Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Isolare con un cappotto interno


Rena64
login
30 Marzo 2006 ore 09:52 18
Ciao a tutti. sto ristrutturando un'appartamento di fattura anni 60.
muro perimetrale unico in mattoni da circa 25/30cm. vorrei farci all'interno un cappotto isolante e che abbia un ottimo isolamento termico e dai rumori..visto cha la casa affaccia su una strada trafficata, e cosi anche eviterei il rifacimento dell'intonaco interno. per i serramenti sono gia orientato a un pvc di buon spessore.
per il cappotto pensavo a un cartongesso, cosi lo potrei fare io con un buon risparmio...e con isolante interno...e quà sta il problema...con che???
lana di vetro?? sughero?? pannello poliuretanico?? e che spessore minimo??? ho visto interessante il sughero..che potrei anche far mettere sotto al massetto pavimenti che va rifatto, ma non so che spessore sia ottimo per tale lavoro. se qualcuno mi da qualche impressione gli sarei grato..ciao.
  • anto_pappa
    Anto_pappa Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 30 Marzo 2006, alle ore 09:56
    Ciao ascolta il cartongesso va benissimo e per l'isolamento non uscire matto. Esistono fogli di cartongesso (normalissimo) che da un lato hanno applicato già l'isolamento(spessore 2 cm sicuro forse c'è anche di più). Lo monti come sempre (anche con la colla apposita) e risolvi i problemi di isolamento e di intonaco vecchio.
    rispondi citando
  • rena64
    Rena64 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 30 Marzo 2006, alle ore 10:04
    Grazie della risposta.
    parli allora dei pannelli in cartongesso con gia l'isolante dietro??? si ne ho visti..ma mi sembra che costino un po troppo...o no? e vanno montati direttamente a colla al muro o ci si deve fare l'intelaiatura in ferro ?
    rispondi citando
  • anto_pappa
    Anto_pappa Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 30 Marzo 2006, alle ore 13:26
    Per il costo non so di preciso ma se consideri che non devi aggiungere altro può andare. Per l'incollaggio puoi fare così: con una martellina o con un martello picchietti l'intonaco vecchio in modo che il cartongesso aderisca, poi compri la collla apposita per i pannelli (si applica stile colla delle piastrelle e per sicurezza piazzi una serie di tasselli direttamente al muro che aiutano a tenere e rinforzano(bastano quelli di plastica. Poi stucchi le giunte e le sedi delle vite (usando la retina si intende e il gioco è fatto. Il tutto senza costruire nessuna struttura
    rispondi citando
  • rena64
    Rena64 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 30 Marzo 2006, alle ore 14:30
    Non ho capito che vuol dire picchiettare??? fare in maniera che il muro sia un po ruvido credo intendi..e dunque dare martellate qua e la per scalfire l'intonaco cosi da renderlo rugoso credo.
    per i pannelli...be se vanno dritti a colla senza far intelaiature..non sarebbe male. adesso mi servirebbero informazioni dove trovare tali pannelli speciali a prezzo ragionevole e che indice di protezione danno.
    rispondi citando
  • bitis
    Bitis Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 30 Marzo 2006, alle ore 16:00
    Se vai sul sito della KNAUF o della BPB Italia trovi sui cataloghi tutte le tabelle relative all'assorbimento acustico.
    Ciao.
    rispondi citando
  • anto_pappa
    Anto_pappa Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 30 Marzo 2006, alle ore 16:45
    Si per picchiettare intendo proprio quello (scusa per come lo messo giù). I prodotti che intendevo io sono proprio della knauf. Per il materiale non saprei consigliarti per la tua zona ma credo non sia molto difficile, guarda nei vari centri appositi.
    rispondi citando
  • pietris
    Pietris Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 30 Marzo 2006, alle ore 18:20
    Scusami, ma anche se non sono un esperto di termotecnica, un mio dubbio te lo vorrei proporre. Isolando termicamente dall'interno un'abitazione, che isolata non è, secondo il mio parere, potresti ottenere, con la chiusura emetica dell'abitazione (ho visto che sei orientato sul pvc), un differenziale termico tra interno/esterno muro molto elevato, tanto da produrre quelle fastidiosissime manifestazioni di muffa lungo le pareti. Isolare dall'interno secondo me può avere dei rischi, perciò ti consiglierei di avere maggiori informazioni e se puoi cerca un buon termotecnico. Comunque il mio ragionamento nasce dal fatto che mi sono documentato sui cappotti termici esterni e perchè ho sentito alcuni pareri, ma non sono un esperto del campo.

    Ciao
    rispondi citando
  • rena64
    Rena64 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 30 Marzo 2006, alle ore 18:32
    Be sto proprio cercando di capire quale sia il metodo migliore... da persone disinteressate. sai quando vai da uno che lo fa..ti dira' sempre che la sua maniera è la migliore.
    certo che adesso l'abitazione è di soli mattoni pieni e è secca..senza manco un filo di umidita'..anche se è una casa di 50 anni fa circa.
    un nuovo intonaco esterno...rifacimento impianti...nuovo massetto e pavimenti...cappotto isolante e serramenti in pvc...praticamente la tiro a nuovo raddoppiandogli il valore.
    l'importante è appunto capire quale sia la meglio soluzione ..e ovviamnete piu economica.
    rispondi citando
  • pietris
    Pietris Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 31 Marzo 2006, alle ore 08:04
    ...erto che adesso l'abitazione è di soli mattoni pieni e è secca..senza manco un filo di umidita'..anche se è una casa di 50 anni fa circa.

    Forse non mi sono spiegato bene. L'umidità la troveresti, molto probabilmente, dopo aver fatto i lavori di isolamento. Cioè, la causa dell'umidità sui muri, potrebbero essere proprio i lavori di isolamento. Il differenziale termico tra esterno (muro a contatto con gli agenti atmosferici, e quindi freddo) e isolamento internocaldo (riscaldato dall'impianto) perchè non lascia traspirare il caldo verso il muro, porterebbe, sempre secondo il mio parere , alla formazione di condense e muffe. Forse il paragone non è proprio scientifico, ma hai notato cosa succede in macchina d'inverno quando ci sono diverse persone dentro con il riscaldamento a tutto perchè fuori fà freddo? Sui vetri si forma molta condensa, che poi si trasforma in acqua. Insomma, anche se in minima parte rispetto all'esempio, penso possa succedere questo.

    Ciao
    rispondi citando
  • architettopercaso
    Architettopercaso Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 31 Marzo 2006, alle ore 08:48
    Secondo me non bisogna mai dimenticare di arieggiare adeguatamente gli ambienti, anche proprio per prevenire l'accumulo di vapore acqueo che depositandosi si puo' condensare e quindi viva la muffa!

    ciao

    architettopercaso
    rispondi citando
  • rena64
    Rena64 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 31 Marzo 2006, alle ore 09:14
    Ho gia sentito varie voci.... e sono orientato per pannelli di sughero da 4cm...ottimo isolante termico e acustico....e poi davanti gli faccio la finitura con il cartongesso.

    tra i vari materiali è quello che da piu isolamento...non fa muffe...non assorbe umidita'...costa poco...dai 8 ai 10euro metro quadro si trova .
    rispondi citando
  • architettopercaso
    Architettopercaso Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 31 Marzo 2006, alle ore 10:16
    Per rena64

    io non riesco a trovare facilmente un rivenditore di pannelli di sughero hai qualche indirizzo per il nord est? o anche solo per il nord?


    grazie

    architettopercaso
    rispondi citando
  • rena64
    Rena64 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 31 Marzo 2006, alle ore 10:28
    Be credo che un buon centro di materiale edilizio ci sia.... prova a guardare quelli affiliati bigmat... c'è anche il sito e vedi se nella tua zona ce ne sono. al limite ho questo sito qua... tanto per fare qualche raffronto prezzi.
    http://www.artimestieri.com/home/index.php
    rispondi citando
  • anto_pappa
    Anto_pappa Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 31 Marzo 2006, alle ore 14:28
    Scusate se interrompo ma in fondo fare un cappotto esterno non vuol dire interrrompere lo stesso la traspirazione dei muri? E' ovvio che si può risolvere utilizzando materiali che permettano la traspirazione. Ma io penso che usare ad esempio polistirene all'interno piuttosto che all'esterno non faccia una enorme differenza. Comunque il suggerimento di architetto per caso mi sembra ottimo circa l'aerazione.
    rispondi citando
  • rena64
    Rena64 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 31 Marzo 2006, alle ore 15:29
    A me hanno detto che il pilistirene....si insomma polistirolo alla fine....puo dare problemi maggiori di condensa, rispetto a sughero...ovviamente in cappotto interno. lo usano perche costa poco rispetto gli altri.
    rispondi citando
  • rss
    Rss Ricerca discussioni per utente
    Sabato 1 Aprile 2006, alle ore 11:37
    Secondo me è molto piu efficace il cappotto esterno anche perche fermi il freddo e il caldo fuori e anche i rumori se vuoi dei chiarimenti basta chiedere ciao
    rispondi citando
  • speleosax
    Speleosax Ricerca discussioni per utente
    Sabato 1 Aprile 2006, alle ore 19:59
    Per rena64

    io non riesco a trovare facilmente un rivenditore di pannelli di sughero hai qualche indirizzo per il nord est? o anche solo per il nord?


    grazie

    architettopercaso
    Alla fiera della Casa Moderna di Udine c'era una ditta di Padova di cui non ricordo il nome che aveva in catalogo prodotti della
    http://www.lis.it/
    Vedi se la trovi.
    Ciao
    rispondi citando
  • rss
    Rss Ricerca discussioni per utente
    Martedì 4 Aprile 2006, alle ore 17:52
    Per rena64

    io non riesco a trovare facilmente un rivenditore di pannelli di sughero hai qualche indirizzo per il nord est? o anche solo per il nord?


    grazie

    no mi spiace comunque al sughero ti consiglio il cappotto credimi ho parlato con diversi professionisti e la maggior parte preferisce il cappotto magari ventilato se vuoi delle delucidazioni sono qua oppure plastcrete@virgilio.it
    ciao diego
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
REGISTRATI COME UTENTE
308.471 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE