Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Aiuto urgente!! Scelta impianti ristrutturazione


Ciao a tutti,
con la mia compagna dobbiamo ristrutturare completamente una casa singola degli anni 70-80 in provincia di Reggio Emilia, zona climatica E; non é raggiunta dal metano.
É composta da: Piano semint. (Servizi) 158 mq lordi, 133 mq calpestabili + 53 tettoia Piano Primo Appartamento 1, 158 mq lordi,137 mq calpestabili + 23 terrazzo Piano secondo Appartamento 2, 96 mq lordi, 70 mq calpestabili.
Quindi faremo cappotto esterno, sostituzione infissi, impianti nuovi, ecc..
Al momento non toccheremo il piano secondo e il seminterrato (a parte la lavanderia nel seminterrato) tranne che per le predisposizioni future ovviamente gli infissi su tutta la casa.
Quindi ci concentreremo sull'appartamento al piano primo, che ha un soffitto alto 290 cm.
Dobbiamo decidere in 1-2 giorni massimo il tipo di impianto da installare per poter cominciare i lavori, ma siamo veramente indecisi.Il termotecnico ci ha fatto una stima di massima (prezzi camera di commercio) con:
- Sistema ibrido PDC-caldaia GPL, pred termocamino, bollitore sanitario, bollitore acqua tecnica, canna fumaria e adduzione GPL. Più distribuzione acqua al primo piano + 1 pompa rilancio 18400 €
- VMC 5500 €
- Fotovoltaico 3 kW 7300 €
- Impianto trattamento acqua 2000 € Più ci ha dato 3 soluzioni:
(A) Riscaldamento a pavimento + termoarredi bagni + pred Condizionatori 7400 €
(B) uguale ad A ma riscaldamento a soffitto 18700 €
(C) Riscaldamento e Raffrescamento a soffitto + deumidificatore 24700 €
Quindi i totali sono (A) 40600 €, (B) 51900 €, (C) 57900 €.
Calcolando che in B e C avremmo un risparmio di circa 8000 € di opere murarie cosa mi consigliate?
Noi per questioni di costi eravamo per la soluzione A..ma c'é cosí tanta differenza di prezzo tra pavimento e soffitto?
Inoltre a me non convince per niente la PDC ibrida, visto che avremmo anche i costi dell'impianto a Gpl.
Ma lui dice che sotto zero la pompa di calore lavora male ed è meno conveniente..
Per me invece hai costi di manutenzione+gpl sarebbero superiori all'installazione di una caldaia efficiente anche a -25/30..per quel breve periodo..ma io non sono un tecnico!
Come cappotto mi ha consigliato di rimanere sui 12 cm lana di roccia o eps (preferisce la prima).
Che ne pensate?
Grazie mille anticipatamente per le risposte..dobbiamo decidere subito!
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente
    Domenica 22 Luglio 2018, alle ore 13:08 - ultima modifica: Domenica 22 Luglio 2018, alle ore 13:11
    Ciao!
    io direi che bisognerebbe veramente fare una verifica sul posto per valutare ambiente e zona climatica E, comparando con dati terreno, orientamento cardinale, struttura allo stato attuale.
    Una disamina fatta da un tecnico o ingegnere strutturista,oltre al termotecnico che avete già contattato direi opportuna (io purtroppo sono solo un po curioso e mi regolo spesso su giudizi per sentito dire da amici).

    Hai cmq da riscontrarti su interventi non di poco conto, io sarei per la soluzione (A) ma non essendo un tecnico, prima di decidere usufruisci del servizio gratuito che offre questo portale in cui scriviamo:.lavorincasa.it/preventivi-online
    verrai contattato da imprese e artigiani operanti vicino alla tua zona:-))
    rispondi citando
  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Domenica 22 Luglio 2018, alle ore 13:16
    Chi ha fatto la proposta degli impianti il termotecnico ? il progettista geom/ing. ? l'idraulico ?

    Ho un cliente della stessa zona che 10 anni fa con un abitazione simile dopo la ristrutturazioen ed ampliamento ha installato caldaia a pellet integrazione con solare termico. L'abitazione era di 90 m2 su tre piani e spendava sui 700/800 € di pellet per la stagione invernale.

    Probabilmente ora il suo impianto è superato. Ma è necessario capire chi e come a proposto questi impianti

    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Claudiotermografia
    Domenica 22 Luglio 2018, alle ore 13:31
    Chi ha fatto la proposta degli impianti il termotecnico ? il progettista geom/ing. ? l'idraulico ?

    Ho un cliente della stessa zona che 10 anni fa con un abitazione simile dopo la ristrutturazioen ed ampliamento ha installato caldaia a pellet integrazione con solare termico. L'abitazione era di 90 m2 su tre piani e spendava sui 700/800 € di pellet per la stagione invernale.

    Probabilmente ora il suo impianto è superato. Ma è necessario capire chi e come a proposto questi impianti

    Ciao Claudio! ehh! infatti! si sente parlare di Fotovoltaico, Energia Solare, Termodinamico, Energia Geotermica...e tante altre soluzioni che sembrerebbero innovative, ma secondo me va coniugatooltre alla comparazione dei costi, l'efficienza, il materiale e la durata nel tempo.

    Tempo fa a casa di un amico abbiamo discusso su la sostituzione delle tubazioni del nuovo bagno che stava rifacendo.
    Il suo idraulico proponeva multistrato in alternativa al rame, costi a parte e pregi del rame che tutti conosciamo, almeno credo; siamo riusciti a convicerlo sul multistrato che oltre ad essere più economico è più veloce anche nell'installazione.
    Bà speriamo di averlo consigliato bene.:-))
    rispondi citando
  • robertoternelli
    Robertoternelli Ricerca discussioni per utente
    Domenica 22 Luglio 2018, alle ore 13:33
    Intanto grazie per la risposta! La proposta l'ha fatta il termotecnico, piú precisamente ho chiesto io che si valutasse anche la soluzione a soffitto per la bassa inerzia e per il risparmio del disfacimento del pavimento e il rifacimento della caldana. Poi ho sentito dire che funziona bene, anche il raffrescamento.Successivamente lui mi ha preparato questa stima di massima coi prezzi della camera di commercio. Ma non so se sono i reali prezzi del mercato attuale e non sono per niente sicuro del sistema ibrido, vorrei non dover mettere il gpl.

    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Robertoternelli
    Domenica 22 Luglio 2018, alle ore 13:36
    Intanto grazie per la risposta! La proposta l'ha fatta il termotecnico, piú precisamente ho chiesto io che si valutasse anche la soluzione a soffitto per la bassa inerzia e per il risparmio del disfacimento del pavimento e il rifacimento della caldana. Poi ho sentito dire che funziona bene, anche il raffrescamento.Successivamente lui mi ha preparato questa stima di massima coi prezzi della camera di commercio. Ma non so se sono i reali prezzi del mercato attuale e non sono per niente sicuro del sistema ibrido, vorrei non dover mettere il gpl.

    Bene, ma una variante con pavimentazione galleggiante e impianti sottostanti, potrebbe essere una alternativa meno invasiva e meno costosa? che ne pensa il termotecnico?:-))
    rispondi citando
  • robertoternelli
    Robertoternelli Ricerca discussioni per utente Jovis
    Domenica 22 Luglio 2018, alle ore 13:52 - ultima modifica: Domenica 22 Luglio 2018, alle ore 13:57
    Bene, ma una variante con pavimentazione galleggiante e impianti sottostanti, potrebbe essere una alternativa meno invasiva e meno costosa? che ne pensa il termotecnico?:-))
    Sai che hai ragione? Me l'aveva accennato l'impresa al primo sopralluogo ma poi non ci ho piú pensato..Quanto si alzerebbe Il pavimento? 5 Cm? In effetti facciamo tutte portefinestre a parte 2 per impossibilità quindi non avrei problemi di soglie..sarebbe un bel risparmio! Grande! Grazie mille, mi hai convinto :) Ne parlo col termotecnico domani..Per la pompa di calore ibrida gpl cosa ne pensi? Non val la pena metterne una ad alta efficenza che lavori almeno fino a -25 tipo una kita templari o una mitsubishi zubadan piuttosto che un secondo impianto?

    Edit: Ma per galleggiante intendi fatto sopra l'esistente o comunque lo tireresti via?
    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Robertoternelli
    Domenica 22 Luglio 2018, alle ore 14:26
    Sai che hai ragione? Me l'aveva accennato l'impresa al primo sopralluogo ma poi non ci ho piú pensato..Quanto si alzerebbe Il pavimento? 5 Cm? In effetti facciamo tutte portefinestre a parte 2 per impossibilità quindi non avrei problemi di soglie..sarebbe un bel risparmio! Grande! Grazie mille, mi hai convinto :) Ne parlo col termotecnico domani..Per la pompa di calore ibrida gpl cosa ne pensi? Non val la pena metterne una ad alta efficenza che lavori almeno fino a -25 tipo una kita templari o una mitsubishi zubadan piuttosto che un secondo impianto?

    Edit: Ma per galleggiante intendi fatto sopra l'esistente o comunque lo tireresti via?
    Direi montandolo sopra, altrimenti dobbiamo aggiungere anche lo svellimento.
    Direi di consolidare il vecchio pavimento solo dove è più ammalorato.:-))
    rispondi citando
  • robertoternelli
    Robertoternelli Ricerca discussioni per utente
    Domenica 22 Luglio 2018, alle ore 14:49
    Il pavimento é in ottimo stato, visto che era una seconda casa e non ci hanno mai abitato..é solamente vecchio! Ci sono delle piastrelle ovunque tranne in tre camere dove c'é del legno a listellini..é un problema secondo te? Scusa se approfitto della tua disponibilità.. Ma non riusciresti a mettere tipo un link ad una foto di quello che intendI? Non quello col vuoto sotto giusto? Io pensavo di spaccare l'esistente solo per le tracce degli impianti e tubazioni e andare sopra di poco con il radiante..vedo che ci sono anche spessori ridottissimi..Grazie mille intanto!
    rispondi citando
  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Domenica 22 Luglio 2018, alle ore 14:50
    Se ti ha proposto un sistema ibrido allorà cè il suo perché. conta che la complessità dell' impainto è inversamente proporzionale al livello di isolamento termico.

    Non è una scelta semplice, penso che sia più oopportuno dare un limite di budget e obbiettivo di confort da raggiungere e lasciar l'onere della scelta al progettista in modo che possa valutare anche il costo del mantenimento dell' impianto
    rispondi citando
  • robertoternelli
    Robertoternelli Ricerca discussioni per utente
    Domenica 22 Luglio 2018, alle ore 17:03
    Ok, ne parlo meglio col mio termotecnico. Grazie mille!
    rispondi citando
  • robertoternelli
    Robertoternelli Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 30 Luglio 2018, alle ore 21:57
    Eccomi di nuovo..ho sentito il termotecnico e sta ultimando il progetto. Mi son fatto dire qualche caratteristica.. Mi ha detto che ha messo una PDC Mitsubishi Zubadan da 15 Kw (che poi secondo me intendeva 14, ho visto su internet..) accumulo da 500L con doppio accumulo tecnica e acs. Pipe in Tank mi ha detto che non conviene perché abbassa il rendimento della PDC per fare acqua più calda..ma non ho ben capito. Secondo voi ha scelto bene? Non é un pó esagerata da 14-15 kW ? Grazie ancora
    rispondi citando
  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia Robertoternelli
    Lunedì 30 Luglio 2018, alle ore 23:59
    Eccomi di nuovo..ho sentito il termotecnico e sta ultimando il progetto. Mi son fatto dire qualche caratteristica.. Mi ha detto che ha messo una PDC Mitsubishi Zubadan da 15 Kw (che poi secondo me intendeva 14, ho visto su internet..) accumulo da 500L con doppio accumulo tecnica e acs. Pipe in Tank mi ha detto che non conviene perché abbassa il rendimento della PDC per fare acqua più calda..ma non ho ben capito. Secondo voi ha scelto bene? Non é un pó esagerata da 14-15 kW ? Grazie ancora
    Non ho modo di rifare i calcoli fatti dal termotecnico, tutta via guardando la scelta che ha fatto ha proposto un prodotto davvero ottimo
    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Robertoternelli
    Martedì 31 Luglio 2018, alle ore 08:03
    Il pavimento é in ottimo stato, visto che era una seconda casa e non ci hanno mai abitato..é solamente vecchio! Ci sono delle piastrelle ovunque tranne in tre camere dove c'é del legno a listellini..é un problema secondo te? Scusa se approfitto della tua disponibilità.. Ma non riusciresti a mettere tipo un link ad una foto di quello che intendI? Non quello col vuoto sotto giusto? Io pensavo di spaccare l'esistente solo per le tracce degli impianti e tubazioni e andare sopra di poco con il radiante..vedo che ci sono anche spessori ridottissimi..Grazie mille intanto!
    Ciao Roberto, ok!
    vedi che ho trovato questa lettura redazionale che può fare al caso tuo, o meglio ti da un'idea di come si monta un pavimento galleggiante:.lavorincasa.it/pavimento-galleggiante:-))
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img carolavet
Salve a tutti.Vorrei realizzare un cappotto termico sulle pareti esterne del mio appartamento al sesto piano di un condominio durante i lavori di ristrutturazione dello stesso;...
carolavet 21 Febbraio 2017 ore 11:07 1
Img mauro85
Salve a tutti, abito in un condominio di 15 famiglie dove il mio appartamento e situato al primo piano. Di questo appartamento solo la camera da letto e la stanzetta sono soggette...
mauro85 20 Novembre 2016 ore 14:20 3
Img nico29
Buonasera, vi espongo questo quesito:in base alla nuova legge finanziaria 2015 nella ristrutturazione del mio immobile condominiale è possibile creare un cappotto...
nico29 02 Febbraio 2016 ore 17:36 3
Img erika
Salve Abito all'ultimo piano di un condominio fine anni 60, e sono anni che vorrei ripavimentare il lastrico solare ad uso esclusivo e con parapetto che lo fa fungere da terrazza...
erika 09 Febbraio 2020 ore 20:48 5
Img antonella29
Salve a tutti!Dovrei coibentare la mia abitazione di circa 200 mq disposta su due piani 140 + 60 ca. Per non togliere spazio alle stanze con un'intercapedine interna che ne...
antonella29 05 Aprile 2005 ore 16:02 97
Notizie che trattano Aiuto urgente!! Scelta impianti ristrutturazione che potrebbero interessarti


Strisce Radianti

Impianti - Tra i vari tipi di sistemi di riscaldamento ad irraggiamento, uno caratterizzato da coefficienti di emissione particolarmente elevati sono le strisce radianti.

Novità per impianti radianti

Impianti - Gli impianti di riscaldamento a pannelli radianti si stanno sempre più diffondendo nelle nostre abitazioni, anche grazie agli incentivi fiscali per l'istallazione

Pavimenti radianti ribassati

Impianti - Il nuovo sistema di riscaldamento radiante a pavimento permette un piu' ampio utilizzo rispetto ai tradizionali impianti.

Pannelli Radianti Freddi e Caldi

Impianti - I pannelli radianti possono essere installati sia a pavimento che a soffitto ed in entrambi i casi sono in grado di fornire energia termica calda o fredda.

Impianto di riscaldamento, uso e spese

Condominio - Con l?autunno, come d?abitudine, si ripropongono tutte le tematiche inerenti l?uso dell?impianto di riscaldamento ed i relativi costi.Vediamo le

Tubi Radianti

Impianti - I tubi radianti sono dei generatori di calore che funzionano a gas, la combustione del gas avviene all'interno di tubi in acciaio ed irraggiano con pannelli.

Climatizzatore radiante

Impianti - Massimo comfort e la riduzione dei consumi energetici

Battiscopa termico

Impianti di riscaldamento - Il sistema di riscaldamento a battiscopa è un metodo semplice e poco invasivo, ideale per rendere confortevole ambienti articolati e dalle piccole dimensioni.

Riscaldamento efficiente, pavimento radiante

Impianti di riscaldamento - Sistema ideale per riscaldare nelle stagioni fredde e raffrescare in quelle calde, garantendo il comfort termico in ogni periodo dell'anno a costi contenuti.
REGISTRATI COME UTENTE
312.506 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE