Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Incremento isolamento termico su costruzione esistente


Anonymous
login
20 Novembre 2006 ore 13:20 5
Desideravo avere qualche consiglio da chi avesse fatto ricorso alle tecniche, oggi offerte per migliorare l'isolamento di murature esterne di una costruzione esistente.
Nella fattispecie, trattasi di murature aventi una camera d'aria, per cui si può insuffalre, preferibilmente dall'esterno, del materiale (schiuma poliuretanica, argilla espansa, ecc.) al fine di rappresentare una maggiore difesa dalle sollecitazuioni termiche, e quindi potenziare l'inerzia termica complessiva.
Qual'è la tecnica più efficiente, il materiale da preferire, quali caratteristiche e limirazioni ci sono a questa pratica.... e soprattutto i costi presenti sul mercato.
Il ricorso al cappotto esterno non è praticabiloe per le caratteristiche archittettoniche dell'edificio e oltretutto comporta dei costi importanti.
Grazie anticipatamente per le indicazioni che vorrete trasmettermi
Saluti
M.mazzerbo
  • corradob
    Corradob Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 20 Novembre 2006, alle ore 14:52
    E' una cosa che interesserebbe anche me...
    Avevo pensato ad un cappotto interno con pannelli di poliuretano accoppiato con cartongesso, ma certo, insufflare materiale isolante nell'intercapedine sarebbe un lavoro molto + "pulito". Visto che devo ristrutturare, non avrei nessun problema a farlo da dentro.
    Il dubbio è stabilire la giusta quantità di schiuma: se ne inserisco poca si creano ponti termici non indifferenti, se è troppa riesce ad uscire dal foro da cui si inserisce?
    ...
    Grazie a qualsiasi contributo!
    rispondi citando
  • sanfrancesco
    Sanfrancesco Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 1 Gennaio 2007, alle ore 15:00
    Vi rispondo un po in ritardo....
    io avevo lo stesso problema e' facendo varie ricerche alla fine ho optato per riempire l intercapedine dei muri con fibra di cellulosa mediante insuflaggio ,circa 120,0 euro mcubo ; ci sarebbe anche attraverso lo stesso sistema di insuflaggio , la vermiculite,pare ottima come isolante ma costa esattamente il doppio.
    rispondi citando
  • falchetto59
    Falchetto59 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 23 Settembre 2007, alle ore 10:59
    Potresti mica indicarmi il nome della ditta anche io abito vicino ad asti


    io avevo lo stesso problema e' facendo varie ricerche alla fine ho optato per riempire l intercapedine dei muri con fibra di cellulosa mediante insuflaggio ,circa 120,0 euro mcubo ; ci sarebbe anche attraverso lo stesso sistema di insuflaggio , la vermiculite,pare ottima come isolante ma costa esattamente il doppio.
    rispondi citando
  • ivan73
    Ivan73 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 23 Settembre 2007, alle ore 11:36
    Il poliuretano è il miglior isolante (non traspirante ovviamente) che si trova sul mercato, durante la produzione il pse ha un lambda di resistenza termica inferiore ma rimane costante per sempre mentre il poliuretano in pannelli ha , diaciamo, una linea di resistenza termica superiore ma che va a diminuire se a contatto con l'umido e le intemperie , inietarlo dentro le pareti è una soluzione ottimale anche perchè la qualita del prodotto inietato è ottima , però bisogna esser certi di riempire tutta la parete per non creare ponti termici che renderebbero inutile la spesa ... (io personalmente preferisco il pse al poliuretano , ma se dovessi inietare qualcosa nell'intercapedine opterei assolutamente per il poliuretano ..anche se non ho idea dei costi..)
    rispondi citando
  • anonimo
    Anonimo Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Gennaio 2008, alle ore 03:15
    Desideravo avere qualche consiglio da chi avesse fatto ricorso alle tecniche, oggi offerte per migliorare l'isolamento di murature esterne di una costruzione esistente.
    Nella fattispecie, trattasi di murature aventi una camera d'aria, per cui si può insuffalre, preferibilmente dall'esterno, del materiale (schiuma poliuretanica, argilla espansa, ecc.) al fine di rappresentare una maggiore difesa dalle sollecitazuioni termiche, e quindi potenziare l'inerzia termica complessiva.
    Qual'è la tecnica più efficiente, il materiale da preferire, quali caratteristiche e limirazioni ci sono a questa pratica.... e soprattutto i costi presenti sul mercato.
    Il ricorso al cappotto esterno non è praticabiloe per le caratteristiche archittettoniche dell'edificio e oltretutto comporta dei costi importanti.
    Grazie anticipatamente per le indicazioni che vorrete trasmettermi
    Saluti
    M.mazzerbo
    Forse è troppo tardi per un consiglio ma per migliorare l'isolamento termico di un muro esterno con intercapedine vuota la miglior soluzione è sicuramente la fibra di cellulosa visto che il poliuretano pur isolando di più nel periodo invernale E' VIETATO L'USO GIA' DAL 1997 IN TUTTA EUROPA nelle abitazioni civili, mentre poi d'estate la sua bassa inerzia termica lo posiziona agli ultimi posti.
    La fibra di cellulosa è l'isolante con il coefficiente lambda più basso fra tutti gli isolanti da insuflaggio e ha una inerzia termica tra le più elevate.
    Trattata con i sali minerali è resa ignifuga , imputrescibile , e resistente a muffe e batteri ( è l'isolante più utilizzato nel nord America e li le case sono anche di legno ).
    Per informazioni www.isolare.it
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
REGISTRATI COME UTENTE
306.727 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie