Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Collegamento appartamento mansarda, ed il catasto?


Doctorwho
login
01 Febbraio 2011 ore 16:34 8
Circa 3 mesi fà ho collegato l'appartamento alla mansarda operando un foro nel solaio e facendo una scala.

Dia, progetto ingegnere depositato, delibera condominiale.

Nel catasto l'appartamento e la mansarda erano già classificati come unica unità immobiliare, mi chiedo se è necessario aggiornare qualcosa, per esempio le piantine che non riportano il disegno del foro...
  • stafflavorincasa
    Stafflavorincasa Ricerca discussioni per utente
    Martedì 1 Febbraio 2011, alle ore 19:13
    Se non vi sono aumenti di superficie o di cubatura non ci sono particolari imposte da pagare.

    La variazione catastale è comunque sempre auspicabile, in futuro, in caso di vendita del bene, potrebbe essere richiesta dal nuovo acquirente.
    rispondi citando
  • doctorwho
    Doctorwho Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 2 Febbraio 2011, alle ore 08:18
    C'è un termine temporale per presentare questa variazione catastale, per esempio dal momento della presentazione della DIA?

    Grazie.
    rispondi citando
  • stafflavorincasa
    Stafflavorincasa Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 2 Febbraio 2011, alle ore 19:01
    Se ti preme regolarizzare l'immobile, allora la variazione la farai alla fine dei lavori, puoi anche lasciare tutto come sta, diventerà indispensabile però quando dovrai rivendere l'immobile.
    rispondi citando
  • lollolalla
    Lollolalla Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 7 Febbraio 2011, alle ore 10:09
    Devi farla entro 30 giorni dalla fine lavori.
    rispondi citando
  • doctorwho
    Doctorwho Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 11 Febbraio 2011, alle ore 09:50
    Oramai i 30 giorni dalla fine dei lavori sono belli che trascorsi...

    Il fatto è che mi sono sentito chiedere 800 euro di parcella dal mio geometra per effettuare un aggiornamento catastale, attinente a nessun aumento di superfice o volumetria visto che, di fatto, è stato aperto solo un foro nel solaio.

    Vi pare un costo onesto?

    Per ora vi ringrazio e capisco del resto che è difficile dare giudizi su un forum senza neppure poter visionare un documento.
    rispondi citando
  • stafflavorincasa
    Stafflavorincasa Ricerca discussioni per utente
    Sabato 12 Febbraio 2011, alle ore 17:43
    Le pratiche catastali ora si fanno solo "online", il professionista esegue le variazioni tramite computer, sempre che ne sia abilitato.

    Per simile variazione la richiesta appare sopra la media.

    Prova a chiedere ad un altro professionista della zona.
    rispondi citando
  • doctorwho
    Doctorwho Ricerca discussioni per utente
    Martedì 15 Febbraio 2011, alle ore 07:43
    Mi scuso nuovamente con i moderatori del forum per la mia insistenza nel porre domande su questo argomento.

    Capisco che esprimere un giudizio su argomenti in un forum, per di più senza piantine da osservare è estremamente difficile.

    Leggo or ora la circolare n 2 del 2010, dl 78 2010, nel quale si riferische che in caso di ristrutturazione l'obbligo alla variazione catastale sussiste in caso di "" variazione sullo stato, consistenza, attribuzione della classe catastale."""

    Mi chiedo se l'unire 2 appartamenti, uno abitabile l'altro no, gia accatastati come unica unità immobiliare comporta una variazione di rendita, senza auento del numero delle stanze o aumento della superfice calpestabile....


    La mia insistenza è dovuta al fatto che, si ha sempre il sospetto, che un libero professionista pur di non assumersi responsabilità che comunque sono tipiche della professione che svolge, può sempre mandare avanti una pratica visto che le spese sono a carico del cliente....
    rispondi citando
  • lollolalla
    Lollolalla Ricerca discussioni per utente
    Martedì 15 Febbraio 2011, alle ore 12:43
    Questa circolare è stata fatta per evitare che si facciano variazioni catastali per stupidaggini in caso di vendita dell'immobile. Comunque, ti assicuro che nessun notaio rispetta questa circolare, e soprattutto non è rispettata dai periti per il mutuo. Inoltre nella stessa circolare viene detto che il catasto accetta anche variazioni catastali minime. Sai perché dice questo? Semplicemente perché la legge dice che la variazione catastale è obbligatoria e tu nella pratica Scia o Dia ti sei impegnato a farla. Inoltre la circolare dell'AdT non è legge. Secondo me il prezzo che ti è stato chiesto è un po' alto. Se chiedi altri preventivi dovresti trovare sui 400/500 euro più ovviamente 50 euro di diritti catastali.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img luma18
Buon giorno, chiedo consulenza a questo proposito. Abitavo (perché ora la mia casa è in vendita) in un appartamento composto da 4 unità abitative...
luma18 17 Marzo 2020 ore 13:33 8
Img marchetto93
Buongiorno, ho comprato casa da poco più di 3 mesi (una casa con poco più di 10 anni già precedentemente abitata) e la scorsa settimana alle prime pioggia...
marchetto93 11 Marzo 2020 ore 21:53 11
Img nastia2020
Buonasera! Ho due vicini, una al primo piano uno al piano terra.la vicina del primo piano non vuole ripiastrellare e isolare la terrazza in comune fuori dalla casa, circa 60mq...
nastia2020 02 Marzo 2020 ore 18:18 5
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 7
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
REGISTRATI COME UTENTE
317.533 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE