Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Intonaco su cappotto esterno


Etondo
login
06 Novembre 2008 ore 09:58 3
Salve a tutti,
vorrei un consiglio.
Nella mia nuova casa sto per fare l'intonaco con cappotto esterno. Mi è stato consigliato di usare un intonaco fibrorinforzato con un costo aggiuntivo che si aggira intorno ai 0.80 euro a metro quadro. Secondo voi è utile fare questa spesa aggiuntiva? La possibilità che si formino crepe nel muro non è già ridotta usando i pannelli in polistirolo e la rete? Forse è il caso di usare l'intonaco fibrorinforzato solo per l'interno.
Voi che ne dite?
  • axel70_am
    Axel70_am Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 6 Novembre 2008, alle ore 10:28
    Salve,personalmente credo sia una sicurezza in più per l'esterno.Mentre all'iterno non vedo il bisogno.
    rispondi citando
  • giacuratolo
    Giacuratolo Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 7 Novembre 2008, alle ore 22:05
    Il ciclo pannello rete e rasatura con plastico al quarzo è un garanzia collaudta nel tempo. il fibrorinforzato in situazioni normali è un di più che si può evitare. se però l'intonaco sottostante che viene recuperato e usato cone sottofondo è molto brutto, e presenta molte cavillature allora potresti farci un pensierino....
    rispondi citando
  • zanel
    Zanel Ricerca discussioni per utente
    Sabato 8 Novembre 2008, alle ore 18:32
    Ha ragione Giacuratolo.
    Se il cappotto viene realizzato correttamente, il rasante fibrorinforzato non serve.
    A meno che non ci siano condizioni iniziali e problemi particolari, mi sembra strano che un impresa che si occupa di cappotti, dia dei consigli simili.

    Nel sistema a cappotto "standart" per EPS, viene stesa una rete in fibra di vetro con almeno 150 gr/mq annegata nel rasante e sormontata circa cm 10. Se il rasante è di tipo cementizio viene applicato con uno spessore di 2/3 mm, se invece è di tipo minerale bianco allora viene applicato in uno spessore di 4/5 mm.
    Dopo almeno una settimana, sempre una mano di fondo uniformante e a seguire un rivestimento fratazzato acrilico, plastico o silossanico.

    Se queste procedure vengono seguite, non serve nessun tipo di rasante fibrorinforzato.

    Se poi vuoi andare sul sicuro allora ti consiglio di richiedere rasante cementizio in pasta e non in polvere.
    Costa di più ma a differenza di quello in polvere, ha una maggiore capacità di adesione ed una maggiore resistenza agli urti.
    Questo tipo di materiale viene miscelato con cemento direttamente in cantiere e ti assicuro che fa la differenza.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img luma18
Buon giorno, chiedo consulenza a questo proposito. Abitavo (perché ora la mia casa è in vendita) in un appartamento composto da 4 unità abitative...
luma18 17 Marzo 2020 ore 13:33 8
Img marchetto93
Buongiorno, ho comprato casa da poco più di 3 mesi (una casa con poco più di 10 anni già precedentemente abitata) e la scorsa settimana alle prime pioggia...
marchetto93 11 Marzo 2020 ore 21:53 11
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 7
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img nastia2020
Buonasera! Ho due vicini, una al primo piano uno al piano terra.la vicina del primo piano non vuole ripiastrellare e isolare la terrazza in comune fuori dalla casa, circa 60mq...
nastia2020 02 Marzo 2020 ore 18:18 5
REGISTRATI COME UTENTE
317.533 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE