Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Quanto regge un solaio


Bicolele
login
14 Marzo 2006 ore 20:13 11
Ho letto che i solai sono costruiti con capacità di tenuta diverse , vorrei sapere se esiste , per così dire, un minimo garantito in questo senso. Abito in una palazzina costruita a Roma zona Portuense-Forlanini nel 1954 ,ho in casa mobili molto pesanti, come 2 pianoforti a coda, del peso ciascuno di 450Kg, poco distanti da una parete divisoria , lunga 5 mt , che ho spostato di circa un metro per ricavare più spazio in una stanza e mi chiedo se il tutto rientra nella normaltà.
Un mio amico ingegnere mi ha detto che il peso sopportato normalmente è di circa 800 Kg a mq , da quello che leggo nei forum, però , si parla di valori decisamente inferiori.
Comunque non riesco bene a comprendere questo riferimento
perchè il peso, ad esempio di una parete divisoria, non insiste
uniformemente sulla superfice calpestabile !
Qualcuno può aiutarmi a capire
Grazie , un saluto a tutti
Michele
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 15 Marzo 2006, alle ore 08:14
    Ho letto che i solai sono costruiti con capacità di tenuta diverse , vorrei sapere se esiste , per così dire, un minimo garantito in questo senso. Abito in una palazzina costruita a Roma zona Portuense-Forlanini nel 1954 ,ho in casa mobili molto pesanti, come 2 pianoforti a coda, del peso ciascuno di 450Kg, poco distanti da una parete divisoria , lunga 5 mt , che ho spostato di circa un metro per ricavare più spazio in una stanza e mi chiedo se il tutto rientra nella normaltà.
    Un mio amico ingegnere mi ha detto che il peso sopportato normalmente è di circa 800 Kg a mq , da quello che leggo nei forum, però , si parla di valori decisamente inferiori.
    Comunque non riesco bene a comprendere questo riferimento
    perchè il peso, ad esempio di una parete divisoria, non insiste
    uniformemente sulla superfice calpestabile !
    Qualcuno può aiutarmi a capire
    Grazie , un saluto a tutti
    Michele

    Intanto complimenti per i due pianoforti a coda, da musicista amatore non posso che invidiarti e non poco (suppongo tu sia un pianista professionista).
    Venendo al dunque direi che il tuo amico ha azzardato parecchio la sua stima, infatti, non sapendo bene come è strutturata la palazzina, ti posso dire che di norma i carichi che reggono le solette sono sui 400 Kg a mq. Poi certo, questo è il limite minimo, ma senza un'analisi approfondita che fughi ogni dubbio io non caricherei di più. Nonostante tutto starei tranquillo, che i tuoi pianoforti li regge, basta fare un piccolo raffronto tra la superficie di appoggio di un pianoforte a coda (sicuramente superiore a 1 mq) e il suo peso (di poco superiore ai canonici 400 Kg). Il fatto è che per avere maggior sicurezza, quando hai spostato la parete e quindi svolto lavori di ristrutturazione, avresti dovuto far mettere una rete elettrosaldata sulla soletta, di modo da avere un carico distribuito (quello che chiedi alla fine del tuo post, senza questo accorgimento le pareti, ad esempio, svolgono un carico di punta e non distribuito). Se non hai ancora ripavimentato, comunque, sei ancora in tempo a farlo.
    Se hai altri dubbi non esitare a chiedere, perchè su queste cose non si scherza, le problematiche strutturali sono la cosa più delicata. Tieni presente però, che io sono un ing. aerospaziale e non civile, quindi le mie conoscenze nel campo edile sono limitate a poche nozioni.
    rispondi citando
  • bicolele
    Bicolele Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 15 Marzo 2006, alle ore 10:13
    Evidentemente le nostre professioni esercitano un fascino reciproco, complimenti anche a te!
    Purtroppo la parete l'ho realizzata sulla pavimentazione esistente e sulla parte più corta del salone ( circa 5 mt ) va da una lato all'altro, a zig zag in tre segmenti.
    Poichè lungo il tratto vi è una porta e due vetrate , conoscendo il materiale impiegato, la mia stima è che abbia un peso variabile dai 100 ai 180 Kg per metro lineare( fatta eccezione per la parte centrale dove c'è la porta) su uno spessore di 9 cm circa. I due pianoforti
    distano da essa circa un metro e sono distribuiti su 3 mq ciascuno (2mt X1,50)
    Alla luce delle tue preziose informazioni , credo di poter stare tranquillo
    ma, se pensi che debba prendere delle precauzioni , comunque, ti prego di
    farmelo sapere.
    Grazie ancora , se mi dici in quale città sei e mi dovesse capitare di tenerci un concerto, se ti fà piacere, ti invierò un'e-mail di invito
    Michele
    rispondi citando
  • dendro
    Dendro Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 15 Marzo 2006, alle ore 11:28
    Le portate delle solette, in genere, si indicano come "sovraccarico ammesso" inteso come massimo peso sopportabile dalla soletta oltre al peso proprio. In questo sovraccarico occorre anche conteggiare il peso delle pavimentazioni e di ulteriori elementi (pareti, mobili, ...).
    A me risultano, per solette tradizionali da 30 cm con travetti in c.a., sovracarichi ammessi di 350 kg/mq. (tutto compreso: pavimenti, mobili, pareti, persone, ...)

    Poi, a ridosso delle strrutture portanti (vedi travi) il peso ammesso può essere maggiore, viceversa al centro di un salone è minore.

    Devo però confessare che mi occupo di impiantistica non di edilizia: in questi casi, tuttavia, maggiori sono le informazioni, meglio si dorme, e comunque avicinandosi ai valori limite (tipo pianoforti da 450 kg) è oportuno avere il parere di un professionista.

    saluti
    rispondi citando
  • bicolele
    Bicolele Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 15 Marzo 2006, alle ore 12:10
    Grazie
    per le informazioni, mi saranno utili
    Michele
    rispondi citando
  • vincenzovarapodio
    Vincenzovarapodio Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 30 Marzo 2016, alle ore 03:15
    Io ho più o meno lo stesso problema ho acquistato un acquario di 300 litri quindi pieno peserebbe circa sui 300 350kg. La mia soletta puo renderlo?io abito in un Palazzo al 4piano costruito negli anni 60credo

    rispondi citando
  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 30 Marzo 2016, alle ore 09:09
    Buongiorno a tutti.
    Sono un architetto e perciò questi problemi mi riguardano da vicino.
    Allora, per rispondere a Vincenzovarapodio: si, in effetti ti converrebbe - prima di installare l'acquario - chiamare uno strutturista e far valutare bene la soletta. Tuttavia il carico concentrato dipende anche dalle dimensioni dell'acquario. Quanto è grande l'area di base?

    In generale:
    le solette "moderne" sono fatte di due strati:
    - soletta portante vera e propria (travetti + pignatte in laterizio di alleggerimento);
    - uno strato sovrastante di ripartizione con rete elettrosaldata.
    Quindi una seconda rete elettrosaldata di solito non è necessaria.
    Tuttavia, un edificio del 1954 (guerra finita da poco) in effetti potrebbe essere stato costruito con economia di mezzi, e perciò sarebbe consigliabile l'esame della soletta da uno strutturista.

    Comunque, tutti noi abbiamo in casa carichi concentrati analoghia un pianoforte: sono le librerie, magari stracariche di libri pesanti che vengono spesso messe in mezzo alla stanza senza porsi troppi problemi.

    Sappiate infatti che i solai vengono calcolaticon un fattore di sicurezza pari a 3: il vero carico massimo prima della rottura è cioè superiore a 3 volte a quello "ordinario ammissibile" (di regola per le abitazioni 200 kg/mq di carichi accidentali, cioè mobili e persone).
    rispondi citando
  • vincenzovarapodio
    Vincenzovarapodio Ricerca discussioni per utente Arch-ily
    Mercoledì 30 Marzo 2016, alle ore 09:23
    Buongiorno a tutti.
    Sono un architetto e perciò questi problemi mi riguardano da vicino.
    Allora, per rispondere a Vincenzovarapodio: si, in effetti ti converrebbe - prima di installare l'acquario - chiamare uno strutturista e far valutare bene la soletta. Tuttavia il carico concentrato dipende anche dalle dimensioni dell'acquario. Quanto è grande l'area di base?

    In generale:
    le solette "moderne" sono fatte di due strati:
    - soletta portante vera e propria (travetti + pignatte in laterizio di alleggerimento);
    - uno strato sovrastante di ripartizione con rete elettrosaldata.
    Quindi una seconda rete elettrosaldata di solito non è necessaria.
    Tuttavia, un edificio del 1954 (guerra finita da poco) in effetti potrebbe essere stato costruito con economia di mezzi, e perciò sarebbe consigliabile l'esame della soletta da uno strutturista.

    Comunque, tutti noi abbiamo in casa carichi concentrati analoghia un pianoforte: sono le librerie, magari stracariche di libri pesanti che vengono spesso messe in mezzo alla stanza senza porsi troppi problemi.

    Sappiate infatti che i solai vengono calcolaticon un fattore di sicurezza pari a 3: il vero carico massimo prima della rottura è cioè superiore a 3 volte a quello "ordinario ammissibile" (di regola per le abitazioni 200 kg/mq di carichi accidentali, cioè mobili e persone).
    Grazie x la sua risposta .... guardo la base di appoggio dell acquario, è  di 1metro e 60 cm. Per 40 cm, ed l ho posto lungo la parete che praticamente da sul pianerottolo delle scale quindi credo sia una delle portanti  lo avevo riempito e x un giorno è una notte non è  successo nulla ma quando mi hanno messo il dubbio ho preferito  vuotarlo e chiedere x non avete problemi

    rispondi citando
  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 30 Marzo 2016, alle ore 09:53
    Se vuoi non avere nessun pensiero, rivolgiti a un architetto o un ingegnere per una valutazione strutturale.
    Data la posizione, a mio parere non dovrebbe dartiproblemi ma b bisogna valutarecon precisione lo stato del solaio e le sue dimensioni e spessore.
    rispondi citando
  • nitro1
    Nitro1 Ricerca discussioni per utente Arch-ily
    Giovedì 17 Agosto 2017, alle ore 09:44
    Buongiorno a tutti.
    Sono un architetto e perciò questi problemi mi riguardano da vicino.
    Allora, per rispondere a Vincenzovarapodio: si, in effetti ti converrebbe - prima di installare l'acquario - chiamare uno strutturista e far valutare bene la soletta. Tuttavia il carico concentrato dipende anche dalle dimensioni dell'acquario. Quanto è grande l'area di base?

    In generale:
    le solette "moderne" sono fatte di due strati:
    - soletta portante vera e propria (travetti + pignatte in laterizio di alleggerimento);
    - uno strato sovrastante di ripartizione con rete elettrosaldata.
    Quindi una seconda rete elettrosaldata di solito non è necessaria.
    Tuttavia, un edificio del 1954 (guerra finita da poco) in effetti potrebbe essere stato costruito con economia di mezzi, e perciò sarebbe consigliabile l'esame della soletta da uno strutturista.

    Comunque, tutti noi abbiamo in casa carichi concentrati analoghia un pianoforte: sono le librerie, magari stracariche di libri pesanti che vengono spesso messe in mezzo alla stanza senza porsi troppi problemi.

    Sappiate infatti che i solai vengono calcolaticon un fattore di sicurezza pari a 3: il vero carico massimo prima della rottura è cioè superiore a 3 volte a quello "ordinario ammissibile" (di regola per le abitazioni 200 kg/mq di carichi accidentali, cioè mobili e persone).
    Buongiorno,io ho il medesimo problema. Abito in una palazzina Roma costruita nel 1995. Sono al 4° piano. Vorrei installare un acquario sulla parete portante che confina con le scale che portano hai vari piani. Il mio acquario è lungo 200x50x60h, ossia 600litri. Calcolando che è marino ed ha bisogno di vasca sump con 80lt, 120kg di sabbia, 50kg rocce e 60kg mobile, arriveremmo a circa 1000kg. Regge il mio solaio tutto questo pero, considerando che lo metterei a filo parete portante? Grazie
    rispondi citando
  • cri175
    Cri175 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Settembre 2017, alle ore 14:49
    Buongiorno volevo sapere la portata del solaio x un acqario con peso totale di 350/400-kg messi lungo parete abitazione 4-puano costruita dopo il 1985 grazie

    rispondi citando
  • cri175
    Cri175 Ricerca discussioni per utente Vincenzovarapodio
    Lunedì 4 Settembre 2017, alle ore 22:55
    Io ho più o meno lo stesso problema ho acquistato un acquario di 300 litri quindi pieno peserebbe circa sui 300 350kg. La mia soletta puo renderlo?io abito in un Palazzo al 4piano costruito negli anni 60credo


    Ciao hai fatto fare le prove di carico x il tuo solaio
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
REGISTRATI COME UTENTE
305.796 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Saint-Gobain ISOVER
  • Weber
  • Claber
  • Internorm
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI