Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2019-12-25 11:09:00

Rete pc


Stefan
login
05 Gennaio 2007 ore 23:08 21
Come è meglio organizzare una rete telefonica e PC in un nuovo impianto ?
  • clmplg
    Clmplg Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 5 Gennaio 2007, alle ore 23:37
    Canaline separate per le 3 reti: fonia, antenna ed impianto elettrico se vuoi evitare potenziali problemi.
    La rete del pc la puoi fare o aggiungendo un corrugato dedicato solo a lei o usando il corrugato del telefono o dell'antenna ma comunque anche se dovessi usare i corrugati della rete elettrica non dovresti avere problemi .
    Personalmente li ho fatti passare nel corrugato della tv, a parte il computer dei bambini che l'ho messo temporaneamente in salotto finchè sono piccoli così posso controllarli quando navigano in internet ; dato che non avevo previsto di metterlo in quel punto, ho usato una canalina della presa elettrica.
    Se però uno non vuole o non può aggiungere corrugati, ho sentito che c'è il sistema di far passare i dati usando la rete elettrica della casa con un particolare sistema, tantè che l'enel potrebbe essere un potenziale concorrente della telecom...
    Ciao Stefan

  • emanet
    Emanet Ricerca discussioni per utente
    Sabato 6 Gennaio 2007, alle ore 07:28
    Poi cerca di organizzarti in questo modo:
    Per il Pc inevitabilemnte se vuoi crearti una LAN devi mettere un HUB dove convergeranno tutti i punti rete , chiaramente già che ci sei lo metterai vicino a dove ti arriverà la rete telecom cosi da poterci connettere l'ADSL.
    Quindi in poche parole ogni presa telefono e ogni presa PC della casa dovranno convergere in un punto (in genere la stanza dei servizi) dove ci metterai un HUB modem per distribuire internet in tutta casa e un centralino telefonico.
    Ti consiglio di far convergere tutte le prese in una scatola speciale da 21 moduli, questo perché dovrai per esempio arrivare con tutte femmine, ovvero da una presa tel di una stanza arriverai nella scatola a 21 moduli e li ci metterai un'altra presa femmina del tel , poi per connetterla al centralino ti farai uno spezzoncino di cavo con una presa maschio e quello che ti serve per connetterti al centralino.
    Già che ci sei ti consiglio anche di prevedere un voip gateway cosi da connettere l'uscita del centralino (che io ho comperato su ebay per 140 euro va che è uno spettacolo) all'ingresso del voip, cosi da chiamare a tariffe bassissime ai cel e gratis a tutti i tel d'italia !!!!!!

  • stefan
    Stefan Ricerca discussioni per utente
    Sabato 6 Gennaio 2007, alle ore 08:51
    Grazie per le risposte, non ho nessun problema ad aggiungere corrugati. La casa, a forza di demolire, è all'interno praticamente allo stato grezzo, quindi sul pavimento vado tranquillo, corrugati separati per TV, impianto elettrico e telefono. Io pensavo di prevedere un corrugato dove infilare due cavi di rete, uno utilizzato per il telefono classico e un altro per una rete PC (l'ADSL per adesso non arriva).
    Non sono molto esperto di come funziona una rete telefonica, adesso ho visto che le prese non sono altro che dei paralleli fra loro.
    A cosa serve un centralino telefonico ?
    x emanet, non ho capito tutto il discorso sulla scatola speciale da 21 moduli, hai per caso un link o uno schemino che mi aiuti ? Questa conterrà tutto ? centralino e spazio per il voip ?

    Saluti

  • emanet
    Emanet Ricerca discussioni per utente
    Sabato 6 Gennaio 2007, alle ore 09:42
    Andiamo per ordine:
    se vuoi mettere in casa più di una postazione per il tel come le colleghi??? con un centralino !!! ovvero quello che come succede negli uffici "distribuisce" le telefonate nelle varie zone. In poche parole la telefonata ariiva fa squillare tutti i telefoni, tu per esempio rispondi in cucina e vogliono una persona che stà al piano di sopra, quindi lo metti in attesa (con la musichina) chiami l'interno al piano di sopra e gli passi la telefonata.
    Questo in sintesi è quello che fa un centralino, poi funziona anche come citofono perché ci si può chiamare fra interni.
    Con questa foto spero di aiutarti:
    quello in alto è il centralino telefonico, quello rosso è il voip gateway e sotto io c'ho messo una scatolo solo da 7 moduli, se ne avevo una + grossa avrei potuto gestire meglio tutte le prese di rete del PC e del tel che ci ho fatto arrivare da tutta casa.


    http://img206.imageshack.us/img206/9839/img1007az3.jpg

  • stefan
    Stefan Ricerca discussioni per utente
    Sabato 6 Gennaio 2007, alle ore 14:03
    OK ho capito, puoi mettere più postazioni telefoniche semplicemene collegandole in parallelo, chiaramente senza avere la selettività e i servizi di un centralino (adesso sono messe così).
    La scatola da 7 moduli sono dei plug RJ, mi sembra ?
    In questa scatola arrivano tutti i cavi di rete e telefonici della casa e poi da qui li colleghi o al centralino o dove vuoi tu, giusto ?
    Come funziona un voip gateway ?
    a cosa lo devo collegare ? ovvero che predisposizione devo prevedere ?

    Comincio ad avere le idee più chiare...forse....

  • emanet
    Emanet Ricerca discussioni per utente
    Sabato 6 Gennaio 2007, alle ore 20:33
    Con il centralino hai molti + servizi, pui per esempio collegarlo al citofono del cancello cosi quando ti suonano puoi parlare e aprire da qualsiasi telefonodi casa, puoi decidere di far suonare alcuni interni e altri no, insomma hai una quantità di opzioni in + di mettere i telefono in parallelo.
    Per telefonare via VOIP chiaramenti devi avere una ADSL flat ovvero quelle che paghi solo il mensile e puoi stare attivato quanto vuoi.
    Quella scatolina (voip gateway) in pratica ti permettere di connettere una qualsiasia apparecchiatura analogica (es. telefoni, cordles , fax, centralini ecc ecc) e utilizzarli normalmente però chiamando via VOIP quindi escludendo la linea voce di Telecom.
    La predisposizione è avere il centralino o la linea telefonica , e la linea entrante telecom nei paraggi.
    Esatto sono plug Rj poi una volte che li hai tutti decidi se mettere il centralino collegarli in parallelo ecc ecc.

  • stefan
    Stefan Ricerca discussioni per utente
    Sabato 6 Gennaio 2007, alle ore 22:19
    Thanks !!

  • waletita
    Waletita Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 8 Gennaio 2007, alle ore 09:32
    Scusate l' ignoranza ma un cordless e un impianto wi fi o wireless per il pc non
    eviterebbero tanti casini e costi ?
    ciao

  • emanet
    Emanet Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 8 Gennaio 2007, alle ore 10:12
    Scusate l' ignoranza ma un cordless e un impianto wi fi o wireless per il pc non
    eviterebbero tanti casini e costi ?
    ciao

    si certo anche l'allarme esiste senza fili......
    ma ...secondo me se uno è in fase di ristrutturazione è BENE passare tutto sotto traccia......per tanti motivi......... e non per ultimo il fatto che tutti gli apparecchi senza filo producono onde magnetiche......saranno di bassa potenza......di alta frequenza comunque sono sempre onde elettromagnetiche.......

  • pietris
    Pietris Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 8 Gennaio 2007, alle ore 10:43
    Scusate l' ignoranza ma un cordless e un impianto wi fi o wireless per il pc non
    eviterebbero tanti casini e costi ?
    ciao

    Dipende da cosa s'intende realizzare.
    Per quanto mi riguarda, io ho seguito l'esempio di emanet, tutto cablato!
    Tv, fonia e dati, oltre ai cavi elettrici.
    Essendo una nuova costruzione ho preferito limitare al minimo inquinamenti elettromagnetici.
    Via cavo vorrei realizzare, impianto tv sat multi punto (+tv diverse programmazioni contemporaneamente), impianto di allarme, rete lan, videosorveglianza (da decidere se sul lan), server per distribuire video in HD su lan (in fase di studio), oltre i km di corrugato passati per cablare la stanza home cinema .
    Vedendo l'esempio di emanet (foto) è molto simile a quanto ho da realizzare, complimenti emanet, se hai "costruito" tutto da solo c'è solo da ammirare tanta buona volontà, intelligenza e manualità!
    Bravo.

    Ciao

  • emanet
    Emanet Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 8 Gennaio 2007, alle ore 10:47
    Grazie !... si tutto da solo progettazione , realizzazione, e pure il cablaggio !!!!
    chiaro che ancora non ho finito.....devo ancora realizzare la videosorveglianza e completare il sistema di allarme.....piano piano...ci arrivo anche io !!!!

  • pietris
    Pietris Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 8 Gennaio 2007, alle ore 10:55
    Emanet, sulla videosorveglianza, come sei messo?

    Ho predisposto i corrugati e studiato qualcosa, già ho qualche esperienza a casa dei miei .
    Sono molto indeciso se su un sistema su lan, con tutti i vantaggi che esso ha, oppure un tradizionale analogico, basato su un videoregistratore stand alone dedicato, con 8 ingressi, distribuibili, poi con un miscelatore, in tutto l'impianto antenna di casa per vedere da qualsiasi apparecchio TV di casa cosa succede in qualsiasi momento.

    Sono due alternative con pregi e difetti, io che non ho tempo, e che non ho trovato molti tecnici di fiducia in zona, sono quasi propenso alla soluzione analogica. Pochi interventi di manutenzione, facilità di installazione .

    Ciao

  • emanet
    Emanet Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 8 Gennaio 2007, alle ore 11:05
    Io non sono un'esperto sul campo ma la penso come te, pensavo di mettere gruppi di 4 telecamere che arrivano ad un quad il quale viene rimesso nell'antenna della tv.
    L'unico problema che ho pensato è "quando si accendono??? sempre 24H su 24H ????" secondo me si dovrebbero accendere all'occorrenza....
    Quindi ho pensato di fare cosi:
    mettere un temporizzatore che se settato su 10 minuti, il quale da corrente (12V) a tutte le telecamere e illuminatori a infrarosso.
    Il temporizzatore verrà azionato da :
    ilcancello e il campanello di casa, il centralino telefonico per esempio con la pressione di una serie di tasti es:#31 oppure con dei pulsanti sparsi per casa, oppure per esempio all'azionamento dell'allarme.
    Cos' facendo avrò per 10 minuti le telecamere accese solo quando mi serve evitando usura o cose del genere.
    Per la sorveglianza su IP.....anche io l'avevo presa in considerazione ma per farla funzionare necessita di un server acceso 24H su 24 !!!!!
    P.S. per tutta questa roba guarda su ebay, si trova a prezzi ridicoli !!!!!!!

  • tano730
    Tano730 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 8 Gennaio 2007, alle ore 11:07
    Scusate se mi intrometto.

    Ha la possibilità di realizzare un impianto integrato (allarme, Lan e telefonia). Per quanto riguarda il cablaggio ti consiglio di utilizzare cai UTP cat. 5 a 4 coppie non schermato. Con un unico cavo realizzi fonia e dati. Inoltre fai convergere tutti i corrugati in un unico punto (cabinet) dove potrai mettere dei patch panel dove crimpi i cavi della rete. Allo stesso cabinet fai arrivare la linea telefonica e la linea ADSL. quindi con delle patch cord realizzi le connessioni. Onoltre, se fai confluire tutto nel cabinet, potresti realizzare un impianto di allarme che ti permette di monitorare l'alloggio via internet quando sei fuoir casa. Basta inseire delle web cam e lasciare un PC acceso.

    Fondamentalmente devi realizzare un cablaggio strutturao di piano.

    Se posso esserti di aiuto non esitare a contattarmi.

  • eliodeo
    Eliodeo Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 8 Gennaio 2007, alle ore 15:23



    Fondamentalmente devi realizzare un cablaggio strutturao di piano.

    Se posso esserti di aiuto non esitare a contattarmi.

    Si a me piacerebbe avere qualche dettaglio in più. Che significa cablaggio strutturato di piano? E come deve essere l'impianto di allarme? devono arrivare anche per questo dei cavi ethernet? Ci dai qualche delucidazione maggiore, per favore?

    E

  • tano730
    Tano730 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 8 Gennaio 2007, alle ore 16:43
    Per cablaggio strutturato si intende realizzare l'impianto secondo uno schema che prevede cablaggio orizzontale e cablaggio verticale nel caso in cui si abbiano più piani.

    Il cablaggio strutturato preve in genere l'utilizzo di cavi che possono essere UTP STP o FTP, dipende dalla schermatura. Si può pensare di utilizzare un singolo cavo UTP a quattro coppie per fare transitare sia fonia che dati. L'importante è che tutti i cavi confluiscano in un unico punto che non è altro che la sala servizi o CED dove viene inserito un armadio, piccolo o grande in funzione delle dimensioni dell'impianto, dove installare degli elementi passivi come i patch panel (su cui occorre crimpare i cavi) ed attivi come per esempio un hub o uno switch per la lan oppure un centralino telefonico (PABX) per la fonia. in più se si vuole realizzare anche l'impianto di allarme, si può installare la centrale nel cabinet oppure al suo fianco in modo da fare i collegamenti opportuni con la linea telefonica o con la linea ADSL qualora si volesse l'integrazione dell'impianto di allarme con la rete IP.

    spero di avere chiarito qualche tuo dubbio.

  • eliodeo
    Eliodeo Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 8 Gennaio 2007, alle ore 17:13
    Per cablaggio strutturato si intende realizzare l'impianto secondo uno schema che prevede cablaggio orizzontale e cablaggio verticale nel caso in cui si abbiano più piani.


    Per aggregare ad ogni piano devo mettere uno switch, giusto? Su una villetta a tre piani qual è il vantaggio rispettere a far confluire tutti i cavi verso un punto unico, quindi con una configurazione a stella?

    Il cablaggio strutturato preve in genere l'utilizzo di cavi che possono essere UTP STP o FTP, dipende dalla schermatura. Si può pensare di utilizzare un singolo cavo UTP a quattro coppie per fare transitare sia fonia che dati.


    Stavo pensando di realizzare una rete Gbit e pertanto mettere dei cavi CAT6 o CAT5e. Faccio una domanda troppo tecnica se ti chiedo se posso farci passare anche la fonia?

    Grazie
    Ciao
    E

  • tano730
    Tano730 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 9 Gennaio 2007, alle ore 10:14
    Nel caso di una villetta, se hai dei pc in ogni piano basta che i cavi li fai confluire alla sala ced. ion genere il cablaggio verticale con relative dorsali viene previsto solo nel caso in cui ogni piano ha una LAN. Nelò tuo caso non devi mettere uno switch in ogni piano ma fare confluire tutti i cavi nell'armadio. Ricordati che uno switch necessita in genere quando il numero di PC è superiore a 8 o 10. Nel tuo caso credo che possa bastare un HUB.

    Per quanto riguarda i cavi ti consiglio un cat.5 ed è ovvio che puoi utilizzarlo anche per la fonia oltre che per i dati.

  • stefan
    Stefan Ricerca discussioni per utente
    Martedì 9 Gennaio 2007, alle ore 20:34
    Quindi per non sbagliare e prevedere future applicazioni, se faccio confluire tutte le derrivazioni in un unico punto (sala servizi) e stendo del buon cavo di rete, non mi precludo giusto ?
    Ma quale cavo è meglio utilizzare ? Plug ?
    Tieni conto che uso un corrugato solo per questo scopo e quindi posso inserire più di un cavo (non si sa mai).
    Ciao e grazie. Stef

  • tano730
    Tano730 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Gennaio 2007, alle ore 08:00
    Puoi utilizzare cavo UTP cat.5 (ditanza massima 100m) con connettori RJ45

  • bioniricka
    Bioniricka Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 25 Dicembre 2019, alle ore 11:09
    Puoi usare qualsiasi buon cavo di rete, inoltre avrai bisogno di un buon pc che puoi acquistare qui.
    https://www.messoanuovo.it/

Notizie che trattano Rete pc che potrebbero interessarti


Reti Powerline

Impianti - La tecnologia PLC permette di creare interessanti alternative alle classiche reti LAN via cavo o wireless utilizzando la rete elettrica casalinga senza alcuna modifica.

Ponteggi esterni: mantovane parasassi e rete di protezione

Restauro edile - Nelle ristrutturazioni dei prospetti, una delle attenzioni maggiori deve essere rivolta alla salvaguardia delle persone e dei mezzi che transitano sulla strada.

Vendere Energia Fotovoltaica

Impianti - Le guide al quarto Conto Energia hanno chiarito e disciplinato le possibilità e modalità di vendita dell'energia elettrica prodotta con i pannelli fotovoltaici.

Energia dal Mare del Nord

Impianti - Sembrava un'utopia, ora e' una realta' progettuale che vedra' coinvolti nove Paesi dell'UE nella realizzazione di una rete elettrica sotto il Mare del Nord.

Bus in casa

Impianti - La progettazione degli impianti tecnologici e l'impiantistica, relativa alle parti termiche, idriche ed elettriche hanno subito una notevole evoluzione negli anni.

Alternativa al ferro

Ristrutturazione - Rete in composito termoindurente e sue caratteristiche.

Censimento Impianti Fotovoltaici

Impianti rinnovabili - Il sistema informatico GAUDI è lo strumento con il quale vengono censiti gli impianti a fonte energetica rinnovabile, inclusi gli impianti fotovoltaici.

Femtocelle: ripetitori domestici per LTE e wifi

Impianti domotici - Una stazione radio base fatta su misura per la propria casa che migliora la gestione del traffico in rete e accelera la convergenza tra telefonia mobile e fissa.

Stop all'attività edilizia se non si attesta il pagamento dei progettisti

Leggi e Normative Tecniche - La Rete delle Professioni Tecniche propone di introdurre con la Manovra 2019 l'obbligo di provare il pagamento del lavoro dei professionisti in ambito edilizio.
REGISTRATI COME UTENTE
328.177 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//