Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Cambio architetto e direttore dei lavori


Buon giorno,
circa 1 anno addietro ho affidato verbalmente i lavori di progettazione, disbrigo pratiche del caso e poi di direzione dei lavori ad un amico Architetto, per una demolizione e ricostruzione di una villetta in area extraurbana.
A distanza di un anno sono in procinto del rilascio della concessione edilizia che mi porterà ad affidare i calcoli statici e poi all'avvio dei lavori.
Tralasciandovi i numerosi battibecchi sulle tempistiche e sul suo modo di operare, di consigliarmi, l'Architetto, un principiante, mi ha presentato un preventivo sommario delle sue spese disntinto per voci e più volte in queste ultime setitmane gli ho chiesto di preparami la lettera d'incarico e il preventivo di spese definitivo che non mi ha mai dato.
Dopo attente riflessioni mi sono convinto che è giusto che io cambi architetto proprio poichè nello stesso non ripongo più la fiducia necessaria per portare a termine l'incarico affidatogli verbalmente.
A questo punto mi si pongono davanti numerosi interrogaqtivi in merito:
- come quantificare le prestazioni fin qui eseguite dall'Architetto per liquidarlo?
Fin qui ha svolto tutte le pratiche per arrivare alla concessione ediilizia:
a) progettazione definitiva con planimetrie stato di fatto e di progetto;
b) realizzato il computo metrico parziale per le sole opere edili (demolizione e costruzione stuttura in c.a. con coperture e prospetto), da presentare alle ditte;
c) presentato richiesta di concessione edilizia al Comune.
- come devo muovermi per affidare ad un'altro Architetto l'incarico senza perdere l'iter burocratico fin qui raggiunto?
- può l'attuale Architetto negarmi tutto il carteggio e gli elaborati grafici facendo leva sulla richiesta di un prezzo spropositato?
- il nuovo Arcihtetto potrà/vorrà lavorare su progetto non suo?
Preciso che tutte le spese, geologo, indagini sismiche, perizie bolli e quant'altro sono state da me sostenute separatamente.
Ringraziandovi per ogni vostro consiglio vi auguro una buona giornata.
Modificato il 26 Ottobre 2014 ore 12:21
  • minerva.
    Minerva. Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 27 Ottobre 2014, all or 14:06
    Hai certamente diritto a liquidare il tuo attuale architetto per il lavoro svolto e assegnare la parte restante di lavoro ad un altro architetto di tua fiducia.
    Tutti i tuoi dubbi fortunatamente hanno delle norme di riferimento.
    Ti consiglio di chiedere una consulenza all'ordine degli architetti della tua provincia.
    Di solito gli ordini provinciali hanno un'apposita commissione parcelle, che serve proprio in questi casi, ossia quando bisogna quantificare il lavoro svolto da un professonista e non esiste un preventivo di riferimento firmato in precedenza.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img mek
Salve a tutti.Volevo sapere se è regolare imporre un architetto per la costruzione di una casa comprando un terreno.In pratica per comprare un terreno dovrei usufrire dei...
mek 03 Novembre 2014 ore 00:45 3
Notizie che trattano Cambio architetto e direttore dei lavori che potrebbero interessarti


Codice Deontologico degli Architetti

Leggi e Normative Tecniche - Dal primo settembre 2009 e' entrato in vigore il Nuovo Codice Deontologico degli Architetti.

Preventivo del professionista

Leggi e Normative Tecniche - Il professionista è sempre tenuto a fornire al cliente un preventivo di massima, che deve contenere informazioni specifiche, non solo inerenti la sua parcella.

Positivo al Coronavirus, muore il grande architetto Vittorio Gregotti

Architettura - Il coronavirus continua la sua avanzata. Ed è lutto nel mondo della cultura con la recente scomparsa, a 92 anni, del grande architetto Vittorio Gregotti.

Parcelle di architetti e ingegneri

Normative - Metodologie per il calcolo degli onorari in base al tipo di lavoro affidato al professionista.

La professione di architetto

Normative - Un breve introduzione alle norme etiche che regolano il mestiere del progettare lo spazio, pubblico o privato, a piccola o grande scala.

Competenze professionali

Normative - Una recente sentenza della Corte di Cassazione chiarisce definitivamente i limiti delle competenze professionali dei geometri, rispetto ad ingegneri ed architetti.

Prestazione d'opera intellettuale: l'architetto

Normative - Il rapporto di collaborazione che s'instaura tra il committente e l'archietetto incaricato della progettazione di un'opera. I profili giuridici di maggiore rilevanza.

Consulenza architetto

Architettura - La consulenza di un architetto può essere richiesta per operare in diversi campi dell'edilizia: vediamo in quali casi è possibile affidarsi a questo professionista.

Architetti in TV

Architettura - Recentemente si diffondono programmi televisivi dedicati alla casa e a tutti gli aspetti della sua gestione, dalla compravendita alla ristrutturazione.
REGISTRATI COME UTENTE
317.607 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//