Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2010-12-12 19:09:15

Beni significativi senza costo manodopera in fattura


Anonymous
login
12 Dicembre 2010 ore 16:50 2
Salve,
pongo il seguente quesito:
Dovrò fare realizzare un nuovo impianto di riscaldamento ad opera di una ditta individuale, che mi fornirà anche tutto il materiale, inclusa la caldaia, compresa tra i beni cosiddetti significativi, sui quali l'aliquota agevolata del 10% si applica solo fino alla concorrenza della differenza
tra il valore complessivo della prestazione e quello dei beni significativi.
Ma la ditta individuale non deve indicare il costo della manodopera in fattura: temo quindi che in questo modo non sarà possibile calcolare l'incidenza del costo della caldaia rispetto a quello della manodopera, rischiando di conseguenza di non vedermi riconosciuta la detrazione del 50% e l'IVA al 10%.
Spero comunque che questa situazione sia già stata prevista e che esista un modo per evitare quanto da me temuto.
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Domenica 12 Dicembre 2010, alle ore 17:25
    Mi rispondo da solo: ho fatto confusione tra l'indicazione del costo della manodopera, che non è dovuto nel caso di ditta individuale e il valore complessivo della prestazione (che in pratica dovrebbe coincidere col totale della fattura) rispetto al quale calcolare l'incidenza del costo della caldaia.
    L'installatore si era tuttavia detto disposto a indicare in fattura il costo della manodopera. L'AdE tuttavia "precisa che nel caso di una ditta individuale, che renda la prestazione di servizio attraverso l'attivita' del solo titolare, non andra' indicato alcun costo per la manodopera da lui prestata. Peraltro dovra' essere fatta menzione di tale circostanza nella fattura emessa."
    Quindi forse farei meglio a riferire all'installatore questa circostanza, facendogli indicare semplicemente: ?manodopera prestata esclusivamente da titolare dell?impresa?.
    In questo modo tutto resterebbe regolare, io non perderei alcuna agevolazione e l'installatore non rischierebbe di subire controlli alla ricerca di dipendenti inesistenti.

  • stafflavorincasa
    Stafflavorincasa Ricerca discussioni per utente
    Domenica 12 Dicembre 2010, alle ore 19:09
    .... rischiando di conseguenza di non vedermi riconosciuta la detrazione del 36% e l'IVA al 10%....
    Il godimento della detrazione del 36% è "indipendente" dall'Iva applicata.

    Nel tuo secondo intervento hai riportato il parere (vincolante) dell'Agenzia.

    Resta il fatto che per godere comunque dell'Iva agevolata al 10%, il rapporto con i beni "significativi" deve essere preso in considerazione.

    Se ti montassi da solo la caldaia (inverosimile a causa delle necessarie certificazioni) godresti ugualmente della detrazione, ma dovresti corrispondere l'Iva al 20% al venditore; così recita l'Agenzia:

    .... Anche i soggetti che eseguono in proprio i lavori possono beneficiare dell'agevolazione, nei limiti delle sole spese sostenute per l'acquisto dei materiali.....

    ..... 1) Qualora il costo di determinati beni, definiti come "significativi" superi l'ammontare delle altre prestazioni (manodopera), l'Iva è al 20% su tale parte eccedente. Beni significativi sono: ascensori e montacarichi, infissi esterni e interni, caldaie, videocitofoni, apparecchiature di condizionamento e di riciclo dell'aria, sanitari e rubinetteria da bagno, impianti di sicurezza, ecc.

    Al "solito" link trovi le tabelle con i lavori ammessi alla detrazione e l'Iva corrispondente da applicare:

    http://www.condomini.altervista.org/DetrazioneRistrutturazione.htm

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img amministrazione@sommariva.casa
Buon giorno,un portone sezionale rientra tra i beni significativi?Grazie...
amministrazione@sommariva.casa 11 Febbraio 2020 ore 18:46 3
Img amministrazione@sommariva.casa
Buon giorno,in riferimento ai beni significativi, il box doccia rientra?...
amministrazione@sommariva.casa 19 Novembre 2019 ore 09:33 3
Img maurizio35
Nell'ambito di una manutenzione straordinaria preceduta dalla presentazione di CILA si prevede anche la ristrutturazione completa del bagno. Propongo due questioni:1) Anche in...
maurizio35 19 Settembre 2019 ore 13:04 1
Img francocasagrande
Buondi, nella mia zona per intonacare e rasare superfici di circa 1000 mq il prezzo medio è di 12 euro al metro quadro inclusi i materiali. Ma se volessi acquistare io i...
francocasagrande 04 Aprile 2019 ore 09:54 2
Img nicolatenente2
Salve, cerco artigiani che siano in grado di applicare intonachino di argilla. Trattasi di muri interni, appartamento piano terra, zona a metà strada tra Padova e...
nicolatenente2 25 Agosto 2017 ore 09:31 3
Notizie che trattano Beni significativi senza costo manodopera in fattura che potrebbero interessarti


Beni significativi e IVA agevolata

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Normativa inerente l'applicazione dell'aliquota IVA per l'installazione di beni di valore significativo su edifici esistenti a prevalente destinazione abitativa

Iva agevolata al 10% per ristrutturazione edilizia

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Come funziona l'applicazione dell'Iva quando di intendono eseguire dei lavori di recupero del patrimonio edilizio. Cosa sono i beni significativi e loro regime

Stufa a pellet: quando l'aliquota IVA può essere al 10%

Impianti di riscaldamento - L'acquisto e la posa in opera della stufa a pellet può avvenire con IVA agevolata del 10% solo laddove siano rispettati i requisiti dall'Agenzia delle Entrate.

Contabilità e fatture per detrazioni 50% e 65%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quando si eseguono lavori che possono beneficiare di detrazioni fiscali è utile stilare contabilità e fatture distinte per agevolare pagamenti e archiviazione.

IVA per stufe a pellet

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Come si applica l'aliquota IVA in caso di installazione di stufe a pellet all'interno di fabbricati ad uso abitativo di nuova costruzione o già esistenti.

Si può dare in locazione un immobile senza il consenso del coniuge?

Affittare casa - Affitto di immobili in comunione dei beni: per il Tribunale di Cremona non è necessario il consenso di entrambi i coniugi per poter dare in locazione un immobile

Cronoprogramma dei lavori

Normative - Indispensabile strumento di programmazione e coordinamento in ogni cantiere edile, è un elaborato del progetto esecutivo.

IVA agevolata per lavori di ristrutturazione edilizia

Fisco casa - IVA agevolata al 10% e al 4% per gli interventi di ristrutturazione: vediamo nel dettaglio per quali interventi è riconosciuta e i casi in cui non si applica.

Bonus prima casa in comunione dei beni: viene meno se mancano requisiti a un coniuge

Detrazioni e agevolazioni fiscali - In caso di acquisto prima casa in comunione di beni non si potrà fruire del bonus se uno dei coniugi non effettua le dichiarazioni previste dalla legge in materia
REGISTRATI COME UTENTE
328.954 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//