Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2020-12-02 11:29:18

Regime forfetario: acquisto e ristrutturazione prima casa


Ciao a tutti!
Sono un libero professionista - titolare di redditi esclusivamente derivanti da tale attività - che attualmente aderisce al regime forfetario, pertanto con reddito assoggettato ad imposta sostitutiva.
Ho da poco acquistato la prima casa, un appartamento (da ristrutturare totalmente, classe en. G), senza mutuo.
Oltre all'onorario del notaio (che mi risulterebbe non essere detraibile), le maggiori spese sostenute riguardano le provvigioni della agenzia immobiliare.
Tuttavia - ed è questo il primo quesito che pongo - a causa del regime fiscale a cui ho aderito, ritengo di non poterle portare in detrazione: è corretto?
Il motivo principale per cui ho aperto il thread (in questa sezione) riguarda tuttavia le agevolazioni in materia di ristrutturazione edilizia, e più propriamente in materia di c.d. "manutenzione straordinaria".
Leggendo guide, pareri e circolari dell'Agenzia delle Entrate, mi sembrerebbe infatti di capire che - per coloro che, appunto, hanno aderito ad un regime forfetario - l'unica possibilità di avvantaggiarsi di agevolazioni è oggi prevista grazie all'art. 121 del D.L. 34/2020, che permette - anche ai forfetari - di beneficiare sia dello "sconto in fattura" che della cessione del credito di imposta (ovviamente nelle misura massima delle detrazioni previste).
Pertanto, gli interventi agevolabili (che a me interessano) sarebbero quelli di cui all'art. 16bis, comma 1, lett. b) del DPR 917/1986 (che a sua volta richiama gli interventi di cui alle lettere b), c) e d) dell'art. 3 del DPR 380/2001) e quelli di cui all'art. 14 del D.L. 63/2013.
Potete confermarmi la correttezza di questa interpretazione?
Per quanto riguarda, invece, tutti gli altri lavori che sarebbero generalmente detraibili dall'IRPEF (a titolo esemplificativo: misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti;
cablatura degli edifici;
contenimento dell'inquinamento acustico;
nonché - SOPRATTUTTO - spese di progettazione, per prestazioni professionali e per acquisto materiali) un soggetto che ha aderito al regime forfetario mi sembrerebbe di capire che sia tagliato fuori. E' così?
C'è qualcuno che ci è già passato?
Ovviamente, per chi avesse voglia di rispondere, lo prego di non invitarmi a rivolgermi al commercialista...
Ringrazio in anticipo!
  • svevavolo
    Svevavolo Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 30 Novembre 2020, alle ore 16:53
    Ciao, premetto che non sono un’esperta, ma io ho inteso come te: chi ha optato per il regime forfettari può optare solo per la cessione o lo sconto in fattura, chiaramente nei casi in cui la cessione è possibile e quindi, oltre che per gli interventi che hai indicato tu, anche qualche altro; l’elenco lo trovi sull’art. 121 del decreto rilancio; gli interventi che hai indicato a titolo esemplificativo sono esclusi, in effetti; le spese di progettazione, per prestazioni professionali e per acquisto materiali sono escluse, ritengo, solo se riguardano interventi per cui non è possibile fare la cessione o lo sconto.Quanto alla provigione per l’agente immobiliare, anche lì è detrazione dall’imposta lorda, quindi, non sono un’esperta, ma escluderei anche in questo caso la possibilità di fare la detrazione.P.S. ti sono antipatici i commercialisti? :DD

  • d8s4nha
    D8s4nha Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 30 Novembre 2020, alle ore 18:02
    Grazie mille per la risposta! :)Quello che non mi è chiaro è se nel concetto di "recupero del patrimonio edilizio" (di cui all'art. 16bis, comma 1, del DPR 917/1986, espressamente richiamato dall'art. 121 DL34/2020), vi rientrino anche tutti i vari interventi riportati a titolo esemplificativo nella scheda dell'Agenzia delle Entrate https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/schede/agevolazioni/detrristredil36/schinfodetrristredil36 (riferita, tuttavia, alle detrazioni ordinarie dall'IRPEF).PS: non mi sono assolutamente anticipatici i commercialisti, è solo per andarci più preparato :)

  • svevavolo
    Svevavolo Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 30 Novembre 2020, alle ore 18:25
    Al link che indichi tu, nella sezione interventi l’AdE indica gli interventi previsti dall’art. 16-bis, detti di recupero edilizio, i quali sono tutti detraibili al 50%; la cessione o lo sconto del decreto rilancio sono previsti solo per alcuni e cioè quelli di cui al co.1 lett. a (su parti condominiali) e b e cioè come hai detto tu, gli interventi su proprietà individuali che corrispondono alla definizione di cui all’art. 3 lett. b c e d del testo unico dell’edilizia; in realtà c’è anche un altro intervento dell’elenco dell’art. 16-bis per cui è prevista l’opzione cessione-sconto e cioè, l’installazione di impianti fotovoltaici; poi residuano gli altri interventi previsti sempre dal 121. I commercialisti, e ci consulenti fisclai, in genere, come faremmo senza... :D

  • d8s4nha
    D8s4nha Ricerca discussioni per utente Svevavolo
    Mercoledì 2 Dicembre 2020, alle ore 11:29
    Al link che indichi tu, nella sezione interventi l’AdE indica gli interventi previsti dall’art. 16-bis, detti di recupero edilizio, i quali sono tutti detraibili al 50%; la cessione o lo sconto del decreto rilancio sono previsti solo per alcuni e cioè quelli di cui al co.1 lett. a (su parti condominiali) e b e cioè come hai detto tu, gli interventi su proprietà individuali che corrispondono alla definizione di cui all’art. 3 lett. b c e d del testo unico dell’edilizia; in realtà c’è anche un altro intervento dell’elenco dell’art. 16-bis per cui è prevista l’opzione cessione-sconto e cioè, l’installazione di impianti fotovoltaici; poi residuano gli altri interventi previsti sempre dal 121. I commercialisti, e ci consulenti fisclai, in genere, come faremmo senza... :D
    Ti ringrazio ancora per il tuo intervento! :)

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img marco8993
Salve,vorrei sostituire gli infissi e gli scuri di casa mia, ho visto che grandi catene come Bricoman hanno iniziato la campagna sconto in fattura 50%, andandomi ad informare da...
marco8993 06 Febbraio 2021 ore 20:10 1
Img mek
Buongiorno, vorrei sapere se per la costruzione di una prima casa oltre ad avere IVA al 4 % ci sia la possibilità di affiancare il bonus costruzione garage che permette 6na...
mek 16 Gennaio 2021 ore 20:03 1
Img whippino
Salve, qualcuno può chiarirmi questo dubbio su "IVA e costi e interessi bancari". L'impresa edile mi farà lo sconto in fattura tramite cessione del credito d'imposta...
whippino 24 Dicembre 2020 ore 16:15 1
Img nhio
Buongiorno a tutti, avrei una domanda: ho acquistato una casa (prima casa) dal costruttore nel 2017 pagando l'IVA al 4%.... ora sto per acquistare una casa da privato (quindi...
nhio 18 Agosto 2020 ore 18:54 1
Img maurizio35
Buongiorno pongo questo quesito: Sono residente e abito in un immobile di proprietà di mia moglie (immobile A), nel contempo sono proprietario di altri due immobili;Uno in...
maurizio35 14 Luglio 2020 ore 15:23 4
Notizie che trattano Regime forfetario: acquisto e ristrutturazione prima casa che potrebbero interessarti


Ecobonus e Sismabonus: le istruzioni dell'Agenzia delle Entrate per lo sconto in fattura

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Le regole dell'Agenzia delle Entrate per dare attuazione al DL Crescita in caso di risparmio energetico e misure antisismiche: modalità per lo sconto in fattura

Superbonus 110%: proroga al 31 marzo del termine per comunicare la cessione del credito o lo sconto in fattura

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Slitta al 31 marzo il termine per poter inviare all'Agenzia delle Entrate il modulo con il quale optare per la cessione del credito in caso di Superbonus 110%

Sì alla proroga Bonus mobili e bonus verde ma con dei limiti

Leggi e Normative Tecniche - Bonus mobili e bonus verde sono i grandi assenti dalle previsioni del Decreto Rilancio in ambito di sconto in fattura e cessione del credito. Ammessa la detrazione.

Superbonus 110: detrazione, sconto in fattura o cessione del credito?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - In caso di lavori rientranti nel Superbonus 110 in alternativa alla detrazione si può fruire dello sconto in fattura o della cessione del credito. Cosa dice l'AdE

Ecobonus e Sismabonus al 110%: le novità del decreto di maggio 2020

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Con il decreto maggio 2020 sale al 110% l'incentivo fiscale legato agli interventi di risparmio energetico e alle misure antisismiche. Ecco quali sono le novità

Cessione del credito e sconto in fattura per la fruizione dei bonus casa

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Detrazione diretta, sconto in fattura o cessione del credito? Tutte le alternative per massimizzare il vantaggio fiscale in caso di interventi edilizi sugli immobili

Sconto Ecobonus nella legge di bilancio 2020

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Che ne è stato dello sconto in fattura per Ecobonus e Sismabonus? Facciamo il punto della situazione alla luce delle previsioni della legge di bilancio del 2020

Niente Superbonus 110% se il condòmino è moroso

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il condomino moroso non ha diritto al Superbonus 110 e l'amministratore non deve comunicargli dati concernenti i lavori effettuati sulle parti comuni dello stabile

Lo sconto in fattura per l'Ecobonus vale per i singoli interventi

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Per fatture di più ditte lo sconto potrebbe essere praticato solo da alcune e rifiutato da altre. Non è possibile l'applicazione parziale su una stessa fattura
REGISTRATI COME UTENTE
325.339 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//