Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Assenza di rendiconto e sue conseguenze


Un amministratore non presenta da diversi anni il rendiconto di fine esercizio, si limita a produrre ogni anno il preventivo di spesa e la nomina dell'amministratore nonostante il suo obbligo di rendicontazione.
Ciò premesso si chiede:
NON ESSENDO STATI APPROVATI I RISPETTIVI CONSUNTIVI E I PREVENTIVI RINNOVATI OGNI ANNO, IN CASO DI MOROSITA' SU QUALE BASE POTRA'  RICHIEDERE EMISSIONE DI DECRETO INGIUNTIVO?
IL PREVENTIVO DELL'ANNO PREGRESSO NON VIENE SOSTITUITO DAL NUOVO E QUINDI RENDE INEFFICACE LA RICHIESTA DI QUOTE RELATIVE ALLA GESTIONE PRECEDENTE;
QUALORA LE QUOTE PREGRESSE FOSSERO SEMPRE DOVUTE IN RIFERIMENTO A QUALE  SENTENZA E PERCHE', NON SONO DA CONSIDERARSI PRESCRITTE?
Si ringrazia per la partecipazione
  • lucag1979
    Lucag1979 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 10 Febbraio 2015, alle ore 11:59
    L'assemblea dovrebbe revocarlo per irregolarità gravi nella gestione del condominio. Se non lo si fa, resta la strada della revoca giudiziale per omessa presentazione del rendiconto.
    rispondi citando
  • principale1
    Principale1 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 11 Febbraio 2015, alle ore 18:53
    Ringrazio Lucag1979 perla cortese precisazione, ma scopo dell'interrogazione al forum é diverso.
    Infatti si é chiesto :

    - Su che base l'amministratore potrà chiedere emissione di Decreto Ingiuntivo se da anni non presenta i rendiconti limitandosi a far approvare solo i preventivi;
    - Il preventivo dell'anno pregresso non viene sostituito dal nuovo e quindi inficia la richiesta di quote precedenti;
    - Quali sono le norme che non rendono prescritte le rate pregresse al preventivo precedente se questo viene sostituito da nuovo preventivo pur se appartenente a nuovo esercizio?
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img anonimo
Buongiorno,e grazie in anticipo a chi saprà dipanare alcuni dei miei dubbi.Vi spiego le mie perplessità:sono proprietario di una maisonette in una palazzina da 4...
anonimo 06 Novembre 2008 ore 08:21 2
Img nounou
Salve,Ho una domanda da porvi:Può un amministratore di condominio richiedere in assemblea un badget straordinario (di parecchi euro) ai condomini per coprire le spese...
nounou 18 Settembre 2007 ore 15:47 2
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img robbie1956
A corredo del mio appartamento vi è già un garage detenuto in proprietà indivisa con altro condomino.L'accesso al box con una autovettura, anche piccola,...
robbie1956 25 Luglio 2007 ore 07:03 5
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Notizie che trattano Assenza di rendiconto e sue conseguenze che potrebbero interessarti


Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Amministratore di condominio - Nel caso in cui l'incarico dell'amministratore di condominio venga revocato non è previsto alcun compenso se l'assemblea è contraria alla proroga dei suoi poteri

Condòmini sempre più esposti ai creditori del condominio

Parti comuni - Qualora i creditori del condominio siano insoddisfatti sono pignorabili le quote del singolo condomino anche se non moroso. Le novità della Corte di Cassazione.

L'amministratore del piccolo condominio

Condominio - Quando il numero dei condomini, ossia dei proprietari delle unità immobiliari, è pari a cinque, o superiore, l'assemblea deve nominare un amministratore, se l'assemblea non provvede, la nomina è fatta dall'autorità giudiziaria.

Ripartizione compenso dell'amministratore di condominio

Amministratore di condominio - Una volta incaricato l'amministratore, salvo diverso accordo, ha diritto ad una retribuzione, la quale nell'art. 1135 c.c. ha sollevato qualche interrogativo.

Riforma del condominio, molti amministratori rischiano il posto

Condominio - La così detta riforma del condominio, dal 18 giugno 2013 i condomini con meno di dieci partecipanti potranno decidere di revocare l'amministratore, così molti amministratori rischiano di restare disoccupati.

Amministratore di condominio e servitù

Condominio - L'amministratore di condominio non può agire in giudizio per ottenere il riconoscimento di una servitù perché questa azione non rientra tra i suoi poteri.

Bonus ristrutturazioni per il condominio minimo: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Possibile per i condomini di un condominio minimo portare in detrazione le spese per lavori di ristrutturazione su parti comuni. Cosa dice l'Agenzia delle Entrate

La nomina dell'amministratore è obbligatoria

Amministratore di condominio - La nomina dell'amministratore è obbligatoria, se l'assemblea non provvede i comproprietari possono rivolgersi all'Autorità Giudiziaria affinché provveda alla nomina.

Amministratore e passaggio di consegne

Condominio - Una recente sentenza del Tribunale di Bari, la n. 967 del 17 marzo 2010, ci permette di chiarire, allo stato attuale, quali siano gli strumenti a disposizione
REGISTRATI COME UTENTE
310.974 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE