Gravi problemi di umidità ignorati dal gestore


Emanuelemazzanti
login
28 Gennaio 2016 ore 20:01 10
Salve a tutti,
ho grossi problemi di umidità in casa, NON DI RISALITA, abitiamo al primo piano e sopra di noi c'è il tetto.
Nella mia stanza senza deumidificatore durante la notte con l'igrometro registro anche il 70% di umidità, le finestre si bagnano di un corposo velo d'acqua che poi sgocciola ed ovviamente si avverte una sensazione di freddo, anche se prima di andare a letto apro la finestra al mattino diventa una cascata, anche nelle altre stanze succede qualcosa di simile, se cuciniamo le finestre della cucina si appannano anche se le apriamo mentre cuciniamo, il piano cottura è nella parete sud, ma si bagna la parete ovest per condensazione, addirittura il bagno (che è senza finestra) adesso ha il soffitto bagnato e tutto ammuffito, ho fatto presente la cosa all'ERP (perché abito in una casa popolare) e loro parlano del problema come normalissima condensa, affermando che è un problema normale in qualsiasi casa, alcuni di loro dicono che dobbiamo aprire le finestre (come se le tenessimo chiuse sigillate, bah), altri dicono che dobbiamo tenerle chiuse ed accendere il riscaldamento a 20 gradi 12 ore al giorno (e chi ce li ha i soldi per pagare?) insomma, non sono nemmeno d'accordo tra di loro se non nel dire che è tutto normale, avevamo vissuto in altre 2 case prima e questi problemi non c'erano, una casa era sempre un appartamento con finestre vecchie con infissi in ferro, si appannavano solo quando pioveva, ma non succedeva nulla di grave, la seconda casa era una villetta a schiera a 2 piani con infissi in legno e finestre con doppio vetro, mai avuti problemi di muffa sui muri oltre a non aver avuto condensa sulle finestre o sui muri, siamo stati costretti a trasferirci perché mia sorella ha la fibrosi cistica ed aveva bisogno di una stanza tutta per sè per non respirare i batteri di altre persone dato che è recettiva, ma con questi problemi penso sia quasi peggio.
In questa casa vecchia con infissi in ferro e vetri sottili 1 millimetro succede quello che vi ho detto, in particolare nelle stanze dove i muri non hanno l'intonaco esterno ed i mattoni rossi sono scoperti (la parete ovest della cucina che si bagna quando cuciniamo ha i mattoni scoperti all'esterno) forse abbiamo sbagliato ad utilizzare la tinta (era una casa vecchia tinta con colori che non ci piacevano e quindi l'abbiamo ritinta) però non abbiamo molti soldi abbiamo scelto la tinta che costava meno...
Cosa dobbiamo fare a questo punto?
Sembra che vogliano lavarsene le mani, oltretutto dicono che il problema dell'umidità rappresenta un problema per la salute solo a causa della muffa sulle pareti e che basta trattare le pareti, mi prendono in giro sicuramente, mi si è ammuffito anche il materasso e poi l'umidità non fa affatto bene alla salute, cosa dovremmo fare a questo punto?
Non ci cambierebbero gli infissi, non aggiungerebbero cappotti esterni (oltretutto essendo un edificio cambierebbe l'aspetto dei muri esterni solo da noi, non credo lo consentano) e poi sembra che le pareti non permettano lo scambio termico con l'esterno, insomma, cosa potremmo fare per non spendere molto visto che se ne lavano le mani?
  • emanuelemazzanti
    Emanuelemazzanti Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 28 Gennaio 2016, alle ore 20:08
    Aggiungo che le tinte vecchie erano color salmone lucide e riaffioravano mentre tingevo di bianco, ho dovuto dare almeno 5 passate, non so se quella vecchia tinta permettesse lo scambio e se abbia anche sbagliato tinta io e cosa dovrei fare adesso per risolvere il problema. Se sia necessario grattare via qualsiasi vecchia tinta e ritingere da capo con una tinta specifica o se sia possibile anche solo reimbiancare anche sopra una tinta inadatta. E soprattutto quanto verrebbe a costare e se sia possibile isolare all'esterno gli infissi con una tinta trasparente in modo da impedire ponti termici negli infissi (si condensano anche quelli all'interno) e magari sostituire unicamente gli sportelli delle finestre con finestre dal vetro isolato e bordi in legno in modo da permettere un pò di scambio di umidità con l'esterno, non abbiamo soldi per cambiare anche tutti gli infissi considerando anche che sono porte finestre di 2 metri x 1 mt e che le finestre sono 6, sarebbero troppe da sostituire.
    rispondi citando
  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Venerdì 29 Gennaio 2016, alle ore 10:28
    Bupngiorno, purtroppo non esiste una solozione economica al vostro problema. La prima cosa da fare sarebbe quella di contattare un tecnico che possa fare una monitoraggio ambientale ed un analisi della vostra situazione ma questo costa. Così come essendo una casa popolare sarebbe difficile intraprendere un azione per sistemarla.
    Comprendendo la vostra difficoltà e la situazione paradossale in cui vi trovate, vi consiglio vivamente di cercare immediatamente un altro alloggio più corrisopondente alle caratteristiche degli alloggi da voi abitati in precedenza.
    Un mio cliente affittuario si è trovato nella vostra medesima situazione, cambiando alloggio ha risolto il problema.
    rispondi citando
  • emanuelemazzanti
    Emanuelemazzanti Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 29 Gennaio 2016, alle ore 14:08
    Non vogliono nemmeno concederci una mobilità, perché dicono che l'abbiamo ottenuta da troppo poco tempo, però ho preso un appuntamento con una ditta di imbianchini che verranno a fare un preventivo gratuito e a studiare la situazione per capire se dobbiamo mettere l'intonaco esterno (o un sostituto trasparente) cambiare la tinta all'interno o magari entrambe le cose...
    rispondi citando
  • emanuelemazzanti
    Emanuelemazzanti Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Febbraio 2016, alle ore 23:16
    Ho delle novità, ho ricevuto delle visite in casa, sono almeno in 2 a sostenere che le tinte lavabili creino una barriera che impedisce ai muri di respirare e mandare l'umidità all'esterno, qualcuno afferma anche che non sia affatto necessario sostituire gli infissi o i vetri delle finestre, ma che sono le pareti a dover respirare e va bene, considerando che la mia stanza, il bagno (senza finestra ma con aspiratore) sala e tinello erano tinte con quella porcheria penso che basterà grattare via le tinte vecchie in estate e reimbiancarle, nel caso del bagno penso basterà farlo solo sul soffitto dato che comunque le altre pareti non comunicano con l'esterno ma con le altre stanze, mi hanno anche consigliato una tinta termoisolante per la parete nord della mia stanza (che comunica con l'esterno) e per il soffitto, dato che è la "parete" più fredda che sento al tatto.

    Però qui c'è un problema, perché in cucina dove non c'era quella porcheria alle pareti nonostante le prese d'aria (non grandissime ma ci sono) ogni volta che si cucina i vetri si appannano? Abbiamo anche acceso la cappa d'aspirazione al massimo, ma si sono appannate lo stesso, solo il muro ovest stasera cucinando non si è bagnato. Ad essere onesti una presa d'aria era stata coperta da un frigorifero che stamani ho spostato, quella in basso, da cui si sente venire moltissima aria. Ce n'è un'altra in alto nella parete opposta, forse sono montate male le griglie? In che direzione devono essere rivolti gli alettoni all'esterno ed all'interno nelle prese d'aria bassa e quella alta? Io stasera ho girato la presa alta che c'è fuori, perché secondo me aveva più senso che gli alettoni interni dassero verso il basso per aspirare ma quelli esterni verso l'alto, com'era montata prima gli alettoni delle due maschere davano nella stessa direzione. È possibile trovare uno schema per capire come andrebbero montate entrambe le maschere di entrambe le prese d'aria? Inoltre non sono grandissime, il foro delle prese ha la stessa circonferenza dei condotti degli aspiratori 10, ci volevano più grandi o vanno bene così? Forse devono essere girate anche nelle direzioni giuste?

    Ultima domanda, grattare via le vecchie tinte dalle pareti, in particolare quelle lavabili è possibile?
    rispondi citando
  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Giovedì 11 Febbraio 2016, alle ore 23:59
    Signora non le stanno dando le informazioni corrette.

    1 i muri non respirano, non lo hanno mai fatto e mai lo faranno, al limite hanno la capacita di restituire all ambiente il vapore acqueo assimilato. Per tanto dell umidita' che lei ha in casa passa attraverso il muro solo il 6 % il resto deve essere evacuato con l' arieggiamnto dei locali.

    2 non e' vero che la pittura lavabile genera barriera al vapire, ogni pittura nella scheda tecnica ha un valore che indica quanto e' permeabile al vapore.

    3 le pitture termoisolanti non funzionano e non servono a nulla su questo c' e' anche un articolo con una prova sia sul mio blog che di altroconsumo doce e' dimostrata la loro inefficacia.

    4 i vetri le si appannano per un principio fisico, ovvero molta umidita e superfici fredde, se le hanno detto che i suoi infissi a vetro singolo e telaio in ferro non sono da sostituire, omsono in malafede o sono degli incompetenti.

    5 le griglie vavvo rivolte conle alette sempre verso il basso, se non sono fori silenziato e' normale che passi aria fredda e rumore, oggi questi tipi di fori devono essere realuzzati con appositi si,enziatori.

    6 come le ho detto in passato la sua abitaziobe ha molti, forse troppi problemi, e uno di questi potrebbe essere anche la vostra conduzione.  avete bisogno di untecnico di vostra fiducia che tuteli vi tuteli la dove possibile.


    rispondi citando
  • emanuelemazzanti
    Emanuelemazzanti Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 12 Febbraio 2016, alle ore 00:43 - ultima modifica: Venerdì 12 Febbraio 2016, alle ore 00:47
    Comunque sono un maschio... Quindi se i muri rappresentano solo il 6% della dispersione dell'umidità all'esterno cosa contribuisce invece a disperderne molta di più a parte aprire le finestre che è ovviamente inefficace almeno nel mio caso dato che aprirle fa sì che non si crei il ponte termico ma appena chiuse dopo pochissimo ricompare subito la condensa? Gli infissi in legno? Quando abitavo nell'altra casa (di costruzione più recente e con gli infissi in legno e tutte le pareti esterne intonacate) non c'era l'obbligo di tenere le finestre aperte d'inverno e riscaldamento acceso (che poi non ho mai capito che senso abbia accendere il riscaldamento e poi dover aprire la finestra) e problemi di umidità non ce n'erano. Stamani ho ricevuto la visita di un muratore che ha detto che comunque le pareti vanno ripulite dalla tinta lavabile e che le pareti esterne non per forza devono essere intonacate, mentre l'informazione sulla non importanza degli infissi l'ho ricevuta al Brico center chiedendo se potevano consigliarmi asticelle di legno da mettere sulle fessure sopra le finestre che attualmente ho tappato con dei paraspifferi in gomma perché anche da stappate non risolvevano il problema ed inoltre sentivo tutti i rumori esterni ed entrava anche il fumo di sigaretta dei passanti. La mia idea era quella di riaprire le fessure ma metterci delle asticelle di legno per favorire un pò di scambio in più, perché secondo me le fessure aprte direttamente fanno entrare l'umidità esterna più che far uscire quella interna e mi ha detto che i legni sarebbero tutti uguali e che l'umidità esterna entrerebbe lo stesso... Voi cosa mi consigliate quindi? Purtroppo per avere un preventivo da una ditta specializzata dovrò aspettare Marzo e volevo iniziare intanto a prendere degli accorgimenti per migliorare la situazione, a parte aprire le finestre che non serve praticamente a niente almeno nel mio caso, se non a far entrare il freddo e probabilmente anche l'umidità esterna dato che si tratta di una zona umida in una città già umida di suo...
    rispondi citando
  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Venerdì 12 Febbraio 2016, alle ore 11:02
    Mi scuso per il refuso.

    i muri devono essere intonacati a meno che non siano a faccia vista. 

    Per il resto lei ha troppe informazioni frastagliate e sbagliate, se vuole informarsi in modo corretto ed avere le idee piu chiare legga il blog  espertocasaclima. Li trovera' tutto quello che non puo' essere scritto in poche righe su un forum come questo.
     per il resto nel le servono artigiani o ditte le serve un tecnico competente che le risolva il problema.
    rispondi citando
  • emanuelemazzanti
    Emanuelemazzanti Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 12 Febbraio 2016, alle ore 11:13 - ultima modifica: Venerdì 12 Febbraio 2016, alle ore 11:15
    Aspetto Marzo per gli esperti, penso siano proprio quelli di Murprotect e di aver visto la pubblicità in questo sito, il muratore che è venuto ieri mattina ha detto che le pareti non intonacate sono a faccia vista, resta comunque il fatto che sono le stanze con più problemi, nella casa dove abitavo prima con telaio in legno e doppio vetro queste cose non succedevano, ovviamente il condizionatore buttava fuori umidità quando lo utilizzavamo, ma non avevamo problemi di muffa nei materassi, tra i vestiti, nei mobili di cucina... Volevo quindi ricreare condizioni simili a quelle della precedente abitazione.
    rispondi citando
  • emanuelemazzanti
    Emanuelemazzanti Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 11 Marzo 2016, alle ore 18:42 - ultima modifica: Venerdì 11 Marzo 2016, alle ore 18:46
    Non ho ancora ricevuto la visita di Murprotect e per curiosità sono andato a fare visita ad un negozio di infissi nella mia città, dicono che il telaio in legno non garantisce alcuna traspirazione dell'umidità all'esterno, ma che serve solo ad evitare la formazione di condensa in quanto isolato termicamente, ma che al giorno d'oggi anche i nuovi infissi in alluminio lo sono. A questo punto non so proprio a chi credere, però c'è da dire che le nuove case le costruiscono davvero con telaio in alluminio ed in teoria dovrebbero essere a norma...
    rispondi citando
  • emanuelemazzanti
    Emanuelemazzanti Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 27 Ottobre 2016, alle ore 15:21
    Non so se ho risolto, ma sono andato controcorrente ed ho sistemato le finestre a modo mio, pellicole termiche sopra i vetri float creando una specie di vetro camera e dose abbondante di silicone sugli infissi in alluminio non isolato e da ieri tappate anche le fessure tra il muro e l'infisso per evitare gli spifferi, gli infissi interni col silicone non sono più freddi, se li tocco all'interno e li tocco all'esterno, dove il silicone non c'è sento proprio una grossa differenza.Ieri notte il termometro misurava 21 gradi in camera ed oggi a mezzogiorno la temperatura era la medesima. Ho isolato termicamente la stanza quindi?Riguardo all'umidità in questo periodo dell'anno è normale svegliarsi col 60% d'umidità nella stanza secondo l'igrometro? 60% e 21 gradi in camera possono formare la condensa sulle cose oppure no? la finestra ovviamente non si condensa più, ma questo anche perché ci sono le pellicole termiche.
    rispondi citando
Notizie che trattano Gravi problemi di umidità ignorati dal gestore che potrebbero interessarti
Come arrestare la formazione di muffa e condensa

Come arrestare la formazione di muffa e condensa

Risanamento umidità - Alcune dritte su come ridurre e limitare la formazione di muffa e conseguente umidità all'interno dei nostri ambienti, per effetto della condensa.
Il deumidificatore

Il deumidificatore

Impianti - Per ristabilire il giusto grado di umidità nell'ambiente.
Combattere l'umidità

Combattere l'umidità

Risanamento umidità - La presenza di un eccesso di umidità in casa, che si riconosce dalla presenza di condensa, muffa e odori sgradevoli, può ingenerare danni per la salute.

Acqua dal climatizzatore

Impianti di climatizzazione - Un semplice filo di ferro può essere utilizzato per verificare che il tubo di smaltimento della condensa non sia otturato o rimuovere la piccola otturazione presente.

Condensa Vetri

Infissi - La presenza di condensa sui vetri degli infissi ha origine da diversi fattori ambientali e di costruzione e può essere combattuta con specifici accorgimenti.

Umidità sui muri: come contrastarla

Risanamento umidità - L'umidità nelle murature è un fenomeno diffuso: nei casi più gravi può aggredire anche la struttura stessa dell'edificio. Vediamo quali sono le cause più frequenti.

Deumidificare gli ambienti

Risanamento umidità - L'eccessiva umidità nell'aria di casa altera le condizioni di benessere, è possibile realizzare impianti deumidificatori non costosi e con buone prestazioni.

Umidità da condensa: cause e rimedi

Risanamento umidità - L'umidità da condensa è dovuta alla scarsa traspirazione dei muri e/o all'insufficiente ventilazione, e si manifesta con infestazioni di muffe sulle pareti.

Umidità in casa, rimedi e consigli utili

Risanamento umidità - L'umidità in casa può diventare un problema sia per le strutture sia per la salute: spesso sono sufficienti interventi economici ma mirati per la risoluzione.
REGISTRATI COME UTENTE
303.602 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Internorm
  • Weber
  • Black & Decker
  • Rockwool
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.