• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
2023-02-23 08:34:51

Caldaia remeha


Mi hanno fatto un preventivo di impianto di riscaldamento a pavimento con una caldaia REMEHA. cè qualcuno che la sta utilizzando????
  • clover77
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 27 Dicembre 2005, alle ore 01:05
    Mi hanno fatto un preventivo di impianto di riscaldamento a pavimento con una caldaia REMEHA. cè qualcuno che la sta utilizzando????

    Mai sentita.

    Per impianti a pavimento controlla www.rdz.it i miei genitori si sono fatti l'impianto a pavimento della rdz ed è fantastico. Uno dei migliori soprattutto dal punto di vista della progettazzione e serietà dei consulenti di zona. Almeno trai tanti che hanno sentito so per certo che se hanno scelto questo è perché aveva qualche cosa in più. Poi mio parde è un tecnico elettrotermodinamico percui non credo si sia fatto fottere!!!

    Ricorda solo che la caldaia deve produrre acqua a 36°C e non oltre. Alcuni la fanno prdurre a 50/60/70 °C e poi la vanno a miscelare con quella fredda....e allora addio risparmio. Controlla che sia a condensazione e che il sitema di scarico fumi e condensa sia ben fatto.

    Controlla che ci sia lo spazio in più dato la soletta più alta, ricorda che l'elettricista deve far passare i tubi prima di quelli del riscaldamento.

    Controlla la posa delle piastrelle, che siano staccate dai bordi e tagliate sulla soglia di ogni porta.

    Ricorda che nei bagni devi integrare un termosifone.


    Ciao

  • coguaro6
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 27 Dicembre 2005, alle ore 21:33
    OTTIMO clover77, mi fai tranquillizzare, infatti il progettista mi ha fatto lo studio dell'impianto con materiale rdz, ma proprio lui mi vuole installare questa caldaia, che potrà anche essere la migliore del mondo, ma io non conosco nessuno che ne abbia almeno sentito parlare.
    inoltre , faendo una ricerca veloce su internet, non ho neanche trovato un centro assistenza .
    esiste solo l'importatore.

  • coguaro6
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 27 Dicembre 2005, alle ore 21:39
    Dimenticavo clover77,
    se ti è rimasto del materiale informativo a riguardo dellimpianto dei tuoi, potresti trasmettermelo per mail???? cosi lo posso confrontare con quello che mi hanno offerto.
    inoltre mi piacerebbe confrontare anche il costo.
    attenzione , ricordati di specificare anche di quali dimensioni è la casa nella quale è stato fatto.
    grazie ciao

  • radiante
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 27 Dicembre 2005, alle ore 21:39
    Se non erro dovrebbe essere una caldaio olandese,se vuoi rimanere iin olanda prova a chiedergli una caldaia atag la puoi collegare in rete e ti mandano il tecnico quando c'è qualcosa che non va

  • coguaro6
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 27 Dicembre 2005, alle ore 21:43
    Se non erro dovrebbe essere una caldaio olandese,se vuoi rimanere iin olanda prova a chiedergli una caldaia atag la puoi collegare in rete e ti mandano il tecnico quando c'è qualcosa che non va

    vorresti dire che questa caldaia "atag" ha una teleassistenza???

  • radiante
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 27 Dicembre 2005, alle ore 21:44
    Se la colleghi in rete si,viene monitorata da desenzano dove è la sede

  • coguaro6
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 27 Dicembre 2005, alle ore 21:50
    Se la colleghi in rete si,viene monitorata da desenzano dove è la sede


    ottimo, ed è questa la caldaia che ti hanno installato???

  • clover77
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 27 Dicembre 2005, alle ore 21:51
    Dimenticavo clover77,
    se ti è rimasto del materiale informativo a riguardo dellimpianto dei tuoi, potresti trasmettermelo per mail???? cosi lo posso confrontare con quello che mi hanno offerto.
    inoltre mi piacerebbe confrontare anche il costo.
    attenzione , ricordati di specificare anche di quali dimensioni è la casa nella quale è stato fatto.
    grazie ciao

    Mi chiedi una cosa quasi impossibile......ci siamo traferiti nella casa nuova da nemmeno 10 mesi.....e io sto ultimando la mia....abbiamo ancora un sacco di scatoloni che girano....

    Per il prezzo dovrei cercare le fatture....vedi sopra e relativi casini....

    La caldaia montata dai mieiè una BROTJE...tedesca...pensile con accumulo a sanitario a parte.
    L'impianto è misto perché al piano inferiore sono stati montati termosifoni in ghisa a bassa temperatura.

    Preventivo....casa di 95 mq 2 bagni, cucina, piano terra di 55 mq con radiatori...allacciamento gas e acqua alle reti, riscaldamento e idrosanitario completo di sanitari e rubinetteria ideal standar il tutto circa 23'000 ?.

    Ciao

  • coguaro6
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 27 Dicembre 2005, alle ore 21:56
    Grazie per le iformazioni.
    domini vado dall'installatore e prossimamente ti faccio sapere quanto mi chiedono.
    ma il tutto sarà difficilmente raffrontabile, in quanto io farò l'impianto in tutta la casa, 2 piani, 100mq, 2 bagni , 3 letto, e sogg.

    gazie di nuovo e ciao

  • fedba
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 28 Dicembre 2005, alle ore 14:39
    Anche io sto diciamo facendo l'impianto idraulico a pavimento e vorrei sottoporvi il preventivo di massima.
    La casa l'ho presa solo finita esternamente per cui l'mpianto idraulico è da fare completamente.
    Con l'idraulico mi sono messo daccordo che rubinetteria, caloriferi e sanitari li acquisto io e lui mi fa solo il montaggio compreso nel prezzo invece che farmi l'inevitabile sconto.
    La casa è su tr piani con garage esterno.
    Seminterrato:
    3 stanze con 3 caloriferi + attacco gas e scarico cucina.
    1 Bagno lavanderia con box doccia, lavandino bide e WC, attacco lavatrice e 1 calorifero.

    Piano terra:
    Riscaldamento a pavimento- gas e scarichi cucina e bagno con bide, lavandino e wc

    Primo piano:
    Riscaldamento a pavimento con un bagno che ha 2 attacchi lavandino, wc, bide vasca e doccia piu un attaccio per termoarredo.

    Predisposizione in tutte le stanze per condizionamento.

    Materiale è il sistema ROTEX tedesco che con la stessa caldaia puo far funzionare sia i caloriferi (l'acqua gira a 70 gradi ma la temperatura del massetto si abbassa a 25 come negli impianti diciamo normali per l'isolamento dei tubi del pannello, a detta dell'idraulico girano in tutto l'impianto solo 8-9 litri di acqua)

    La caldaia posizionata in lavanderia è una BAXI non a condensazione ma normale secondo il mio idraulico non vale la pena spendere il doppio per una a condensazione ( sinceramente di questa marca non mi fido molto non so perché) ma sono stato un po ai suoi consigli anche perché è una persona diciamo fidata.

    Costo ripeto escluso rubinetteria, porcellane e caloriferi sui 13.000 euro +Iva, compresi gliallacciamenti a gas e acqua
    Per porcellane il rivenditore mi fa il prezzo da idraulico, dal 30 al 40 per cento del prezzo esposto quindi ritendo di spendere sui 5000 + Iva

    Ch ne dite? (scusatemi per la lungaggine

  • clover77
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 28 Dicembre 2005, alle ore 16:47
    Anche io sto diciamo facendo l'impianto idraulico a pavimento e vorrei sottoporvi il preventivo di massima.
    La casa l'ho presa solo finita esternamente per cui l'mpianto idraulico è da fare completamente.
    Con l'idraulico mi sono messo daccordo che rubinetteria, caloriferi e sanitari li acquisto io e lui mi fa solo il montaggio compreso nel prezzo invece che farmi l'inevitabile sconto.
    La casa è su tr piani con garage esterno.
    Seminterrato:
    3 stanze con 3 caloriferi + attacco gas e scarico cucina.
    1 Bagno lavanderia con box doccia, lavandino bide e WC, attacco lavatrice e 1 calorifero.

    Piano terra:
    Riscaldamento a pavimento- gas e scarichi cucina e bagno con bide, lavandino e wc

    Primo piano:
    Riscaldamento a pavimento con un bagno che ha 2 attacchi lavandino, wc, bide vasca e doccia piu un attaccio per termoarredo.

    Predisposizione in tutte le stanze per condizionamento.

    Materiale è il sistema ROTEX tedesco che con la stessa caldaia puo far funzionare sia i caloriferi (l'acqua gira a 70 gradi ma la temperatura del massetto si abbassa a 25 come negli impianti diciamo normali per l'isolamento dei tubi del pannello, a detta dell'idraulico girano in tutto l'impianto solo 8-9 litri di acqua)

    La caldaia posizionata in lavanderia è una BAXI non a condensazione ma normale secondo il mio idraulico non vale la pena spendere il doppio per una a condensazione ( sinceramente di questa marca non mi fido molto non so perché) ma sono stato un po ai suoi consigli anche perché è una persona diciamo fidata.

    Costo ripeto escluso rubinetteria, porcellane e caloriferi sui 13.000 euro +Iva, compresi gliallacciamenti a gas e acqua
    Per porcellane il rivenditore mi fa il prezzo da idraulico, dal 30 al 40 per cento del prezzo esposto quindi ritendo di spendere sui 5000 + Iva

    Ch ne dite? (scusatemi per la lungaggine

    Scusami ma forse è meglio che ti fai fare anche un'altro preventivo....

    Innanzitutto non ha senso un impianto a pavimento se la temperatura di produzione acqua è 70 °C...dove stà il risparmio???

    La bellezza di questi impianti è che si risparmi producendo acqua a 36 °C con caldaie a condensazione.....con i 25 °C non scaldi niente.

    Ricordati inoltre checon il riscaldamento a pavimento...non vanno ne tappeti nel parquet. Le soglie delle porte devo essere fugate e lo zoccolino sollevato dalle piastrelle di qualche millimetro se non in legno!!!

    Insomma ci sono un sacco di fattori per una buona riuscita sennò piangi a vita.

    Poi mi sa che 8-9 litri diventeranno 80/90 litri per piano....anzi per fare proprio 2 conti esatti.....tubo da 2 cm di sezione....per un piano di dicamo 70 mq ci voglio all'incirca 200 m di tubo....diventano.....62.8 litri a piano!!!

    I sanitari ti consiglio di farli prendere da lui....qualsiasi problema dovessere capitare è tutto a carico suo.....anche io ero partito con quest'idea ma il risparmio è minimo, mentre i problemi sono innumerevoli nel caso di imperfezioni. Metti solo di sbagliare a dare un interasse del WC....o che lui capisca male....poi tutto sta dal rapporto che hai tu con l'idraulico....

    Buona fortuna

  • radiante
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 28 Dicembre 2005, alle ore 18:00
    Ricapitolando:
    1) Impianto termosifoni per 6 radiatori disposti su tre piani
    2) Impianto riscaldamento a pavimento per due piani
    3) Impianto di distribuzione acqua calda fredda dalla caldaia ai servizi
    4) Colonne di scarico
    5) Impianto gas dal contatore alla caldaia e 2 derivazioni per due cicine
    6) Impianti acqua dal contatore al collettore distribuzione
    7) Bagno lavanderia seminterrato impianto sanitario e scarichi piu installazione ceramiche e rubinetterie
    Bagno primo piano Idem come il 7
    9) bagno secondo piano idem con doppio lavabo una doccia ed una vasca
    idem come il 7
    10) canna fumaria per caldaia
    11) predisposizione impianto condizionamento (passaggio tubazioni,cassetta per alloggio delle dette e scarichi condenze per un totale di 7 unita interne
    12) Impianto sanitario e scarichi per n°2 cucine
    13) fornitura caldaia
    mi sembra un prezzo buono

  • fedba
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 28 Dicembre 2005, alle ore 18:46
    Probabilmente sono stato un po impreciso, il sistema a pavimento che metto è il rotex 70
    http://www.rotex.de/frameset.php?navsta ... talienisch
    Sistema molto in voga in germania, l'acqua è a 55 nei tubi e 30 nel massetto.
    Per i tappeti ed il discorso piastrelle a cui non avevo pensato, speriamo non ci siano problemi anche perché mi sorgono dei dubbi.
    Io nel paino superiore vorrei il parquet, l'insatllatore mi ha detto che non ci sono problemi, speriamo bene
    Per i sanitari che acquisto non so se faccio bene ma penna alla mano l'idraulico mi faceva il 15% di sconto rispetto al prezzo del negozio mentre il negozio stesso (li conosco da anni) mi fa il35% medio.
    Per esempio wc duravit star tack 2 prezzo negozio 400 + IVA (forse sono un po cari) me lo fanno 250+IVa

    All'idraulico ho dato il modello e mi ha messo le il telaio a muro essendo in due bagni i sanitari sospesi)

    La caldaia non mi convince completamente

    Il rapporto con l'idraulico è di fiducia nel senso che me lo ha consigliato mio fratello architetto che con lui lavora abbastanza per cui spero non abbia convenienza a tirare bidoni


    Per quanto riguarda il condizionamento sono 4 predisposizioni ( nel seminterrato non le faccio) e ho visto il prev. vuole 125 a stanza (500 euro totali )
    Ciao

  • coguaro6
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 28 Dicembre 2005, alle ore 21:13
    Con le informazioni che ho raccolto per poi decidere come riscaldare la mia futura casa (a pavimento) credo che si debba riscaldare tutta la casa con il medesimo sistema , non 1 piano a termo ed un altro a pavimento.
    questo per poter sfruttare la max il sistema.
    inoltre questo compromesso mi sembra solamente fatto per complicare le cose einnalzare i costi di acquisto, di manutenzione e di utilizzo.

    per il resto in bocca al lupo. ma se hai il tempo e la voglia di seguire tutti gli acquisti, le installazioni, e soprattutto la pazienza per non litigare con gli installatori, fai bene nel cercare di risparmiare qualcosina.
    Io penso che alla fine non risparmierai un gran che, inoltre se poi ci saranno dei problemi, sarà uno scarica barile continuo ei tuoi fornitori e chi ci rimette sarai tu.

    ciao

  • clover77
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 28 Dicembre 2005, alle ore 22:33
    Probabilmente sono stato un po impreciso, il sistema a pavimento che metto è il rotex 70
    http://www.rotex.de/frameset.php?navsta ... talienisch
    Sistema molto in voga in germania, l'acqua è a 55 nei tubi e 30 nel massetto.
    Per i tappeti ed il discorso piastrelle a cui non avevo pensato, speriamo non ci siano problemi anche perché mi sorgono dei dubbi.
    Io nel paino superiore vorrei il parquet, l'insatllatore mi ha detto che non ci sono problemi, speriamo bene
    Per i sanitari che acquisto non so se faccio bene ma penna alla mano l'idraulico mi faceva il 15% di sconto rispetto al prezzo del negozio mentre il negozio stesso (li conosco da anni) mi fa il35% medio.
    Per esempio wc duravit star tack 3 prezzo negozio 400 + IVA (forse sono un po cari) me lo fanno 250+IVa

    All'idraulico ho dato il modello e mi ha messo le il telaio a muro essendo in due bagni i sanitari sospesi)

    La caldaia non mi convince completamente

    Il rapporto con l'idraulico è di fiducia nel senso che me lo ha consigliato mio fratello architetto che con lui lavora abbastanza per cui spero non abbia convenienza a tirare bidoni


    Per quanto riguarda il condizionamento sono 4 predisposizioni ( nel seminterrato non le faccio) e ho visto il prev. vuole 125 a stanza (500 euro totali )
    Ciao


    Decisamente non ci capiamo.....un sistema a pavimento dovrebbe prevedere l'uso di una caldaia a condensazione.....la quale per essere ragionevolmente conveniente...deve produrre acqua calda dai 35 ai 42 °C
    Questo è quanto la caladai deve fare per lavorare in maniera corretta....non che le altre cladaie non lo possano fare ma non avrebbero dei sistema di recupero condensa tali da garantire un risparmio....

    Abbiamo tutti presente come funzioa una caldaia a condensazione???

    Mai visto una pentola vuota inox fredda...non bagnata...messa sul fornello generare umidità sul bordo inferiore??? E' la consensazione del vapore acqueo del metano......

    Ora a parte i tuoi 55 °C di partenza...cosa vuol dire nei tubi e nel massetto....visto che i tubi corronno nel massetto...forse intendi che hai una dispersione di 25 °C dalla caldaia al collettore....mi sembra eccessivo....sono per caso esterni?

    Parquet??? Se non sbaglio il legno è classificato come uno dei maggiori isolanti termici....vedi tu!!!!

    Pavimento e termosifoni posso coesistere....l'unica attenzione è dimensionare i termosifoni per bassa temperatura....esempio...se in condizioni solo termosifoni abbiamo in un bagno 2*4 m un termosifone tre colonne 12 elementi...dovremmo invece montare un quattro colonna 12 elementi o se preferite e avete spazio tre colonne 15 elementi....in linea di massima...forse qualche cosa in più.

    Magari nelle zone tipo cantina o locali accessori all'abitazione tipo piani interrati, box etc...giusto per contenere le spese non solo di impianto ma anche di opere murarie...doppio massetto, altezza superiore del piano, colla per piastrelle adeguata...etc etc....

    Ricordate che questo sistema scalda fino ad una altezza di 2 m dal pavimento poi riduce il rendimento per cui nel caso voi abbiate una abitazioe a due piani non sperate che il caldo del piano inferiore si arrampichi su per le scale in aiuto...come normalmente avviene....

    Ricordo poi per esperienza che il maggior risparmi di questo sistema è il funzionamento continuo....LA CALDAIA DEVE CONDENSARE DI CONTINUO PER RENDERE AL MASSIMO......se come e uscite di casa alle 7 del mattino e vi fate ritorno alle 7 di sera non vi conviene...se fate come i miei che sono pensionati allora sì...infatti loro hanno il sistema a paviemento. O meglio non ammortizzerete la differenza di spesa iniziale così come credevate....

    Dimenticavo...per detta di mia madre...fa molta lanetta e polvere in più......

    Consumi...è arrivata oggi la bolletta.....sintetizzo...villetta su piani di 95 mq l'uno...quello inferioe scaldato per soli 55 mq (ci sta la nonna) con radiatori in ghisa a bassa temperatura....sopra a paviemento con integrazione di due radiatori in acciaio per i bagni....produzione di acqua clada per 4 persone...temperatura media in casa 21.5 °C...muratura da 25 cm con isolante in poliuretano estruso (no espanso perche non permeabile all'umidità) tavelletta da 8 cm, serramenti in allumino taglio termico......12 mc al giorno di media.....zona PAVIA


    Ciao


    Fate bene i vostri conti

  • radiante
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 29 Dicembre 2005, alle ore 12:07
    Hai cosumato circa 96000 kcal al giorno compreso l'acqua calda e i fornelli ,dal mio punto di vista il risparmio è dovuto all'ottima costruzione della casa avendola isolata bene,sono dell'avviso che quando una casa è costriuta bene l'impianto di riscaldamento sia relativo e fine a se stesso cioè non si risparmia con il tipo di impianto ma con labbassamento del fabbisogno energetico per scaldare il volume,con una caldaia moderna il risparmio c'è perche lavora sulle temperature di ritorno dell'impianto e fa il calcolo del fabbisogno energetico per il mantenimento della temperatura stabilita,(come il sistema inverter per i condizionatori)a questo punto la caldaia non bruciera piu alla massima potenza come quelle vecchie ma si adatta al fabbisogno andando in modulazione.
    Il vero riparmio è tenerla spenta meno la casa disperde meno si accende
    ci sono vecchie case costruite molto velocemente per speculare bene che non si scalderanno mai arrivano a 17/18 gradi aumenta pure i radiatori la temp non sale piu le scaldi piu dispedono,puoimettere la caldaia piu bella del mondo ma è inutile ,
    Scusate mi sono lasciato trasportare dai discorsi vado a pranzo

