vetro di sicurezza.:-((
    In realtà non è che io avessi esattamente risparmiato con quel box doccia. Mi piaceva molto l'idea della parete di cristallo che sembrava reggersi sul nulla. E in effetti il motto della ditta che li produce è "l'arte di vestire l'acqua". In futuro comprerò solo solidi e innocui box di plastica.
    rispondi citando
  • simonettacampanelli
    Simonettacampanelli Ricerca discussioni per utente Jovis
    Sabato 7 Luglio 2018, alle ore 14:41
    Ahhh! certo che il pericolo è proprio dietro l'angolo, uno ora deve temere di farsi la doccia...non credo che ci prendano per bischeri, bà speriamo che ti risolvano la cosa:-))
    Speriamo, ma non ci credo molto. Loro dicono che è colpa dell'idraulico.
    rispondi citando
  • simonettacampanelli
    Simonettacampanelli Ricerca discussioni per utente Carlottabessone
    Sabato 7 Luglio 2018, alle ore 14:45
    no, non mi sostituiscono l'anta in garanzia perché non posso dimostrare che si sia rotta da sola. Sono davvero senza parole, vien voglia di togliere anche le altre tre ante e mettere una tenda, sicuramente sarebbe più sicuro....
    Infatti. Io adesso anche se mi proponessero di sostituire il pezzo in garanzia io avrei paura.
    rispondi citando
  • simonettacampanelli
    Simonettacampanelli Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 27 Agosto 2018, alle ore 12:47
    Ricevo proprio adesso dal negozio dove ho acquistato il box doccia la mail che incollo qui sotto.

    "Le recensioni sono state visualizzate su: Forum.lavorincasa.it TDA chiede che venga scritta una recensione con quanto REALMENTE ACCADUTO e non quanto ha scritto la signora (cioè che Tda si è fregata di tutto) quando invece TDA le fornirà un box doccia nuovo OMAGGIO. ElisaSe lo faranno vi informerò tempestivamente: vorrà dire che i forum dei consumatori sono veramente utili.

    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 27 Agosto 2018, alle ore 17:15 - ultima modifica: Lunedì 27 Agosto 2018, alle ore 17:20
    Ciao!
    Prova postare il tuo problema nel Forum Tutela Consumatori

    Certo sentendo quanto ti è successo nessuno più si farebbe la doccia dentro ad un box :-((
    rispondi citando
  • simonettacampanelli
    Simonettacampanelli Ricerca discussioni per utente Jovis
    Martedì 28 Agosto 2018, alle ore 18:25
    Ciao!
    Prova postare il tuo problema nel Forum Tutela Consumatori

    Certo sentendo quanto ti è successo nessuno più si farebbe la doccia dentro ad un box :-((
    Grazie Jovis , se non riesco a risolvere così seguirò il tuo consiglio.
    Simona
    rispondi citando
  • simonettacampanelli
    Simonettacampanelli Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 26 Settembre 2018, alle ore 12:22
    La TDA ha sostituito la mia porta di cristallo, che è stata appena montata ed è più bella e solida della precedente. La mia è stata un'odissea, ma alla fine ne è venuto fuori un box di cristallo molto leggero e trasparente. Una buona soluzione, secondo me, per illuminare il classico vecchio bagno a corridoio con vasca.

    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Simonettacampanelli
    Mercoledì 26 Settembre 2018, alle ore 12:38
    La TDA ha sostituito la mia porta di cristallo, che è stata appena montata ed è più bella e solida della precedente. La mia è stata un'odissea, ma alla fine ne è venuto fuori un box di cristallo molto leggero e trasparente. Una buona soluzione, secondo me, per illuminare il classico vecchio bagno a corridoio con vasca.
    Ha!
    meno male che tutto è finito bene, anzi guardando bene la foto, ho notato la porta sul lato stretto, mentre il fianco adiacente all'ingresso nel bagno rimane fisso.

    Allora, ho pensato ad una soluzione simile x casa mia, ma con la fiancata fissa, da terra a soffitto in vetromattone.:-))
    rispondi citando
  • simonettacampanelli
    Simonettacampanelli Ricerca discussioni per utente Jovis
    Mercoledì 26 Settembre 2018, alle ore 14:13
    Ha!
    meno male che tutto è finito bene, anzi guardando bene la foto, ho notato la porta sul lato stretto, mentre il fianco adiacente all'ingresso nel bagno rimane fisso.

    Allora, ho pensato ad una soluzione simile x casa mia, ma con la fiancata fissa, da terra a soffitto in vetromattone.:-))
    Se hai un bagno di dimensioni sufficienti perché no... io non avrei potuto farlo perché il mio è un bagno lungo e stretto, quindi ho cercato di proposito la trappola di cristallo :D
    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Simonettacampanelli
    Giovedì 27 Settembre 2018, alle ore 09:50
    Se hai un bagno di dimensioni sufficienti perché no... io non avrei potuto farlo perché il mio è un bagno lungo e stretto, quindi ho cercato di proposito la trappola di cristallo :D
    Allora bene,

    ma speriamo che riesci a dimenticare l'odissea passata, visto che finalmente ti puoi fare una doccia con tranquillità.:-))
    rispondi citando
  • daodegaz
    Daodegaz Ricerca discussioni per utente
    Domenica 25 Novembre 2018, alle ore 11:10
    Il cristallo di sicurezza, da definizione, sono realizzati da due o più lastre di vetro accoppiate con altre di polivinilbutirrale. In rpatica, fanno parte della famiglia dei vetri blindati e antisfondamento, per cui dire che è normali (giustissimo) che si frantumino mi sembra una stupidaggine. Diciamo che non è pericolo in caso di rottura.
    Scrivetelo nei cataloghi e vedrete chi li compra. Stiamo aprlando di materiale realizzato con rispertto delle normative EN14428 e EN60335
    rispondi citando
  • previatoantonio
    Previatoantonio Ricerca discussioni per utente Daodegaz
    Lunedì 26 Novembre 2018, alle ore 13:26
    il cristallo di sicurezza, da definizione, sono realizzati da due o più lastre di vetro accoppiate con altre di polivinilbutirrale. In rpatica, fanno parte della famiglia dei vetri blindati e antisfondamento, per cui dire che è normali (giustissimo) che si frantumino mi sembra una stupidaggine. Diciamo che non è pericolo in caso di rottura.
    Scrivetelo nei cataloghi e vedrete chi li compra. Stiamo aprlando di materiale realizzato con rispertto delle normative EN14428 e EN60335
    Condivido e aggiungo:

    secondo me, spesso vengono trascurate le notizie della qualità del materiale per la dubbia provenienza.

    Se fosse rispettato il criterio da te descritto le vendite andrebbero meglio, ma sopratutto noi consumatori saremmo più sicuri e tranquilli.

    rispondi citando
  • simonettacampanelli
    Simonettacampanelli Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 26 Novembre 2018, alle ore 15:17
    Che marca era?
    rispondi citando
  • pablocos67
    Pablocos67 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 4 Luglio 2019, alle ore 10:56
    Salve, a marzo 2018 abbiamo ho acquistato il box “Regina 2.0 di Olimpo Docce” molto bello esteticamente.
    Dopo più di un anno di utilizzo è scoppiato il lato fisso dove appoggiano le cerniere della porta la quale mancando il supporto è caduta sul muro frontale alla doccia dove stava un accappatoio che ha attutito il colpo e non l'ha fatto rompere (per fortuna).
    Solo per una fortuita coincidenza non è accaduto nulla a mio figlio che aveva appena finito la doccia (era ancora in bagno spostato leggermente dal box doccia).
    Chiaramente potete capire lo spavento e il disorientamento su cosa fare.
    Contattato il venditore / produttore “Mondial Shop” dopo aver manifestato il dispiacere per l’accaduto mi ha detto che l’auto distruzione di un vetro temperato può accadere e mi ha proposto la sostituzione del vetro esploso la porta con un contributo minimo di 90 euro, aggiungendo che non esiste la garanzia sui vetri, perché è una parte usurante.
    Mi ha aggiunto che la causa dell’auto distruzione può essere imputata o ad un difetto di fabbrica o ad un errato montaggio dell’idraulico.
    Ad oggi mi interessa poco se sia giusto o meno la mancata sostituzione gratuita del vetro dopo che mio figlio ha rischiato seriamente di ferirsi.
    Per cui mi sto concentrando su quale modello prendere.
    Credo che mi orienterò su un box scorrevole (per come era progettato il mio box credo che la porta, pesante, creava troppe sollecitazioni sulle cerniere che erano attaccate una lastra di vetro) e con i vetri con un film antiesplosione http://www.unibagnoitalia.it/servizi/sicurezza oppure https://www.bivita.it/it/bagno/vetro-sicuro/

    rispondi citando
  • koala+
    Koala+ Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Luglio 2019, alle ore 19:13 - ultima modifica: Giovedì 11 Luglio 2019, alle ore 19:16
    Salve, vorrei sapere come ci si può far rivalere sul proprietario: infatti, a me è successo la stessa cosa su un'anta della doccia a vetro temperato e le schegge ancora le sento in tutto il corpo.
    Visto che codesto non vuole prendersi la responsabilità dell'accaduto e visto che gentilmente gli ho proposto di sostituirlo con materiale plastico (che oltretutto gli permette di spendere meno rispetto al vetro), suppone,come al solito, che la colpa sia mia e pertanto non vuole pagare o sostituire alcunchè, cosa posso fare? Sò che esiste una grave responsabilità da parte del proprietario.
    La sfacciataggine di certi locatori non è mai abbastanza, sebbene ci possa essere un difetto di montaggio, così come è successo per tante altre cose, mi potreste dare un aiuto. Grazie !
    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Luglio 2019, alle ore 19:30
    Ciao,


    capisco il rischio e mi immedesimo, la sicurezza non è mai abbastanza.

    In questo caso sono per la plastica, evviva la plastica!

    Ora direi che un consiglio mirato te lo potrebbe dare un esperto, potresti contattare gli esperti di questo sito in materia:https://www.lavorincasa.it/consulenza-legale-fiscale-e-condominiale-sulla-casa/
    sicuramente potrai avere suggerimenti adeguati a risolvere il tuo problema.

    Altrimenti contattare dal web il sito sulla tutela del cittadino

    Facci sapere, magari fate un gruppo di persone(prendendo così più forza) x combattere la vostra problematica, o meglio battaglia legale.:-())
    rispondi citando
  • koala+
    Koala+ Ricerca discussioni per utente Jovis
    Venerdì 12 Luglio 2019, alle ore 09:55
    Ciao,


    capisco il rischio e mi immedesimo, la sicurezza non è mai abbastanza.

    In questo caso sono per la plastica, evviva la plastica!

    Ora direi che un consiglio mirato te lo potrebbe dare un esperto, potresti contattare gli esperti di questo sito in materia:https://www.lavorincasa.it/consulenza-legale-fiscale-e-condominiale-sulla-casa/
    sicuramente potrai avere suggerimenti adeguati a risolvere il tuo problema.

    Altrimenti contattare dal web il sito sulla tutela del cittadino

    Facci sapere, magari fate un gruppo di persone(prendendo così più forza) x combattere la vostra problematica, o meglio battaglia legale.:-())

    Grazie Jovis, ma attendo altre soluzioni.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img idazanussi
Qualcuno ha acquistato questa doccia e ha il manuale di istruzioni?La ditta che la produceva è fallita e non so cosa fare.Help...
idazanussi 05 Novembre 2014 ore 14:11 1
Img valeska
Buonasera,devo sostituire il braccio doccia con uno acquistato munito di variatore.Quando sono andata per smontarlo ho trovato che il braccio esistente risulta murato quindi...
valeska 22 Luglio 2014 ore 16:19 1
Img ilariasole
Salve a tutti, mi sono appena iscritta.sto per istallare piatto doccia e  box doccia con sanitrit in un magazzino.Non voglio chiamare muraturi ecc ecc....Quindi vorrei...
ilariasole 31 Luglio 2015 ore 16:06 1
Img stefaniamestriner
Buonasera, Vi vorrei sottoporre la mia situazione per sapere come comportarmi: nel gennaio del 2016 ho effettuato la ristrutturazione dell'attuale casa mettendo la resina su tutto...
stefaniamestriner 25 Luglio 2018 ore 16:59 17
Img catalano88
Buongiorno,ho acquistato un box 70x 90 ad apertura totale (nel senso che si riescono ad aprire completamente tutte e due le ante del box), in sede d'acquisto colpita da tanta...
catalano88 19 Febbraio 2016 ore 11:05 1
Notizie che trattano Box doccia in cristallo che si autodistrugge che potrebbero interessarti
Radiatori in cristallo

Radiatori in cristallo

Arredamento - La fiera ISH che si è svolta lo scorso mese a Francoforte ha visto una forte presenza di espositori italiani che, come sempre, si sono distinti per originalità
Il cristallo in arredamento

Il cristallo in arredamento

Arredamento - Oggigiorno il vetro è molto utilizzato nella realizzazione di mobili, grazie alle moderne tecnologie che permettono di sagomarlo con le forme e dimensioni più varie.
Design pulito

Design pulito

Bagno - La scelta di un head line come CLEAN DESIGN esprime un'ambivalenza di significato a cui allude un aggettivo come clean, letteralmente pulito: pulito per

Chiusura doccia

Vasche e docce - Le chiusure doccia più attuali, grazie alla loro versatilità, sono integrabili in qualsiasi tipo di ambiente bagno.

Doccia walk in: una soluzione open senza porte

Vasche e docce - La doccia Walk-in è minimale, spaziosa, open, non ha porte scorrevoli nè ante. Pannelli in vetro delimitano un'ampio spazio trasparente dove il vetro è protagonista.

Cabine doccia in cristallo

Bagno - Per un luogo che ospita tanti riti quotidiani come il bagno, soluzioni funzionali e di grande qualità sono una scelta obbligata. Stiamo parlando però

Vetro Securit per docce

Vasche e docce - Il vetro Securit è un vetro temperato con un processo termico a cui viene sottoposto, a seguito del quale acquisisce un'elevata resistenza agli sbalzi di temperatura.

Docce modulari

Vasche e docce - La nuova linea modulare di docce disegnata da Philippe Starck per Axor.

La doccia in una nicchia

Vasche e docce - Spesso nell'ambiente bagno i metri quadrati a disposizione sono davvero pochi. E lo spazio per il classico box doccia scarseggia.
REGISTRATI COME UTENTE
305.810 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie