Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2017-10-24 11:40:45

Cessione bonus al coniuge


Marconicosia
login
19 Ottobre 2017 ore 18:07 4
Buona sera a tutti,
ho letto un recente chiarimento dell'Agenzia delle Entrate il quale chiarisce la possibilità di trasferire la detrazione fiscale IRPEF anche in caso di donazione o permuta.
Veniamo al mio caso.
A seguito di intervento di ristrutturazione edilizia ho maturato "crediti fiscali" dal 2016 al 2025 per ristrutturazione+efficientamento energetico+bonus mobili per c.a. euro 9.000 anno, che però non riuscirò a "compensare" tutti poiché non ho sufficiente capienza IRPEF (almeno per 2/3).
Tutte le spese sono da me state pagate, poiché unico intestatario dell'immobile in quel periodo.
Nel mese di agosto 2017 ho contratto matrimonio, in regime di separazione dei beni, e approfittando del chiarimento dell'Agenzia delle Entrate in premessa, vorrei oggi provvedere a intestare il 50% dell'immobile a mia moglie a mezzo atto notarile e in quella sede trasferirle porzioni (io immagino il 30%) delle detrazioni che ho "maturato".
È possibile fare una cosa del genere?
Agli esperti l'ardua sentenza.
Grazie mille sempre.
  • pasquale
    Pasquale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 24 Ottobre 2017, alle ore 11:12
    La Guida dell'Agenzia delle Entrate, edizione del 14 Giugno 2017, pag. 22, a tal proposito scrive:"Se l’immobile sul quale è stato eseguito l’intervento di recupero edilizio è venduto prima che sia trascorso l’intero periodo per fruire dell’agevolazione, il diritto alla detrazione delle quote non utilizzate è trasferito, salvo diverso accordo delle parti, all’acquirente dell’unità immobiliare (se persona fisica). In sostanza, in caso di vendita e, più in generale, di trasferimento per atto tra vivi, il venditore ha la possibilità di scegliere se continuare a usufruire delle detrazioni non ancora utilizzate o trasferire il diritto all’acquirente (persona fisica) dell’immobile. Tuttavia, in assenza di specifiche indicazioni nell’atto di compravendita, il beneficio
    viene automaticamente trasferito all’acquirente dell’immobile. Quindi ne ha facoltà. Cordiali saluti.

  • marconicosia
    Marconicosia Ricerca discussioni per utente Pasquale
    Martedì 24 Ottobre 2017, alle ore 11:17
    La Guida dell'Agenzia delle Entrate, edizione del 14 Giugno 2017, pag. 22, a tal proposito scrive:"Se l’immobile sul quale è stato eseguito l’intervento di recupero edilizio è venduto prima che sia trascorso l’intero periodo per fruire dell’agevolazione, il diritto alla detrazione delle quote non utilizzate è trasferito, salvo diverso accordo delle parti, all’acquirente dell’unità immobiliare (se persona fisica). In sostanza, in caso di vendita e, più in generale, di trasferimento per atto tra vivi, il venditore ha la possibilità di scegliere se continuare a usufruire delle detrazioni non ancora utilizzate o trasferire il diritto all’acquirente (persona fisica) dell’immobile. Tuttavia, in assenza di specifiche indicazioni nell’atto di compravendita, il beneficio
    viene automaticamente trasferito all’acquirente dell’immobile. Quindi ne ha facoltà. Cordiali saluti.
    Salve,

    intanto grazie per la risposta...ferma restando la possibilità di ristornare le quote utilizzate al nuvo proprietario, mi chiedo se è possibile in caso di cessione parziale della proprietà (ovvero cointestano il 50% a mia moglie) cedere parzialmente il crediti non ancora utilizzati (facevo l'esempio del 30%).

    Grazie.

  • pasquale
    Pasquale Ricerca discussioni per utente Marconicosia
    Martedì 24 Ottobre 2017, alle ore 11:36
    Salve,

    intanto grazie per la risposta...ferma restando la possibilità di ristornare le quote utilizzate al nuvo proprietario, mi chiedo se è possibile in caso di cessione parziale della proprietà (ovvero cointestano il 50% a mia moglie) cedere parzialmente il crediti non ancora utilizzati (facevo l'esempio del 30%).

    Grazie.
    La legge non fa alcuna differenza se il trasferimento deve essere in totale o in parte. Naturalmente le quote da trasferire a Sua moglie, saranno tutte quelle successive al rogito nella misura dei diritti acquistati. Primo di procedere nel Suo progetto, Le consiglio di valutare i costi dell'intera operazione, tra tassazione, diritti fissi di trascrizione, onorario del notaio, ecc. e valutarne i benefici. Cordiali saluti.

  • marconicosia
    Marconicosia Ricerca discussioni per utente Pasquale
    Martedì 24 Ottobre 2017, alle ore 11:40
    La legge non fa alcuna differenza se il trasferimento deve essere in totale o in parte. Naturalmente le quote da trasferire a Sua moglie, saranno tutte quelle successive al rogito nella misura dei diritti acquistati. Primo di procedere nel Suo progetto, Le consiglio di valutare i costi dell'intera operazione, tra tassazione, diritti fissi di trascrizione, onorario del notaio, ecc. e valutarne i benefici. Cordiali saluti.
    Chiarissimo GRAZIE!

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img riccardo.paggiaro@gmail.com
Sono intenzionato ad acquistare un immobile assoggettato a ristrutturazione dagli attuali proprietari, intestandolo a me per una quota del 90% e a mia moglie per una quota del 10%...
riccardo.paggiaro@gmail.com 28 Febbraio 2017 ore 12:19 1
Img danielezucchelli
Sono proprietario di un immobile acquistato come prima casa in cui attualmente risiedo. In corso d'anno devo trasferire la mia residenza in un immobile da ristrutturare di...
danielezucchelli 02 Febbraio 2017 ore 08:40 1
Img supersbobba
Buonasera, sono nuovo nel forum e ringrazio anticipatamente tutti per l'aiuto. Sto per acquistare con la mia compagna una casa (seconda casa) che dovremo completamente...
supersbobba 28 Novembre 2016 ore 10:45 1
Img kia0703
Buonasera,entro fine anno installeremo 3 condizionatori.Vorrei sapere se è possibile, per il coniuge del comodatario dell'abitazione oggetto dell'intervento (ordinario, non...
kia0703 17 Settembre 2015 ore 08:31 3
Img magnolia78
Buonasera,avendo ristrutturato il bagno integralmente e acquistato degli arredi, chiederò il bonus mobili per l'importo massimo concesso di 10.000 euro. Ho letto che il...
magnolia78 02 Marzo 2015 ore 21:33 3
Notizie che trattano Cessione bonus al coniuge che potrebbero interessarti


Mutuo per ristrutturare casa: quali interessi si possono detrarre?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Gli interessi del mutuo cointestato acceso per la costruzione o ristrutturazione dell'abitazione sono detraibili solo da chi non è fiscalmente a carico dell'altro.

Agevolazione prima casa e comunione dei beni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - In caso di comunione di beni, l'agevolazione prima casa si considera fruita da entrambi i coniugi, anche se in precedenza effettivamente uno solo ne ha beneficiato

Bonus prima casa in comunione dei beni: viene meno se mancano requisiti a un coniuge

Detrazioni e agevolazioni fiscali - In caso di acquisto prima casa in comunione di beni non si potrà fruire del bonus se uno dei coniugi non effettua le dichiarazioni previste dalla legge in materia

Casa acquistata prima del matrimonio: che succede in caso di morte del coniuge

Comprare casa - Qual è la sorte dei beni acquistati prima delle nozze qualora il coniuge venga a mancare. Vediamo cosa dice la legge e quali le tutele per il coniuge superstite

Bonus ristrutturazioni: quando spetta al familiare convivente

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quando il familiare convivente può fruire del bonus ristrutturazione per i lavori eseguiti sull'immobile di proprietà del familiare. Ecco i chiarimenti del Fisco

Detrazione del 90% della polizza calamità per il Sismabonus 110%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Estensione dal 19% sino alla misura del 90% della detrazione fiscale sulla polizza assicurativa per eventi catastrofici naturali per contenere il rischio sismico

Casa su terreno di un solo coniuge: che succede in caso di separazione?

Proprietà - In caso di separazione, la casa costruita in costanza di matrimonio sul fondo di proprietà di un solo coniuge è di proprietà di questi anche in caso di comunione

Mutui: agevolazioni fiscali

Mutui e assicurazioni casa - Dall'acquisto alla costruzione dell'immobile da adibire ad abitazione principale, tutto sulle agevolazioni fiscali per i mutui, la detrazione dall'Irpef al 19%.

La cessazione della convivenza nelle detrazioni fiscali

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Nella detrazione fiscale per lavori di ristrutturazione la cessazione della convivenza non ferma il diritto al beneficio per il convivente sostenitore della spesa
REGISTRATI COME UTENTE
339.459 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//