  • fedba
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 29 Dicembre 2005, alle ore 19:03
    Capisco benissimo le tue osservazioni sul massimo risparmio della caldaia a condensazione, ma il sistema rotex 70 da quello che ho capito io fa girare l'acqua nei tubi diciamo a 55 gradi ma essendo i tubi isolati al amssetto ne vanno solo 30.
    Non so se questo è un bene ma sul sito della rotex viene spiegato in questo modo.
    Per il parque ho qualche dubbio anche io anche se l'instalaltore mi ha assicurato che non ci sono problemi anche se ci sono dei legni che sono piu adatti ed altri meno.
    Comunque quando lo avro finito farò un po di conti, speriamo bene.
    Mi accontenterei di spendere come un impianto tradizionale con il vantaggio di avere un caldo pu uniforme e eviatre la scocciatuta caloriferi.
    L'installatore nel preventivo con impianto classico e a pannelli mi a messo quest'ultimo un 20% in piu.
    La mai casa è abbastanza isolata essendo costruita non con i poriton tradizionali ma con i mattoni isotex.

    Speriamo di non pentirmi.

  • clover77
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 29 Dicembre 2005, alle ore 19:32
    Capisco benissimo le tue osservazioni sul massimo risparmio della caldaia a condensazione, ma il sistema rotex 70 da quello che ho capito io fa girare l'acqua nei tubi diciamo a 55 gradi ma essendo i tubi isolati al amssetto ne vanno solo 30.
    Non so se questo è un bene ma sul sito della rotex viene spiegato in questo modo.
    Per il parque ho qualche dubbio anche io anche se l'instalaltore mi ha assicurato che non ci sono problemi anche se ci sono dei legni che sono piu adatti ed altri meno.
    Comunque quando lo avro finito farò un po di conti, speriamo bene.
    Mi accontenterei di spendere come un impianto tradizionale con il vantaggio di avere un caldo pu uniforme e eviatre la scocciatuta caloriferi.
    L'installatore nel preventivo con impianto classico e a pannelli mi a messo quest'ultimo un 20% in piu.
    La mai casa è abbastanza isolata essendo costruita non con i poriton tradizionali ma con i mattoni isotex.

    Speriamo di non pentirmi.

    Ecco una cosa piuttosto importante....per il miglior funzionamento e per ottenere un'alta resa....l'isolamento della casa adrebbe curato come segue...

    Occorre eliminare al massimo i ponti termici per cui è indispensabile che la corea rientri qualche centimetro rispetto al muro per poi pareggiarla con pannelli riempitivi....

    Il sottofondo o massetto non deve essere a contatto con la muratura portante per questo è consigliato in questi impianti la realizzazione di una tavella interna con interposto strato isolante....il top è il sughero....

    Questa purtoppo è una soluzione che io detesto...a casa mia ho fatto tutto in Porton da 40 cm.....e ho i termosifoni....i miei invece sono stati costretti alla realizzazione della tavella....

    Il mio problema è stato quello di convincere i muratori a posare 134 mc di bocchi che pasavano 21 e rotti KG.....però alla fine sono felice...e lo sono anche loro visto quello che li ho pagati.....


    Ciao

  • fedba
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 29 Dicembre 2005, alle ore 19:59
    La mia casa non dovrebbe avere ponti termici in quanto gli mattoni isotex vengono appoggiati uno sopra l'altro e poi gettati (verghe di ferro e cemento).
    Dicevi che il massetto che devo ancora fate non deve appoggiare sui muri portanti, nle mio caso dovra appoggiare sull'isolamento dei muri esterni un quanto tutta la struttuta è portante ma l'isolamento dei mattoni isotex è interno ed esterno.
    Ho capito bene?
    Grazie

  • coguaro6
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 29 Dicembre 2005, alle ore 22:38
    Ho verificato il sito della rotex, ed ho capito xchè la temperatura nei tubi è cosi alta:
    il sistema è studiato per poter usare un sistema misto <. termosifoni + riscaldamento terra.
    l'acqua è a 55/60°C che è l'ottimo per i termo, mentre i tubi dell'impianto a paviento hanno una intercapedine di aria tutto attorno e quindi non tutto il calore viene trasmesso al pavimento, ma solamente quei 25/30°C che servono.
    da quel che ne capisco, il vantaggio è che con il sistema rotex70 puoi utilizzare anche una caldaia tradizonale non a condensazione e che dovrebbe essere l'ideale per un sistema misto.

    ATTENZIONE che il top per i sistemi misti sono le caldaie a condensazione con tre circuiti separati: uno per i caloriferi (55/60) , uno per il pavimento (25-30) e uno per l'acqua sanitaria.
    vedi caldaia wiessman.
    chiaramente i costi si impennano, ma piuttosto che fare compromessi.....

  • clover77
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 29 Dicembre 2005, alle ore 23:04
    La mia casa non dovrebbe avere ponti termici in quanto gli mattoni isotex vengono appoggiati uno sopra l'altro e poi gettati (verghe di ferro e cemento).
    Dicevi che il massetto che devo ancora fate non deve appoggiare sui muri portanti, nle mio caso dovra appoggiare sull'isolamento dei muri esterni un quanto tutta la struttuta è portante ma l'isolamento dei mattoni isotex è interno ed esterno.
    Ho capito bene?
    Grazie

    Fammi capire questi mattoni.....praticamente sono dei casseri....li impili li armi e li getti...in poche parole csa tua è in cemento armato rivestito di "mattone" isolante ISOFIX...un pò come i mattoni in argilla espansa praticamente...ok..ok...come pensavo ho controllato ora il sito della ISOFIX....l'unica differenza/vantaggio è che si posano a secco e solo di legno cemento....non sono affatto male a vedersi....ma la domenda è:.....i muratori sono stati in grado di posarli a regola d'arte....ho sentito di muratori che con i semplici blocchi ad incastro sono riusciti a non trovarsi più nelle varie aperture tipo porte e finestre.....!!!!

    Comunque ho letto che il primo corso è posato con malta e quindi come ovvio è il primo e classico ponte termico. Per il resto della muratura il materiale ISOFIX dovrebbe svolgere un buon ruolo isolante e anche se nutro grosse perplessità sulla casa costriuta in tal modo...non tanto per l'isolamento...sperando che lo spessore dei blocchi interno ed esterno riesca a contenere la bassisima capacità isolante del calcestruzzo......ma per gli impianti....con una parete ISOFIX di 4 cm per l'interno come fai a murare le scatole di derivazione...rompi il calcestruzzo???

    Vediamo di spiegare come hanno fatto a casa dei miei.....

    Una volta completata la struttura hanno fatto le tramezze, rivestimento con tavelletta interna con interposto polistirene 3 cm + 2 cm di ariaimpianto elettrico, impianto idrosanitario, gettata primo sottofondo....

    ....posa tappeto polistirolo estruso a bozzi per la tubazione a pavimento....tubo a pavimento...rete elettrosaldata...gettata sottofondo con additivo per aumento conducibilità termica....posa piastrelle con colla e stucchi adatti....

    In questo modo nessuno dei due sottofondi è a contatto con la muratura portante ma solo con la tavelletta....

    Nel tuo caso sarebbe a contatto con la parete interna ISOFIX...che è a contatto con il cemento....che è a contatto con la parte esterna ISOFIX ...GIUSTO???

    Di consegueza il sottofondo è a contatto con la muratura portante....

    Che spessore ha la tua muratura????

    Ciao

  • clover77
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 29 Dicembre 2005, alle ore 23:48
    Ho verificato il sito della rotex, ed ho capito xchè la temperatura nei tubi è cosi alta:
    il sistema è studiato per poter usare un sistema misto <. termosifoni + riscaldamento terra.
    l'acqua è a 55/60°C che è l'ottimo per i termo, mentre i tubi dell'impianto a paviento hanno una intercapedine di aria tutto attorno e quindi non tutto il calore viene trasmesso al pavimento, ma solamente quei 25/30°C che servono.
    da quel che ne capisco, il vantaggio è che con il sistema rotex70 puoi utilizzare anche una caldaia tradizonale non a condensazione e che dovrebbe essere l'ideale per un sistema misto.

    ATTENZIONE che il top per i sistemi misti sono le caldaie a condensazione con tre circuiti separati: uno per i caloriferi (55/60) , uno per il pavimento (25-30) e uno per l'acqua sanitaria.
    vedi caldaia wiessman.
    chiaramente i costi si impennano, ma piuttosto che fare compromessi.....

    Ok OK allora...è sempre il solito discorso....dov'è il risparmio????

    Perché produrre acqua a 60 °C per utilizzarne 30 °C....per fare un sistema misto??? E dove mettiamo i termosifoni a bassa temperatura?

    Il vantaggio del sistema a pavimento è che è a bassa temperatura perché sfrutta una superficie molto ampia e la fisica del calore che sale....
    Se uso un termosifone dimensionato per 30 °C avrò lo stesso risultato spendendo comunque meno....grantisco perché a casa mia è così....e comunque fa più caldo da mia nonna con i termosifoni che in casa dei miei con il paviemento.....stessa caldaia stessa acqua.....due impianti differenti....certo...che i termosifoni sono una bella sleppa....

    La scelta che i miei genitori hanno fatto è stata esclusivamente per un discorso di risparmio in termi di impiano a paviamento anche al piano inferiore dove "tanto c'è la nonna"...BASTARDI......

    In altri casi l'idea di un sistema misto come dici credo che debba essere ben valutato in base alle reali esigenze...non solo e non certo economiche ma funzionali....

    Per l'acqua sanitaria....metto un bollitore..comunque indispensabile e l'acqua viene scaldata dalla stessa caldaia che passa dalla modalità riscaldamenta a quella sanitaria per il tempo necessario a portare in temperatura la botte.....120 litri in poco più di 10 minuti.....da temperatura di rete media stagione...saranno circa 10 °C a 45 °C...

    Se poi uno vuole la caldaia istantanea...non si merita il riscaldamento a pavimento.....

    Ciao

  • fedba
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 30 Dicembre 2005, alle ore 14:34
    Mi sa che mi sorgono molti, anzi troppi dubbi.
    Comunque nella mai casa le pareti esterne sono di 30 cm di cui 8 (4 int e 4 est) di isolante e dentro cemento armato.
    Ponti termici non doverbbero essercene (non sono messi con la malta ma appoggiati o incollati) però le solette sono fatte in modo tradizionale.
    Per quanto riguarda il massetto dovrebbe appoggiare sull'isolante ma teoricamente non dovrebbe essereci o solo in minima parte passaggio di calore alla struttura portante almeno credo, altrimenti che isolamento è?
    Va be staremo a vedere
    ciao

  • coguaro6
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 6 Gennaio 2006, alle ore 00:38
    Hei fedba , ti lancio un idea:
    perché al piano inferiore non metti un bel camino (che belli anche i momenti intimi) e i restanti piani fai un riscaldamento a pavimento come si deve (fai riferimento a quello che dice clover).
    a mia esperienza mi dice che i compromessi sono le cose piu sbagliate: o uno , o l'altro!!!!

  • fedba
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 6 Gennaio 2006, alle ore 13:21
    Ormai ho fatto tutto deve solo montare i pannelli, mi consola il fatto che ho parlato con uno che ha fatto lo stesso impianto ed è contento, inoltre ho fatto prendere informazioni ad amici tedeschi su questo sistema ed in germania sembra sia abbastanza utilizzato.
    Speriamo che il camino o la stufa a pellet non la debba mettere davvero perché l'impianto non scalda a sufficienza, tornando indietro forse avrei fatto diversamente ma adesso sono in ballo e devo ballare.
    ciao

  • coguaro6
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 9 Gennaio 2006, alle ore 12:21
    Capisco.
    a questo punto : in bocca al lupo
    ciao

  • cristiano campolucci
    0
    Ricerca discussioni per utente Clover77
    Giovedì 23 Febbraio 2023, alle ore 08:34
    Mi hanno fatto un preventivo di impianto di riscaldamento a pavimento con una caldaia REMEHA. cè qualcuno che la sta utilizzando????

    Mai sentita.

    Per impianti a pavimento controlla www.rdz.it i miei genitori si sono fatti l'impianto a pavimento della rdz ed è fantastico. Uno dei migliori soprattutto dal punto di vista della progettazzione e serietà dei consulenti di zona. Almeno trai tanti che hanno sentito so per certo che se hanno scelto questo è perché aveva qualche cosa in più. Poi mio parde è un tecnico elettrotermodinamico percui non credo si sia fatto fottere!!!

    Ricorda solo che la caldaia deve produrre acqua a 36°C e non oltre. Alcuni la fanno prdurre a 50/60/70 °C e poi la vanno a miscelare con quella fredda....e allora addio risparmio. Controlla che sia a condensazione e che il sitema di scarico fumi e condensa sia ben fatto.

    Controlla che ci sia lo spazio in più dato la soletta più alta, ricorda che l'elettricista deve far passare i tubi prima di quelli del riscaldamento.

    Controlla la posa delle piastrelle, che siano staccate dai bordi e tagliate sulla soglia di ogni porta.

    Ricorda che nei bagni devi integrare un termosifone.


    Ciao
    REMEHA TZERRA CALDAIA A CONDENSAZIONE, FATE MOLTA ATTENZIONE !!!
    Buon giorno, vorrei condiviere la mia esperenza così che ognuno possa fare le dovute considerazioni.
    Quattro anni fà ho installato questa caldaia Remeha tzerra da 24kw per un appartamento ristrutturato con impianto di riscaldamento a pavimento, installai questa caldaia su consiglio dell'idraulico che conosco e quindi mi sono fidato pur non conoscendo il marchio, a distanza di 4 anni la caldaia va in blocco in quanto erano due anni che non veniva manutentata dall'installatore per il fatto che tra me e la ditta installatrice è nato un contensioso per una fattura e per la quale è stato avviato un decreto ingiuntivo per la somma di mille euro che in questo mese avrei dovuto affrontare dal giudice di pace, nel frattempo la caldaia i primi di febbraio va in blocco lasciando me e la mia famiglia senza riscaldamento e acqua calda sicché chiamo la ditta installatrice per venire a sbloccare la caldaia ma la risposta naturalmente è "paga quello che devi e veniamo subito!", chiaramente la mia risposta è stata che per quella cifra sarà il giudice di pace a decidere e che nel frattempo doveva manutentare la caldaia cosa che invece ha rifiutato. Il giorno stesso chiamo l'azienda REVIS S.R.L. distributori per l'italia di questo prodotto e chiedo di ricevere assistenza su tale caldaia, ma con mia grande sorpresa inizia un rimbalzo di telefonate e responsabilità che non finisce più nello specifico all'inizio mi mettono in contatto con l'agente di zona che non riuscendo a fornire assistenza mi rimanda all'azienda la quale dopo diverse telefonate non è a tutt'oggi riuscita a risolvere il problema che in pratica sta nel fatto che loro sulla caldaia danno l'esclusiva di manutenzione alla ditta installatrice e di conseguenza nessun altro può toccare la caldaia e a nulla è servito l'intervento di un'altro idraulico anche perché nessuno conosce questo modello che per sbloccare necessita di una chiave che interagisce con la centralina e che chiaramente viene rilasciata solo agli installatori. Sicchè dopo una settimana all'agghiaccio parlando con il commerciale della ditta Revis gli dico che non è possibile che su un bene di mia proprietà diano l'esclusiva ad altri ( alla faccia dell'antitrust ) inoltre avendo spiegato la mia situazione chiedo intervento da parte loro per risolvere tale problema che oltre a causare disagio è un obbligo di legge manutentare la caldaia per un discorso di sicurezza e che quindi va fatta rischio multe fino a 3000 euro. Di fatto dopo 10gg con i due bambini a letto per tosse e febbre e per i quali ho dovuto iniziare una cura antibiotica mi sono arreso e ho pagato alla ditta installatrice l'importo di mille euro conteso annullando così la sentenza e facendoli intervenire l'indomani. Ora sappiate che se installate tale caldaia potete chiamare solo chi la installa per fare le dovute manutenzioni di conseguenza dovrete sottostare alle sue condizioni e prezzi senza darvi possibilità di scelta, ma la cosa peggiore è che al di fuori del vostro istallatore di fiducia dietro ci sta un'azienda totalmente incapace di tutelare il cliente perché per loro il cliente principale non è chi usa la caldaia ma chi la installa. Chiaramente alla prima occasione cambierò tale caldaia e metterò fine a tali arroganze, sopprusi e apatie.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img pier23
Buongiorno,ho un quesito da porvi .Ho un immobile formato da 2 piani riscaldati con caldaia a condensazione. Al secondo ed ultimo piano vorrei eliminare il riscaldamento...
pier23 04 Giugno 2024 ore 15:17 1
Img niodeipoveri
Buongiorno,spiego in breve, abbiamo ristrutturato uno stabile, dopo due anni dalla fine dei lavori al momento della verifica della caldaia, la ditta ha fatto presente che non...
niodeipoveri 22 Maggio 2024 ore 15:20 2
Img lucas2
Salve,nel 2022 ho sostituito la caldaia "tradizionale" con una a condensazione e nel 2023 ho usufruito per 8000 euro (tetto max 2023) del bonus mobili.Se oggi (2024) cambio il...
lucas2 29 Aprile 2024 ore 19:32 2
Img enricoruggi
Buongiorno, ho una vecchia caldaia Vaillant a metano e presenta dei problemi come il blocco almeno 3 o 4 volte al giorno, allo spegnimento termosifoni tramite termostato esterno...
enricoruggi 29 Marzo 2024 ore 16:38 1
Img fabiuzzo76
Salve a tutti, riassumo quello che mi è successo:Nel giugno 2021 ho rifatto il bagno e cambiato caldaia, adesso ho macchie di umidità in camera e anche le persone...
fabiuzzo76 15 Gennaio 2024 ore 13:25 2
Notizie che trattano Caldaia remeha che potrebbero interessarti


Antigelo e gas caldaia

Impianti di riscaldamento - Le comuni caldaie da appartamento necessitano di funzioni e prodotti specifici per evitare che le temperature più rigide ne compromettano le prestazioni.

Dimensionamento radiatori e caldaia

Impianti di riscaldamento - Raccogliendo informazioni sugli ambienti e sul tipo di radiatori da utilizzare è possibile stimare il numero di elementi necessari e scegliere anche la caldaia.

Incentivi fino al 100% per la sostituzione di vecchi camini, stufe e caldaie

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Bando della Regione Emilia Romagna per incentivi sino al 100% del costo per la sostituzione di vecchi sistemi di riscaldamento con nuovi ed efficienti dispositivi

Manutenzione periodica della caldaia con IVA al 10%

Impianti di riscaldamento - La manutenzione periodica (annuale) delle caldaie e degli impianti di riscaldamento sia ad uso esclusivo o condominiale viene assoggettata all'IVA agevolata al 10%.

Caldaia in blocco: cause e soluzioni possibili

Impianti idraulici - Ritrovarsi all'improvviso con la caldaia in blocco è un problema che non si augura a nessuno: ecco quali sono le cause e le possibili soluzioni da adottare.

Funzionamento caldaia

Impianti di riscaldamento - Conoscere i componenti fondamentali di una caldaia ed il suo funzionamento di base può essere di supporto per un corretto utilizzo per prevenire malfunzionamenti.

Come e dove installare la caldaia

Impianti di riscaldamento - Installare una caldaia richiede attenzione a vari aspetti per assicurarne l'efficienza; il luogo d'installazione deve garantire la sua funzionalità e sicurezza.

Come scegliere il sistema di riscaldamento giusto per casa

Impianti di riscaldamento - Scegliere il sistema di riscaldamento ideale per la propria casa è una decisione importante che può influenzare il comfort abitativo e l'efficienza energetica

Temperatura Fumo Caldaia

Impianti di riscaldamento - Il sistema di scarico dei fumi delle caldaie costituisce parte integrante dell'impianto gas e richiede una specifica progettazione per potenze superiori ai 35 kW.
346.966 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI