Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2015-05-25 10:57:37

Certificazione di idoneità statica


Buongiorno.
A ottobre 2014 è stato approvato il nuovo regolamento edilizio di Milano.
In base alla disposizione che introduce l'obbligatorietá della certificazione di idoneità statica per gli edifici con più di 50anni, quali sono gli adempimenti?
Grazie
  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 25 Maggio 2015, alle ore 08:48
    Buongiorno,
    immagino che lei si riferisca all'articolo 11 comma 6, che appunto parla genericamente di "verifica di idoneità statica".
    Intanto, una premessa fondamentale: il Regolamento Edilizio di Milano precisa che questa verifica deve essere condotta secondo le leggi e le prescrizioni in uso all'epoca del collaudo e/o della costruzione.
    Questo è corretto, in quanto non si può pensare che un edificio costruito ad esempio 50 anni fa sia conforme ai metodi di calcolo e alle prescrizioni attuali.
    Inoltre, è ovvio che la verifica di idoneità statica va affidata a un tecnico abilitato alla progettazione strutturale, e cioè un architetto o un ingegnere (i geometri sono infatti esclusi dalla progettazione strutturale).
    Ciò premesso, i punti fondamentali sono:
    - La verifica di idoneità dovrebbe consistere di una relazione tecnica in cui il tecnico incaricato descriva minuziosamente: l'epoca di costruzione dell'edificio; i sistemi costruttivi; i metodi di calcolo (se noti); nel caso di edifici di cemento armato i dettagli costruttivi dei ferri (se si sono ritrovati i disegni di progetto); gli elementi che potrebbero non essere idonei dal punto di vista statico; tutti i difetti evidenti come lesioni, porzioni di ferri corrosi e/o scoperti, eccetera; i carichi a cui è sottoposto l'edificio (in base all'analisi dei carichi accidentali e permanenti); e ovviamente i metodi di calcolo e verifica utilizzati per svolgere la verifica di idoneità.
    - In alcuni Comuni (ad esempio Torino), per la certificazione di idoneità statica è necessario servirsi di un apposito modulo scaricabile dal sito internet istituzionale del Comune. E' quindi necessario che il tecnico incaricato verifichi anche questo elemento e si attenga scrupolosamente all'iter burocratico previsto.
    - Dal punto di vista pratico, è possibile fare riferimento all'ottima guida appositamente predisposta (per i tecnici) dall'Ordine degli Ingegneri di Trento.

  • maryquant
    Maryquant Ricerca discussioni per utente Arch-ily
    Lunedì 25 Maggio 2015, alle ore 09:33
    Buongiorno,
    immagino che lei si riferisca all'articolo 11 comma 6, che appunto parla genericamente di "verifica di idoneità statica".
    Intanto, una premessa fondamentale: il Regolamento Edilizio di Milano precisa che questa verifica deve essere condotta secondo le leggi e le prescrizioni in uso all'epoca del collaudo e/o della costruzione.
    Questo è corretto, in quanto non si può pensare che un edificio costruito ad esempio 50 anni fa sia conforme ai metodi di calcolo e alle prescrizioni attuali.
    Inoltre, è ovvio che la verifica di idoneità statica va affidata a un tecnico abilitato alla progettazione strutturale, e cioè un architetto o un ingegnere (i geometri sono infatti esclusi dalla progettazione strutturale).
    Ciò premesso, i punti fondamentali sono:
    - La verifica di idoneità dovrebbe consistere di una relazione tecnica in cui il tecnico incaricato descriva minuziosamente: l'epoca di costruzione dell'edificio; i sistemi costruttivi; i metodi di calcolo (se noti); nel caso di edifici di cemento armato i dettagli costruttivi dei ferri (se si sono ritrovati i disegni di progetto); gli elementi che potrebbero non essere idonei dal punto di vista statico; tutti i difetti evidenti come lesioni, porzioni di ferri corrosi e/o scoperti, eccetera; i carichi a cui è sottoposto l'edificio (in base all'analisi dei carichi accidentali e permanenti); e ovviamente i metodi di calcolo e verifica utilizzati per svolgere la verifica di idoneità.
    - In alcuni Comuni (ad esempio Torino), per la certificazione di idoneità statica è necessario servirsi di un apposito modulo scaricabile dal sito internet istituzionale del Comune. E' quindi necessario che il tecnico incaricato verifichi anche questo elemento e si attenga scrupolosamente all'iter burocratico previsto.
    - Dal punto di vista pratico, è possibile fare riferimento all'ottima guida appositamente predisposta (per i tecnici) dall'Ordine degli Ingegneri di Trento.
    Grazie, scaricherò subito la guida: Vorrei approfittare per un'ulteriore domanda: al comma 6 si parla di un arco temporale per la verifica di 5 anni dall'approvazione del regolamento stesso. E' corretto?

  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 25 Maggio 2015, alle ore 10:57
    Sono cinque anni per gli edifici senza certificato di collaudo statico, e 10 anni per gli edifici con certificato di collaudo statico.

Notizie che trattano Certificazione di idoneità statica che potrebbero interessarti


Guida al CIS, il Certificato di Idoneità Immobiliare

Leggi e Normative Tecniche - Il Certificato di Idoneità Statica è uno strumento per la salvaguardia di cittadini e patrimonio edilizio esistente: per il Comune di Milano è già obbligatorio.

Nuove regole certificazione energetica

Normative - Con il Decreto Rinnovabili sono stati introdotti due nuovi commi al D. Lgs 192/05 che mutano le disposizioni sulla certificazione energetica.

FSC-Forest Steward Council

Bioedilizia - La sempre maggior attenzione per l'ambiente ci conduce a un consumo responsabile. FSC è un marchio da tenere d'occhio per riconoscere materiali amici dell'ambiente

Certificazione energetica per immobili in locazione

Leggi e Normative Tecniche - Dal primo luglio 2010 è diventata obbligatoria la certificazione energetica anche per le case in affitto.

Il ministro Delrio propone l'obbligo del certificato di staticità per i fabbricati

Leggi e Normative Tecniche - Il ministro Delrio propone d'inserire nei contratti d'affitto e compravendita immobili la certificazione statica obbligatoria a partire dalla Legge di Stabilità

Abrogato obbligo certificazione energetica

Condominio - Continuano i colpi di spugna dell?attuale esecutivo nei confronti delle normative emanate dallo scorso governo per il settore casa.Dopo l?abrogazione

Certificazione energetica Beauclimat

Leggi e Normative Tecniche - In Valle d'Aosta, da qualche mese c'è un nuovo tipo di certificazione energetica degli edifici, con una facile gestione tutta on line, grazie al sito della Regione.

Nuova certificazione per edifici green

Progettazione - Dagli Usa arriva Net Zero, una rigorosa etichetta per certificare edifici altamente performanti e ad impatto zero.

Sistema Casa Qualita'

Normative - Approvato l'8 giugno dalla Camera dei Deputati il Disegno di Legge che introduce un sistema di classificazione di qualita'  per l'edilizia residenziale.
REGISTRATI COME UTENTE
339.491 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//